lunedì 14 ottobre 2019

Manovra: 3 miliardi per il taglio del cuneo


ROMA - Da una vigilia di liti e dietrofront, precedente l'arrivo in Consiglio dei ministri della manovra, con il documento programmatico di bilancio da inviare all'Ue e il decreto fiscale, nascono le due più importanti novità sulla legge di bilancio.

Tre miliardi di taglio delle tasse sul lavoro nel 2020 e l'ingresso in manovra di un fondo per la famiglia, ovvero due ipotesi che mirano a rendere il testo "più ambizioso", ma anche a ridurre gli attriti tra i partiti. Sottotraccia duellano M5s e Pd proprio sul taglio del cuneo.

A scontrarsi Italia Viva e M5s sulla proposta di Matteo Renzi di abolire quota 100, che secondo Luigi Di Maio è inaccettabile.

Mancano però le coperture. Si ipotizza di ricavare, ad esempio, circa 400 milioni dai giochi e una cifra più bassa dalla revisione al rialzo delle accise sui tabacchi. Ma poiché quest'ultimo intervento potrebbe far aumentare il prezzo delle sigarette, la scelta viene lasciata ai partiti.