Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

giovedì 26 novembre 2020

Pregliasco: "Siamo al plateau"

ROMA — "I dati sull'epidemia di oggi confermano una stabilità. Siamo al plateau. Vedo una situazione che, però, non ci prospetta un'immediata fuoriuscita. Quindi dobbiamo pensare a un Natale più che sobrio. Abbiamo una tendenza verso il miglioramento che potremmo vedere non prima di una settimana". Lo ha detto Fabrizio Pregliasco ad Adnkronos.

Covid-19: 29.003 nuovi casi e 232.711 tamponi eseguiti

ROMA - Sono 29.003 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia, a fronte di 232.711 tamponi eseguiti (ieri i contagi erano stati 25.853 su 230.007 test). Dall'inizio della pandemia è stata superata la soglia di 1,5 milioni di contagi (1.509.875). Nelle ultime 24 ore ci sono stati 822 decessi, per un totale di 52.850. 

“1999 non filtrata”, la nuova proposta di Birra Morena


Dopo aver dedicato alla Lucania lo scorso anno una birra dal nome “Birra Lucana” nel ventennale dell’attività, Birra Morena si presenta sul mercato con “1999 non filtrata” una birra la cui immagine si ispira al passato, alle sue origini lucane, dove da sempre magicamente si rincorrono culture, tradizioni, costumi e sapori. Una terra ancora radicata in un’autenticità senza tempo, che non smette di meravigliare l’animo di chi la abita e di chi la porta con sé fuori i confini nazionali.

Grazie ai lieviti ha un aspetto piacevolmente velato con un gusto moderatamente amaro e con sentori di fruttato. E’prodotta a Balvano, in provincia di Potenza, con una selezione di malti 100% italiani.

Birra Morena “1999 non filtrata” completa la gamma delle Birre Speciali di Morena. L’azienda con sito produttivo in Balvano, una realtà sul mercato nazionale ed internazionale, ha investito tempo e risorse in progetti di alta qualità finalizzati alla produzione di birre con profumi e sentori piacevoli unici e complessi che hanno rappresentato degnamente il made in Italy nel mondo conquistando mercati in America, Cina, Regno Unito, Finlandia, Norvegia, Svezia, Francia, Germania, Emirati Arabi, Australia e Canada e tanti altri degni di nota.

Ulteriori informazioni sull’azienda sono anche reperibili sul sito www.birramorena.com e sulla pagina FB: https://it-it.facebook.com/birramorena/

Poker, roulette o slot machines: con le sale chiuse aumenta il livello di stress dei giocatori

(Pixabay)

ROMA - In tutte e tre le zone in cui è divisa oggi l’Italia, i giocatori sono quelli che con il lockdown sono i più infedeli in assoluto. Secondo quanto ha rilevato Incontri-ExtraConiugali.com —il portale più sicuro dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato— a tradire sono 8 giocatori maschio su dieci e 7 giocatrici femmina su dieci.

«Tutte le sale sono chiuse, così per mantenere alto il livello di adrenalina i giocatori d’azzardo si scaricano tradendo» sostiene Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Per una persona con questa abitudine —prosegue Fantini— l’impossibilità di giocare porta in molti casi all’aumento del livello di stress, dell’inquietudine e dell’aggressività, andando ad inasprire le relazioni di convivenza». Il tradimento diventa quindi una fondamentale valvola di sfogo che in molti casi consente anche di salvare il matrimonio.

«Sul nostro portale gli incontri occasionali offrono infatti la massima sicurezza di non essere scoperti, consentono di ridurre il coinvolgimento affettivo e contribuiscono potenzialmente a salvaguardare le relazioni preesistenti» spiega il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Per alcune persone poi —soprattutto nelle zone rosse— l’adulterio è percepito come una specie di roulette russa. Per loro è come fare sesso non protetto. A spingerli è il fascino del proibito: vogliono farlo proprio perché è vietato» puntualizza Alex Fantini.

Certo nelle zone rosse si tradisce un po’ di meno rispetto a prima. «Ma non abbiamo registrato un grande calo di iscrizioni al nostro sito» precisa il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com. La maggior parte dei fedifraghi, d’altra parte, continua a preferire l’online (80%) rispetto alle conoscenze nella vita reale (20%).

mercoledì 25 novembre 2020

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: iniziative e dati statistici della Polizia di Stato

 MATERA - Oggi mercoledì 25 novembre ricorre la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU. La Polizia di Stato è fortemente impegnata in prima linea nell’attività di prevenzione e di contrasto dei reati di violenza di genere.

Anche in questo periodo, le statistiche ci mostrano come la donna, in quanto donna, continui ad essere la principale destinataria di vessazioni che sfociano anche in fatti di sangue.

Gli episodi di violenza sulle donne, con esiti purtroppo spesso fatali, continuano a segnare con drammatica regolarità le cronache, indice di un problema sociale non legato a condizioni economiche o di etnia delle persone coinvolte, ma che tocca trasversalmente tutta la nostra società. Le cause primarie dei delitti basati sul genere della vittima sono riconducibili chiaramente a fattori culturali: la donna spesso è considerata oggetto di proprietà.

A livello nazionale, analizzando i reati quali atti persecutori o stalking, maltrattamenti contro familiari e conviventi, violenze sessuali, commessi nel periodo gennaio-settembre 2020 e confrontandoli con l’arco temporale del 2019, emerge che nel periodo 2020 l’andamento è stato altalenante, con numeri comunque inferiori rispetto a quelli dello scorso anno. Durante il lockdown, conseguente alla pandemia da Covid-19, si registra il minor numero dei reati in esame (a marzo 2.516 a fronte dei 3.319 di marzo 2019 e ad aprile 2.586 contro i 3.125 di aprile 2019). A maggio, invece, si evidenzia un nuovo aumento delle tre fattispecie.

Nei primi dieci mesi del 2020, l’azione posta in essere dalla Polizia di Stato nella provincia di Matera nel contrasto ai reati di violenza di genere ha portato ad una più incisiva repressione del fenomeno, consistita nell’aumento delle misure restrittive della libertà personale nei confronti degli autori di tali reati. 

Nel 2020 sono state arrestate o sottoposte a misure cautelati 48 persone. L’ultimo provvedimento restrittivo è stato eseguito nella giornata di ieri quando gli Agenti del Commissariato di Pisticci hanno proceduto all’arresto in regime di detenzione domiciliare di un 56enne originario di Marconia, in esecuzione della misura cautelare personale disposta dal G.I.P del Tribunale di Matera. L’uomo si è reso responsabile, durante i venti anni di convivenza matrimoniale, di una serie di azioni violente sia dal punto di vista psicologico che fisico ai danni della propria moglie. 

Nella giornata di oggi, in occasione della ricorrenza, personale della Questura di Matera sarà in collegamento on-line con gli studenti del liceo Classico Duni di questo capoluogo per sensibilizzare i ragazzi sulla tematica in argomento. 

 La Questura di Matera, inoltre, ha voluto realizzare un’iniziativa dal valore simbolico in collaborazione con le Associazioni rappresentate dal Club Matera del Soroptimist International d’Italia. Nel pomeriggio, con inizio alle 17, come già annunciato, in Piazza Elettra a Marconia di Pisticci, sulla Torre dell’Orologio, sarà proiettato un fascio di luce arancione, colore scelto dall’U.N. Women come simbolo di un futuro senza violenza basato sul genere. 

La scelta è caduta su Marconia non casualmente, atteso che negli ultimi mesi tale località è stata teatro di gravi fatti di cronaca.

L’Ambasciatore britannico in Italia, Jill Morris CMG, ha concesso il proprio patrocinio morale all’evento ed ringraziato la Questura di Matera per la celerità con cui sono state scolte le indagini concernenti l’ultimo episodio di violenza sessuale avvenuto a Marconia di Pisticci. 

Dalla giornata di oggi, presso l’U.R.P. della Questura di Matera, per tutti i cittadini, è disponibile la nuova edizione dell’opuscolo “Questo non è amore”, realizzato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza- Servizio Centrale Anticrimine nell’ambito della campagna di informazione e sensibilizzazione della Polizia di Stato contro la violenza di genere.

Si segnala infine l’importanza dell’APP della Polizia di Stato YouPol, attraverso la quale i cittadini possono “chattare”, anche in modo anonimo, con le Sale Operative delle Questura, anche per inoltrare richieste d’aiuto per reati di violenza domestica.

Si allegano dei report di confronto contenenti i dati statistici sia nazionali che provinciali rilevati nel periodo gennaio-ottobre dell’anno 2020, confrontati con l’analogo periodo relativo al 2019.

martedì 24 novembre 2020

Stop alla violenza sulle donne: 20mila mascherine prodotte in carcere per ricordare la giornata internazionale


ROMA - “Stop alla violenza sulle donne”: è la scritta riportata su 20mila mascherine prodotte all’interno degli istituti penitenziari di Salerno e Santa Maria Capua Vetere in occasione della Giornata internazionale che si celebrerà domani in tutto il mondo. I dispositivi di protezione individuale saranno distribuiti al personale delle amministrazioni penitenziaria e giudiziaria del Ministero della Giustizia come messaggio sociale proveniente dalle carceri per celebrare la ricorrenza.

Nello specifico, diecimila mascherine chirurgiche (bianche con scritta nera e logo rosso) sono state prodotte nella Casa Circondariale di Salerno nell’ambito dell’iniziativa #RICUCIAMO, progetto nato dalla partnership fra Ministero della Giustizia-Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e Commissario straordinario di governo per l’emergenza Covid-19, sottoscritto il 26 maggio scorso dal Ministro Alfonso Bonafede e dal Commissario Domenico Arcuri. Alle due macchine per la produzione industriale di mascherine chirurgiche allestite a Salerno si alternano normalmente 40 detenuti in due turni lavorativi. La produzione ordinaria è di circa 50mila mascherine al giorno per singola macchina.

La parte restante delle mascherine (nere con la stessa scritta rossa) sono state invece realizzate a mano nella Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Sagomate e in tessuto, sono state cucite da una decina di detenute del laboratorio sartoriale della sezione femminile dell’istituto, che dallo scorso mese di ottobre si sono appositamente dedicate alla produzione delle mascherine per celebrare la Giornata contro la violenza sulle donne. 


lunedì 23 novembre 2020

Fca-Peugeot, Spera (Ugl): ”Assemblea di Stellantis il 04 gennaio”

ROMA - Il Segretario Nazionale dei Metalmeccanici dell’Unione Generale del Lavoro, Antonio Spera, ha riunito in video conference i quadri dirigenti della federazione nazionale, unitamente ai responsabili Ugl settore auto. “L’incontro è stato voluto fortemente dalla Segreteria per informare i dirigenti sulla data dell’assemblea, il 04 gennaio p.v., tra Fca-Peugeot. Stellantis – dichiara Spera - il quarto gruppo mondiale del settore auto che nascerà dal matrimonio tra Fca e Psa, avrà la sede in Olanda, la fusione dovrà essere completata entro il 30 giugno 2021. La convocazione delle assemblee rappresenta una tappa cruciale nel percorso avviato tra i due gruppi e soprattutto dovrebbe dare semaforo verde all’aggregazione. La fusione tra i due gruppi porterà alla nascita di un colosso nel settore che dovrebbe diventare il quarto costruttore di auto al mondo con 8,7 milioni di veicoli venduti nel 2018, 180 miliardi di ricavi e oltre 400 mila lavoratori dipendenti. Un gruppo che si troverà a ridosso di importanti marchi. Siamo ad una svolta storica nell’ambito della fabbricazione automotive – prosegue Spera -, per l’Ugl due colossi produttori automobilistici, i gruppi Fca e Psa, uniscono le forze creando un leader mondiale in una nuova era della mobilità sostenibile, della guida autonoma e connessa. 

L’Ugl esprime ottimismo su tale importante operazione: i nostri dipendenti, le nostre persone hanno un tratto in comune, quello di guardare alle sfide come opportunità da cogliere perché rappresentano la strada per renderci ancora migliori nel fare quello che facciamo andando a rilanciare il nostro marchio made in Italy, che per l’o.s. continuano prioritariamente ad essere ribaditi. Sarà il quarto costruttore automobilistico al mondo in termini di volumi e il terzo in base al fatturato, il gruppo genererà sinergie annuali che a regime sono stimate in circa 3,7 miliardi di euro, senza chiusure di stabilimenti in conseguenza dell’operazione e con un flusso di cassa netto positivo già nel primo anno. Per l’Ugl è sinonimo di una lungimiranza, veduta lunga che apre la strada di un nuovo gruppo di dimensioni e risorse globali. Volumi, redditività e tecnologia – conclude il Segretario Spera - , portando a fronte di ben determinate condizioni ad una nuova evoluzione, strategica, dei marchi, dove l’Ugl vede una positiva opportunità per i lavoratori di entrambi i Gruppi”.

Anniversario sisma 23 novembre, il ricordo di Ticchio

Il presidente della Federazione Lucana in Svizzera ricorda l’importanza della memoria affinché le nuove generazioni possano ripercorrere quei tristi momenti che hanno segnato la storia della Basilicata e della Campania.

“Sono passati 40 anni dal tragico terremoto che colpi l’Irpinia e la parte nord della Basilicata il 23 novembre 1980. La Federazione Lucana e la Federazione Campana in Svizzera un minuto dopo il tragico terremoto, sostenute anche dall’impegno e dalla solidarietà della comunità italiana in Svizzera coordinata dal Comitato Nazionale d’Intesa (CNI) si prodigarono per un forte impegno a favore delle nostre comunità colpite dal terremoto”. Così il presidente della Federazione Lucana in Svizzera, Giuseppe Ticchio che ricorda l’importanza della memoria affinché le nuove generazioni possano ripercorrere quei tristi momenti che “hanno segnato la storia dell’Italia, in particolare della Basilicata e della Campania”.

Ticchio ricorda, poi, l’impegno del Consiglio Federale che “rilasciò diversi permessi di soggiorni speciali per venire incontro alla popolazione delle due aree terremotate, sia per il ricongiungimento dei famigliari anziani, sia per i giovani studenti e non solo, per lavorare in terra Elvetica, per un periodo di tempo limitato. Molti di loro sono rimasti definitivamente in questo paese”.

domenica 22 novembre 2020

Coronavirus: oggi in Italia 28.337 nuovi casi e 562 vittime

ROMA - Sono 28.337 i nuovi casi di coronavirus individuati in Italia nelle ultime 24ore su 188.747 tamponi (48 mila in meno), oltre 6mila meno di ieri, che portano il totale dei contagiati dall'inizio dell'emergenza a 1.408.868. Il tasso di positività, nonostante le apparenze, appare dunque in lieve aumento: 15% (+0,4%). Escludendo i tamponi di controllo, la percentuale di positivi su nuovi casi è del 27%. In calo l'incremento delle vittime, 562 in un giorno mentre ieri erano state 692, per un totale di 49.823. I guariti sono 13.574 in più e crescono di 43 unità le terapie intensive e di 216 i ricoveri.

IN LOMBARDIA — Sono 5.094 i nuovi positivi in Lombardia, nelle ultime 24 ore, a fronte di 29.800 tamponi effettuati, su un totale di 3.798.851 da inizio emergenza. Da ieri ci sono stati 165 decessi che portano il numero delle vittime complessive 20.524. Le persone ricoverate con sintomi sono 8.391 delle quali 949 in terapia intensiva, mentre sono 155.066 i soggetti in isolamento domiciliare. Dei nuovi casi 2.208 sono stati registrati a Milano e provincia, 196 a Brescia, 129 a Bergamo, 89 a Cremona, 843 a Monza e Brianza, 211 a Pavia, 326 a Varese, 316 a Como, 142 a Mantova, 137 a Lodi, 218 a Sondrio, 197 a Lecco.

Covid: spostamenti a Natale attesi da 10 mln di italiani

 ROMA - Una eventuale deroga agli spostamenti tra regioni a Natale interessa oltre 10 milioni di italiani che lo scorso anno sono andati in viaggio nel periodo delle feste di fine anno per raggiungere parenti, amici o fare vacanze. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè in riferimento alle possibili  misure previste a fine anno per la necessità di contenere il contagio Covid. Si tratta di una opportunità per il turismo con una spesa  stimata di 4,1 miliardi nelle strutture impegnate nell’ alloggio, nell’alimentazione, nei trasporti, shopping e souvenir. Si stima peraltro – precisa la Coldiretti – che 1/3 della spesa di italiani e stranieri in viaggio in Italia sia destinata all’alimentazione.

A preoccupare sono  però le limitazioni a cenoni e pranzi che mettono a rischio i 5 miliardi che sono stati spesi lo scorso anno dagli italiani, in casa e fuori, solo per imbandire le tradizionali maxitavolate delle feste di fine anno composte in media da 9 persone, secondo l’analisi Coldiretti/Ixè. La riduzione dei commensabili è infatti destinata a provocare un taglio – sottolinea la Coldiretti – nei consumi di 70 milioni di chili tra pandori e panettoni, 74 milioni di bottiglie di spumante, tonnellate di pasta, 6 milioni di chili tra cotechini e zamponi e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci spariti dalle tavole lo scorso anno solamente tra il pranzo di Natale e i cenoni della Vigilia e di Capodanno. Un Natale in famiglia per pochi significa infatti anche – continua la Coldiretti – maggiore sobrietà con meno brindisi ed una netta riduzione delle portate senza contare i tanti italiani, spesso anziani, che saranno costretti a trascorrerlo da soli.

Il crollo delle spese di fine anno a tavola e sotto l’albero rischiano di dare il colpo di grazia ai consumi alimentari degli italiani che nell’intero 2020 secondo fanno segnare un crollo storico del 12% con una perdita secca di 30 miliardi di euro, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ismea dalle quali si evidenzia che gli effetti delle pesanti difficoltà di bar, ristoranti e pizzerie non sono compensati dal leggero aumento degli acquisti familiari di cibi e bevande.

sabato 21 novembre 2020

Coronavirus: 34.767 nuovi casi, 692 morti e +10 in terapia intensiva

ROMA - Il bollettino di oggi, 21 novembre, sul coronavirus in Italia: 34.767 nuovi casi, 692 morti e 237.225 tamponi da ieri. 539.524 i guariti (+19.502 da ieri). I pazienti ricoverati con sintomi sono 34.063 (+106, +%; ieri +347), mentre i malati più gravi in terapia intensiva sono 3.758 (+10, +%; ieri +36). Ieri i nuovi contagi nelle 24 ore erano stati 37.242 su 238.077 tamponi, mentre i morti erano stati 699.


venerdì 20 novembre 2020

Iss, Rt in calo a 1,18. Locatelli: "Non commettere gli errori dell'estate"

ROMA - L'indice Rt calcolato sui casi sintomatici è pari a 1,18. Si riscontrano valori medi tra 1 e 1,25 nella maggior parte delle Regioni/PA italiane; da questa settimana in alcune Regioni/PA il valore di Rt stimato è inferiore a 1. Lo evidenzia il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute. Nel monitoraggio della scorsa settimana si rilevava un indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici pari a 1,43.

Si riscontravano inoltre valori medi di Rt superiori a 1,25 nella maggior parte delle Regioni/PA italiane e superiori a uno in tutte Regioni/PA. Al 17 novembre, 18 Regioni avevano superato almeno una soglia critica in area medica o Terapia intensiva. Se si mantenesse l'attuale trasmissibilità, quasi tutte le Regioni/PA hanno una probabilità maggiore del 50% di superare almeno una di queste soglie entro un mese.

Il presidente Css Franco Locatelli esorta: "Bisogna scendere a Rt sotto 1. I dati sono indicativi di uno spiraglio significativo che si apre ma questa è una ragione per insistere. Evitiamo di ripetere gli errori della scorsa estate".

Natale: Amazon e Caterina Balivo presentano le decorazioni natalizie perfette per la casa

MILANO - Natale vuol dire famiglia, calore e atmosfera. Il momento tanto atteso si sta avvicinando e sappiamo che non vedete l’ora di tirare fuori dalla cantina tutte le decorazioni natalizie preferite, per addobbare a dovere la vostra casa. 

Caterina Balivo, conduttrice tv amatissima dagli italiani ed esperta in decorazioni natalizie, e Amazon.it presentano 9 idee per decorare la casa, selezionate direttamente tra i prodotti delle Vetrine Made in Italy, Handmade e Amazon Launchpad offerti da produttori e rivenditori italiani. Sono migliaia i piccoli e medi imprenditori e artigiani locali che popolano, sia con eccellenze regionali sia con i loro prodotti, gli store di Amazon.it. Tantissime ispirazioni tra cui scegliere per far brillare la casa portando la magia del Natale: dalle palline per addobbare l’albero impreziosite da cristalli Swarovski alle decorazioni in pietra naturale realizzate a mano, dalle tovaglie natalizie che ospitano mise en place, ai calici in vetro e candelabri in ceramica decorati a mano, ai diffusori per l’ambiente e candele dai profumi delicati.

giovedì 19 novembre 2020

Coronavirus in Italia: il punto di Arcuri sul piano per i vaccini

ROMA - Il governo lavora al piano di distribuzione e somministrazione dei vaccini anti-Covid. "I frigoriferi per la conservazione ci sono", secondo il commissario per l'emergenza Domenico Arcuri, che poi commenta gli ultimi dati sui contagi.

mercoledì 18 novembre 2020

Giornata internazionale contro violenza alle donne, incontro Crpo

POTENZA - La commissione ha promosso un webinar che si svolgerà il 25 novembre alle ore 17.30

“Donne e violenza, quando la narrazione diventa contrasto”. E’ questo il tema dell’incontro online promosso dalla Commissione regionale pari opportunità della Regione Basilicata e dal Consiglio regionale in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne.

Previsti i saluti di Carmine Cicala, Presidente del Consiglio regionale, Donatella Merra, assessora regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Carmela Carlucci e Dina Sileo, consigliere regionali, Ester Fedullo, VicePrefetto Vicario di Potenza e Francesca Leanza, Portavoce Questore di Potenza.

Al webinar interverranno Giovanna Ferrari, scrittrice e attivista. madre di Giulia Galiotto, Stefania Prendi, giornalista e scrittrice, Roberta Bruzzone, criminologa, Franca Maria Bellomusto, psicologa del consultorio Asm di Policoro e Viviana Verri, Sindaca di Pisticci. Le conclusioni sono affidate a Margherita Perretti, Presidente della Crpo. Modera la giornalista Cinzia Grenci.

Diritti dei minori, il Garante organizza incontro

POTENZA - “In occasione della prossima Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 20 novembre, ho inteso promuovere un convegno sui Diritti dei minori che ora più che mai devono essere all’attenzione di tutti noi”. Lo comunica il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza, Vincenzo Giuliano che aggiunge: “L’emergenza epidemiologica in atto non deve farci arretrare di un millimetro sul garantire a ciascun minore i diritti fondamentali per il proprio benessere”.

“Molte istituzioni, a cui va fin d’ora il mio ringraziamento – dice - hanno accolto l’invito a partecipare a questo momento di riflessione a cui si aggiungono le associazioni componenti il Comitato consultivo del Garante, il direttivo dell’Associazione lucana tutori volontari, l’Ordine degli assistenti sociali e l’Ordine degli psicologi”.

L’evento si terrà su piattaforma google meet al seguente link: meet.google.com/myx-cnbn-fou a partire dalle ore 15:30 e vede anche la collaborazione del Progetto “Monitoraggio della tutela volontaria per minori stranieri non accompagnati in attuazione dell’art. 11, legge n. 47/2017 (PROG-2342)”.

martedì 17 novembre 2020

Gino Strada in Calabria: "Accordo tra Emergency e Protezione civile"

REGGIO CALABRIA - Dopo le dimissioni di Gaudio, il terzo commissario in due settimane a lasciare l'incarico, il medico fa sapere che da domani inizierà a lavorare ad un piano per rispondere alle emergenze sanitarie della regione. Il ministro Roberto Speranza in tv: "Il suo contributo sarà importante".

Coronavirus: oggi in Italia 27.354 nuovi casi e 504 morti. +70 in terapia intensiva

ROMA - Diffuso dal Ministero della Salute il consueto bollettino sui contagi da Coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore nel paese si sono registrati 27.354 nuovi casi a fronte di 152.663 tamponi, con un tasso di positività del 17,9% (+0,5%); 504 morti, 21.554 guariti; +70 le terapie intensive.

domenica 15 novembre 2020

Covid, Istituto Tumori: ''Il virus circolava già da settembre''

MILANO - Il covid circolava in Italia già a settembre 2019, dunque ben prima di quanto si sia pensato finora. La conferma arriva da uno studio dell'Istituto dei Tumori di Milano e dell'Università di Siena: analizzando i campioni di 959 persone, tutte asintomatiche, che avevano partecipato agli screening per il tumore al polmone tra settembre 2019 e marzo 2020, l'11,6% (111 su 959) aveva gli anticorpi al coronavirus. 

Dei 111 positivi rilevati, 23 risalgono a settembre, 27 a ottobre, 26 a novembre, 11 a dicembre, 3 a gennaio e 21 a febbraio. 

Covid, la situazione in Basilicata: 15 morti e 1.400 positivi

POTENZA - Dall'inizio della pandemia da coronavirus, quella che si sta per chiudere è stata la peggior settimana per la Basilicata (passata mercoledì scorso da zona gialla ad arancione) con numeri mai visti prima. In sette giorni, da sabato 7 novembre ad oggi, è stato registrato un preoccupante balzo, da 2.281 a 3.670 di persone residenti in regione positive al covid, con 15 decessi in più (da 63 a 78). (ANSA).