Visualizzazione post con etichetta eventi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta eventi. Mostra tutti i post

domenica 29 marzo 2020

Cinema contro il coronavirus: ultima puntata del Lucania Film Festival Smart Edition


POTENZA - Tutto pronto per il gran finale del Lucania Film Festival Smart Edition Insieme in streaming, #iorestoacasa.

Il progetto pensato e promosso dalla kermesse cinematografica lucana diretta da Rocco Calandriello e Claudia D’Anna, da sempre attiva sui social network, ha deciso di rafforzare ulteriormente la sua presenza in rete proponendo un vero e proprio festival in digitale con un palinsesto di incontri e contenuti pluritematici (cinetalk, proiezioni di film, performance musicali e teatrali) e che ha visto protagonisti, per due domeniche consecutive in diretta streaming sulla Pagina Facebook, personalità di spicco nell'ambito del cinema, del teatro e della musica: Brunori Sas, Carlo Verdone, Rocco Papaleo, John Turturro, Vanessa Scalera, Franco Arminio, Vinicio Capossela.

Oggi si terrà l’ultimo appuntamento dell’edizione straordinaria nata anche come risposta alla campagna virale #iorestoacasa per contrastare la diffusione del Covid-19 e che ha segnato una tappa importante della sua storia ventennale.

Si comincia alle ore 10:30 sulla pagina Facebook del Festival (https://www.facebook.com/LucaniaFF/) con il laboratorio cinematografico sulle macchine e i giochi del pre-cinema a cura dell’illustratrice Anna Giove, pensato per i più piccoli e loro famiglie con una serie di attività da fare e seguire comodamente da casa.

Alle 12:00, cinque minuti di silenzio collettivo per ricordare tutte le persone che stanno morendo in questi giorni senza funerali per via delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria.

Un appello lanciato nei giorni scorsi dallo scrittore e paesologo Franco Arminio affinché si osservino alle ore 12:00, cinque minuti di silenzio nelle proprie case spegnendo smartphone, computer, telefoni e tv. Un gesto simbolico a cui ha aderito tutto il team del Lucania Film Festival. L’Edizione Smart del Lucania Film Festival proseguirà nel pomeriggio dalle 16.00 alle 18:00 con CineFocus con accademici (Prof. Andrea Pezze e Michele Guerra), la proiezione dei film in concorso e l’incontro con gli autori e la Giuria Popolare, dalle 19:00 alle 20:00 speciale Dario Argento e dalle 21:00 alle 23:00 con i cinetalk che vedranno protagonisti ospiti d’eccezione come: Claudio Santamaria, Marco D'Amore, Franco Arminio, Francesca Barra, Paolo Del Brocco, Filippo Solibello, Patrizia Minardi, Sofia Milos, Gianfranco Pannone.

Per informazioni www.lucaniafilmfestival.it

Pagina Fb: https://www.facebook.com/LucaniaFF/

giovedì 26 marzo 2020

Un nuovo cartoon di Caggiulino Lucanum con le Pro Loco della Basilicata


MATERA - Il Coronavirus costringe tutti noi a vivere all'interno delle nostre case. A tener compagnia ai piccoli della Basilicata ci pensa la PMI innovativa iInformatica Srls insieme alle Pro Loco Unpli della Basilicata con l'iniziativa Caggiulino Lucanum. Oltre ai disegni da colorare - fanno sapere Vito Santarcangelo amministratore della iInformatica e Rocco Franciosa presidente Pro Loco Unpli Basilicata - ecco arrivare, dopo l'avvio dell'avventura da Maratea, il secondo cartone animato questa volta nella bellissima Valsinni.

Il simpatico cagnetto giunto nella zona del fiume Sinni ci illustra dapprima le potenzialità di un binocolo per osservare le bellezze del panorama e poi scruta la presenza di un castello fiabesco.

Andando alla scoperta del Castello, Caggiulino Lucanum scopre che si tratta del castello di Isabella
Morra. La stessa poetessa appare in tutta la sua beltade recitando i versi dei sonetti "D’un alto monte onde si scorge il mare" e "Quanto pregiar ti puoi, Siri mio amato".

A questo punto Caggiulino sbuca fra le braccia della poetessa lucana e spiega che il monte a cui si rivolge Isabella è il monte Coppolo che fa parte del fantastico Parco nazionale del Pollino orgoglio verde della nostra terra. Il suo amico "Siri" è il fiume Sinni, uno dei cinque fiumi che attraversano la Basilicata.

Dove andrà Caggiulino nella prossima puntata? Lo scopriremo con Lucanum!

Link al cartone animato
https://www.youtube.com/watch?v=0mMqsW543dY

Link al disegno da colorare
https://bit.ly/caggiulino7

domenica 22 marzo 2020

Lucania Film Festival Smart Edition 22 marzo 2020 - Special Guest John Turturro


Il Lucania Film Festival, aspettando la ventunesima edizione in calendario dal 7 all’11 agosto 2020, lancia un messaggio positivo per rispondere all'emergenza sanitaria che sta vivendo l'Italia e tutto il mondo: Insieme in streaming, #iorestoacasa!

Dopo l’esperimento di domenica 15 marzo che ha visto protagonisti Carlo Verdone, Rocco Papaleo, Brunori Sas, Franco Arminio, Mohsen Mackmalbaf, la kermesse cinematografica lucana, replica con una nuova puntata dell’edizione straordinaria da condividere in live streaming sulla pagina Facebook (https://www.facebook.com/LucaniaFF/)

Uno spazio virtuale per continuare a fare cinema e a condividere cultura. Perchè #laculturanonsiferma neanche a casa!

Un progetto che prevede una serie di incontri, declinati in diversi format, (cinetalk e lectio magistralis tenute da docenti, critici e autori del cinema italiano e internazionale, proiezioni film in concorso delle passate edizioni, performance musicali e teatrali) che vedranno protagonisti assoluti personalità di spicco nell'ambito del cinema, del teatro e della musica.

Con questa iniziativa il Festival aderisce alla campagna virale #iorestoacasa per contrastare la diffusione del Covid-19.

“In queste settimane, durante le quali sentiamo frenata la nostra spontaneità, piegate le nostre abitudini autentiche a modi asettici, si apre un entusiasmante paradosso: la creatività può prendere direzioni inaspettate, coinvolgere un pubblico più ampio e assumere un significato simbolico senza precedenti. Siamo chiamati a rispettare delle regole inusuali che trascendono età, condizioni di vita e consuetudini personali, perché si afferma su di noi un appello più alto, che sovrasta la nostra dimensione individuale; non per soffocarla, ma per farcene trovare una più grande. Ora pratichiamo questa Bellezza a distanza, ma continuando ad essere solidali e responsabili, presto torneremo a raccontarvi le storie sotto quel cielo stellato: ne siamo certi, racconteremo anche questa “Storia”, ha commentato Rocco Calandriello, direttore del Lucania Film Festival.

Tra i protagonisti della seconda puntata che andrà in onda domani 22 marzo dalle 16:00 alle 23:00 sulla pagina Facebook del Lucania Film Festival l’attrice Vanessa Scalera reduce dal successo della serie televisiva, girata in Basilicata, “Imma Tataranni - Sostituto procuratore” e il regista Francesco Amato; il pluripremiato attore e regista italo-americano John Turturro, l’attore Claudio Santamaria e sua moglie, la giornalista e scrittrice Francesca Barra, protagonisti della serie di Amazon Prime Video “Celebrity Hunted – Caccia all’uomo”, l’attore e regista Alessandro Haber e tante altre personalità di spicco.

giovedì 19 marzo 2020

Per la festa del papà ecco il primo cartone animato di Caggiulino Lucanum con le Pro Loco della Basilicata


POTENZA - Oggi è una festa del papà particolare, trascorrendola a casa e senza i tradizionali falò di San Giuseppe nella città per arginare insieme il coronavirus in questo periodo di grande difficoltà per tutti.

Dopo aver presentato la scorsa settimana Caggiulino, iniziativa di Lucanum rivolta ai più piccoli, con disegni della Basilicata da colorare, la società PMI innovativa iInformatica lancia il suo primo cartone animato, un'avventura di Caggiulino alla scoperta di Maratea.

In un'atmosfera vibratoria di contemplazione i versi del poeta marateota Pasquale Epifanio Iannini introducono la descrizione del Redentore che abbraccia e protegge la comunità lucana. All'improvviso il climax meditativo viene interrotto dal sopraggiungere di Caggiulino che si presenta ed interagisce con i piccoli lucani raccontando che il Cristo Redentore protegge la costa tirrenica della Basilicata, il tutto cadenzato dal suo intercalare "biu".

L'iniziativa è patrocinata dalle Pro Loco Unpli della Basilicata, con cui la società iInformatica ha sottoscritto un protocollo d'intesa durante il 2019 che ha portato alla realizzazione del prodotto editoriale Lucanum con le Pro Loco Unpli della Basilicata.

Il cartoon ideato da Vito Santarcangelo è stato realizzato dal videomaker Angelo Cucina e Alessandro D'Alcantara (artista ferrandinese dell'opera).

Le voci sono di Nicolò Montesano e Demetrio Antonio Cavara.

Ci auguriamo che il cartoon sia di buon auspicio per la buona risoluzione della situazione di emergenza e possano tornare presto i turisti di tutto il mondo ad ammirare le meraviglie della nostra terra.

Link al Cartoon Caggiulino Lucanum:

https://www.youtube.com/watch?v=we05n_PWAig

sabato 14 marzo 2020

#iorestoacasa e Rai4 rimane con me

ROMA - A causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, è richiesto un grande sforzo a tutti noi per agevolare la ripresa nel più breve tempo possibile: limitare al minimo indispensabile gli spostamenti e, dunque, rimanere a casa. Per affrontare questo difficile periodo di isolamento, Rai4 propone una programmazione che vi aiuterà a distrarvi e che potete seguire sul canale 21 del digitale terrestre e in streaming su RaiPlay.

Ogni lunedì, dalle 21.20, appuntamento, in prima visione assoluta, con la seconda stagione di Siren, appassionante serie fantasy che traspone nella provincia americana, tra atmosfere brumose degne di Stephen King, il più fascinoso dei miti classici.

Sul versante della serialità crime, prosegue l’appuntamento del giovedì in prima serata con la tredicesima stagione della classica Criminal Minds. Le stagioni storiche della stessa serie vanno invece in onda, da lunedì a venerdì, dalle 20.25. Al crime è dedicata anche l’intera programmazione pomeridiana, con il teen-thriller Revenge, il giallo-rosa Rosewood e i titoli storici come Numbers e Senza traccia.

Ogni mercoledì appuntamento con il ciclo cinematografico Thriller in Europe, dedicato alle più interessanti novità del genere dal continente europeo.

Mercoledì 18 marzo alle 21.20 The Ones Below - I nuovi vicini (2015), thriller dalle atmosfere polanskiane diretto dall’inglese David Farr, presentato al 66° Festival di Berlino e incentrato su una coppia in attesa del primo bambino che si “scontra” con una coppia di nuovi vicini, anch’essi in attesa.

I mercoledì successivi due prime visioni assolute. Il 25 marzo, sempre in prima serata, Il Regno (2018), straordinario thriller politico diretto dal talentuoso spagnolo Rodrigo Sorogoyen, che rielabora in chiave di finzione un clamoroso caso di corruzione verificatosi in Spagna. Presentato al Toronto International Film Festival e al Torino Film Festival, Il Regno ha spopolato agli ultimi Premi Goya, dove ha vinto 7 statuette su 13 candidature.

Il 2 aprile alle 21.20, il francese La truffa del secolo (2018), diretto dal maestro del neo-noir Oliver Marchal e interpretato da Benoît Magimel: gli illeciti di un imprenditore che cerca di truffare lo Stato attraverso una rete di società fittizie, si risolvono, a causa di soci criminali, in una spirale di paura e di violenza.

Ancora una prima visione assoluta venerdì 20 marzo alle 21.20, con il thriller d’azione Bullet Head (2017), scritto e diretto dallo specialista della tensione Paul Solet e interpretato da un cast cult: Antonio Banderas, Adrien Brody e John Malkovich. Tre criminali in fuga col malloppo dopo un colpo non andato secondo i piani trovano rifugio in un magazzino in disuso, luogo di incontri clandestini di dog fighting, ma proprio qui finiranno preda di un ferocissimo cane assassino.

La domenica sera è dedicata ai thriller-horror più recenti e acclamati, con gli ultimi titoli del Ciclo Possession, dedicato al filone delle possessioni fantasmatiche e demoniache. Domenica 15 marzo alle 21.20 va in onda Poltergeist, rivisitazione in chiave moderna e tecnologica del classico anni ’80 di Tobe Hooper Poltergeist - Demoniache presenze, film “maldetto” per eccellenza che si avvaleva della produzione di Steven Spielberg. Il remake proposto nel ciclo è stato prodotto nel 2015, porta la firma di Gil Kenan, già autore del cult horror per ragazzi Monster House, e vanta la partecipazione in ruoli da protagonisti di Sam Rockwell e Jared Harris.

Il Ciclo Possession si conclude domenica 22 marzo, sempre alle 21.20, con la prima visione di La vedova Winchester (2018), scritto e diretto da Michael e Peter Spierig e interpretato da Helen Mirren e Jason Clarke. Una ghost story che prende spunto dall'autentica ossessione vissuta dalla vedova del magnate delle armi William Winchester, persuasa che le anime delle vittime dei loro affari vagassero rancorose in cerca di un posto in cui stare. Da questa convinzione la donna iniziò ad ampliare la sua villa per dare alloggio agli spettri, rendendola una dimora misteriosa e bizzarra.

Tra le seconde serate da brividi si segnala, lunedì 16 marzo, Lo sguardo di Satana - Carrie (2013), adattamento moderno del classico di Stephen King, già portato al cinema con successo da Brian De Palma nel 1976. Il punto di vista è stavolta femminile, quello della regista di Boys Don’t Cry Kimberly Peirce, mentre il ruolo principale è della talentuosa Chloë Grace Moretz.

Infine, Rai4 riporterà gli spettatori nello spazio profondo con il ciclo completo di Alien, che includerà anche l’ultimo capitolo Alien: Covenant (2017) in onda martedì 31 marzo alle 21.20.

Si parte martedì 24 marzo dalle 21.20 con Prometheus (2012), di Ridley Scott, prequel che illustra, attraverso la missione di un gruppo di astronauti capitanati da Noomi Rapace e Michael Fassbender, la nascita della letale specie aliena degli xenomorfi. La serata prosegue con uno speciale del magazine Wonderland dedicato alla saga fanta-horror di Alien, con un’intervista esclusiva a Sigourney Weaver, interprete di Ellen Ripley, nemesi per eccellenza dell’alieno. A seguire, andrà in onda il leggendario Alien - Director’s Cut (1979), da cui tutto è iniziato.

L’appuntamento continuerà ogni martedì in seconda serata con i restanti film del ciclo, ovvero Aliens: Scontro finale, Alien3, Alien: La clonazione e il cross-over Alien vs Predaotor.

lunedì 9 marzo 2020

Coronavirus, slitta anche il Medimex 2020

BARI - Il Medimex 2020, International Festival & Music Conference - progetto di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese - in programma dal 16 al 25 aprile tra Brindisi e Taranto, è rinviato a data da destinarsi ma si svolgerà nel corso del 2020.
Lo rende noto Puglia Sounds/Teatro Pubblico Pugliese che "ha deciso di rimandare il Medimex, che quest'anno giunge alla decima edizione, a quando saranno ripristinate le condizioni logistiche e organizzative necessarie alla buona riuscita della manifestazione".

giovedì 5 marzo 2020

Pro Loco di Matera, “Tra Cultura, Storia e Tradizioni”: il 6 marzo conferenza stampa al Mulino Alvino


MATERA - Il 6 marzo alle 18:30, nei suggestivi ambienti del Mulino Alvino 1884 Hotel & Resort, gli 8 bozzetti selezionati da una giuria di qualità tra i numerosi, provenienti da tutta Italia, che hanno partecipato al concorso di idee promosso dalla Pro Loco di Matera “Tra Cultura, Storia e Tradizioni” e finalizzato alla personalizzazione e realizzazione di “Cucù” (dell’altezza di cm 170).

I manufatti, personalizzati dagli artisti, saranno esposti in occasione dell’evento “Cucù Parade” che si terrà nella prossima primavera attraverso gli spazi e le diverse piazzette di Matera, ma anche a Montalbano Jonico e Policoro. L’iniziativa, ideata dal socio Pro Loco, Renato Favilli, è realizzata con il sostegno di Regione Basilicata, Provincia di Matera e partner privati, ed è patrocinata dal Comune di Matera, Comune di Montalbano e il Comune di Policoro.

Nei 3 comuni scelti per la Cucù Parade, dal 9 al 13 marzo, sarà possibile vedere all’opera gli artisti che, con il loro intervento, favoriranno la reinvenzione di classici spazi urbani (le piazze individuate saranno rese note domani 6 marzo), rendendoli delle gallerie d’arte a cielo aperto ed un momento particolare per tutte le comunità.

martedì 3 marzo 2020

Torna la nuova edizione di 'Iron Bike': la tappa inaugurale il 22 marzo

MATERA - Dopo diversi mesi di attesa e suspense crescente tra gli appassionati del settore è stata presentata la settima edizione dell’Iron Bike, il circuito di corse ciclistiche in mountainbike che da diverse stagioni coinvolge migliaia di ciclisti e unisce con un fil rouge alcune tra le più belle e complete manifestazioni della regione. Notevoli i cambiamenti: le tappe saranno “appena” 5, quattro di esse si disputeranno su doppio percorso perché torna il format Marathon – percorso lungo oltre i 65 km – una sola sarà Mediofondo e, sorpresa, una delle Marathon sarà disputata su un percorso gravel, la novità del momento, l’equivalente della celebre “strade Bianche” su strada.

Quattro le società organizzatrici per i cinque appuntamenti: Amicinbici Losacco Bike curerà la Marathon Bosco Difesa Grande a Gravina in Puglia il 22 marzo, il team Eurobike di Corato metterà in piedi la prova speciale Gravel-MTB a Castel del Monte il 1 Maggio e poi riproporrà la Marathon del Gargano a Vieste il 2 Giugno; il 10 maggio grande attesa per il Campionato Regionale Marathon per la Federazione Ciclistica Italiana da disputare a Biccari sotto l’egida dell’UC Foggia 1976. Gran finale a Monte Sant’Angelo con la Gran Fondo Bosco Quarto – Trofeo dei due siti, organizzata dall’ASD MTB Monte Sant’Angelo Team.

Disponibili gli abbonamenti a 119 € da sottoscrivere entro e non oltre il 15 marzo. Scadranno invece sabato 6 marzo le quote agevolate per l’iscrizione alla Marathon Bosco Difesa Grande, il cui comitato organizzatore ha ingranato la quinta e corre a spron battuto verso uni dei più suggestivi eventi ciclistici della regione.

domenica 1 marzo 2020

Berlinale, Elio Germano miglior attore per 'Volevo nascondermi'

(Reuters)

BERLINO - La 70esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino, diretto da Carlo Chatrian, termina con un exploit italiano. Elio Germano ha vinto l'Orso d'argento per il miglior attore per il ruolo di Ligabue in 'Volevo nascondermi' di Giorgio Diritti. L'Orso d'argento per la miglior sceneggiatura è andato ai fratelli Damiano e Fabio D'Innocenzo per Favolacce.

sabato 29 febbraio 2020

Targhe premio alle Teopista e a cittadini che hanno onorato Matera con la loro attività

MATERA - Il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, ha consegnato nel corso di una cerimonia che si è svolta in mattinata nella Sala Mandela del Comune di Matera, targhe di riconoscimento a sei donne materane che portano il tradizionale nome di Teopista e a quattro cittadini e imprenditori che hanno onorato il nome della città ottenendo premi per le loro attività.

“Ho voluto tenere vivi con questa cerimonia – ha detto il Sindaco de Ruggieri – i valori della tradizione e dell’identità materana. Un tempo nei Sassi le ragazze si chiamavano, in segno di devozione per i Patroni della città, quasi tutte Bruna o Teopista. Quest’ultima era la moglie di Sant’Eustachio, per cui tutti i devoti del Santo chiamavano le proprie figlie con il nome di Teopista. Oggi questa tradizione legata alla religiosità è chiaramente dispersa. Ho pensato, per questo, di ringraziare le mie concittadine perché portando ‘con fatica’ questo nome importante, ostentano quello che è il dna materano”.

Il Sindaco ha consegnato quindi le targhe a: Anna Teopista Cosola, Graziella Teopista Claudine D’Ercole, Tiziana Teopista D’Ercole, Teopista Di Cuia, Teopista Patrizia Luceri e Teopista Anna Paolicelli.

“Mi è sembrato doveroso inoltre – ha proseguito il Sindaco - assegnare un riconoscimento ai materani che con le loro attività onorano il nome della città e contribuiscono ad accrescere la reputazione di Matera nel Mondo”.

Il premio è andato all’azienda Pane&Pace, di Lucia Perrone, per aver ricevuto dal Gambero Rosso il titolo di “Miglior Pane della Basilicata del 2019”; all’azienda Dragone Vini, di Michele Dragone, per il riconoscimento ottenuto con lo spumante “Ego SUM” insignito del titolo di campione del mondo degli spumanti, metodo classico da vitigni autoctoni; alla Tabaccheria rivendita n°19 di Anna Nicoletti, per i 60 anni di attività e al “maratoneta-poeta” (così l’ha definito il Sindaco de Ruggieri) Giovanni Rosiello, tra i primi materani a partecipare e a concludere la maratona di New York nel 1985 e successivamente poeta molto apprezzato.

A Filiano 'Sant'Ilario, storia e tradizione comune del femminino fra riti, miti e magia muliebre'

FILIANO - Domenica 1 marzo, alle ore 18:00, presso il Centro sociale “Prof. G. Lorusso” di Filiano si terrà l’incontro “Filiano – Sant’Ilario, storia e tradizione comune del femminino fra riti, miti e magia muliebre” organizzato dalla Pro Loco di Filiano e dalla locale Biblioteca con la collaborazione del Comitato Pro Sant’Ilario e con il patrocinio del Comune di Filiano.

Il tema delle serata ruoterà intorno al ruolo e la funzione della donna fra ‘800 e ‘900 nell’ambito della comunità del borgo di Sant’Ilario con riferimento anche al territorio di Filiano, attraverso la presentazione delle due ricerche antropologiche-culturali di Donato Antonio Telesca: “Sant’Ilario, Storia, Tradizione, Arte” e “Sant’Ilario, Rito, Etnografia, Mito”, in cui troviamo una descrizione del borgo che si mostra come microcosmo culturale, il quale riflette la dimensione culturale più ampia delle diverse realtà urbane afferenti la cosiddetta “Nazione aviglianese”. Una prospettiva antropologica che prova a dare una spiegazione possibile delle ritualità, tutte al femminile, legate alla maternità con forme di promozione della fertilità e abbondanza e dalla valenza apotropaica.

Donato Antonio Telesca - figura ecclettica originaria della piccola frazione di Sant’Ilario - con l’accompagnamento del maestro Marco Di Meo alla chitarra, suonerà alcune ballate raccolte nei suoi due album musicali “Sant’Ilario Vita Nova” e “Ai Castelli di Sant’Ilario”, delineando e decantando attimi di vita vissuti che fanno parte di una quotidianità, sicuramente arcaica e genuina.

Interverranno la presidente della Pro Loco, Maria Santarsiero e il sindaco di Filiano Francesco Santoro. Introdurrà la serata l’operatore di biblioteca Vito Sabia mentre le letture saranno a cura di Donatella Oppido, vicepresidente della Pro Loco.

venerdì 28 febbraio 2020

Tutte le poesie di Leonardo Sinisgalli in libreria


POTENZA - A pochi giorni dal suo “compleanno” sarà disponibile il 3 marzo in tutte le librerie d’Italia il volume che raccoglie “Tutte le poesie” di Leonardo Sinisgalli, ripubblicate da Mondadori tra gli Oscar Baobab e curate da Franco Vitelli dell’Università di Bari, cui è affidata anche l’introduzione al testo. Nel volume, i cui diritti sono stati acquistati grazie al contributo del Fondo etico di Bcc Basilicata, confluiscono le raccolte Cuore (1927) prima opera giovanile in autoedizione, le mondadoriane Vidi le Muse (1943), I nuovi Campi Elisi (1947), La vigna vecchia (1956), L'età della luna (1962), Il passero e il lebbroso (1970), Mosche in bottiglia (1975), Dimenticatoio (1978), ma anche le Imitazioni dall’Antologia Palatina (1980), Come un ladro (1979) e Più vicino ai morti (1980)

L’opera è un viaggio attraverso le diverse stagioni poetiche e umane di Sinisgalli, a cominciare dalla sua raccolta “preistorica”, Cuore, nella quale per molto tempo non si è riconosciuto. Una poesia sempre più impura, contaminata con la prosa, e che somma reale e immaginario, come sintetizzato nella celebre formula teorizzata da Sinisgalli, a+bj (“dove a e b sono quantità reali e j l’unità immaginaria”).

Consacrato poeta da Ungaretti, in diverse raccolte Sinisgalli mette in versi la sua vicenda autobiografica, attraverso un recupero mitico della terra natia, la stessa di Orazio, che è anche il luogo della sua speciale epifania poetica. La storia personale e universale – dalla guerra allo sbarco sulla luna, con l’avvento della tecnologia - lascia tracce nei suoi versi, facendosi specchio di dilemmi e tormenti. Lo spartiacque dei cinquant’anni e della piena maturità artistica, danno il via a un nuovo corso, con una composizione che diventa breve e frammentaria. Un segnale di crisi, percepito nelle ultime raccolte come perdita dell’energia vitale e dell’ispirazione poetica, coincidente con la morte della moglie, Giorgia De Cousandier.

A chiusura del volume Vitelli - che Sinisgalli volle espressamente quale curatore delle sue poesie, iniziando in tal senso un lavoro insieme - inserisce una ricca sezione dedicata alle notizie filologiche sulle raccolte e sui testi, di cui ricostruisce la storia, corredandola della descrizione delle testimonianze manoscritte di cui ha notizia, con l’obiettivo di suscitare una “partecipazione suggestiva all’officina di Sinisgalli”.

Con la pubblicazione delle Poesie, si completa la trilogia mondadoriana aperta dal Furor Sinisgalli e proseguita con la raccolta dei Racconti. Una straordinaria operazione culturale, di cui si ringrazia l’erede, Ana Maria Lutescu, fortemente voluta dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli e dalla Mondadori che dopo oltre 40 anni restituisce alla collettività le principali sfaccettature di un personaggio complesso e multiforme come Leonardo Sinisgalli, dando concretezza alla profezia, che lo stesso poeta aveva auspicato nella sua epigrafe: “Risorgerò fra tre anni / o tre secoli tra raffiche / di grandine nel mese / di giugno”.

giovedì 27 febbraio 2020

Ateneo Musica Basilicata: annullato e rimandato il concerto del 1 Marzo dal titolo "First/Principal"

POTENZA - Ateneo Musica Basilicata comunica che, a causa dell’indisponibilità della solista, M° Laura Marzadori, 1° Violino del Teatro alla Scala di Milano, il concerto di domenica 1 MARZO 2020 dal titolo “FIRST/PRINCIPAL” inserito nella XXXIII Stagione Concertistica è stato annullato e rimandato a data da destinarsi.

lunedì 24 febbraio 2020

Unibas, rinviata cerimonia inaugurazione Anno accademico scuola Beni Archeologici di Matera

POTENZA - In relazione all’ordinanza del Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, sulle “Misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019”, l’Università degli Studi della Basilicata ha deciso di rinviare a data da destinarsi la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2019/2020 della Scuola di specializzazione in Beni archeologici, che avrebbe dovuto svolgersi domani, 25 febbraio 2020, a Matera. Si tratta, si precisa dall’Ateneo lucano, di una decisione presa per “l’elevato numero di ospiti attesi alla cerimonia, e provenienti da molte aree d’Italia”. 

L’Università della Basilicata inoltre – in una nota interna della Rettrice, Aurelia Sole – ha chiesto all’intera comunità universitaria di sospendere le iniziative che prevedono la partecipazione di ospiti provenienti dalle regioni indicate nell’ordinanza del Governatore lucano, Vito Bardi. Successive disposizioni sulle attività didattiche e gestionali dell’Università della Basilicata saranno rese note alla comunità universitaria e ai cittadini attraverso i canali ufficiali di Ateneo.

A Potenza "L’Unibas verso l’Agenda 2030: confronto sulle strategie per lo sviluppo sostenibile"


POTENZA - "L'Unibas verso l'Agenda 2030: confronto sulle strategie per lo sviluppo sostenibile" è il titolo dell'incontro organizzato a Potenza, lunedì 24 febbraio (Campus Macchia Romana, ore 11.30, nella sede del Comincenter) per discutere degli obiettivi stabiliti dalle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile.

All'incontro partecipano la Rettrice dell'Università della Basilicata, Aurelia Sole, e il portavoce dell’ASviS e già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Enrico Giovannini. Sono previsti gli interventi di Giuseppe Romaniello (Direttore generale Unibas), Patrizia Falabella (Prorettore alla didattica), Piero Lacorazza (Direttore Fondazione Appennino), e Severino Romano (docente di Economia Ambientale).

Coordina Nicola Cavallo (Prorettore al Public Engagement). Nel 2015 l'Onu ha approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e i 17 "sustainable development goals", articolati in 169 target, da raggiungere entro il 2030. L'incontro è organizzato dall'Ateneo lucano, in collaborazione con l'ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) e la Fondazione Appennino. (L'incontro sarà trasmesso in streaming sui canali social e youtube di Ateneo)

domenica 23 febbraio 2020

Tra arte, cinema ed economia: a Matera la convention 2020 di IBA


MATERA - Cosa accomuna per un giorno Matera, il genio artistico di Salvador Dalì e quello cinematografico di Michele Placido? Può sembrare strano, ma è un’azienda culturale, nata da un’idea di Danilo Gigante. È la Città dei Sassi, già capitale europea della cultura 2019 a ospitare la convention internazionale 2020 della IBA, la International Broker Art, capace di abbinare le principali forme di arte visiva – ossia cinema e pittura – per una giornata di formazione aziendale decisamente fuori dal comune.

A fare gli onori di casa Danilo Gigante, il direttore di IBA Pasquale Crispino e l'Onorevole Nicola Acunzo, attore e presidente dell'intergruppo parlamentare Cinema e Arti Visive in rappresentanza del Comitato Scientifico. I dipendenti dell’azienda e gli illustri ospiti hanno alternato momenti di formazione e di convention aziendale durante i quali sono stati illustrati i nodi focali di un modello di business innovativo e originale, che fosse in grado di abbinare l’arte e la supply chain. Il percorso artistico espositivo parte dallo straordinario genio pittorico di Salvador Dalì. La mostra “La persistenza degli Opposti” è stata organizzata all’interno del Complesso rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci, nel cuore del centro storico di Matera, dalla Salvador Dalì Universe, associazione rappresentata dal consigliere d’amministrazione Ferrarotti. Ed è proprio l’arte il fil rouge della convention, da proporre al grande pubblico attraverso cospicui interventi economici. L’intento dell’International Broker Art resta la nobile iniziativa di valorizzare gli artisti contemporanei e di renderli maggiormente accessibili ad un pubblico nazionale prima e globale poi.

L’IBA si prefigge infatti l’obiettivo di richiamare collezionisti d’arte e finanziatori all’interno di un unico grande progetto culturale all’insegna di un valore da tramandare nel mondo, attraverso mostre ed eventi museali. Una sfida importante, che l’azienda vuole accettare per diventare protagonista del mondo italiano dei dealer e per trasmettere a tutti la passione per l’arte in un momento storico particolarmente delicato, in cui la storia dell’arte sta per essere soppressa dall'insegnamento dell'obbligo.

Ad impreziosire la convention, la presenza di Michele Placido, maestro del cinema nazionale, che ha apprezzato l’evento in ogni suo momento, ringraziando pubblicamente Danilo Gigante: “Tu oggi sei il mio Maestro – ha sostenuto l’attore e regista – perché stai dimostrando come una straordinaria economia culturale possa essere generata da una fantastica mostra di Dalì, da un originale modello di business e dalla fantastica terra di Matera”. Dalla Basilicata si alza forte un segnale per l’Italia intera: valorizzare l’arte si può, ed è possibile anche comunicarla alla popolazione in maniera efficace attraverso la promozione sul territorio.

sabato 22 febbraio 2020

Unibas: l'Ateneo verso l'Agenda 2030, il 24 febbraio a Potenza confronto sulle strategie per lo sviluppo sostenibile


POTENZA - "L'Unibas verso l'Agenda 2030: confronto sulle strategie per lo sviluppo sostenibile" è il titolo dell'incontro organizzato a Potenza, lunedì 24 febbraio (Campus Macchia Romana, ore 11.30, nella sede del Comincenter) per discutere degli obiettivi stabiliti dalle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile. All'incontro partecipano la Rettrice dell'Università della Basilicata, Aurelia Sole, e il portavoce dell’ASviS e già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Enrico Giovannini. Sono previsti gli interventi di Giuseppe Romaniello (Direttore generale Unibas), Patrizia Falabella (Prorettore alla didattica), Piero Lacorazza (Direttore Fondazione Appennino), e Severino Romano (docente di Economia Ambientale). Coordina Nicola Cavallo (Prorettore al Public Engagement). Nel 2015 l'Onu ha approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e i 17 "sustainable development goals", articolati in 169 target, da raggiungere entro il 2030. L'incontro è organizzato dall'Ateneo lucano, in collaborazione con l'ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) e la Fondazione Appennino.

Anche Tito scalo avrà la sua piazza: sabato l’inaugurazione

TITO SCALO - Anche i cittadini di Tito scalo avranno finalmente la propria piazza. Sabato 22 febbraio sarà infatti inaugurata Piazza della Repubblica, uno spazio urbano che sorge lì dove c’era il piazzale della stazione. Realizzata dal Comune di Tito con propri fondi di bilancio, per un importo complessivo dei lavori pari a 406 mila euro, l'opera è stata progettata dagli architetti Antonella Santarsiero e Giovanna Salvatore di Induestudio e realizzata, in sette mesi, dall'impresa Mauro Mario Savino srl. La nuova piazza si inserisce in un ampio intervento di riqualificazione che interessa un’area di 2600 metri quadri e si suddivide in tre zone con usi distinti: una a carattere totalmente pedonale, pavimentata con un lastricato di pietra chiara; una struttura in acciaio corten che contiene la pensilina della fermata bus, concepita come elemento architettonico di grande valenza semantica per caratterizzare sia la sua funzione sia l’area riqualificata; uno spazio misto a servizio della stazione ferroviaria. Una fontana e il passaggio pedonale di attraversamento della strada riconnettono dunque allo zona della chiesa in un continuo architettonico e visivo.

“Oggi Tito scalo è un nucleo sempre più popolato, che pretende dignità urbana e infrastrutture sociali perché da anni non è più esclusivamente un nucleo industriale e produttivo, a cui spesso viene frettolosamente associato, ma un territorio complesso che va riorientato da un attento lavoro di pianificazione”, commenta il sindaco di Tito Graziano Scavone. “Sin dall’inizio del precedente mandato, questo territorio e i sui cittadini sono stati al centro della programmazione e dell’azione amministrativa, come abbiamo dimostrato. Siamo fieri di consegnare quest’opera alla comunità – aggiunge Scavone – per continuare prontamente il processo di riqualificazione”.

La cerimonia di benedizione del parroco don John Kennedy Selvaraju e il taglio inaugurale sono previsti alle ore 18.15. Poco prima, con inizio alle 17.30, ci saranno i saluti istituzionali del sindaco Graziano Scavone, del presidente della provincia di Potenza Rocco Guarino, del presidente dell’associazione Matera Ferrovia Nazionale Nicola Pavese e del direttore territoriale Rfi Napoli Giulio Del Vasto. Interverranno anche l’assessore regionale Donatella Merra e il senatore Salvatore Margiotta, sottosegretario di Stato per le infrastrutture e i trasporti. Nei locali del pub birreria Binario 74, situato nei pressi della nuova piazza, è stata infine allestita la mostra “Presenze delle ferrovie dello Stato in Basilicata”, che verrà inaugurata a margine della cerimonia e resterà esposta per dieci giorni.

venerdì 21 febbraio 2020

Shéhérazade: 'Le Mille e una Notte' a Potenza

VENOSA - Il nono concerto della 33ª stagione concertistica di Ateneo Musica Basilicata sarà dedicato all’esplorazione del legame tra musica e letteratura. Protagonista la famosa attrice di teatro Paola Pitagora che racconterà, attraverso i testi elaborati da Donatella Donati e tratti dalla celebre raccolta di novelle arabe Le Mille e una Notte, alcune delle storie che l’affascinante principessa Shéhérazade inventò per salvarsi dalla crudeltà del Sultano Re di Persia, Shahryar.

L’omonima suite del compositore russo Nicolai Rimsky-Korsakov costituirà lo sfondo musicale attraverso la preziosa interpretazione a quattro mani dei pianisti Marco Sollini e Salvatore Barbatano. Quattro i racconti selezionati, appositamente ri-adattati ed elaborati da Donatella Donati, alternati ad altrettanti momenti musicali fortemente descrittivi, Il Mare e la nave di Sinbad; La leggenda del Principe Kalendar; Il giovane Principe e la giovane Principessa, Festival a Baghdad; Il Mare.

Lo scontro della nave contro una scogliera sormontata da un Cavaliere di Bronzo per uno spettacolo incantevole ed emozionante che condurrà gli spettatori nel mondo magico del sogno.

giovedì 20 febbraio 2020

Cambiamenti climatici e vulcani: due seminari Unibas per il Piano delle lauree scientifiche

POTENZA - Le cause e le possibili azioni per affrontare i cambiamenti climatici, e la pericolosità dei vulcani nell’Italia meridionale sono gli argomenti di due seminari, organizzati nell’ambito delle attività del Piano Lauree scientifiche (Pls) di Geologia 2019-2020, che si svolgeranno a Potenza, nel Campus di Macchia Romana, il 21 e il 28 febbraio. Venerdì 21 febbraio (ore 15, aula Leonardo), la ricercatrice Lucia Pappalardo (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Vesuviano di Napoli) parlerà di “Pericolosità e rischio vulcanico: i vulcani attivi dell’area napoletana”. I principali argomenti di ricerca di Pappalardo hanno riguardato lo studio dei magmi, la ricostruzione dei meccanismi e degli effetti delle eruzioni passate attraverso studi vulcanologici e archeologici e la modellazione analogica e numerica di eruzioni e valutazione del rischio vulcanico. 

Venerdì 28 febbraio (aula A4, edificio 3A, ore 15), invece, il ricercatore e climatologo Antonello Pasini (Istituto sull’Inquinamento Atmosferico, Cnr di Roma) affronterà il tema “Cambiamenti climatici: cause, impatti, azioni possibili”. Esperto di teoria dei sistemi complessi e di tecniche di intelligenza artificiale, Pasini dalla fine degli anni ’80, ha cominciato a occuparsi di modellistica meteo-climatica, con un’attenzione particolare al superamento dei limiti mostrati dai modelli dinamici nella previsione locale a breve scadenza e nelle ricostruzioni/proiezioni globali e regionali a lunga scadenza. Parallelamente alla ricerca, Pasini nell’ultimo decennio ha intrapreso un’attività divulgativa sul tema del clima e dei suoi cambiamenti, con particolare attenzione alla divulgazione delle sue caratteristiche di sistema complesso e dei metodi che la scienza contemporanea adotta per studiarne le proprietà e il comportamento. Le attività seminariali, organizzate dai docenti del corso di laurea in Scienze Geologiche, sono indirizzate a tutti gli interessati alle tematiche delle Geoscienze.