lunedì 14 gennaio 2019

Battisti è arrivato in Italia, carcere duro per 6 mesi


ROMA E' atterrato all'aeroporto di Ciampino il Falcon 900 del Governo italiano con a bordo l'ex terrorista Cesare Battisti. L'aereo é decollato da Santa Cruz in Bolivia, Paese dove è stato arrestato l'uomo dopo una fuga dall'Italia durata 38 anni.

In cella da solo e 6 mesi di isolamento diurno. È il trattamento carcerario che, a quanto si apprende, sarà riservato al terrorista, il cui arrivo a Roma è previsto a breve. Subito dopo sarà trasferito nel carcere di Rebibbia e collocato nel circuito di alta sicurezza riservato ai terroristi. Ma non potendo in questa fase condividere l'ambiente detentivo con altri soggetti, ci sarà per lui una sistemazione ad hoc. Inoltre dovendo scontare la pena dell'ergastolo, sarà sottoposto per 6 mesi ad isolamento diurno.

Il volo con a bordo l'ex terrorista dei Pac è arrivato a Ciampino intorno alle 11.30. Ad attenderlo il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, e quello della Giustizia, Alfonso Bonafede.

Subito dopo aver toccato terra, il leader dei Proletari armati per il Comunismo, che in Italia è stato condannato all'ergastolo per quattro omicidi compiuti tra il 1978 e il 1979 e non si è mai pentito, sarà condotto nel carcere di Rebibbia: a prenderlo in consegna gli uomini del Gom, il gruppo operativo mobile della polizia penitenziaria, insieme alle altre forze di polizia, e lo porteranno nel carcere romano dove tutto è pronto per accoglierlo.

Battisti è stato catturato in Bolivia sabato pomeriggio. Passeggiava da solo per le strade di Santa Cruz della Sierra, quando è stato intercettato dagli agenti dell'Interpol che lo hanno arrestato senza che opponesse resistenza. Il volo è partito direttamente da Santa Cruz diretto a Roma non passando dal Brasile, proprio per evitare qualche insidia burocratica innescata dagli avvocati dell'ex terrorista rosso.