venerdì 15 novembre 2019

Prima Categoria, Sassi Matera: a Vincenzo Trani le redini della squadra


di ROBERTO BERLOCO - MATERA. Sassi Matera verso la nona giornata di andata, con l’ennesima sconfitta alle spalle, stavolta rimediata, durante il pomeriggio della scorsa Domenica, contro l’E.V. Episcopia e proprio nel campo casalingo dello Scirea.

Scorrendo la tabella dei risultati della formazione del presidente Alessandro Santorufo, nel Girone B della Prima Categoria calcistica lucana, parrebbe di mirare la trama di una pellicola drammatica, con quell’unico pareggio guadagnato in Ottobre, a voler come rappresentare la promessa di una speranza, infine annegata tra la melma dei fiaschi successivi.

Ma il calcio è pure attività che ricrea e diverte, non solo cimento agonistico. Uno spirito complessivo, questo, probabilmente alla base dell’inscalfibile entusiasmo della squadra materana, si, certo, ultima in classifica, ma assolutamente non piegata nel morale.

Ancora è viva, infatti, tra le fila biancazzurre, una grande voglia di fare bene e di mettersi in gioco, senza timore a ripartire puntualmente da zero, in grazia di un’inossidabile decisione comune a non arrendersi, quasi che non si possa fare diversamente.

“Nel corso delle ultime settimane” - informa Santorufo - “con l’allenatore Francesco Camerino ed il direttore sportivo Biagio Mastrorilli, erano intercorsi abboccamenti che preludevano ad un loro ingresso nella nostra scena. La vicenda del loro inserimento, però, ha conosciuto un’improvvisa evoluzione opposta appena qualche giorno fa. Oggi la mia scelta, condivisa coi giocatori, è ricaduta su Vincenzo Trani, tra l’altro un amico di vecchia data, al quale sarà affidata la direzione tecnica del Sassi Matera già dalla partita in arrivo”.

“Siamo consapevoli” - aggiunge il capitano Nunzio Marsico - “che, malgrado tutto il nostro impegno, nemmeno la fortuna ci venga incontro. L’ultima sconfitta di certo pesa, ma vorrei marcare che, con l’Episcopia, abbiamo subìto cinque reti in fuori gioco, mentre eravamo noi a dettare il bello o il cattivo tempo. D’ora innanzi, questo è sicuro, venderemo cara la pelle!”.

Domenica entrante 17 Novembre il prossimo incontro a Salandra, con fischio arbitrale d’inizio alle ore 14.30, contro i padroni di casa che, al proprio attivo, possono vantare nove punti in classifica generale.