martedì 16 luglio 2019

Perrino (M5S): "Ferrosud Matera: ridare prospettive serie al sito produttivo"


POTENZA - Sono ore drammatiche per gli operai della Ferrosud di Matera che stanno scioperando per avere garanzie sul futuro dell’azienda materana. Nonostante l’esperienza e il know-how quarantennale nel settore della produzione materiale rotabile ferroviario, dal 2010 l’azienda si dibatte con una situazione davvero critica sfociata anche in un concordato preventivo che, però, non ha portato i risultati attesi.

L’attuale management facente capo al Gruppo Mancini non sembra essere in grado di offrire risposte concrete sul futuro dei circa 80 lavoratori. La difficile situazione del gruppo pare aver frenato anche le interlocuzioni che si sono tenute nelle scorse settimane al Ministero dello Sviluppo Economico: attualmente le uniche prospettive occupazionali che si intravedono comporterebbero lo spostamento dei lavoratori in altri stabilimenti del gruppo e una sostanziale destinazione dello stabilimento materano ad impianto di demolizione. Da stigmatizzare, poi, il comportamento del management dell'azienda che, secondo quanto denunciato dalle OO.SS., parrebbe aver paventato il mancato pagamento delle indennità di trasferta e il vitto a chi ha aderito allo sciopero e che, attualmente, si trova a centinaia di chilometri di distanza dal proprio luogo di residenza.

Crediamo che si debbano mettere in campo tutte le forze necessarie per ridare lustro e rilanciare un sito produttivo che ha fatto la storia della produzione industriale del materano, anche facendo ricorso alle agevolazioni offerte dall'implementazione della Z.E.S. Jonica appena istituita. Così in una nota Gianni Perrino, portavoce M5S Basilicata - Consiglio Regionale.