Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

lunedì 23 marzo 2020

Emergenza Coronavirus, in Australia ancora si gioca a calcio. In Serie A aumenta il numero dei contagiati


L'Australia è uno dei pochissimi paesi dove ancora si gioca a calcio, nonostante la pandemia del Covid-19. Al Rectangular Stadiium di Melbourne, si è disputata la finale del campionato donne, la W-League, fra il Sydney FC e il Melbourne City, che, vincendo, ha conquistato il suo quarto titolo degli ultimi cinque anni. Intanto aumenta il numero di contagiati in Serie A. Paulo Dybala, Paolo Maldini e anche il figlio Daniel, attaccante della Primavera rossonera, sono risultati positivi. L'ex giocatore del Manchester United, Marouane Fellaini è invece il primo calciatore della serie A cinese a risultare positivo al Covid-19.

"Campionato finito a causa dell'emergenza sanitaria? C'è da aspettare un po' per vedere cosa succede. Nessuno si sta allenando in questo momento e credo che tutte le squadre aspetteranno un po' di tempo. Prima o poi la vita normale dovrà però ripartire, anche se all'inizio sarà difficile: la speranza è che il buon Dio ci metta un occhio e faccia finire in fretta questa situazione", ha detto Roberto Mancini, ct dell'Italia, in collegamento con la trasmissione "Che tempo che fa" su Rai 2, - riporta l'Agenzia Agimeg -. La Lega Pro ha deciso di costituire il Comitato di crisi Covid-19 per fronteggiare l'emergenza economica e sociale legata al Coronavirus oltre a stimare l'impatto che avrà sulle società di Serie C e mitigare i rischi.

“Questo comitato non vuole giocare in difesa e limitarsi a quantificare il danno prodotto dal virus ma intende individuare possibili soluzioni per uscire dalla crisi”, ha sottolineato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. Si allunga inesorabilmente la lista egli eventi di equitazione rinviati a data da destinarsi o in molti casi già definitivamente cancellati a causa del Coronavirus. Le cancellazioni arrivano infatti, sin da ora, già a fine giugno: restano pochi eventi ancora in programma, alcuni a porte chiuse, altri ancora previsti in presenza di pubblico, ma novità sono attese per le prossime settimane. Anche il Gp di Baku, che il 7 giugno avrebbe dovuto inaugurare la stagione di Formula 1 slitta, ma la stessa sorte potrebbe toccare anche al Gp successivo, quello a Montreal in Canada del 14 giugno. cdn/AGIMEG

martedì 10 marzo 2020

Serie C: pareggia il Potenza, ko il Picerno

di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva a metà l’undicesima di ritorno per le squadre lucane del girone C di Serie C. Il Potenza ha pareggiato 0-0 fuori casa contro la Cavese. Nel primo tempo i campani insidiosi. Un tiro di Russotto ha centrato il palo. I lucani propositivi. Una conclusione di destro di Giosa da fuori area è stata respinta con le mani dal portiere D’Andrea. Nel secondo tempo la Cavese incisiva. Un tiro di Sainz Maza ha colpito il palo. Il Potenza arrembante. Un colpo di testa di Murano ha visto l’opposizione con i pugni di D’Andrea. Un tiro di Ricci ha trovato il numero uno dei campani pronto a salvare con un piede. D’Angelo tutto solo in area ha calciato a lato. Il Potenza è quarto in classifica a 56 punti.

Il Picerno ha perso 2-0 in casa con la solitaria capolista Reggina. Nel primo tempo i calabresi sono passati in vantaggio con Paolucci di destro su cross di Rivas. I lucani hanno replicato. Un colpo di testa di Esposito non ha inquadrato la porta. Un destro di Santaniello è stato bloccato con le mani dal portiere Guarna. Nel secondo tempo il Picerno ha insistito. Un tiro di Santaniello è finito oltre la traversa. I calabresi in contropiede. Un tiro di Bellomo è stato respinto in angolo dal portiere Pane. La Reggina ha raddoppiato con Sarao di sinistro su passaggio di Bianchi. Il Picerno è quintultimo con 32 punti.

Coni stoppa lo sport in Italia fino al 3 aprile


di NICOLA ZUCCARO - Stop a tutte le attività sportive fino a venerdì 3 aprile 2020. E' quanto stabilito nel pomeriggio di lunedì 9 marzo dal CONI per voce del suo presidente Giovanni Malagò. In attesa di un Decreto del Governo nazionale che ratifichi questa decisione, la scelta intrapresa dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano inciderà su quella che adotterà il Consiglio Federale della Figc convocato alle ore 14.00 di martedì 10 martedì, presso la sede di via Allegri in Roma.

A precedere il pugno duro di Malagò, la decisione del Consiglio nazionale della Lega Dilettanti che ha confermato la stessa data individuata dal CONI e in linea con il Decreto Ministeriale reso noto nella giornata di domenica 8 marzo 2020.

mercoledì 4 marzo 2020

Serie D, Girone H: pareggia il Francavilla in Sinni pareggia, ko il Grumentum

di FRANCESCO LOIACONO - Giornata sfavorevole la nona di ritorno per le squadre lucane del girone H di Serie D. Il Francavilla in Sinni ha pareggiato 2-2 in casa contro la Nocerina. Nel primo tempo i lucani sono passati in vantaggio con Nolè, tiro di destro. I campani insidiosi. Un tiro di Mincione ha visto la valida opposizione con le mani del portiere Caruso. I sinnici propositivi. Un colpo di testa di Mancino ha centrato il palo. La Nocerina ha pareggiato con Granata di sinistro. Nel secondo tempo i campani incisivi. Un tiro di Mincione è stato neutralizzato con i pugni da Caruso. Il Francavilla in Sinni è ritornato in vantaggio con Fanelli, girata al volo di destro. La Nocerina ha di nuovo pareggiato con Dieme di sinistro.

Il Francavilla in Sinni è penultimo in classifica con 25 punti. Il Grumentum Val d’Agri ha perso 2-1 a Sorrento. Nel primo tempo sono andati in gol i lucani con Martinez di destro su cross di Potenza. I campani arrembanti. Un tiro di La Monica ha trovato pronto il difensore Pellegrini a salvare con un piede. Nel secondo tempo il Sorrento ha pareggiato con Vitale, girata al volo di destro su cross di Gargiulo. I campani hanno realizzato il gol decisivo per la vittoria con La Monica, tiro di sinistro. Il Grumentum Val d’Agri è quartultimo a 27 punti.

martedì 3 marzo 2020

Torna la nuova edizione di 'Iron Bike': la tappa inaugurale il 22 marzo

MATERA - Dopo diversi mesi di attesa e suspense crescente tra gli appassionati del settore è stata presentata la settima edizione dell’Iron Bike, il circuito di corse ciclistiche in mountainbike che da diverse stagioni coinvolge migliaia di ciclisti e unisce con un fil rouge alcune tra le più belle e complete manifestazioni della regione. Notevoli i cambiamenti: le tappe saranno “appena” 5, quattro di esse si disputeranno su doppio percorso perché torna il format Marathon – percorso lungo oltre i 65 km – una sola sarà Mediofondo e, sorpresa, una delle Marathon sarà disputata su un percorso gravel, la novità del momento, l’equivalente della celebre “strade Bianche” su strada.

Quattro le società organizzatrici per i cinque appuntamenti: Amicinbici Losacco Bike curerà la Marathon Bosco Difesa Grande a Gravina in Puglia il 22 marzo, il team Eurobike di Corato metterà in piedi la prova speciale Gravel-MTB a Castel del Monte il 1 Maggio e poi riproporrà la Marathon del Gargano a Vieste il 2 Giugno; il 10 maggio grande attesa per il Campionato Regionale Marathon per la Federazione Ciclistica Italiana da disputare a Biccari sotto l’egida dell’UC Foggia 1976. Gran finale a Monte Sant’Angelo con la Gran Fondo Bosco Quarto – Trofeo dei due siti, organizzata dall’ASD MTB Monte Sant’Angelo Team.

Disponibili gli abbonamenti a 119 € da sottoscrivere entro e non oltre il 15 marzo. Scadranno invece sabato 6 marzo le quote agevolate per l’iscrizione alla Marathon Bosco Difesa Grande, il cui comitato organizzatore ha ingranato la quinta e corre a spron battuto verso uni dei più suggestivi eventi ciclistici della regione.

Serie C: vincono il Potenza e Picerno

di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva a metà la decima di ritorno per le squadre lucane del girone C di Serie C. Il Potenza ha vinto 2-0 in casa col Catanzaro. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro di Dettori è stato respinto con le mani dal portiere Bleve. Una conclusione di destro di Ricci è terminata alta. Il Potenza è andato in gol con Giosa di testa su cross del brasiliano Emerson. Ha raddoppiato con l’altro brasiliano Franca su rigore dato per un fallo di mano di Martinelli. Il Potenza è quarto in classifica con 55 punti. 

Il Picerno ha vinto 2-1 in trasferta con la Virtus Francavilla Fontana. Nel primo tempo i pugliesi sono passati in vantaggio con Perez di testa su cross di Setola. Hanno insistito. Una conclusione dello stesso Perez ha visto la valida opposizione con i pugni del portiere Pane. Il Picerno ha pareggiato con Guerra di testa. Nel secondo tempo i pugliesi propositivi. Perez tutto solo in area di rigore ha incredibilmente tirato oltre la traversa. I lucani sono passati in vantaggio con Esposito su rigore concesso per un fallo di Marino su Vrdoljak. La Virtus Francavilla Fontana in contropiede. Un tiro di Vazquez è finito di poco a lato. Il Picerno è quintultimo a 32 punti.

sabato 29 febbraio 2020

Prima Categoria lucana. Sassi Matera in lotta per la salvezza. Santorufo: “fiducioso e ottimista”


di Roberto Berloco - Matera. Dopo il sorriso di Gennaio, un Febbraio di pianto. E’ quello trascorso dal Sassi Matera, adesso in procinto d’affacciarsi alla ventunesima Giornata di Campionato, per il girone B della Prima Categoria calcistica lucana.

Dopo un pareggio e due vittorie di fila, ottenute nella fase iniziale del ritorno, con conseguente ascesa alla penultima posizione di classifica, la squadra del presidente e avvocato Alessandro Santorufo è stata nuovamente piegata, difatti, dal vento di sconfitta che l’ha perseguitata durante tutta l’andata, riprendendo a passeggiare sopra un tappeto di amari rovesci, fino al rincaso in zona retrocessione.

Ed è stata la stracittadina di Domenica scorsa, contro la formazione sorella del Città dei Sassi, la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Uno, oramai, colmo di tensioni e di speranze deluse, che hanno trovato l’epilogo nelle dimissioni volontarie dello stesso allenatore, il ginosino Tommaso Contangelo, al quale si deve il merito d’aver dato sollievo al Sassi Matera, in termini morali e di punteggio, durante il primo mese dell’anno.

“Pur non disconoscendo, laddove c’è stato, il buon lavoro fatto dall’allenatore Contangelo” - dichiara Santorufo - “mi pare fin troppo chiaro che siano emerse lacune non da poco nella gerenza di talune recenti partite, addirittura anche nell’aspetto dei cambi. E’ un dato che, inevitabilmente, mi ha gettato in un certo sconforto, anche se, fino ad ora, per amor di squadra, mi ero spinto ad attribuire la ragione di queste deficienze a carenze fisiologiche di amalgama tra l’organico dei giocatori e la direzione tecnica. Al di là di questo, mi conservo tuttavia fiducioso e assolutamente ottimista, anche perché, in animo, tengo ancora intatta la certezza della salvezza”.

Col passo indietro di Contangelo, le redini della gestione sono tornate al barese Leonardo Paparella, il quale aveva coordinato le attività di allenamento dei biancazzurri, nel periodo di transizione dalla fine di Campionato di Seconda Categoria della scorsa stagione, alla fase del ripescaggio nella Prima attuale.

E sarà con la maglia numero 11 indosso proprio al presidente Santorufo, che il Sassi Matera affronterà domani, Domenica 1 di Marzo, la trasferta contro la V.R. Episcopia Calcio, presso l’impianto sportivo “C. Falabella”, in contrada Capozzole d’Episcopia, con fischio arbitrale d’avvio fissato per le ore 15.00.

giovedì 27 febbraio 2020

Serie C: vince il Potenza, ko il Picerno

di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva a metà la nona di ritorno per le squadre lucane del girone C di Serie C. Il Potenza ha vinto 1-0 a Teramo. Nel primo tempo gli abruzzesi insidiosi. Un tiro di Cappa ha centrato la traversa. Nel secondo tempo il Teramo propositivo. Una conclusione di destro di Di Mascio ha colpito ancora la traversa. Un sinistro di Cristini è stato respinto con le mani dal portiere Ioime. I lucani sono passati in vantaggio con Murano, tiro da pochi metri su passaggio di Dettori. Il Potenza è quarto in classifica con 52 punti.

Il Picerno ha perso 2-1 in casa contro il Catania. Nel primo tempo i lucani arrembanti. Un tiro di Pitarresi ha visto l’opposizione con i pugni del portiere Furlan. Il Picerno è passato in vantaggio con Santaniello di destro. I lucani hanno insistito. Un tiro di Kosovan è finito alto. Il Catania ha pareggiato con Curcio di sinistro su passaggio di Silvestri. I siciliani sono passati in vantaggio ancora con Curcio su rigore dato per un fallo di Priola su Di Molfetta. Nel secondo tempo i lucani arrembanti. Un tiro di Kosovan è terminato fuori. Il Picerno è quintultimo a 29 punti.

mercoledì 26 febbraio 2020

Serie D: vincono il Francavilla in Sinni e il Grumentum


di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva l’ottava di ritorno per le squadre lucane del girone H di Serie D. Il Francavilla in Sinni ha vinto 1-0 ad Agropoli. Nel primo tempo i campani insidiosi. Un tiro di Solazzo è stato respinto con le mani dal portiere Caruso. I lucani in contropiede. Una conclusione di destro di Puntoriere è terminata fuori.

Nel secondo tempo il Francavilla in Sinni propositivo. Un tiro di Maione ha visto la valida opposizione con i pugni del portiere Sanchez. L’Agropoli arrembante. Un tiro di Bonfini ha centrato la traversa. I lucani sono passati in vantaggio con Maione, tiro di destro. Il Francavilla in Sinni ha avuto un calcio di rigore dato per un fallo di Pagano su Maione, ma Puntoriere si è fatto parare il tiro da Sanchez. Il Francavilla in Sinni è penultimo con 24 punti.

Il Grumentum Val d’Agri ha vinto 3-1 in casa contro l’Andria. Nel primo tempo sono passati in vantaggio i pugliesi con Montemurro, tiro di sinistro. I lucani hanno pareggiato con Potenza di destro. Il Grumentum ha insistito. Catinali di destro ha colpito il palo. I lucani sono passati in vantaggio con Catinali, tiro a parabola di sinistro. Nel secondo tempo il Grumentum ha segnato il terzo gol ancora con Potenza di testa. I lucani sono andati vicini alla quarta rete. Un tiro di Falco è stato intercettato in corner dal portiere Tarolli. Il Grumentum Val d’Agri è quintultimo con 27 punti.

martedì 25 febbraio 2020

Serie C: vincono il Potenza e il Picerno


di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva l’ottava di ritorno per le squadre lucane del girone C di Serie C. Il Potenza ha vinto 3-1 a Viterbo. Nel primo tempo i lucani sono passati in vantaggio con Murano di destro su cross di Coccia. I laziali propositivi. Un tiro di Bensaja è terminato a lato. Il Potenza in contropiede. Una conclusione di sinistro di Golfo è finita fuori. Nel secondo tempo il Potenza ha raddoppiato con Murano su rigore dato per un fallo di Urso su Ricci. La Viterbese ha segnato con Volpe di sinistro. I lucani sono andati in gol per la terza volta con Ricci, tiro al volo da fuori area. Il Potenza è quarto in classifica a 49 punti insieme alla Ternana.

Il Picerno ha vinto 1-0 in casa contro il Bisceglie. Nel primo tempo i lucani incisivi. Un tiro di Vrdoljak è finito di un soffio a lato. Un colpo di testa di Esposito ha visto la valida opposizione con i pugni in corner del portiere Casadei. I pugliesi arrembanti. Un tiro di Ebagua non ha inquadrato la porta. Il Picerno propositivo. Vrdoljak con una conclusione di destro da lontano ha centrato la traversa. Nel secondo tempo il Bisceglie ha aumentato i ritmi del suo gioco. Un tiro di sinistro di Zibert ha colpito il palo. Il Picerno è passato in vantaggio con Santaniello di destro su passaggio di Melli. Il Picerno è quintultimo con 29 punti.

lunedì 24 febbraio 2020

Volley Serie C: la DMB Pallavolo Villa d’Agri non si ripete contro il Galatina


VILLA D'AGRI - Anche nell’ultima trasferta in terra salentina la DMB Pallavolo Villa d’Agri torna a casa senza punti preziosi. Sconfitta per 3 a 1 dal Galatina, ma con tanti spunti positivi che sembravano orientare la gara come quella giocata in casa contro il Lecce.

Reazione positiva al passivo negativo iniziale, bellissimo secondo set e poi inspiegabili amnesie.

Questo in breve il sunto della gara che ha visto la squadra di Dino Viggiano e Pinuccio Logiurato iniziare con buon piglio il match per poi subire un passivo di sette punti, che ha tagliato le gambe ai ragazzi. Con tanta forza di volontà, poco alla volta, hanno riacquisito fiducia e si sono avvicinati notevolmente agli avversari i quali hanno trovato un paio di punti nel finale che ha consentito di far loro il primo set con un 25-20.

Rientrati in campo si è vista da subito la differenza. La DMB Villa d’Agri padrona assoluta del campo. Tutto è riuscito a meraviglia e i giovani attori sul terreno di gioco hanno trovato la carica agonistica giusta per far pendere dalla propria parte il secondo game. Basti pensare ad un parziale di 17-8 per immaginare con quanta voglia e caparbietà hanno giocato. Finale di set 16-25.

Nel terzo set, sempre in partita fino al punto 10 quando, inspiegabilmente, il calo vistoso di concentrazione, forse frutto di un punto non assegnato al nostro libero di turno, Pisano Giuseppe, che, difendendo un attacco, ha respinto il bolide sulla linea di fondo del campo avversario, ma visto fuori. A seguire, un parziale negativo ha lasciato il vuoto di cinque punti, mai colmato e set poi chiuso 25-18.

Nel quarto non c’è stata partita. Mai in scìa…partiti male e finiti peggio. 25-14 il punteggio finale.

Preoccupante il calo mentale, già visto in casa nell’ultima gara casalinga di campionato, e le solite amnesie su ricezione e copertura. Lavorare su questo potrebbe portare ad essere in partita per tutta la gara e non solo a tratti.

E’ da annotare che nello schieramento del Galatina, come libero, figura il giovane 2005 Lorenzo De Matteis, convocato nella Nazionale Allievi da Julio Velasco.

Proprio con Julio Velasco, oggi sarebbero dovuti partire anche alcuni giovani della DMB Pallavolo Villa d’Agri per uno stage a Roma ma, in virtù del contagio da Coronavirus che si sta propagando in Italia, la Federazione Italiana Pallavolo ha ritenuto opportuno sospenderlo e fermare i tornei nelle regioni colpite, fino a data da destinarsi.

Forse ci aspetta qualcosa che è oltre lo sport e per questo problema molto sentito da tutti si è tenuti a fare squadra come nello sport, segnalando eventuali criticità, essere solidali ed aiutarsi a vicenda.

venerdì 21 febbraio 2020

Volley Serie C: per la DMB Pallavolo Villa d’Agri impegno a Galatina


VILLA D'AGRI - La DMB torna in campo nella partita di sabato 22 febbraio prossimo (alle 18:30) in casa della S.B.V. GALATINA A.S.D. presso il Palazzetto dello Sport “Fernando Panico”.

La formazione di coach Dino Viggiano arriva a questo appuntamento dopo la sconfitta di domenica scorsa contro il Lecce, una partita in cui la compagine del potentino ha ben figurato cedendo il match solo al tie-break e stabilendo anche il record della partita più lunga dell’intero turno di campionato.

Perciò dopo la bella prova della settimana scorsa che ha permesso ai ragazzi di Villa d’Agri di portare un punto a casa, i giovani atleti valdagrini proveranno a ripetersi. Questa volta l'avversario di turno è a pochi punti di distacco, anche lui in lotta per conquistare la salvezza. A tre giornate dall’inizio del girone di ritorno i punti di differenza dalla zona tranquillità sono tanti e la montagna non è facile da scalare.

Per i ragazzi della Presidente Bianca Viggiano sarà importante ragionare un passo alla volta. A cominciare da questa trasferta in quel di Galatina, terzo centro della provincia di Lecce per numero di abitanti e uno dei centri più popolosi dell'area meridionale della Puglia.

All’andata fu vittoria con una strepitosa rimonta. Quel 3 a 2 è rimasto per tanto tempo nella mente della gente, dei tifosi, degli atleti e della società e si spera di poterla ripetere nuovamente.

“La sfida di domenica scorsa è stata emblematica e, risultato a parte, ha fornito interessanti spunti di analisi visto che il rendimento è stato buono e proprio questo dovrà essere un punto di ripartenza per quanto ci riguarda – spiega la Presidente – oltre a cercare di controllare le nostre emozioni dobbiamo trovare la forza mentale per chiudere i set quando siamo in vantaggio. Pur essendo una squadra giovanissima, con tutti i limiti che questo comporta, finora ho notato un notevole impegno da parte dei giocatori e questo è positivo. La partita che vincemmo all’andata (3-2), ci diede la consapevolezza di essere al pari con squadre che, come noi, avrebbero lottato fino alla fine della stagione per l’obiettivo salvezza: sono certa che il livello di gioco continuerà a migliorare e avremo quanto prima una maggiore continuità di rendimento”.

Esser...Ci è un onore, seguite…Ci con amore, sostenete…Ci con calore.

mercoledì 19 febbraio 2020

Serie D: vince il Francavilla in Sinni, pareggia il Grumentum


di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva la settima di ritorno per le squadre lucane del girone H di Serie D. Il Francavilla in Sinni ha vinto 1-0 in casa col Fasano. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un colpo di testa di Maione è stato respinto con i pugni dal portiere Suma. Il Francavilla in Sinni è passato in vantaggio con Nolè su rigore dato per un fallo di Gonzalez su Petruccetti. E’ stato annullato un gol a Diaz del Fasano per un fuorigioco. Nel secondo tempo i lucani propositivi. Un tiro di Grandis ha trovato pronto Suma ad opporsi con le mani. Il Francavilla in Sinni è rimasto in dieci. Espulso Tomas Grandis per un duro fallo sul portiere Suma. Il Fasano arrembante. Una conclusione di Ganci su punizione è stata bloccata con una mano dal portiere Caruso. Il Francavilla in Sinni è penultimo con 21 punti.

Il Grumentum Val d’Agri ha pareggiato 1-1 a Nardò. Nel primo tempo sono passati in vantaggio i lucani con Potenza su rigore concesso per un fallo di mani del difensore Colonna. Il Grumentum è rimasto in dieci. E’ stato espulso De Luca per un intervento falloso su Danucci. Nel secondo tempo il Nardò ha pareggiato con Calemme su rigore dato per un fallo di Visani su Mengoli. I lucani in contropiede. Matinata tutto solo in area di rigore ha incredibilmente tirato fuori. Il Nardò è andato vicino alla vittoria con Mengoli, la cui forte conclusione dal limite dell’area è stata respinta con un piede dal portiere Russo. Il Grumentum Val d’Agri è quartultimo a 24 punti.

martedì 18 febbraio 2020

Serie C: pareggia il Potenza, ko il Picerno


di FRANCESCO LOIACONO - Giornata sfavorevole la settima di ritorno per le squadre lucane del girone C di Serie C. Il Potenza ha pareggiato 2-2 in casa contro il Rende. Nel primo tempo sono passati in vantaggio i calabresi con Libertazzi, tiro di destro. Il Potenza ha pareggiato con il brasiliano Emerson su punizione. I lucani hanno insistito. Una conclusione di Coccia è stata deviata con le mani in corner dal portiere Borsellini. Nel secondo tempo il Potenza è andato in gol con Coccia di testa su cross di Golfo. Il Rende ha replicato. Un colpo di testa di Libertazzi ha visto la valida opposizione con i pugni del portiere Ioime. Il Potenza in contropiede. Sales tutto solo in area di rigore ha incredibilmente calciato fuori. I calabresi insidiosi. Un tiro di Godano è finito oltre la traversa. Il Potenza arrembante. Una conclusione di destro di Murano ha centrato il palo. Il Rende ha pareggiato con Saveljevs di destro. Il Potenza è quinto in classifica con 46 punti. Il Picerno ha perso 3-0 a Bari. Nel primo tempo i pugliesi propositivi. Un tiro di Laribi dal limite dell’area ha sfiorato il palo. Il Bari è passato in vantaggio con Laribi su punizione. Ha raddoppiato con Antenucci, tiro di sinistro su passaggio di Simeri. Nel secondo tempo il Picerno in contropiede. Un tiro di Vrdoljak è finito di un soffio a lato. Una conclusione di Esposito su punizione è terminata alta. I pugliesi hanno realizzato la terza rete con Scavone di testa su cross di Matteo Ciofani. I lucani hanno replicato. Un tiro di Pitarresi ha trovato pronto il portiere Frattali a bloccare il pallone con le mani. Il Picerno è quintultimo a 26 punti.

Volley Serie C: la DMB Pallavolo Villa d’Agri ad un passo dall’impresa


VILLA D'AGRI - Ci sono volute quasi due ore e mezzo di gioco affinché la CONAD LECCE potesse avere la meglio di una volitiva, combattiva e tenace DMB.

Il punteggio parla da solo: 2-3 per i salentini con parziali di 15-25, 25-23, 22-25, 25-20 e 14-16.

Finalmente si è vista una squadra di categoria a lottare punto a punto contro una squadra che occupa la quarta piazza in classifica a pari merito con il Modugno. I diciannove punti di differenza, oggi, non si sono visti in campo.

A parte il primo set…sperimentale…che ha visto la squadra di casa provare soluzioni di gioco alternative, gli altri quattro hanno trovato quali protagonisti inaspettati i giovani della formazione guidata da Dino Viggiano e Pinuccio Logiurato. Nella buona e nella cattiva sorte sono stati protagonisti assoluti del match. Non avrebbero rubato nulla se si fossero aggiudicati i tre punti in palio. E’ mancato pochissimo affinché ciò si avverasse.

La Cronaca.

Anche se in netto svantaggio nel primo set (6-16), i ragazzi della DMB hanno cominciato a racimolare punti con giocate importanti che hanno favorito l’approccio giusto nei set a seguire. A dimostrazione di ciò è stata la vittoria del secondo e l’ottimo terzo set giocato in modo determinato e concentrato fino a pochi punti dalla conclusione quando è mancata la cattiveria giusta per aggiudicarselo. Il Lecce ha dapprima raggiunto sul 20 pari e poi superato la squadra di Villa d’Agri.

Distrazioni non ce ne sono state nel quarto set, vinto nettamente. Da notare che nell’ultima parte del gioco l’età media dei giocatori di casa, in campo, è stata di 16 anni e mezzo.

La partita si è decisa, perciò, al tie-break. Sembrava che tutto facesse sperare ad un risultato positivo. Si è viaggiati sul punto a punto fino all’11 pari e poi la DMB con un buon turno di battuta si è portata sul 14-11. Solo un passo. Mancava solo un punticino per vincere la seconda gara del campionato, ma così non è stato.

Non è bastato il ritorno alla forma di inizio campionato di Rocco Germino, la tranquillità e l’attenta fase difensiva di Carlo Bove e Giuseppe Pisano, la regìa risoluta di Manuel Riso, l’ottima vena realizzativa del…febbricitante Giovanni Bove, la crescita mentale e di ruolo di Anthony De Angelis, le giocate, la freddezza in battuta appena chiamato all’appello di Fortunato Sanchirico e le murate dei centrali Vincenzo Galante e Pietro Calabria per conquistare quel punto. Il Lecce ha chiuso gli spazi, ha fatto quadrato attorno al suo giocatore più esperto ed è riuscito a portarsi a casa due punti proprio con Andrea Battilotti, un giovanotto di 42 anni che ha chiuso il match con un diagonale in sicurezza.

I ragazzi della DMB pallavolo Villa d’Agri non hanno nulla da recriminare, ma hanno tutto da apprendere. La strada intrapresa è quella giusta. Giocando con questa determinazione i risultati positivi arriveranno automaticamente.

“L’amarezza resta, però, ora bisogna pensare alla prossima gara di sabato. Ci stiamo riorganizzando tatticamente e i ragazzi ce la stanno mettendo tutta e se riusciranno ad essere costanti nell’approccio alla gara se la possono giocare con tutti”, questo è stato il commento del tecnico Logiurato subito dopo la conclusione della partita.

Sabato 22 febbraio trasferta a Galatina con la convinzione di poter ripetere il risultato positivo dell’andata.

sabato 15 febbraio 2020

Volley Serie C: la DMB Pallavolo Villa d’Agri ospita il Lecce


VILLA D'AGRI - Dopo quasi un mese di assenza dalle mura amiche (l’ultimo impegno ufficiale giocato al Palazzetto dello Sport di Villa d’Agri fu il 19 gennaio 2020), la DMB Pallavolo Villa d’Agri torna sul proprio campo per affrontare la CONAD LECCE nella gara valida per la seconda giornata del girone di ritorno del Campionato Nazionale 1° Livello Serie C Maschile Gir. A, Fipav Puglia.

I ragazzi del duo Viggiano-Logiurato saranno chiamati ad una prova impegnativa contro una squadra che vuole rimanere agganciata al treno dei play off.

Giocatore di riferimento degli ospiti è sicuramente lo schiacciatore Andrea Battilotti, un metro e 96 di altezza e giocatore con esperienze in A1 (a Schio, a Cuneo), tante in A2 e ora in C, capitano e primo riferimento in attacco della società del patron Maggina.

La partita di andata consegnò delle indicazioni riferite soprattutto alla buona difesa dei salentini ed al collettivo ben assortito. Importanti furono anche gli attacchi di Lupo e Morciano, nonché la pericolosità in battuta del palleggiatore Romano.

In casa DMB, l’obiettivo è quello di tornare a fare punti, per un digiuno che dura ormai da quasi metà campionato. La giovane squadra di Villa d’Agri ha chiuso il girone di andata all’ultimo posto e si trova al momento, anche dopo la prima di ritorno, in zona retrocessione: c’è quindi da aspettarsi che la formazione lucana, reduce dalla sconfitta esterna contro Trivianum nello scorso turno di campionato, si presenti al Palasport di Villa d’Agri con una grande voglia di fare per provare a risollevare le sue sorti.

L’appuntamento è per domenica 16 febbraio alle ore 18:30. Esser...Ci è un onore, seguite…Ci con amore, sostenete…Ci con calore.

mercoledì 12 febbraio 2020

Serie D: ko Francavilla in Sinni e Grumentum


di FRANCESCO LOIACONO - Giornata negativa la sesta di ritorno per le squadre lucane del girone H di Serie D. Il Francavilla in Sinni ha perso 1-0 in casa col Gladiator. Nel primo tempo i campani insidiosi. Un tiro di Di Paola è stato deviato sul palo dal portiere Caruso. I sinnici propositivi. Un tiro di Nolè è finito di poco a lato. Una conclusione di Fanelli è terminata alta.

Nel secondo tempo il Francavilla in Sinni arrembante. Un tiro di Falzetta ha sfiorato il palo. Il Gladiator è passato in vantaggio con Odjè, tiro di destro. I sinnici hanno replicato. Una conclusione di Nolè non ha inquadrato per un soffio la porta. Il Francavilla in Sinni è penultimo in classifica con 18 punti.

Il Grumentum Val d’Agri ha perso 2-1 a Casarano. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Un tiro di Giacomarro è stato respinto con le mani dal portiere Donini. I lucani propositivi. Una conclusione da trenta metri di Lobosco ha visto il salvataggio sulla linea del difensore Lobjanidze. Nel secondo tempo in gol il Casarano con Russo di destro. Il Grumentum ha pareggiato con Agresta, tiro da lontano. I pugliesi hanno realizzato la rete decisiva con Mincica su rigore dato per un calcio di De Gol che è stato espulso lasciando così i lucani in dieci, su Cianci. Il Grumentum Val d’Agri è quartultimo a 23 punti.

martedì 11 febbraio 2020

Serie C: ko il Potenza, pareggia il Picerno


di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva a metà la sesta di ritorno per le squadre lucane del girone C di Serie C. Il Potenza ha perso 4-1 fuori casa contro la Sicula Leonzio. Nel primo tempo il Potenza propositivo. Una conclusione del brasiliano Emerson su punizione è finita fuori. I siciliani insidiosi. Un tiro di Catania ha centrato il palo. La Sicula Leonzio è passata in vantaggio con Scardina di testa. Ha raddoppiato con Catania su rigore dato per un fallo di Ricci su Lia. Scardina ha realizzato la terza rete dei siciliani con una girata al volo.

Nel secondo tempo la Sicula Leonzio ha segnato la quarta rete con Grillo su rigore concesso per un fallo di Silvestri su Bariti. Il Potenza in contropiede. Un tiro di Golfo è stato deviato in corner dal portiere Adamonis. Il Potenza ha segnato con Golfo, tiro da fuori area. Il Potenza è quinto in classifica con 45 punti.

Il Picerno ha pareggiato 0-0 in casa con la Vibonese. Nel primo tempo i calabresi arrembanti. Un tiro di Tumbarello ha sfiorato la traversa. Una conclusione di Petermann è stata bloccata con le mani dal portiere Pane. Il Picerno in contropiede. Un tiro di Vrdoljak ha visto la valida opposizione con i pugni del portiere Mengoni. Nel secondo tempo i lucani velocissimi. Una forte conclusione di Vanacore ha trovato pronto Mengoni a salvarsi con un piede. Cecconi con un tiro di destro ha centrato la traversa. Il Picerno è quintultimo con 26 punti.


lunedì 10 febbraio 2020

Un altro ciclista investito a Potenza, l’automobilista scappa


POTENZA - Un altro ciclista investito a Potenza, città che si conferma essere assolutamente auto-centrica.

Domenica 9 febbraio verso le 9,30 un ciclista è stato brutalmente investito da un’automobile. Era appena uscito dalla rotatoria posta alla fine di Viale dell’Unicef – un tratto di strada di una pericolosità inaudita per i ciclisti – quando un automobilista che proveniva da dietro lo ha colpito sul lato sinistro, tagliandogli completamente la strada.

Di domenica mattina a quell’ora su quel tratto di strada, a due corsie per senso di marcia, il traffico è inesistente, quindi viene ancora più da chiedersi per quale ragione possa essere avvenuto l’impatto. Una “semplice” distrazione, come si dice in questi casi, o la diffusa incapacità di considerare i ciclisti utenti della strada con gli stessi diritti degli altri, o una specie di insofferenza che alcuni automobilisti nutrono nei confronti di questi alieni, i ciclisti, che si permettono di occupare con i loro miseri trabiccoli a pedali la strada a loro dedicata?

Il nostro amico ciclista (di cui vogliamo tutelare l’identità), anche grazie alla sua più che ventennale esperienza sulle due ruote, è riuscito ad evitare guai molto seri, e ha riportato nell’impatto e nella successiva caduta sull’asfalto la sublussazione del coccige e un bel numero di botte su varie parti del corpo. Ha raccontato anche dell’assurdità dell’incidente - c’era tutto lo spazio per venire superato nella massima tranquillità - e della angosciosa sensazione di impotenza che si prova di fronte a una bestia di ferro che ti sta investendo.

L’automobilista è scappato. Avrà pensato alle conseguenze del caso; avrà pensato che non era il caso di rovinarsi la domenica per così poco. Ad ogni modo è stato già rintracciato; la sua fuga e l’omissione di soccorso hanno peggiorato, e di molto, la sua posizione. Quando gli verrà sospesa la patente (perché è il minimo che possa accadere), ci auguriamo che sia costretto a camminare o, perché no, pedalare a lungo, e che in quelle ore di attività fisica abbia modo di ripensare a quel 9 febbraio e a una vita, a una famiglia, che potevano essere rovinate senza soluzioni. Dall’inizio dell’anno è impressionante il numero di incidenti che hanno coinvolto gli “utenti deboli” nella nostra città.

Che cosa ne è stato dei buoni propositi di cambiamento della mobilità urbana declamati da tutti i candidati in campagna elettorale? Che cosa ne è stato del progetto di costruire una pista ciclabile adiacente proprio a Viale dell’Unicef? Dove sono finite le necessità espresse da pedoni e ciclisti, da chi l’auto non vuole usarla? Le nostre aspettative, da attivisti volontari della mobilità sostenibile, restano, ancora una volta, tristemente disattese. Il tema non sembra prioritario per migliorare la qualità della vita e il senso civico delle persone; è una rivoluzione culturale che parte solo in presenza di scelte coraggiose (e spesso impopolari) da parte delle Amministrazioni.

Questa non è la città dello sport, questa è la città delle 76 auto ogni 100 abitanti.

Quanti altri incidenti a danno di pedoni e ciclisti devono verificarsi perché le Amministrazioni (a tutti i livelli) prendano in seria considerazione l’adozione di misure che possano disincentivare drasticamente l’uso dell’auto privata e restituire gli spazi alle persone? Quanti altri capoluoghi di regione possono vantare il triste primato di non avere un metro di pista ciclabile o di corsia dedicata alle sole biciclette?

Ci sono migliaia di esempi da imitare, finanziamenti da attivare, se solo ci fosse la volontà politica e le capacità per farlo. La mobilità sostenibile, la qualità della vita, la vivibilità e fruibilità degli spazi pubblici non sono belle parole che fanno effetto nei discorsi in pubblico, sono priorità assolute per il futuro delle nostre città, sono il punto di partenza quotidiano per cambiare le nostre vite.

Il discorso sarebbe lungo, sarebbe forse il caso di cominciare a parlarne con chi, come noi, ogni volta che inforca la sua bici sulle strade della nostra città, si pone questa domanda: “Tornerò a casa sano e salvo?”. Lo rende noto l'Associazione FIAB Potenza ciclOstile.


Volley Serie C: DMB Pallavolo ancora una sconfitta


VILLA D'AGRI - Nella vita, nel lavoro, così come nello sport ci si abitua alla presenza delle persone e molte volte non si apprezza quanto di buono riescono a fare, il problema sorge quando mancano o sono assenti.

E’ quello che si avvertito nella gara che la DMB Villa d’Agri ha disputato contro il Trivianum.

La mancanza del libero titolare, che fino a due domeniche fa aveva fatto un lavoro egregio nel reparto difensivo, si è avvertita molto ed i suoi sostituti non hanno ancora il ritmo gara nelle gambe e nella mente.

L’infortunio di Gabriele Perna ha spinto la società a trovare soluzioni interne e per tale scelta è da sottolineare l’esordio in serie C del giovanissimo Augusto Pasquariello che, nel ruolo, si è alternato in gara col più esperto Antonio Bontempi, ancora non al meglio della forma.

Da qui l’analisi della gara che ha visto i ragazzi di Villa d’Agri in difficoltà nel reparto difensivo soprattutto nel primo set quando il parziale iniziale di 6 a 1 ha indirizzato la gara già a binario unico.

Un timido risveglio c’è stato ad inizio di secondo set quando, i ragazzi di Dino Viggiano e Pinuccio Logiurato, lo hanno iniziato con buon piglio portandosi subito sul 5 a 1 per poi cedere piano piano punti all’avversario, ma hanno mantenuto la speranza di agguantare il Trivianum fino alla fine del gioco.

Nel terzo e conclusivo set si sono rivisti gli errori del primo anche se alcune buone giocate hanno reso meno doloroso il rientro a casa. I parziali dunque sono stati 25-11; 25-18 e 25-15.

Ora gambe in spalla e concentrati sulla prossima gara casalinga contro il Lecce.