Visualizzazione post con etichetta Moda. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Moda. Mostra tutti i post

giovedì 31 ottobre 2019

La città di Matera per una ‘Sustainable Collection'

MATERA - Torna anche quest’anno Fashion Graduate Italia, evento unico in Italia dedicato al Fashion System e ai suoi processi, organizzato da Piattaforma Sistema Formativo Moda. Giunto alla sua III edizione, rappresenta l’apertura di un sistema formativo in continua evoluzione verso la città, dedicato agli studenti e al pubblico appassionato di moda.

In questo contesto, Istituto Marangoni, punto di riferimento internazionale per la formazione in ambito di moda, arte e design, sarà l’unica scuola a coinvolgere i migliori talenti di tre diverse sedi del Gruppo, Milano, Firenze e Londra, per offrire una panoramica del meglio della creatività con respiro globale.

Lunedì 28 ottobre, alle ore 17.00, sarà la giornata dedicata alla sfilata collettiva ‘Sustainable Visions’ in cui le 16 scuole presenteranno i progetti dei propri studenti affrontando da diversi punti di vista il tema complesso della sostenibilità ambientale e sociale, questione affrontata con sempre maggiore impegno da parte dei più importanti brand fashion.

Saranno tre i protagonisti dello show di Istituto Marangoni: Giulia Aliprandi che presenterà i capi della collezione primavera/estate 2020 del suo brand Ekò, ispirato in particolare al tema del riciclo di tessuti e materiali insoliti per il mondo della moda; Veronica Ferroli Mazza, che porterà in scena i capi della sua collezione Genever ispirata al gin & tonic, i cui pilastri stilistici sono i materiali naturali utilizzati e i colori che vogliono ricordare il vero pigmento della chinina; Mario Mele, che nella sua collezione racconterà la storia dell’evoluzione della città di Matera, dove lo sviluppo sostenibile si esprime nel perseguimento di un benessere sociale ed ambientale: la proposta Lukania si traduce infatti in un viaggio nella tradizione, valorizzando il territorio grazie a capi sartoriali realizzati interamente in tweed di lana.

Mercoledì 30 ottobre, alle ore 17.00, è in programma il fashion show aperto al pubblico e interamente dedicato ai migliori outfit delle tre scuole: 99 look che racconteranno le stimolanti e innovative visioni dei talenti internazionali di Istituto Marangoni.

Pietro Fadda, Ottavia Molinari, Song Yutao, Tang Qiying, Francesca Irma Maria Vinelli, Ivan Chistov, Zhenni Kuang, Xiaoyuan Tan, Maria Lucci, Sarah Oliveira Dias porteranno in passerella gli outfit realizzati nella storica scuola di Milano, dove si sono formati i grandi nomi del prét-â-porter italiano.

Laura Gacci, Mana Jinyang, Simona Huang sono i protagonisti della sede di Firenze, dove è possibile vivere l’ineguagliabile connubio di storia e tradizione, luogo perfetto in cui Istituto Marangoni può insegnare la moda e l’arte nella loro espressione più raffinata.

Per la prima volta nella cornice di Fashion Graduate Italia, sfileranno anche dieci talenti della scuola di Londra: il posto giusto per guardare al futuro, la città in cui nascono i nuovi stili, le nuove tendenze, nella moda come nel design. In passerella, saranno quindi 30 gli outfit elaborati dai designer Vinny Lim, Ao Lun He, Silje Wamnes, Antonia Garcia, Gaia Burani, Andrea Roman, Kristina Novikova, Arian Krasniqi, Rebecca Shamoon, Natalia Esteve.

Infine, durante i giorni della manifestazione, una selezione di sei outfit saranno a disposizione dei visitatori in una mostra che darà la possibilità di osservare da vicino i capi (tre dedicati all’uomo e tre alla donna), frutto della creatività dei brillanti talenti Lukasz Plazzotta e Maria Sole Schiavi.

La kermesse si conferma come un’opportunità concreta per i giovani designer di incontrare alcuni fra i più importanti selezionatori di talenti del sistema fashion, grazie ad una portfolio review, in occasione del Job Speed Date del 29 ottobre, in partnership con Confindustria Moda. Gli studenti selezionati Francesco Cendali e Corrado Vincenzo potranno quindi mostrare la raccolta dei propri lavori e ricevere un primo importante feedback sul percorso intrapreso.

“Istituto Marangoni partecipa per il terzo anno consecutivo al prestigioso appuntamento dedicato ai giovani emergenti in ambito moda.- spiega Malcolm McInnes, Chief Academic Officer di Galileo Global Education Italy .- Fashion Graduate Italia rappresenta un momento di incontro e di visibilità per i nostri studenti che arrivano da ogni parte del mondo e che hanno così l’opportunità di entrare in contatto con le aziende del settore, presentando in anteprima le proprie collezioni, frutto di un lungo lavoro di ricerca, preparazione e produzione effettiva del prodotto finale. Un’occasione autentica per diventare i veri protagonisti di una passerella che mai come quest’anno risponde a tematiche attuali come la sfida della sostenibilità ambientale e che sostiene fermamente la necessità di valorizzare i mestieri che sono le eccellenze del Made in Italy’.

lunedì 16 settembre 2019

Moda: 'If Possible Make Love', il nuovo fashion brand pugliese

BARI - Michele Armenise, giovane designer barese, presenta a Bari il 20 settembre 2019 alle 19,30 nei giardini di Villa De Sario in Via Caldarola 3, la sua collezione Primavera/Estate 2020 di ‘If Possible Make Love’, il fashion brand barese che si sta facendo strada nella moda dedicata alle giovani generazioni.

‘Love in Wonderland’

La presentazione, dal titolo ‘Love in Wonderland’, animerà i giardini di Villa De Sario, elegante complesso ottocentesco che si erge in Via Caldarola, nel quartiere Japigia di Bari. Il giardino è completamente nascosto alla vista e visibile solo dall’alto: verrà aperto in esclusiva per l’evento di lancio del brand, che si pone come scopo quello di promuovere a livello globale l’amore come scelta in tutte le sue forme, andando oltre etnie, sessualità, religioni.

I valori del brand, amicizia, diversità, uguaglianza e amore, sono interpretati e trasmessi nei capi della collezione che sarà presentata per la prima volta a un pubblico di addetti ai lavori nella serata del 20 settembre.

‘If Possible Make Love’ è un progetto del fashion designer barese Michele Armenise, classe 1999, dedicato ai Millenials e alla Generazione X, ai loro sogni, alle loro paure, che ha preso vita quest’anno con una collezione di capi unisex, universali, unici.

I capi IPML sono al contempo sportivi&sofisticati, pensati per andare oltre gli stereotipi e celebrare la libertà in tutte le sue forme.

Il progetto è tra i vincitori del PIN, l’iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia rivolta ai giovani, che intendono realizzare progetti imprenditoriali innovativi ad alto potenziale di sviluppo locale e con buone prospettive di consolidamento, rafforzando le proprie competenze.

Design style

La particolare attenzione al design e alla scelta dei tessuti caratterizza tutti i capi firmati IPML, non solo definendo uno standard di qualità degno di un marchio 100% Made In Italy, ma restituendo ai prodotti un’immagine fortemente riconoscibile anche nei colori e nelle finiture. Ogni capo vuole raccontare, attraverso un’estetica urban style, le nuove tendenze del fashion a cui il brand ‘If Possible Make Love’ è particolarmente sensibile.

giovedì 13 giugno 2019

Michele Miglionico ospite al Museo di Palazzo di Mocenigo


VENEZIA - Lo stilista Michele Miglionico dialoga con Luciana Boccardi (nota giornalista e storica della moda) in uno degli incontri dedicati alla moda nel racconto a puntate mensili che il Museo della Moda di Palazzo Mocenigo con “A MODO MIO – LUCIANA BOCCARDI RACCONTA LA MODA” ha programmato da marzo a dicembre 2019 per esaminare ed analizzare, con la conduzione della giornalista Giovanna Pastega, i vari settori della moda contemporanea, aprendosi a parentesi anche di interesse storico e relazionandosi con numerosi personaggi della moda.

Il capitolo “Moda è Spettacolo” è un excursus lungo il divenire di modi e format dedicati oggi alle presentazioni di moda. Dalle sfilate silenziose degli anni lontani, il look della comunicazione ha conosciuto passaggi di vera e propria spettacolarità, tali da superare spesso l’attenzione per gli abiti protagonisti. La giornalista Luciana Boccardi ha esaminato con lo stilista lucano alcune delle tendenze teatrali assunte dalla moda che in questi ultimi tempi ha scoperto un codice di rappresentazione che le permette di affrontare le metafore religiose che gli stilisti esprimono con accenti di misticismo spettacolarizzato.

Durante l’incontro al Museo di Palazzo Mocenigo Michele Miglionico ha raccontato di come abbia interpretato con la collezione di Alta Moda “Madonne Lucane” le tradizioni religiose della terra Lucana ed il rapporto antico delle sue donne con le statue venerate e le processioni.

Creata per sostenere la candidatura della città di Matera quale Capitale Europea della Cultura 2019 la collezione costruisce una connessione con il contemporaneo di un territorio come luogo magico, pieno di bellezze e contraddizioni che ancora oggi consacra per devozione gli abiti più belli e preziosi alle statue di culto.

Durante tale incontro sono stati presentati nove creazioni di Alta Moda che fanno parte della mostra “Madonne Lucane. Vestiti che profumano di incenso” già esposti nella chiesa consacrata del Purgatorio a Matera che ha visto lo stilista Michele Miglionico raccontare attraverso un percorso eclettico e suggestivo il suo omaggio al culto mariano in Basilicata.

Saranno otto i capitoli mensili che la giornalista Luciana Boccardi consegna al Museo della Moda e del Costume di Venezia attraverso: racconti, relazioni, aneddoti, frammenti della propria vita vissuta di una grande firma del giornalismo di moda.

Tutte le conversazioni verranno registrate per entrare nell’archivio della Biblioteca di Palazzo Mocenigo che il Museo sta ampliando per consentire maggiore informazione al pubblico di studenti e di curiosi di storie della moda.

Gli incontri:

marzo 2019: PARLIAMO DI MODA - Introduzione al ciclo di conferenze; aprile 2019: LA GRANDE BELLEZZA– Moda e Arte; maggio 2019 ESSERE O APPARIRE; giugno 2019: LA MODA E’ SPETTACOLO – Artigiani e Moda – Le Sfilate; settembre 2019: MODA & MEDIA- Giornalismo – Fotografia – Pubblicità; ottobre 2019: IMPARIAMO LA MODA– Le Scuole – Moda maschile – Moda Bimbo; novembre 2019: NOVE COLORI – Il potere degli accessori; dicembre 2019: MODA DOMANI - Arrivano i “giovani”.

venerdì 3 maggio 2019

Michele Miglionico sfila all'Ambasciata d'Italia a Belgrado


BELGRADO - Mercoledì, 8 maggio 2019 alle ore 18:30 presso la Residenza dell’Ambasciata d’Italia a Belgrado su invito dell’Ambasciatore S.E. Carlo Lo Cascio lo stilista Michele Miglionico presenta la sua collezione di Alta Moda “Madonne Lucane”

Per celebrare i 140 anni dell'instaurazione delle relazioni diplomatiche tra l'Italia e la Serbia, nonché 10 anni dell'istituzione di un partenariato strategico tra Roma e Belgrado l'Ambasciata d'Italia a Belgrado, in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura, l'Ufficio ICE e l’Agenzia Fabrika organizza un evento dedicato all’Alta Moda Italiana

Durante la serata lo stilista di origini lucane Michele Miglionico presenta per la prima volta in Serbia la sua collezione “Madonne Lucane” (disegnata per sostenere la candidatura della città di Matera quale Capitale Europea della Cultura 2019) con uno show che guarda alla tradizione raccontando il patrimonio culturale, artistico e antropologico della sua terra di origine, la Basilicata, esaltandone gli elementi del costume lucano, dell’artigianalità, della sacralità e costruendo una connessione con il contemporaneo ispirandosi alle Madonne venerate e portate in processione ed alle sue figure femminili che in questo territorio, luogo magico, pieno di bellezze e contraddizioni, ancora oggi consacrano per devozione gli abiti più belli e preziosi alle statue di culto.

Lo stilista Michele Miglionico è una presenza costante presso le Ambasciate Italiane nel mondo come esponente dell’Alta Moda Italiana per sostenere il bello del “Made in Italy” attraverso l’artigianato, l’arte del ricamo e le tecniche sartoriali come nuovo messaggio per il futuro della moda raccontato all’insegna della creatività, delle tradizioni e dell’eccellenza italiana.

giovedì 25 aprile 2019

La stilista Paola Buttiglione vestirà Mariagrazia Cucinotta


MATERA - La stilista pugliese,originaria di Ginosa ma materana di adozione, nota nell’ambiente cinematografico per aver collaborato alla realizzazione degli abiti di vari personalità dello spettacolo, tra cui Beppe Fiorello e Stefano Fresi è stata scelta per realizzare i costumi per le opere del Festival Verghiano, storica manifestazione prodotta dalla Dreamworld Pictures che a settembre di quest’anno, per la prima volta in assoluto, sarà messa in scena a Matera, Capitale della Cultura Europea per la regia di Lorenzo Muscoso. La Designer vestirà, in particolare, la Madrina Mariagrazia Cucinotta, l’indimenticabile interprete de “Il Postino”, vero e proprio testamento spirituale di Massimo Troisi, conquistata dalla magia dall’elegante Atelier e dalle armonie creative in esso contenute. Uno spazio intimo e distinto nella suggestiva via Ridola accanto allo storico Museo Lanfranchi, cuore culturale della città dei Sassi e custode delle celebre opere di Carlo Levi e della Mostra sul “Rinascimento visto dal Sud”. Le due donne si sono da subito capite sul modo di intendere la vestibilità e l’importanza delle cuciture rapportate a quello che il tessuto e il prodotto completo.

La Diva siciliana, le cui misure sono note al pubblico, è chiaramente portata a identificare nell’ambito una particolare capacità di ottenere la giusta composizione ed equilibrio che meglio la rappresentano, esigenza che la Buttiglione comprendere e interpreta accuratamente riproponendo un prodotto che è il risultato di uno studio sulla persona. Un sentimento apprezzato dall’Attrice che ha definito il lavoro della Creativa di grande professionalità notando altresì l’attenzione alle rifiniture del cucito. La Modellista sostiene che, accanto al pret a porter degli abiti già pronti c’è tutta una tradizione di “arte su misura”, uno approfondimento singolare seguito in ogni sua fase, dal disegno alla produzione finale caratterizzati in ogni rifinitura dall’estro e da un talento che rende le proprie creazioni uniche. Lanciata nel mondo della Settima Arte dalla costumista Nicoletta Taranta, ha realizzato capi per Giancarlo Giannini, Silvio Orlando, Luca Zingaretti con collaborazione attive con le sorelle Campanale, una lunga carriera fatta di passione e impegno che l’ha portata anche restaurare i prestigiosi tessuti ricamati in oro risalenti al 1600, ideando anche i fazzoletti protagonisti nel film “Agadah” di Alberto Rondalli.

Paola Buttiglione ripresenta un artigianato d’eccellenza che unisce il fascino dell’antica sartoria con la modernità delle linee e forme, che si manifestano nel silenzio evocativo di quella estensione luminosa arredato con sobrietà e cromature sottili che incantano i turisti da tutto il mondo e che rapiscono lo sguardo dei passanti tra cui, quelli di Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio che non si sottrae nel complimentarsi di persona con lei. Genio esaltato anche dai vari riconoscimenti ottenuti lungo la carriera che l’hanno vista, a soli 23 anni, essere premiata dall’Associazione Nazionale dei Sartori. Considerata dal Congresso Mondiale tra le 50 migliori sartorie italiane, la Boutique, oggi, riceve commissioni da ogni parte di Italia e dall’Estero, rappresentando un punto di riferimento per tutte le produzioni filmiche che si affacciano nel set naturale dei sassi e apprendistato per quei giovani sarti come l’Ivoriano Savane Ibrahim, impegnato nel progetto di integrazione della Silent Academy per Matera 2019.

Il progetto verghiano, diviene, quindi, l’anello di congiunzione di eccelse Maestranze che meglio rappresentano l’intellettualismo mediterraneo, un motore di coesione territoriale che celebra l’arte in una autentica e sostanziale forma lirica che va oltre la specifica disciplina, per definirsi in quello che è il panorama di incanto e meraviglia.

giovedì 7 febbraio 2019

A Napoli sfilata di Aldo Pignatelli Origini per dire 'No alla Violenza'


NAPOLI - Grande successo e applausi scroscianti sotto la pioggia di Napoli per “Una sfilata per la vita”, realizzata dallo stilista di fama internazionale Aldo Pignatelli, per dire “No alla violenza”, contro lo stalking, il femminicidio, ed ogni altra forma di violenza sulle donne. La sfilata si è tenuta all’interno della serata "Salviamoci dall'amore malato", svoltasi Venerdì 18 gennaio 2019 presso la Città della Scienza nella Sala Newton. Un meraviglioso evento, il connubio perfetto tra moda, arte e spettacolo, per dire no alla violenza sulle donne. Un evento che fa parte dell’importante progetto itinerante di Renè Bonante con le meravigliose creazioni di Aldo Pignatelli Origini, sempre con e a tutela delle donne.

Lo stilista Aldo Pignatelli ha dichiarato che “Il sorriso di una ragazza mi riempie il cuore di gioia, ecco perché continueremo la nostra sensibilizzazione contro questo male difficile da estirpare. La mia non è stata una sfilata ma un inno contro la violenza sulle donne. Ringrazio i tantissimi presenti, ma
soprattutto grazie a Renè Bonante, per aver ideato e realizzato l'evento, e al maestro Salvatore Pettirossi”.

Hanno presentato l’evento, il giornalista e scrittore Antonio Mocciola, e la giornalista Maria De Filippo, mentre ha moderato l’Onorevole Antonio Marciano, Consigliere Regionale per la Campania. Sono intervenuti il Dottor Renato Grimaldi, esperto in politiche sociali, l’attrice Anna Maria Ackermann, la cantautrice Ida Rendano e Marinella Modica, della Federazione “AdAstra” e “Ciauro” La salute di moda.

Poi si sono esibiti “I Marasma Band” per “Donne di nuvole”, a cura di Salvatore Pettirossi e Stefania Colasanti, con la partecipazione dello stilista Aldo Pignatelli. Molto toccante, durante l’evento “Una sfilata per la vita”, il monologo che ha recitato Rossella Di Liddo, tratto dal film ”Non ti muovere”, curato dalla regia di Nicola Losapio.

martedì 6 novembre 2018

Gucci conquista la West Coast


LOS ANGELES - Riflettori su Gucci al Los Angeles County Museum of Art (LACMA), che ha ospitato l’ottava edizione dell’annuale Art+Film Gala, presentato dalla maison italian, e che quest’anno ha premiato la creatività della fotografa Catherine Opie e del regista Guillermo del Toro.

Sono state numerose le star del cinema che hanno partecipato alla serata, dai registi Alfondo Cuaron e Alejandro Inarritu a Dakota Johnson, ma anche Kim Kardashian West con la sorella Kourtney Kardashian, Paris Jackson, Lou Doillon, St. Vincent e Jared Leto.

venerdì 19 ottobre 2018

Travestimenti e accessori: le tendenze per Halloween 2018


Dopo aver salutato la stagione estiva ed aver dato il benvenuto all’autunno, ecco che compare all’orizzonte la divertente (o terrificante, dipende dai punti di vista) festa di Halloween.

Non è un mistero che questa ricorrenza tipicamente anglosassone abbia conquistato i cuori degli altri paesi europei come l’Italia, dove ci si diletta ad organizzare feste a tema ed in maschera per trascorrere una piacevole o spaventosa notte delle streghe. Trovare un costume di Halloween adatto è molto facile perchè i motivi ed i simboli ricorrenti non variano di anno in anno. Tuttavia, ogni anno saltano fuori nuove tendenze che influiscono sulla moda in fatto di travestimenti di Halloween, spesso derivanti da nuovi personaggi di film, cartoni animati, serie tv o specifici avvenimenti. Per esempio, Halloween 2018 sarà particolarmente ispirato al ritorno di IT, ma anche alla serie tv che ha spopolato in tutta Europa: La Casa de Papel.

Tra l’altro, non per forza l’outfit di Halloween deve essere completo: se travestirsi dalla testa ai piedi sembra impegnativo, si può semplicemente dare un tocco dark al proprio look con un make-up da paura e un nail art a tono, da abbinare a vecchi abiti rivisti e decorati in base al tema scelto per la festa di Halloween. In questo caso dei semplici accessori come cerchietti, parrucche e cappelli possono rivelarsi indispensabili, proprio come il trucco.

Quali saranno le tendenze in fatto di costumi di Halloween nel 2018?
Ad Halloween non è possibile resistere alla tentazione di travestire i bambini, che adorano trasformarsi per una festa divertente. Per restare nell’ambito delle passioni intramontabili dei più piccoli, puntiamo tutto sui simpatici costumi da Minions in versione vampiro: gli omini gialli che parlano una lingua tutta loro fanno sempre faville. I più originali alla ricerca di qualcosa di veramente insolito per i più piccoli, opteranno per un’estemporanea interpretazione del ruolo di George Denbrough, il piccolo protagonista di IT, provvisto di cerata gialla, barchetta di carta e palloncino. Non bisogna dimenticare che i giovani componenti della famiglia Addams sono un evergreen. D’altronde, tendenze momentanee a parte, non mancheranno quest’anno tra i costumi di Halloween per bambini i grandi classici come il fantasma, il diavoletto o il pipistrello. Per le bimbe, i vestiti da streghetta o da zucca faranno la parte del leone, anche in versione fai da te, in quanto estremamente facili da realizzare con un pizzico di creatività e fantasia.
La scelta di travestimenti di Halloween per adulti è come al solito molto ampia. Zombie, scheletri, vampiri, streghe e fantasmi sono un must e sono presenti in ogni party di Halloween che si rispetti. Tuttavia, nulla impedisce indossarli in chiave rivisitata. Ecco che per le donne, costumi iconici come il vestito da strega o il costume da pirata fantasma si trasformano in abitini sexy per serate in maschera (rigorosamente indoor!).
Anche i supereroi sono sempre sulla cresta dell’onda, appena l’occasione di mascherarsi si presenta! Aspettiamoci quindi strade popolate da personaggi di comics e grande schermo, tra travestimenti da da Wonder Woman per le donne, o costumi di Batman per gli uomini (ottimo, quest’ultimo, per la fest adi Halloween grazie al richiamo palese del simbólico pipistrello).
Un’alternativa? Lo stile gotico in total black è perfetto per la notte di Halloween. In chiave fai da te, è possibile realizzarlo creando trasparenze, da associare a strati di tulle voluminosi, borchie, indumenti di pelle ed altri accessori dark. Per “agghindare” il look total black con i colori di Halloween, i più creativi faranno ricorso a tocchi di arancio e viola, e il gioco è fatto.
Poiché la scelta di costui di Halloween è praticamente infinita, aspettiamoci il gran ritorno dei  travestimenti di coppia per Halloween, ma anche un gran numero di costuli di grupo per amici e famiglie intere, comprensivi di tenuta per mamma, papà e pargoletti, il tutto ovviamente assortito!
Allegra e colorata, la tendenza Halloween 2018 è anche floreale e si ispira alla grande icona Frida (per gli adulti) ed al simpatico film della Disney Coco (per i più piccoli), che ha conquistato i cuori di grandi e piccini con la sua storia che narra e mostra alcuni aspetti della tradizione messicana del Dia de los muertos.
Questa tendenza prende spunto dai tipici scheletri messicani, le “calaveras”, decorati con motivi colorati e fiori di ogni genere. Per aggiungere un tocco di colore e vitalità ad una tenuta un po’ troppo dark basta quindi una coroncina di fiori colorati, che porterà anche una ventata di originalità in questa festa di Halloween. Chi ha detto che Halloween fa rima con terrore e orrore? Un bel costume da scheletro messicano è un buon compromesso tra uno dei simboli tipici della festa di Halloween e una mise non troppo cupa, ravvivata da fiori dai toni vivaci come il rosso, il fucsia, l’arancione, il giallo o il turchese e con dettagli in pizzo o tulle per un tocco chic e raffinato.
Trovare il look adatto per Halloween quest’anno sarà un gioco da Ragazzi, grazie alla vasta gamma di travestimenti proposta nei negozi e online, quindi margo all’originalità ed alla creatività per vivere la notte delle streghe più bella e divertente di sempre.

venerdì 7 settembre 2018

A Potenza sfilano le creazioni di Giovanna Quaratino


POTENZA - Moda, spettacolo e solidarietà sono gli ingredienti della serata organizzata dalla designer potentina Giovanna Quaratino, in collaborazione con il Rotaract Club di Potenza (associazione under 30 del Rotary), in programma domani, 8 settembre, a Potenza, a partire dalle 22, in Piazza Matteotti, nell’ambito del cartellone estivo “Estate in Città”. Creativa eclettica che si muove con grande padronanza di linguaggi e stili tra moda, grafica e fotografia, Giovanna Quaratino per la prima sfilata nella sua città d’origine porterà sulla passerella le sue collezioni di punta.

La prima, dal titolo “Start of a rotation”, è ispirata al fotografo Paul Graham di “End of an age”. “È nata sfruttando l’obiettivo della macchina fotografica. Il punto di partenza – spiega la giovane stilista potentina – è stato fotografare un soggetto fermo dove i vestiti ruotavano su di esso. Ho realizzato così dei nuovi modelli basandomi sullo sconvolgimento dei punti di vista”. La collezione è composta da capi in maglia e in tessuto, rigorosamente nelle tonalità del grigio, con texture geometriche che evidenziano gli spostamenti e le alterazioni, tessuti tagliati in sbieco o cuciti sul rovescio, cuciture spostate e modelli asimmetrici che possono essere indossati in diversi modi cambiando ancora una volta prospettiva.

La seconda collezione, “Il fante su”, è ispirata agli anni ’80. Il nome riprende un metodo di conteggio di una tradizione familiare dove ad ogni lettera de “Il fante su” veniva associato un numero dall’1 al 9 e sul tessuto, in base al metraggio, anziché il prezzo si ponevano le lettere corrispondenti. “In questa collezione – aggiunge la Quaratino – ho scelto i tessuti originali di quell’epoca, caratterizzati per lo più da fantasie e micro-fantasie. Lo scopo è quello di richiamare l’ambiente casalingo a partire da un vecchio baule riaperto”. E da un baule non potevano che uscire merletti, fiori e punti maglia realizzati rigorosamente ai ferri. Una collezione colma di colori e strati differenti che vuole racchiudere il calore di un tempo e una figura femminile libera e comoda in grado di sfoggiare con fierezza il suo “ambiente casa”.

Nata a Potenza nel 1992, Giovanna Quaratino scopre presto la sua vena creativa. Dopo il liceo si iscrive a soli 17 anni al corso di laurea in Disegno industriale e ambientale all’Università di Camerino, dove collabora anche come assistente universitaria. Dopo un corso come fashion designer ad Ascoli Piceno, mette a fuoco il suo futuro e si trasferisce a Venezia per frequentare il corso di laurea magistrale in Arti visive e moda dell’Università Iuav. Durante gli studi lavora per un importante brand come fashion designer e responsabile accessori. Dopo una parentesi in Spagna, ora si concentra nella realizzazione di capi dalle molteplici ispirazioni.

Le sue creazioni non sono oggetti da indossare ma vere e proprie visioni che attraversano lo spazio e il tempo; dove lo sguardo sul mondo (evidente il richiamo continuo nei suoi lavori alla fotografia, sua grande passione) diventa intreccio di materiali e di colori, sempre in equilibrio tra la leggerezza delle forme, vera cifra distintiva della stilista, e l’esigenza di rompere schemi, regole e stereotipi con improvvise asimmetrie e squarci sorprendenti che sono un atto di ribellione e liberazione estetica del corpo.

“Nel mio lavoro – spiega – cerco di tenere uno sguardo al passato verso quella che era una piccola attività familiare dove ogni singolo tessuto veniva comprato in quantità ridotta per evitare la ripetizione e rendere esclusivo il capo; e uno al futuro, giocando con forme, fantasie e personalizzazione, adottando un approccio consapevole e curioso concentrato sull’essere un individuo senza tempo e senza dettami”.

Durante la serata si terrà una raccolta fondi per la Onlus “Never Give Up” che si occupa di disturbi alimentari. Per incentivare la raccolta è stato lanciato anche un concorso fotografico che ha come protagonista la città di Potenza. Le foto vincitrici saranno stampate in formato cartolina da vendere durante la serata.

venerdì 16 febbraio 2018

L'alta moda italiana di Michele Miglionico a Buckingham Palace

LONDRA - In occasione della presentazione delle Credenziali dell’Ambasciatore d’Italia S.E. Raffaele Trombetta, la consorte Mrs Victoria Trombetta ha scelto di indossare un abito di Alta Moda firmato dallo stilista Michele Miglionico.

L’Ambasciatore S.E. Raffaele Trombetta ha presentato a Londra le Credenziali alla Corte di San Giacomo al cospetto di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. La cerimonia, come vuole la tradizione, si è svolta a Buckingham Palace.

Per questa occasione Mrs Victoria Trombetta ha scelto di indossare un outfit di Alta Moda a firma dello stilista italiano Michele Miglionico. Un tailleur rosso lacca composto da una giacca di lana e seta matelassè intarsiata di pizzo macramè nero e gonna di duchesse di seta rossa dalla linea a matita con un sopragonna di tulle point d’esprit nero ricamato motivo tartan nei colori grigio e rosso.

Alla fine della cerimonia delle Credenziali, un Vin d’Honneur è stato offerto in Residenza per festeggiare l’avvenimento.

giovedì 15 febbraio 2018

Hyper Room tra sartorialità e tecnologia per la Woman fashion week 2018

MILANO - Hyper Room, l’innovativo e dinamico showroom multisettoriale che sorge nel pieno centro di Milano in Corso Venezia 6, durante la woman fashion week , FW18/19, presenterà vari brand di abbigliamento e accessori uomo/donna esaltando l’alta qualità made in italy attraverso tecnologie altamente innovative: l’azienda I Sarti presenterà il suo body scanner 3D in grado di automatizzare il processo di rilevazione delle misure corporee dei propri clienti, rendendo più precisa ed efficiente la realizzazione di capi su misura, Antonio Cannizzo Design darà prova della sua creatività anche attraverso il configuratore 3D che permette di personalizzare gli anelli e, sempre in tema di personalizzazione, il profumiere di Hyper Room “ DIVO” ci porterà nel magico mondo delle fragranze, assolutamente tailor made, grazie a uno strumento in grado di creare profumi personalizzati per gli ospiti che lo desidereranno e infine si potrà assistere alle proiezioni di ologrammi, attraverso una nuovissima tecnologia di una giovane start up, che offrirà una visione tridimensionale delle tendenze moda presentate durante la serata.

Dalle 17.00 alle 19.00 giornalisti, buyer e professionisti del settore avranno modo di conoscere e sperimentare la qualità dei prodotti anche attraverso confronti one to one con chi li ha creati e con le nuove tecnologie. Alle 19.00 avrà inizio la sfilata guidata dalla voce di fashion TV Ania J e seguita dalle telecamere di TV Moda con Jo Squillo. La sfilata sarà aperta in stile casual dai seguenti brand : - JTV collection per l’uomo che ama vestire le sue passioni, creata dal noto DJ di fama internazionale J T Vannelli, presenta la sua nuova capsule di T-shirt e felpe “True Boxer” disegnata in collaborazione con l’Accademia di Fashion Design (IFDA) in via Tortona 35 a Milano; una capsule di vero impatto in cui sono state usate tecniche produttive all’avanguardia , come ad esempio la stampa in sublimazione o l’effetto oro e pelle ricreato in fase di stampa , prodotto 100% made in italy , con morbido cotone disponibile in due fit , Long Fit con scollo a V ampio oppure short Fit con scollo a C; mentre per la linea “Sport Legend” presenta la limited edition della prima immagine del grande Diego Armando Maradona con il numero 10 indossata ai tempi del glorioso Napoli . - Per la donna casual sfilerà il giovane brand Secret Love con una linea di jeans impreziosita da ricami, pietre e accessori. Capi dal carattere deciso che regalano, a chi li indossa, un segno di distinzione e una comfort zone sia di giorno che di sera.

La sfilata continuerà con un focus dedicato alla donna e l’uomo manager : - Per la donna sfilerà il marchio Baleani con giacche, cappotti e tailleur in cashmere e lana di alta qualità made in italy. Il capo di punta si vedrà attraverso un ologramma 3D realizzato con una tecnologia molto innovativa messa a punto da una start up che uscirà allo scoperto nei prossimi mesi, e sarà poi stampato con una stampante 3D che produrrà una statuetta da 30 cm in grado di riprodurre anche il più piccolo dettaglio del capo. Un modo davvero nuovo ed originale di gustare le tendenze moda della prossima stagione. - Sempre per la donna sfilerà Veronica Santacroce couture : una rivisitazione del capospalla utilizzando texture accuratamente selezionate dal mondo maschile, con bordature e rifiniture eleganti che risaltano su una palette sobria, ma d’impatto, e rendono i capi esclusivi e di tendenza.

L’obiettivo di questa collezione è quello di creare una particolare sinergia tra tessuti e rifiniture, dando vita a uno stile minimale ed androgeno, per poi traghettarlo nel mondo femminile. - Per l’uomo, l’azienda TL Italia con il brand I Sarti, in collaborazione con Hyper Room , presenta una capsule da vendere su misura con l’utilizzo del body scanner 3D che aspira a vestire l’uomo con un’eleganza che però non trascuri la comodità e la funzionalità attraverso un utilizzo fashion di tessuti tecnici( termici e idrorepellenti). Hyper Room ha messo a disposizione dell’azienda la creatività di Aroldo Curzi , il giovane manager pronipote di Enrico Mattei, fondatore dell’Eni, che in passato ha avuto una propria linea di abbigliamento uomo sartoriale che poi ha abbandonato, non rinnegando mai la passione per questo mondo, per seguire le relazioni internazionali e le attività di Infinity Biotech e Mattei Capital partner di cui oggi è presidente. Nasce così una collezione sartoriale di alta qualità made in italy che è il frutto dello stile creativo del giovane imprenditore, l’alta professionalità dell’azienda produttrice e le direttive commerciali di Hyper Room. La collezione presentata da TL Italia è innovativa e funzionale, e coniuga perfettamente qualità e competitività commerciale, cioè proprio quello che il mercato, secondo Hyper Room, richiede. Alla sfilata seguirà un aperitivo goloso e ricco di tanti prodotti della nostra migliore tradizione eno-gastronomica con graditi ospiti provenienti dal mondo della televisione e dello spettacolo .

mercoledì 31 gennaio 2018

Matera, ''Premio Moda - Città dei Sassi'': al via il concorso internazionale per stilisti

POTENZA - Il 7 e 8 giugno 2018 è in programma il Premio Moda® “Città dei Sassi”, concorso internazionale per stilisti giunto alla 10^ edizione e che anche quest’anno celebra l’evento attraverso il tema “moda, eleganza e creatività”.

Il premio è una competizione di stilisti di alta moda istituito per promuovere artigiani/creativi della moda in total look femminile provenienti da ogni parte del mondo che partecipano all’evento per mettere in luce le proprie capacità artistiche e farsi conoscere attraverso i media ad un pubblico internazionale grazie alla presenza di esponenti della moda, degli organi di stampa, delle reti televisive e del pubblico. Il concorso ha lo scopo di selezionare e premiare creatori e fashion designers per promuovere e valorizzare il talento attraverso la presentazione in passerella di originali creazioni d’alta moda e prèt à porter nella città di Matera, Città Unesco e designata a Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Sono ammessi:

diplomati di Accademie, Università e/o scuole statali e private, professionisti disegnatori, stilisti di moda, modellisti, operatori moda e autodidatti che abbiano compiuto il 18° anno di età.

Quest’anno i concorrenti potranno partecipare per una o più sezioni e precisamente:

A) Premio Moda® 2018 Haute Couture; B) Premio Moda® Cinema – Haute Couture; C) Premio Moda® “Matera” Capitale Europea della Cultura 2019; D) Premio Moda® Tendence – Prét à Porter; E) Premio Moda® Eco-Friendly Innovation.

Saranno attribuiti i seguenti premi:

1) Premio Moda® “Città dei Sassi” – 2) Premio Moda® Prèt à Porter – 3) Premio Moda® al Cinema (dedicato all’attrice Claudia Cardinale) - 4) Premio Moda® “Matera 2019” – 5) Premio Moda® della Critica – 6) Premio Moda® Giornalistico – 7) Premio Moda® Eco-Friendly Innovation.

Successivamente, a chiusura dei termini di iscrizione (21 febbraio 2018), una giuria tecnica, appositamente nominata, decreterà gli otto stilisti finalisti che avranno la possibilità di presentare una collezione di creazioni di moda, nello specifico di Alta Moda Donna e Prét à Porter Donna, sezioni Abbigliamento e Accessori.

Nella serata dell’evento, davanti a una giuria speciale composta da esperti e rappresentanti illustri del mondo della moda italiana, dell’imprenditoria locale e delle associazioni di categoria, affiancata da una giuria composta da rappresentanti della stampa, gli stilisti proporranno le proprie originali creazioni nella suggestiva Città dei Sassi.

Concluso il premio, l’evento continua sul sito web www.premiomoda.it attraverso una vetrina virtuale del “Premio Moda®” per far rivivere non solo la serata, ma anche il fascino della città dei Sassi.

Il successo del Premio Moda Città dei Sassi va ricercato nel sempre maggiore impegno profuso dall’organizzazione nel migliorare la manifestazione, sempre più apprezzata dalla stampa specializzata.

Al Premio Moda® 2018 si registra la presenza di numerose personalità provenienti dal mondo istituzionale, della moda, del giornalismo, della tv e del cinema. In proposito gli organizzatori hanno avviato importanti collaborazioni con stilisti e personaggi illustri del panorama italiano i cui nomi verranno resi pubblici durante la conferenza stampa che si terrà a Matera nei primi giorni del mese di giugno 2018.

La consapevolezza di avere come cornice dell’evento in oggetto una location di altissimo livello culturale rafforza la grande attrazione da parte degli addetti ai lavori nei confronti del Premio Moda® promosso da dieci anni consecutivi nella Città dei Sassi dalla Publimusic.com di Matera in collaborazione con l’Associazione Culturale “Officina della Cultura”.

Il concorso scade il 21 febbraio 2018

Regolamento e condizioni per la partecipazione al concorso sono disponibili su richiesta a: concorso@premiomoda.it oppure concorsopremiomoda@gmail.com

lunedì 22 gennaio 2018

Mario Gramegna: ‘’Il mondo della moda? Ci sono copie e ‘remake’ di collezioni già viste’’


DI REDAZIONE -  Gli anni della moda, quella vera, li ha vissuti a 360 gradi. Tra passerelle, backstage, set fotografici, Mario Gramegna, gira il mondo e si fa conoscere dai più grandi esponenti di moda e fotografia. Pugliese, vive a Milano dove ha messo su un'agenzia di produzione 'Shot Studio Milano' insieme al socio Lorenzo Cherubini dove, affiancato da professionisti, realizza shooting, ritratti e cataloghi redazionali di moda e pubblicità.

Inizia la sua attività professionale in qualita' di make_up and hair , con i più importanti fotografi di moda (Berry Mc Killy,Gik Piccardi, Giovanni Gastel, Bert Stern, Patric De Marchellier, Andrée Carrara), contribuendo alla realizzazione di redazionali e campagne stampa a livello internazionale.

Ha scelto il nostro quotidiano per raccontarsi e per togliersi anche, qualche sassolino dalla scarpa. 

Chi è Mario Gramegna?
Un professionista con un storico importante, appassionato della fotografia di moda e non solo, affascinato dai ritratti. Sono una persona che si è costruito da solo imparando dalle tante esperienze collezionate nel corso della mia vita.


Shot Studio Milano

Come vedi l'attuale mondo della moda?
E’ molto cambiato e penso che ci sia una grande confusione di creatività. Ci sono molte ‘copie’ e remake di collezioni già viste negli scorsi anni. Quindi credo che, in questo momento, ci sia poca credibilità. L’unico marchio innovativo, secondo me, è Prada. E’ contemporaneo, originale e mai banale.

 Le grandi icone, a tuo parere, che hanno fatto la storia della moda?
L’indimenticabile Franca Sozzani, Giorgio Armani e Versace, sono le vere icone.  Sono e saranno sempre il simbolo della moda mondiale.

Una città in cui vorresti lavorare? 
Mi piacerebbe ritornare a lavorare a New York. E' un posto in cui ho sentito una forte energia per le strade, nella gente, una grande metropoli che ti apre la mente.

A quali progetti stai lavorando?
Con il mio staff, nei prossimi mesi, ho in programma dei workshop interessanti che verranno realizzati nel mio Shot Studio in collaborazione con la Luxury Creative Agency. Work in progress!

Pagina Instagram:
https://www.instagram.com/mariogramegnaphotographer/ 

giovedì 4 gennaio 2018

Moda: va a Michele Miglionico il 'Capri Fashion Award 2017'

CAPRI - Il Premio “Capri Fashion Award 2017”, è stato riconosciuto allo stilista Michele Miglionico durante la serata inaugurale dell’evento “Capri Hollywood” quale eccellenza dell’Alta Moda che si è distinta a livello nazionale e internazionale.

Per questa occasione sul palco lo stilista ha presentato quattro outfits Alta Moda della collezione “Madonne Lucane”.

Anche quest’anno a Capri si è svolta  Capri Hollywood, una grande festa internazionale del cinema giunta alla sua XXII edizione organizzata dal produttore Pascal Vicedomini con il sostegno del Mibact, della Regione Campania, del Comune di Anacapri e della Città di Capri.

Tante le proposte cinematografiche ed anche anteprime europee, al “Capri, Hollywood – The International Film Festival 2017” dove l’ eccezionale cartellone di 90 pellicole selezionate tra i migliori titoli internazionali ma anche italiani, hanno avuto l’ accesso gratuito per il pubblico nelle sale di Capri e di Anacapri.

Questa 22esima edizione di “Capri, Hollywood” presieduta dall’icona della musica israeliana Noa (presidente del festival onorario) e dal premio Oscar Alessandro Bertolazzi ha visto la presenza di tanti ospiti e premiati. Sul palco a ricevere la statuina appositamente creata per l’evento dall’artista napoletano Lello Esposito l’attrice statunitense premio Oscar Melissa Leo per il film “Novitiate” (anteprima europea), il regista spagnolo Alex De La Iglesia, gli attori Massimiliano Gallo, Pippo Delbono, Toby Sebastian, Michele Morrone, Valeria Fabrizi e Mirko Trovato. Premiato il cantante Enzo Gragnaniello per il film Gatta Cenerentola ed i registi Louis Nero, Jonas Carpignano, Sebastiano Riso, Claudio Sestrieri, Paolo Franchi, Giuseppe Varlotta e Alessandro Valori.

Ed ancora presenti l’attore Gianfranco Gallo interprete della pluripremiata serie Gomorra, The Jackal, gli Arteteca, Sud58, Valeria Marini, Patrizia Pellegrino, Antonella Salvucci, i cantanti Nicole Slack Jones, Aurelio Fierro Jr, Lucariello e Nelson, gli stilisti Michele Miglionico, Nino Lettieri ed i produttori Maria Carolina Terzi, Nando Mormone e Amedeo Letizia.

Nella giuria di Capri e Hollywood  con il fondatore del festival Pascal Vicedomini anche l’attrice tedesca vincitrice del Golden Globe Nastassja Kinski (premio Capri Career Achievement Award), il produttore italiano Andrea Iervolino, lo scenografo premio Oscar Gianni Quaranta, lo sceneggiatore Enrico Vanzina, il regista Francesco Patierno e la produttrice Ida Di Benedetto che hanno decretato quale miglior film "Get Out - Scappa" diretto da Jordan Peele e miglior regista Christopher Nolan per "Dunkirk.

La ventiduesima edizione di Capri, Hollywood – The International Film Festival è stata dedicata a Elizabeth Taylor con una mostra d’arte dell’artista B.Zarro realizzata negli spazi trecenteschi della Certosa di San Giacomo.

Dal 25 febbraio al 3 marzo il festival si sposterà a Los Angeles per promuovere il cinema e la cultura italiana in occasione della 90esima edizione degli Oscar.

lunedì 11 dicembre 2017

Michele Miglionico: Private Fashion all'Ambasciata Italiana a Londra

LONDRA - La cultura e la moda hanno preso possesso dell’Ambasciata Italiana a Londra e l’occasione è stata data da Mrs Karen Lawrence Terracciano, moglie dell’ambasciatore italiano a Londra S.E. Pasquale Terracciano, che ha organizzato una visita privata alle sale del palazzo storico di Grosvenor Square che ospita la residenza privata degli ambasciatori italiani nel Regno Unito. Un vasto pubblico internazionale che comprendeva oltre le consorti degli ambasciatori residenti a Londra alcuni giornalisti del Fashion System britannico che hanno assistito alla sfilata dello stilista italiano Michele Miglionico.

Una collezione composta da 30 look dove lo spirito dell’alta moda ha avvolto le sale della residenza londinese del 18esimo secolo. Un omaggio dell’Italia nel cuore di Londra per puntualizzare una certa “allure” che va ricercata quando si parla di alta moda. Uno splendido pomeriggio all’insegna della moda e dell’arte Italiana.

Il racconto di una moderna Couture Italiana che ha come sentimento un profondo rispetto per le donne di tutto il mondo.

giovedì 23 novembre 2017

La Basilicata in mostra a Bruxelles

BRUXELLES - La Basilicata sbarca a Bruxelles e mette in mostra le sue eccellenze nei settori della moda, della gastronomia e dei beni culturali in vista dell'anno europeo del patrimonio culturale (2018) e di Matera capitale europea della cultura (2019).

A fare da palcoscenico alla manifestazione sono stati i locali dell'Ambasciata d'Italia in Belgio, dove hanno sfilato le modelle vestite con abiti ispirati alle Madonne lucane disegnati dallo stilista Michele Miglionico.

martedì 14 novembre 2017

Moda: Michele Miglionico sfila all'Ambasciata d'Italia a Bruxelles


DI REDAZIONE - Una soirée lucana all’Ambasciata d’Italia a Bruxelles per raccontare la Sacralità della Basilicata (Italy) attraverso l’Arte, la Bellezza, l’Eleganza e il Fascino dell’Alta Moda Italiana

Martedì 21 novembre 2017 alle ore 18.30 presso la Residenza dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles, su invito dell’Ambasciatore S.E. Elena Basile, si svolge l’evento “Sacred Basilicata” in collaborazione con la Regione Basilicata, il Gruppo di Azione Locale “La Cittadella del Sapere e l’Apt-Regione Basilicata.

La manifestazione ha lo scopo di promuovere l’identità lucana tramite i suoi prodotti tipici utilizzando i linguaggi della moda e dell’enogastronomia collocandosi nella II edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, evento internazionale di promozione del cibo e del vino italiano di qualità.

Durante la serata lo stilista Michele Miglionico, esponente dell’Alta Moda Italiana, presenta per la prima volta in Belgio la sua collezione “Madonne Lucane” con uno show che guarda alla tradizione raccontando il patrimonio culturale, artistico e antropologico della sua terra di origine, la Basilicata, esaltandone gli elementi del costume lucano, dell’artigianalità, della sacralità e costruendo una connessione con il contemporaneo ispirandosi alle Madonne venerate e portate in processione ed alle sue figure femminili che in questo territorio, luogo magico, pieno di bellezze e contraddizioni, ancora oggi consacrano per devozione gli abiti più belli e preziosi alle statue di culto.

Con la regia di Alessandro Mazzini (Mazzini Eventi Production) sono trenta gli outfits messi in passerella che, tra sacro e profano raccontano di una terra del Sud Italia filtrandola con il linguaggio dell’Alta Moda ed i Riti del Cattolicesimo Popolare.

L’evento prosegue con un cocktail dinatoire dove gli ospiti degustano i piatti tipici della cucina lucana preparati e narrati dallo chef lucano Pino Golia ed abbinati a vini e passiti regionali.

Una serata anche all’insegna del sociale per far conoscere e sostenere l’Association DMLA.be, onlus belga creata nel 2004 che si dedica esclusivamente alla malattia DMLA (degenerazione maculare legata all’età) con l’obiettivo di informare il grande pubblico, ascoltare, sostenere e aiutare i pazienti ed assistere la ricerca medica e scientifica.

A completare l’immagine della collezione Michele Miglionico Alta Moda la collaborazione esclusiva dell’Hair Stylist Mario Sabatino, e dei Make Up Artists Nicola Acella e Antonio Riccardo della MakeUp Academy di Antonio Riccardo.

Per lo stilista Michele Miglionico tutto è legato ad un filo invisibile: sostenere il bello attraverso le migliori storie siano esse di moda, di cinema, di cibo o di solidarietà e raccontato all’insegna della creatività e dell’eccellenza italiana.

sabato 28 ottobre 2017

Michele Miglionico: a 'Tuttosposi' riconoscimento 'Diva e donna 2017'

NAPOLI - Alla Mostra D’Oltremare di Napoli si è celebrata una serata di spettacolo e glamour a TuttoSposi in occasione del Galà Dinner - Diva e Donna 2017.

Serata di spettacolo e glamour a TuttoSposi alla Mostra D’Oltremare - Napoli in occasione del Galà Dinner per la consegna dei “Working Woman Awards - Diva e Donna 2017” assegnati in collaborazione dall'OFI (Osservatorio Familiare Italiano presieduto da Martina Ferrara) e il popolare magazine Diva e Donna edito da Cairo.

A fare gli onori di casa al Palasposa, arredato per l’occasione in grande stile hollywoodiano, con grandi tavoli una mise en place di grande raffinatezza c’erano il patron Lino Ferrara,  il produttore associato Pascal Vicedomini e il direttore della rivista Angelo Ascoli che hanno accolto  oltre  300 invitati.

Durante la serata hanno sfilato gli stilisti Michele Miglionico e Nino Lettieri. Lo stilista Michele Miglionico ha presentato, sotto l’abilissima e impeccabile regia di Alessandro Mazzini della Mazzini Eventi Production, la sua collezione di Alta Moda “Madonne Lucane” ispirandosi alla Basilicata, sua terra d’origine, mescolando sacro e profano presenti nella quotidianità in un racconto d’amore della sua terra, filtrato dall’alta moda attraverso donne che rievocano ricami e tessiture della tradizione. Nei suoi abiti prevalgono pizzi e nero, con veli e trasparenze che in alcuni casi definiscono un annodarsi accennato di colori per poi virare cromaticamente su intrecci d’oro o vesti rosse che si sposano costantemente con i rosari tenuti in mano dalle splendide indossatrici.

In tale occasione lo stilista Michele Miglionico ha ricevuto il riconoscimento Diva e Donna 2017.

Hanno ricevuto il Premio “Working Woman Award – Diva e Donna 2017” creato appositamente dall’artista Lello Esposito: Sophia Sergio Miss Universo per l’Italia lo scorso anno nelle Filippine, Laura Valente, direttrice artistica danza del Festival di Ravello. Inoltre hanno ricevuto il premio l’attrice Miriam Candurro, l’attrice e conduttrice televisiva Fatima Trotta, la modella-attrice Shalana Santana, la conduttrice televisiva e attrice Tosca D’Aquino e la produttrice Gabriella Buontempo.

Finale di serata emozionante con l’assegnazione del premio “Working Woman Award - Diva e Donna 2017”, da parte del patron di Tuttosposi Lino Ferrara all’attrice Ida Di Benedetto, impegnata come produttrice nel progetto del film su Gianni Versace.

lunedì 25 settembre 2017

Cinema: arriva il nuovo film ''Franca: Chaos and Creation''


MILANO - Nelle sale cinematografiche arriva il nuovo film "Franca: Chaos and Creation" - solo il 25, 26 e 27 settembre - dedicato alla figura di Franca Sozzani, compianta giornalista e direttrice di Vogue Italia, un esempio per molte donne, amanti della moda e della bellezza. Con interviste a Karl Lagerfeld, Bruce Weber, Baz Luhrmann, Courtney Love e molti altri, il regista Carrozzini porta gli spettatori dietro le quinte del processo creativo di sua madre, mettendo anche in luce le proprie vulnerabilità presenti e passate.

Era una delle donne più potenti e importanti nel mondo della moda. Occhi celesti, lunghi capelli biondi, struttura minuta e apparentemente fragile, la Sozzani resterà sempre il simbolo della moda italiana e internazionale, elegante, raffinata e di un'intelligenza unica.

lunedì 11 settembre 2017

Hairstyling: apre a Bari il primo salone 'Art and Science di Toni Pellegrino

BARI - “Siamo a un passo dal sogno. Abbiamo lavorato come matti per arrivare a questo punto e siamo emozionati e felici”. Questo è il commento all’unisono di Toni Pellegrino e Salvo Binetti quando manca poco più di una settimana all’inaugurazione del primo salone in Italia a marchio “Art and Science by Toni Pellegrino”.

Il salone aprirà a Bari grazie alla scelta e all’impegno dell’hairstylist pugliese Salvo Binetti, spesso impegnato nel backstage d’importanti appuntamenti della moda, e membro del team creativo del gruppo The Best Club by Wella diretto da Pellegrino.

“Il progetto Art and Science è il frutto di ventisei anni di lavoro. Arte e scienza – spiega Toni Pellegrino - sono i binari sui quali mi muovo da sempre. Adesso è arrivato il momento di formalizzare un sistema di lavoro ampiamente rodato, e di condividerlo con altri colleghi. Nel progetto l’arte è intesa come fonte d’ispirazione, come ricerca del bello e dell’emozione, e come atto creativo del parrucchiere sulla materia capelli. La scienza – prosegue Toni - è rappresentata dallo studio della morfologia e della colorimetria, dal Metodo di taglio e colore che ho codificato, dalla formazione continua basata su questo metodo, e dalla conoscenza e applicazione di un sistema aziendale, amministrativo e manageriale”.