Visualizzazione post con etichetta eventi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta eventi. Mostra tutti i post

mercoledì 18 novembre 2020

Giornata internazionale contro violenza alle donne, incontro Crpo

POTENZA - La commissione ha promosso un webinar che si svolgerà il 25 novembre alle ore 17.30

“Donne e violenza, quando la narrazione diventa contrasto”. E’ questo il tema dell’incontro online promosso dalla Commissione regionale pari opportunità della Regione Basilicata e dal Consiglio regionale in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne.

Previsti i saluti di Carmine Cicala, Presidente del Consiglio regionale, Donatella Merra, assessora regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Carmela Carlucci e Dina Sileo, consigliere regionali, Ester Fedullo, VicePrefetto Vicario di Potenza e Francesca Leanza, Portavoce Questore di Potenza.

Al webinar interverranno Giovanna Ferrari, scrittrice e attivista. madre di Giulia Galiotto, Stefania Prendi, giornalista e scrittrice, Roberta Bruzzone, criminologa, Franca Maria Bellomusto, psicologa del consultorio Asm di Policoro e Viviana Verri, Sindaca di Pisticci. Le conclusioni sono affidate a Margherita Perretti, Presidente della Crpo. Modera la giornalista Cinzia Grenci.

Diritti dei minori, il Garante organizza incontro

POTENZA - “In occasione della prossima Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 20 novembre, ho inteso promuovere un convegno sui Diritti dei minori che ora più che mai devono essere all’attenzione di tutti noi”. Lo comunica il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza, Vincenzo Giuliano che aggiunge: “L’emergenza epidemiologica in atto non deve farci arretrare di un millimetro sul garantire a ciascun minore i diritti fondamentali per il proprio benessere”.

“Molte istituzioni, a cui va fin d’ora il mio ringraziamento – dice - hanno accolto l’invito a partecipare a questo momento di riflessione a cui si aggiungono le associazioni componenti il Comitato consultivo del Garante, il direttivo dell’Associazione lucana tutori volontari, l’Ordine degli assistenti sociali e l’Ordine degli psicologi”.

L’evento si terrà su piattaforma google meet al seguente link: meet.google.com/myx-cnbn-fou a partire dalle ore 15:30 e vede anche la collaborazione del Progetto “Monitoraggio della tutela volontaria per minori stranieri non accompagnati in attuazione dell’art. 11, legge n. 47/2017 (PROG-2342)”.

venerdì 6 novembre 2020

Eventi per la giornata internazionale contro la violenza di ogni genere


In continuità con le iniziative promosse nell'ambito del manifesto “Un Patto per le Donne”, nel mese di novembre la consigliera regionale di parità, Ivana Pipponzi, organizza un ciclo di approfondimenti tematici in occasione della imminente Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza di genere prevista per il prossimo 25 novembre.

“Attraverso il ciclo di seminari dal titolo ‘25x5’, tutti in modalità streaming - dichiara la consigliera di parità - si intende porre l'accento sulla necessità di affrontare le tematiche in ottica di genere, non solo durante le giornate calendarizzate a livello internazionale, con l'intento di ‘produrre’ quell'effetto moltiplicatore, affinché si parli più frequentemente dei temi legati alle donne e alle loro necessità, anche in relazione all'emergenza pandemica che stiamo vivendo. L’emergenza Coronavirus, infatti, ci ha imposto un nuovo modo di diffondere la cultura di genere. La pandemia ha modificato i suoi paradigmi e chi ha fatto riflettere su nuovi metodi per promuovere le tematiche di genere. Noi non possiamo e non dobbiamo rimanere ferme e lo facciamo organizzando 5 seminari tematici a partire dal prossimo 17 novembre con il primo appuntamento dal titolo ‘Donne e Pandemia. L'impatto del Covid-19 in ottica di genere’. A seguire il 23 novembre l'Associazione Telefono Donna terrà l’iniziativa ‘Violenza di genere: numeri e scenari del 2020. I dati dell'Associazione’. Il giorno seguente, in collaborazione con l'Ordine degli Avvocati di Potenza, la Consigliera di Parità coordinerà i lavori di un webinar per avvocati dal titolo: ‘La violenza di genere: fenomenologia, contrasto e protezione delle vittime’. Detta ultima iniziativa ha avuto il patrocinio della Scuola Superiore di Magistratura, costituendo modulo formativo per gli stessi Magistrati del Distretto lucano”.

“Nella giornata del 25 novembre – prosegue Pipponzi - verrà presentata una mostra virtuale concernente il Contest fotografico ‘Donne e smart working’, ispirato all'attuale situazione di emergenza che le donne lavoratrici stanno vivendo in questo delicato momento. Fino al 20 novembre 2020 è possibile, infatti, partecipare al concorso – Contest fotografico ‘Donne e smart working’, inviando all'indirizzo mail: consiglieraregionaleparita@regione.basilicata.it una o più foto per raccontare le nuove modalità di lavoro. Tutte le foto pervenute contribuiranno alla realizzazione di un video – racconto / mostra fotografica virtuale sullo smart working dal punto di vista delle donne che verrà presentato il prossimo 25 novembre in occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza di genere. Inoltre, le 12 fotografie più significative daranno vita al calendario 2021. Il ricavato della vendita del calendario sarà totalmente devoluto all'Associazione Telefono Donna che attraverso il suo Centro Antiviolenza e la casa rifugio Casa delle Donne Ester Scardaccione offrono ascolto, sostegno, ospitalità alle donne vittime di violenza”.

L'ultimo appuntamento previsto il 28 novembre in collaborazione con Arcigay Basilicata si focalizzerà su "I bisogni di salute delle persone transessuali: la cura di sé contro stigma e violenza".

giovedì 29 ottobre 2020

Lucca Changes e Matera Film Festival 2020: la mostra “Sassi, Nuvole e Lupi” chiude con un evento live sul canale Youtube

 MATERA - Domenica primo Novembre alle 16,00 sul canale Youtube di LUCCA CHANGES, sarà trasmesso l’evento live conclusivo della mostra SASSI, NUVOLE E LUPI (24 settembre – 1°Novembre), organizzata da APT Basilicata e dal Matera Film festival e promossa da LUCCA CHANGES (Lucca Comics & Games) in collaborazione con la Sergio Bonelli Editore. L’evento fa parte della programmazione ufficiale di LUCCA CHANGES, l’edizione 2020 di Lucca Comics & Games, il festival più importante in Europa dedicato al fumetto, al gioco, al videogioco, alla narrativa fantasy, e alle serie TV. 

Previsto in un primo momento come una 4 giorni di discussioni e incontri in parallelo con il festival di Lucca, il finissage è stato ridefinito dagli organizzatori che hanno spostato tutto online, concentrando l’attività in un unico giorno. La recrudescenza della pandemia da coronavirus e le conseguenti disposizioni legislative adottate per contenere la diffusione dell’epidemia non hanno lasciato altra scelta.

Focus principale dell’incontro sarà una riflessione sul rapporto tra Matera, il cinema e il fumetto in relazione ai contenuti della mostra: le tavole del fumetto “Dampyr” ambientato a Matera e realizzato dello sceneggiatore Giorgio Giusfredi e del disegnatore Alessio Fortunato, e le tavole del libro “PASOLINI 1964 – Oltre Matera e il Mediterraneo” di Maurizio Camerini e Giuseppe Palumbo. 

All’appuntamento interverranno i due autori dell'albo bonelliano, l’artista Giuseppe Palumbo e l’art director del Matera Film Festival, Silvio Giordano, moderati da Giuseppe Lamola de “Gli Audaci”, gruppo pugliese di critici e divulgatori della cultura del fumetto.

“SASSI, NUVOLE E LUPI”, 24 settembre 2020 –  Primo novembre 2020

La mostra “Sassi, Nuvole e Lupi”, è stata promossa da LUCCA CHANGES (Lucca comic &Games), in collaborazione con Sergio Bonelli Editore e organizzata da APT Basilicata e dal Matera Film Festival. La mostra è suddivisa in due spazi: nel primo, in anteprima assoluta, sono esposte le tavole, ambientate proprio a Matera, della serie a fumetti “Dampyr” di Alessio Fortunato e la serie a fumetti Martin Mystere di Giuseppe Palumbo; nel secondo spazio sono esposte le tavole del libro PASOLINI 1964 – Oltre Matera e il Mediterraneo di Maurizio Camerini e Giuseppe Palumbo. Il libro unisce le tavole a colori di Giuseppe Palumbo con i testi di Maurizio Camerini e Alessandro Manna, che dialogano con le foto inedite di Mimì Notarangelo, scattate sul set del film Il Vangelo secondo Matteo.

Alla mostra e al connubio fra Matera Film Festival e Lucca Comic & Games è stato dedicato l’incontro svolto il 26 settembre presso l’Open Space Mediateca dal titolo: CAMPFIRE LUCCA CHANGES “Sassi, Nuvole e Lupi”.

Il Matera Film Festival - prima edizione 2020

Il Matera Film Festival è organizzato dall’Associazione Making-of in collaborazione con l’associazione Camera con vista. I promotori hanno ricercato nei diversi linguaggi cinematografici la finestra sul mondo in cui possono convivere in armonia le tradizioni millenarie della Città e le spinte postmoderne e innovative dell’audiovisivo. “Il Matera Film Festival – dichiarano i presidenti del festival, Anna Rita Del Piano e Dario Toma, insieme al direttore artistico Nando Irene – incarna idealmente il motto di Matera Capitale della Cultura Europea 2019 – Open Future  -  senza dimenticare che nel 1993 l’Unesco ha riconosciuto la Città patrimonio mondiale dell’Umanità – per l’eccezionale continuità storica che si è conservata intatta fin da portare l’Età della Pietra alle porte della modernità nello sviluppo di un sistema insediativo in perfetta simbiosi con la natura”.

Dietro le quinte del Matera Film Festival c’è una squadra di professionisti del settore che ha deciso di mettersi in gioco e di investire sul futuro di Matera e non solo. C’è un’idea dell’Italia alternativa, che non ha bisogno di sussidi fine a sé stessi, ma cerca risorse volano di crescita e sviluppo sostenibile. 


venerdì 23 ottobre 2020

Voce Spettacolo Film Festival di Matera 2020: Premio Best Web Serie per “In famiglia all’improvviso”

MATERA - In famiglia all’improvviso”, web fiction in 10 puntate di Christian Marazziti, si è aggiudicata il Premio Best Web Serie nel corso della cerimonia di premiazione online di domenica 18 ottobre del Voce Spettacolo Film Festival di Matera, concorso che promuove il lavoro di giovani talenti e di autori di cinema provenienti dall’Italia e dall’estero e che quest’anno è giunto alla sua terza edizione. Al confine tra dramma e commedia, “In famiglia all’improvviso” cambia la narrativa sul tumore del polmone, portando l’attenzione sull’impatto che la malattia ha sulla famiglia, coinvolta accanto al paziente nelle varie fasi del percorso di cura.

Interpretata da Christian Marazziti, Federico Tocci, Fabrizio Nardi, Silvia Mazzotta, Angelica Massera, Andrea Amato, Diego Tricarico, Nico Di Renzo, Maurizio Mattioli, Pierluigi Stella e Gianluca Brundo la web fiction è il fulcro della campagna d’informazione In famiglia all’improvviso. Combattiamo insieme il tumore del polmone, un progetto promosso da Salute Donna Onlus, Salute Uomo Onlus e WALCE – Women Against Lung Cancer Europe onlus, con il supporto non condizionato di MSD Italia, che ha l’obiettivo di far conoscere il percorso diagnostico e terapeutico del tumore del polmone che negli ultimi anni si è evoluto grazie ai progressi scientifici. 

“In famiglia all’improvviso” è una fiction nella fiction: Fernando, regista fuori dal giro, che riceve la proposta di realizzare un docufilm per raccontare l’impatto del tumore del polmone nella vita di una famiglia. Dopo aver messo insieme un cast di attori semifalliti come lui, si stabilisce con loro nella villa dove l’ingegner Carlo, il paziente, abita con moglie e figlio. Tra iniziali diffidenze, ironie, momenti di commozione, comincia un viaggio di reciproca scoperta e avvicinamento tra la famiglia e gli attori, in un’altalena di paure, speranze, rivelazioni che si concluderà con una nuova consapevolezza sulla malattia e le vere priorità della vita.

«Sono veramente molto felice che la web fiction della nostra campagna abbia vinto questo Premio, è un ottimo risultato – dichiara Annamaria Mancuso, Presidente di Salute Donna Onlus e Salute Uomo Onlus – iniziative come “In famiglia all’improvviso” rivestono un ruolo di rilievo nell’informare i pazienti e tutta la popolazione. La vera novità della web fiction è che testimonia da dentro il vissuto della persona malata e della famiglia travolta all’improvviso dalla comparsa del tumore».

«È un piacere vedere che la web fiction sia stata apprezzata perché non tratta solamente i temi della prevenzione e dei fattori di rischio ma racconta il percorso di cura che attende un paziente e i suoi familiari – spiega Silvia Novello, Professore ordinario Oncologia Medica, Università degli Studi di Torino - Dipartimento di Oncologia, Responsabile SSD Oncologia Polmonare, AOU San Luigi Gonzaga di Orbassano e Presidente WALCE onlus – il cambiamento terapeutico nel tumore del polmone è ormai talmente rapido e costante che l’informazione sia in ambito scientifico ma anche del pubblico può essere complicato, per questo il cinema che incontra l’oncologia è sicuramente un ottimo metodo perché consente di trasmettere un messaggio puntuale e adeguato con un linguaggio comprensibile al pubblico».

«Siamo molto soddisfatti di questo risultato e di questo riconoscimento ottenuto dal Festival – sottolinea Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato MSD Italia – MSD, forte della propria visione olistica nell’approccio ai tumori, è orgogliosa di sostenere con convinzione “In famiglia all’improvviso”, campagna che ha il grande pregio di cambiare radicalmente la narrativa sul tumore del polmone, aprendo uno spiraglio di positività e indicando che oggi c’è una strada che pazienti e familiari possono percorrere insieme, soprattutto quando si hanno a disposizione informazioni adeguate lungo tutte le tappe del percorso».


giovedì 22 ottobre 2020

Matera: rinviato il festival del cinema documentario 'Storie Parallele'

 

MATERA - È stata rinviata la terza edizione del Festival del Cinema Documentario Storie Parallele prevista per i giorni 23/24/25 ottobre 2020 a Salandra, in provincia di Matera.

Con l’entrata in vigore dell’ultimo Dpcm del 18 ottobre 2020, le cui nuove misure avrebbero impedito di svolgere al meglio le attività in programma, si procederà a una  riorganizzazione degli eventi. La direzione artistica della kermesse, insieme a tutto lo staff, è già al lavoro alla ricerca di un nuovo assetto che possa consentire la diffusione degli short doc in concorso e il normale svolgimento delle attività della giuria, al fine di decretare l’opera vincitrice per ciascuna categoria (miglior documentario, miglior regia, miglior fotografia, miglior montaggio a cui si aggiunge il premio speciale della giuria).

Rinviato, per i motivi sopra elencati e per garantire la sicurezza dei numerosi partecipanti che vi avrebbero aderito, anche il tanto atteso Cammino dei Calanchi.

lunedì 19 ottobre 2020

3a edizione del Voce Spettacolo Film Festival di Matera, i premiati della serata conclusiva

MATERA - Si è conclusa ieri sera la 3a edizione del Voce Spettacolo Film Festival con la cerimonia di premiazione trasmessa in Prima Visione da Matera sulla pagina facebook di Voce Spettacolo.

A presentare la Cerimonia di Premiazione gli attori materani Walter Nicoletti e Brunella Lamacchia. Regia di David Cinnella. Assistente alla regia Fabian Alejandro Romero. Segretari di Produzione Vito Nicoletti e Michele Valente.

La rassegna cinematografica, fondata e prodotta dall’Associazione Culturale “Voce Spettacolo” di Matera, è ideata e diretta dall’attore materano Walter Nicoletti e nasce con l'obiettivo di focalizzare l’attenzione sulla scoperta di giovani talenti nonchè promuovere il lavoro di autori di cinema provenienti dall’Italia e dal resto del Mondo.

 "Il Covid non ha fermato i nostri sogni – dichiara Nicoletti – perchè la nostra rassegna, giunta alla 3a edizione, intende ogni anno accendere i riflettori sulla settima arte a Matera. Sono suddivisi in sei sezioni i film, documentari, cortometraggi, serie web, videoclip e drone video pervenuti da Italia, Stati Uniti, Germania, Russia, Spagna, Svizzera e Francia. La nostra kermesse di carattere internazionale si pone l’obiettivo di creare una contaminazione tra differenti linguaggi espressivi e creativi per raccontare la settima arte”.

In concorso alla 3a edizione presenti celebrità di fama nazionale ed internazionale tra cui i registi Christian Marazziti, Carla Riccio Cobucci, gli attori Francesco Paolantoni, Antonella Ponziani, Tony Sperandeo, Igor Petrenko, premiato da Vladimir Putin, Elena Sever, star della musica russa, Tony Buba, regista americano di origini lucane nonchè fratello del celebre Pat Buba, storico montatore di Al Pacino (Heat-La Sfida, Wilde Salomè) e tanti altri.

Ma veniamo ai vincitori. Nella prestigiosa categoria BEST FILM vince PILGRIM opera del regista Barshak Aleksandr. Nel cast le star russe Igor Petrenko ed Elena Sever. Nella categoria BEST SHORT a spuntarla è PUSH OUT di Marco D'Andragora. Un corto che sottolinea la drammaticità della vita di chi soffre di anoressia e bulimia.  Con BEST DOCUMENTARY ci spostiamo in Svizzera con la vittoria di STROMBOLI, opera del regista Hanspeter Aliesch. Nella categoria VIDEOCLIP vince NEET di Alessandro Freschi. BEST WEBSERIE è assegnato a IN FAMIGLIA ALL'IMPROVVISO di Christian Marazziti. Il BEST DRONE VIDEO va a 2 YEARS ALONE di Bashir Abu Shakra. Il Premio GIURIA WEB viene assegnato al corto L'ATTESA di Angela Bevilacqua, grazie anche ad un'interpretazione magistrale dell'attrice Lucianna De Falco. 

Nella categoria BEST EDITING vince HAMBACHERS di Claudio Marziali e Leonora Pigliucci. Il premio BEST ACTOR viene conferito a Francesco Paolantoni per QUI PRO QUO. Antonella Ponziani riceve il premio come BEST ACTRESS per il corto PUSH OUT. Il premio come BEST DIRECTOR è conferito a Carla Riccio Cobucci per il documentario UN BATTITO DI CIGLIA, prodotto da Rai Parlamento. BEST CINEMATOGRAPHY è assegnato al documentario NESSUN NOME NEI TITOLI DI CODA di Simone Amendola, con protagonista Antonio Spoletini. HONORABLE MENTION per il regista TONY BUBA, americano di origini lucane nonchè fratello del celebre Pat Buba, storico montatore di Al Pacino (Heat-La Sfida, Wilde Salomè) e tanti altri. 

Numerose le celebrità che hanno fanno parte della Giuria Web della kermesse: Valeria Altobelli, Antonella Salvucci, Nicola Timpone (Patron Marateale), Tommaso Martinelli (Gironalista e Autore Tv), Luca Liguori (Direttore Editoriale Moviplayer.it), Marika Frassino (Attrice), Lorella Ridenti (Direttore Settimanale ORA), Francesco Fiumarella (Autore e Direttore del Premio Internazionale Vincenzo Crocitti), Lavinia Bruno (La7), Caterina Milicchio (Attrice), Federica Bertoni (Conduttrice televisiva), Enrico Sanchi (Direttore Life&People Magazine), Lorena Baricalla (Etoile, Attrice e Cantante internazionale), Berta Corvi, Francesca Piggianelli (RomArtEventi-Cinecittà Studios), Cinzia Diddi (Stilista), Elena Parmegiani (Direttrice Coffè House Palazzo Colonna Roma), Silvia Kal (Attrice-Los Angeles), Argelia Curiel (Attrice-Los Angeles), Tiziana De Giacomo (Attrice), Joanna Longawa (Giornalista), Michelle Morell (Attrice), Carlotta Galmarini (Attrice), Mor Cohen (Produttrice, Attrice, Direttrice Associata New York Film Awards), Licia Gargiulo (Giornalista), Jeannine Marie Guiylard (Giornalista Fra Noi Magazine – New York), Pamela Quinzi (Stilista), Emanuela Del Zompo (Giornalista), Armando Lostaglio (Critico Cinematografico), Francesco Di Silvio (Produttore), Gaetano Russo (Artista e Scenografo), Danilo Leo Lazzarini (Consulente Storico e Attore), Valentina Sorice (Attrice), Valentina Gemelli (Attrice), Vicky Maria Catalano (Attrice), Giada Dovico (Attrice), Allison Soro (Influencer), Sofia Valleri (Modella), Juan Pablo Arroyo (Regista), Alissa Huzar (Attrice), Francesca Vitaliani (Conduttrice televisiva), Valentina Stredini (Attrice e doppiatrice) e Silvia Silvestri (Giornalista – Basilicata Notizie).

La bellezza della settima arte il filo rosso che ha attraversato l’intera cerimonia di premiazione, modulando le emozioni attraverso la visione di racconti divenuti aggregatori tematici, a cui si è affiancata l’attenzione verso il cinema nazionale ed internazionale, unitamente al connubio con la doverosa opera di sensibilizzazione su temi così delicati e complessi. E così l’obiettivo è stato raggiunto anche in questa 3a edizione, quello di regalare alla Città dei Sassi una serata unica.

sabato 17 ottobre 2020

Premiati i vincitori del Premio Giornalistico 'Angelo Maria Palmieri'

POTENZA - Si è tenuta ieri, giovedì 15 ottobre, presso Castello Orsini ad Avezzano, la cerimonia di premiazione dei vincitori della 9^ edizione del Premio Giornalistico Nazionale "Angelo Maria Palmieri".

La giornalista de L’Espresso, Linda Dorigo, ha vinto con l’articolo dal titolo “Per dimenticare la guerra è nata la città delle donne. Benvenuti a Jinwar”. Al secondo posto i giornalisti Nicola Teofilo e Riccardo Pieroni, per l’elaborato “Gli abitanti di Via della Casa Comunale” pubblicato sul sito futura.news. Al terzo gradino del podio il giornalista Claudio Caldarelli, per l’articolo pubblicato su stampacritica.org dal titolo “Donne senza dimora: Madonne?”.

Una menzione speciale è stata assegnata al servizio realizzato dalla giornalista Linda Caglioni, in collaborazione con la videomaker Marta Fiorin, in onda su “Rainews24” intitolato “Bosnia, i figli (dimenticati) della guerra”.

La cerimonia di premiazione ha visto la partecipazione di: Stefano Maiandi consigliere di FIABA onlus; Giuliana Marrocco presidente dell’Associazione culturale “Angelo Maria Palmieri”; Stefano Pallotta presidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo; Giuseppe Sanzotta ex direttore ed editorialista del Il Tempo.

La cerimonia è stata presentata dalla giornalista Orietta Spera; sono intervenuti l’attore Corrado Oddi e il preside del liceo classico “A. Torlonia” Pasquale Del Pinto.

Il concorso, ogni anno, cresce e migliora come numero e come qualità: per l'edizione di quest'anno sono pervenuti più di ottanta tra elaborati e video-servizi tv, pubblicati o mandati in onda su prestigiose testate giornalistiche.

Insieme a FIABA, hanno contribuito all'organizzazione del Premio l'Associazione culturale Angelo Maria Palmieri, l'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo, la Fondazione Carispaq e Assicurazioni Generali Agenzia di Avezzano di Mario, Cesidio e Carlo Di Marco. Con il patrocinio della Regione Abruzzo e del Comune di Avezzano.

mercoledì 14 ottobre 2020

Matera ricorda Fellini a 100 anni dalla nascita


Anche la città di Matera parteciperà alle celebrazioni per il centenario di Federico Fellini (1920-2020) con un’iniziativa dedicata al grande cineasta, organizzata dal Circolo La Scaletta, che si svolgerà sabato 17 ottobre alle 18, presso il cinema “Il Piccolo”.

L’omaggio al genio di Fellini si aprirà con un incontro a cui parteciperanno Oscar Iarussi, saggista e critico cinematografico, autore del libro “Amarcord Fellini. L’alfabeto di Federico” Il Mulino, 2020 e il regista e sceneggiatore Giuseppe G. Stasi. Un viaggio nell’alfabeto dei sogni del regista riminese dalla A di Amarcord alla V di Vitelloni, passando per la D di Dolce Vita, la E di Ekberg e la G di Giulietta, alla scoperta della poetica felliniana e della straordinaria vita dell’artista, attraverso film, aneddoti, metafore e personaggi. Affreschi di un’Italia del passato, in grado di svelare ancora molto del nostro presente.

Dopo il dibattito, moderato dalla giornalista Milena Manicone, sarà proiettata la versione restaurata di “Prova d’orchestra”, pellicola di Fellini di 70 minuti, prodotta per la Rai nel 1979, uno spaccato fondamentale dell’Italia di quegli anni d’incertezza, paure e voglia di futuro, perfetta allegoria della società contemporanea.

L’iniziativa è realizzata con il patrocinio del Comune Matera e del Comitato delle celebrazioni per il Centenario di Fellini, in collaborazione con Rai Cinema, Cineteca di Bologna, Cinema “Il Piccolo” e Libreria Di Giulio.

Per partecipare è necessario prenotarsi inviando un messaggio whatsapp al numero 335.8146438. Le attività si svolgeranno nel rispetto della vigente normativa anti-Covid

martedì 13 ottobre 2020

Obiettivo Globale: svelata a Palazzo Merulana l'opera di Marco Tamburro dedicata al premio Oscar Vittorio Storaro

La fisionomia del globo terrestre impressa sull'obiettivo di una macchina fotografica che, a sua volta, 'inquadra' lo skyline di una città nordamericana: si chiama "Obiettivo Globale" ed è l'opera su tela realizzata dall'artista contemporaneo Marco Tamburro dedicata al direttore della fotografia Vittorio Storaro. 

E' stata svelata sabato sera (10 ottobre) alla presenza di Storaro e di Tamburro, nell'ambito di “Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce”, la mostra foto-cinematografica (fino al 1 novembre a Palazzo Merulana, via Merulana 121) che racconta, attraverso la fotografia, il lavoro di ricerca figurativa compiuto nei primi 50 anni di carriera di Vittorio Storaro, tre volte Premio Oscar - per Apocalypse Now di Francis Ford Coppola, per Reds di Warren Beatty e per L’ultimo Imperatore di Bernardo Bertolucci.

Da oggi, dunque, di fianco alle 70 installazioni presenti a Palazzo Merulana - tra “cavalletti luminosi”,  cine-fotografie originali e dipinti che hanno ispirato la ricerca figurativo-cinematografica - ci sarà anche l'omaggio che l'artista romano Tamburro ha voluto dedicare a Vittorio Storaro. "Quello che ho voluto raffigurare è una lente sul mondo, un'opera che imprime su tela la carriera straordinaria del Maestro Vittorio Storaro", ha spiegato Tamburro a margine della presentazione. "Ho voluto omaggiare Storaro e il suo lavoro perché sono un grande appassionato di cinema (io stesso ho scritto la sceneggiatura e il soggetto di un Film, "Alcol") e di fotografia: il Maestro incarna entrambe le mie passioni", ha concluso.


domenica 11 ottobre 2020

Potenza: al via la VIIª edizione di 'Rainbow, il Cinema LGBT'

POTENZA - Martedì 13 ottobre con la proiezione del film “La diseducazione di Cameron Post" di Desiree Akhvan, (film vincitore del Gran Premio della Giuria del Festival di Sundance) prende il via la VIIª edizione di "Rainbow, il Cinema LGBT+”, la rassegna dedicata alle rappresentazioni delle identità di genere e di orientamento sessuale organizzata da Zer0971 associazione di Promozione Sociale in collaborazione con Agedo, associazione di genitori, parenti e amici di persone omosessuali.

La rassegna quest’anno fa parte delle numerose iniziative previste dal progetto Together Against Discrimination realizzato dall’aps “Le Rose di Atacama” con il contributo dell’UNAR.

Seguiranno il 20 ottobre le proiezioni: “Torri, checche e tortellini” con la presenza del regista Andrea Adriatico per poi concludersi il 27 ottobre con la proiezione del film “The Constitution, due insolite storie d’amore”.

Tutte le proiezioni si terranno al CineTeatro 2 Torri di Potenza alle ore 21 con ingresso libero.

La manifestazione è resa possibile grazie al lavoro delle tante persone che credono in una Potenza inclusiva e aperta al dialogo delle differenze.

Cameron Post è una studentessa di liceo con un grande segreto: la cotta per l'amica Coley, della quale nessuno deve venire a conoscenza, poiché da quando i genitori della ragazza sono morti lei è cresciuta con la zia Ruth, assidua lettrice della Bibbia convinta che l'omosessualità sia una malattia. Quando dunque Cameron viene scoperta a fare sesso con Coley durante il ballo di fine anno, zia Ruth la spedisce dritta dritta al God's Promise, un centro religioso di "diseducazione" all'omosessualità.

Gli ospiti del centro, tutti adolescenti attratti da persone del loro stesso sesso, vengono "riprogrammati" partendo dal presupposto che essere gay sia peccato e che l'età adulta sia la stagione in cui ci si deve disfare di tutto quanto di trasgressivo si è commesso durante l’adolescenza.

'La diseducazione di Cameron Post' è basato sul best seller omonimo di Emily Danforth, che ha rivelato l'esistenza di queste realtà "educative" tollerate dalle autorità statunitensi, anche se al loro interno i diritti umani diventano "privilegi" da conquistarsi al prezzo della negazione della propria identità.

Martedì 13 ottobre con la proiezione del film “La diseducazione di Cameron Post" di Desiree Akhvan, (film vincitore del Gran Premio della Giuria del Festival di Sundance) prende il via la VIIª edizione di "Rainbow, il Cinema LGBT+”, la rassegna dedicata alle rappresentazioni delle identità di genere e di orientamento sessuale organizzata da Zer0971 associazione di Promozione Sociale in collaborazione con Agedo, associazione di genitori, parenti e amici di persone omosessuali.

La rassegna quest’anno fa parte delle numerose iniziative previste dal progetto Together Against Discrimination realizzato dall’aps “Le Rose di Atacama” con il contributo dell’UNAR.

Seguiranno il 20 ottobre le proiezioni: “Torri, checche e tortellini” con la presenza del regista Andrea Adriatico per poi concludersi il 27 ottobre con la proiezione del film “The Constitution, due insolite storie d’amore”.

Tutte le proiezioni si terranno al CineTeatro 2 Torri di Potenza alle ore 21 con ingresso libero.

La manifestazione è resa possibile grazie al lavoro delle tante persone che credono in una Potenza inclusiva e aperta al dialogo delle differenze.

Cameron Post è una studentessa di liceo con un grande segreto: la cotta per l'amica Coley, della quale nessuno deve venire a conoscenza, poiché da quando i genitori della ragazza sono morti lei è cresciuta con la zia Ruth, assidua lettrice della Bibbia convinta che l'omosessualità sia una malattia. Quando dunque Cameron viene scoperta a fare sesso con Coley durante il ballo di fine anno, zia Ruth la spedisce dritta dritta al God's Promise, un centro religioso di "diseducazione" all'omosessualità.

Gli ospiti del centro, tutti adolescenti attratti da persone del loro stesso sesso, vengono "riprogrammati" partendo dal presupposto che essere gay sia peccato e che l'età adulta sia la stagione in cui ci si deve disfare di tutto quanto di trasgressivo si è commesso durante l’adolescenza.

'La diseducazione di Cameron Post' è basato sul best seller omonimo di Emily Danforth, che ha rivelato l'esistenza di queste realtà "educative" tollerate dalle autorità statunitensi, anche se al loro interno i diritti umani diventano "privilegi" da conquistarsi al prezzo della negazione della propria identità.

giovedì 8 ottobre 2020

Il cuore nei sassi Utic Scientific Culture 2020


MATERA - Oltre sessanta relatori parteciperanno il 9 e 10 ottobre 2020 a Matera al focus sulle Terapie Intensive Cardiologiche (UTIC). Il convegno, che si svolgerà in presenza e nel pieno rispetto delle norme anti-Covid 19, è la seconda edizione de Il cuore nei Sassi -UTIC scientific culture 2020. Organizzato e promosso dal responsabile della Struttura semplice dipartimentale UTIC dell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera e responsabile scientifico del convegno, il dottor Michele Clemente, l’incontro ha l’obiettivo di fare il punto sullo stato delle UTIC di Puglia e di Basilicata e di cercare di ottimizzare ed uniformare i processi clinici decisionali.

Nel corso delle due giornate di studio, che si svolgeranno nell’ampia sala congressi del Matera Hotel a Borgo Venusio, verranno analizzati e confrontati i dati relativi a quattro delle più importanti UTIC HUB di Puglia e Basilicata: l’UTIC di Matera, di Potenza, del Ospedale San Paolo di Bari e di quella dell’Università di Bari. 

In particolare saranno confrontati i dati relativi al numero di ricoveri complessivi, della mortalità e della prognosi dell’infarto del miocardio distinta per sesso ed età.

“Dal punto di vista scientifico il Congresso di svilupperà su tre direttrici principali - spiega il responsabile della Struttura semplice dipartimentale UTIC dell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera e responsabile scientifico del convegno, il dottor Michele Clemente - affronteremo, come primo argomento, l’analisi della pandemia Covid-19 da un punto di vista cardiologico sia per ciò che concerne il peso delle malattie cardio-vascolari sul rischio di morte di un paziente affetto da infezione da Covid-19, sia dal punto di vista della riorganizzazione del dipartimento d’emergenza. Proseguiremo con l’analisi dei principali quadri clinici acuti delle patologie cardiovascolari con particolare riguardo all’Infarto del miocardio e allo Shock cardiogeno e tratteremo infine un approfondimento sulla diagnostica avanzata con uno sguardo al futuro attraverso il confronto tra esperti a riguardo dell’Eco-3D, Tac coronarica, Rmn cardiaca, Ivus e Oct. Come UTIC di Matera - prosegue il dottor Clemente - porteremo anche i dati che abbiamo raccolto da gennaio a giugno 2020. L’analisi dei dati, fatta salva la difficoltà di confronto con l’anno precedente, dimostra un ulteriore miglioramento di tutti gli indici funzionali di Reparto. 

Pur registrando una riduzione dei ricoveri, di 31 pazienti, in considerazione della limitazione dei posti letto, il tasso di occupazione, l’indice di rotazione e di turnover del posto letto sono migliorati e soprattutto è stata ridotta la degenza media che scende a 3,7 gg (nel 2019 era del 4.1 giorni) Il numero di pazienti con diagnosi di infarto del miocardio è stato complessivamente di 246 (68,9%) (274 nel 2019 pari al 69,9%), risultato in linea con l’obiettivo principale della U.O.S.D. e che dimostra la capacità di gestire con rapidità i pazienti che giungono al centro HUB di Matera. E - conclude il dottor Clemente - nonostante le difficoltà di cui sopra il numero dei decessi è stato stabile rispetto all’anno precedente: 15 su 357 pazienti, pari al 4,2%. Nel 2019 avevamo avuto 16 decessi su 388 pazienti pari al 4,1%, il tasso di mortalità 2019 e primo semestre 2020 è inferiore alla media nazionale che è del 6%”.

La segreteria organizzativa del convegno Il cuore nei Sassi -UTIC scientific culture 2020 è affidata a Allmeetings, che ne ha curato anche l’accreditamento ECM. La partecipazione alle due giornate consentirà di acquisire n. 17,0  crediti formativi per n. 100 partecipanti tra medici con qualsiasi specializzazione e infermieri.


mercoledì 7 ottobre 2020

A Potenza la presentazione delle nuove Carte da gioco “Lucanum”

POTENZA - Nella suggestiva cornice del Museo archeologico nazionale della Basilicata di Potenza si terrà la presentazione delle nuove carte Lucanum, carte francesi ripensate in chiave lucana per valorizzare il territorio regionale.

L’evento moderato dalla giornalista Emanuela Calabrese, alla presenza delle istituzioni regionali e locali, avrà luogo a Potenza alle ore 17.30 venerdì 9 ottobre presso la Sala del Cortile del Museo Archeologico Nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu”, con gli interventi di Rocco Franciosa presidente regionale Pro Loco Unpli Basilicata Aps, Pierfranco De Marco, Consigliere Nazionale Unpli Basilicata, Vito Santarcangelo amministratore della Pmi Innovativa iInformatica e ideatore del progetto ed Alessandro D'Alcantara, grafico innovativo della società iInformatica e artista del progetto.

«Valorizzare la nostra terra con il suo patrimonio materiale e immateriale, culturale, storico e ambientale - sottolinea Rocco Franciosa Presidente regionale Pro Loco Unpli Basilicata Aps - è la mission alla base della sinergia fra Lucanum, progetto della Pmi Innovativa iInformatica S.r.l.s., e il mondo del volontariato delle Pro Loco che ha visto già la realizzazione del gioco da tavola Lucanum con le Pro Loco della Basilicata che ha riscontrato notevole successo».

«Le carte - afferma Vito Santarcangelo, amministratore Pmi Innovativa iInformatica - declinano fra semi e figure elementi caratteristici di Avigliano, Ferrandina, Grumento Nova, Matera, Montescaglioso e Potenza insieme al metapontino con la fragola candonga e agli incantevoli boschi lucani del pollino e appennino con i prodotti del sottobosco».

Oltre alla presentazione del progetto ci sarà la consegna ufficiale di una scatola ad ogni Pro Loco Unpli della Basilicata. Le carte Lucanum sono acquistabili sul sito internet www.lucanum.it al costo di 12,90 euro per la scatola comprensiva dei due mazzi o presso le principali librerie di Matera e Potenza.

martedì 6 ottobre 2020

La biblioteca di Potenza: l'11 ottobre iniziative per la "Domenica di carta"


POTENZA - "Libri per l'anima. La Biblioteca diocesana di Potenza si presenta": è il titolo dell'iniziativa promossa per la mattina di domenica prossima, 11 ottobre, in occasione della manifestazione nazionale "Domenica di carta", dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Basilicata e dalla stessa Biblioteca diocesana.

Si tratta, è spiegato in un comunicato, di "un percorso questo che, riagganciandosi idealmente all'attuale situazione pandemica, intende proporre un breve ma intenso viaggio in una antica 'clinica dell'anima': così infatti, anticamente, erano considerate le biblioteche. Nel corso della mattinata, nell'atrio del Palazzo vescovile di Potenza, saranno effettuate tre visite guidate per gruppi non superiori a dieci persone, alle ore 9.15, 10.30 e 11.45". Le prenotazioni "obbligatorie, devono essere tempestivamente comunicate alla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Basilicata via mail (sab-bas@beniculturali.it) o telefonicamente (0971.24868; 339.5235764)". (ANSA).

Al via a Matera la decima edizione del Festival Internazionale Fisarmonicistico


MATERA - Si rinnova la fortunata formula dei concerti d’apertura della rassegna nella Città dei Sassi e, dopo mesi di concerti online e di orchestre virtuali, la decima edizione del Fadiesis Accordion Festival propone con responsabile cautela un’edizione sul campo con dieci appuntamenti fra la Basilicata e il Friuli - Venezia Giulia.

Come da consuetudine, il secondo fine settimana di ottobre segna l’apertura a Matera del festival internazionale fisarmonicistico. La rassegna, ideata nel 2011 dall’ associazione musicale Fadiesis di Pordenone e che dal 2012 unisce la città lucana e molteplici città friulane all’insegna della riscoperta e rivalutazione dello strumento a mantice, si apre con due concerti - venerdì 9 e sabato 10 ottobre - a Palazzo Viceconte a Matera.

“In un tempo di grande difficoltà per la musica dal vivo abbiamo voluto osare organizzando la decima edizione del nostro Festival - spiega Gennaro Loperfido, referente a Matera del Fadiesis Accordion Festival - nel pieno rispetto delle norme anti - Covid 19, invitiamo il pubblico a un incontro con la musica, a tornare a godere di esecuzioni dal vivo. E lo facciamo presentando due concerti che rientrano appieno nella mission della manifestazione: far conoscere alla grande platea una dimensione poco nota della fisarmonica, oltre i limiti della tradizione popolare, alla quale questo strumento “giovane” con meno di due secoli di storia, è universalmente associato e valorizzare i giovani talenti. Il tutto seguendo la parola d’ordine di questa decima edizione: Incontri”.

Unire persone e idee, portando nuova linfa alla musica attraverso il confronto umano e artistico; ritrovare l’energia vitale del pubblico, il Fadiesis Accordion Festival del 2020 vuol coltivare lo spirito dell’incontro e il primo concerto a Matera s’intitola proprio: Incontri sonori.

Venerdì 9 ottobre, con ingresso alle 19:45 per le procedure anti-Covid e inizio alle 20:30, a Palazzo Viceconte si esibirà il duo Marco Gemelli alla fisarmonica e Antonio D’Antonio al violoncello. Tra classicità, modernità e note del grande cinema, con un programma musicale che abbraccia composizioni di Mátyás Seiber, Gorka Hermosa, Ennio Morricone, Astor Piazzolla, i due interpreti accompagneranno il pubblico in un seducente e poco conosciuto territorio d’incontri sonori tra il violoncello e la fisarmonica.

Sabato 10 ottobre, con ingresso alle 19:45 per le procedure anti-Covid e inizio alle 20:30, sempre a Palazzo Viceconte, il secondo concerto porta a esibirsi a Matera uno tra i massimi interpreti della fisarmonica: il Maestro Cesare Chiacchiaretta. L’omaggio in musica a grandi compositori tra America Latina ed Europa: da Carlos Gardel ad Astor Piazzolla, da Richard Galliano a Ennio Morricone, sarà arricchito dagli archi degli ensemble Solisti Lucani e Fadiesis di Pordenone. Una formazione d’archi, composta da giovani musicisti lucani e friulani, che sarà diretta dal Maestro Giuseppe Salatino.

“La Vecchia Europa incontra il Nuovo Mondo, la Basilicata incontra il Friuli Venezia Giulia. L’edizione del Fadiesis Accordion Festival 2020 è caratterizzata dagli incontri- prosegue Gennaro Loperfido - come il fortunato incontro con l’Associazione Matè e con l’hotel Palazzo Viceconte che apre i suoi spazi alla fisarmonica, alla musica e che ci offre un’occasione in più d’incontro: al termine di ogni concerto pubblico e musicisti brinderanno insieme per ricostruire quel legame che ben hanno spiegato i lavoratori nel settore dello spettacolo dal vivo nella loro lettera aperta dello scorso aprile, quella stretta connessione che unisce chi produce con le comunità che di arte – e quindi di vicinanza, di scambio, di ricerca costante di bellezza e armonia – si nutrono”.

Il Festival Internazionale Fisarmonicistico, che proseguirà a Pordenone e in Friuli Venezia Giulia dal 16 ottobre al 14 novembre, confidando che la situazione sanitaria sarà tale da poterlo permettere, avrà ulteriori appuntamenti nel Fadiesis Accordion Festival Outside in Slovenia, in Svizzera e fino al lontano Giappone, dove per la prima volta approderà il Festival, coronando un progetto con il mondo nipponico lungamente coltivato in Italia e soprattutto a Matera dove nel 2019 è stato realizzato in collaborazione con EU-Japan Fest nell'ambito del programma di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

“Nonostante le oggettive difficoltà di questo terribile anno - conclude Gennaro Loperfido - abbiamo moltiplicare le forze per non privare il pubblico dell’appuntamento con il Fadiesis Accordion Festival. Ancora una volta il nostro sforzo organizzativo - ricorda Gennaro Loperfido - è supportato da finanziamenti privati, aziende leader in campo internazionale del mondo della climatizzazione e del benessere ambientale che, unite nel claim: Il clima che fa cultura”, sponsorizzano la rassegna fisarmonicistica”.

lunedì 5 ottobre 2020

Gal Start 2020: la Basilicata protagonista tra cinema e arte

 


MATERA - La Basilicata è sempre stata terra di cinema, offrendo le sue location, a partire dal secondo dopoguerra, alle produzioni cinematografiche, autentica e amata da registi italiani e stranieri come Lina Wertmüller, Pier Paolo Pasolini, Gabriele Salvatores, Mel Gibson, Cary Fukunaga.

Il Gal Start 2020 in collaborazione con CineParco Tilt/Concreto presenta le tre giornate del Cinema, viaggio e Basilicata il 7, 10 e l’11 ottobre 2020 da una costa all’altra, dai Calanchi alla Luna a Marte fino ai paesaggi dell’anima e alla Magia.

 “Basilicata Cineturismo Experience”, l’innovativo progetto del Gal Start 2020, nato nel 2014, da una felice intuizione di Giuseppe Lalinga con il supporto artistico e progettuale del regista Giuseppe Marco Albano, tiene insieme cinema, cultura, turismo e autenticità e pone al centro l’esperienza cinematografica per la valorizzazione e promozione del territorio.

Questa edizione, pur mantenendo come punto di riferimento il rapporto tra cinema e territorio, esplorerà il viaggio, non più, in chiave esclusivamente turistica, ma sviluppando le sue molteplici espressioni e sfaccettature. Il viaggio è, infatti, uno dei temi privilegiati del racconto cinematografico.

Tre giorni - ha dichiarato il presidente del GAL START 2020 Leonardo Braico - alla scoperta di Scanzano Jonico, Tursi, Pisticci e Colobraro, attraverso un percorso ad alta intensità emozionale tra cine passeggiate, incontri, proiezioni in anteprima con artisti, astronomi, esperti di cinema, musicisti, operatori culturali e la presenza dell’attore Paolo Briguglia tra i protagonisti del film “Basilicata coast to coast” di Rocco Papaleo.

La manifestazione prevede un ricco programma di appuntamenti, di seguito il calendario dettagliato:

07 OTTOBRE 2020

SCANZANO JONICO

h 16:30 / Piazza A. Gramsci

Cine passeggiata “Sulle tracce di – Basilicata coast to coast” con l’attore Paolo Briguglia.

TURSI

h 19:30 / Cinema parrocchiale

Cine Talk “Cinema.Viaggio.Basilicata”

Intervengono:

Salvatore Cosma – Sindaco di Tursi

Leonardo Braico – Presidente Gal Start 2020

Pasquale Morisco - Consigliere CDA GAL START 2020

Vittorio Restaino – Autorità di gestione del PSR Basilicata 2014/2020

Salvatore Verde – Lucana Film Commission

Domenico Romaniello – Direttore Gal Percorsi

Giuseppe Lalinga – Direttore Gal Start 2020

Modera: Fabio Morici

Fabio Morici dialoga con l’attore/autore Paolo Briguglia

Musiche da film: Alessio Giove – Rita Ciccarone

Cine Visioni Proiezione del film – “Basilicata coast to coast”. In sala l’attore Paola Briguglia

10 OTTOBRE 2020 

PISTICCI

h 16:30 / Calanchi di Pisticci

Cine passeggiata “Viaggio sulla Luna. I calanchi location per film di fantascienza” percorso a cura dell’esperto Armando Corridore e l’astronomo Pippo Bianco.

h 19:30 / Agriturismo “Il Calanco”

Cine Talk “Cinema.Viaggio.Basilicata”

Intervengono:

Viviana Verri – Sindaco di Pisticci

Leonardo Braico – Presidente Gal Start 2020

Giuseppe Lalinga – Direttore Gal Start 2020

Armando Corridore – Editore, esperto di cinema di fantascienza

Pippo Bianco – Astronomo/Centro di Geodesia Spaziale di Matera

Modera: Fabio Morici

11 OTTOBRE 2020 

COLOBRARO

h 16:30/Centro Storico

Cine passeggiata “Sulle tracce magiche della città”.

h 19:30 / Chiostro Convento

Cine Talk “Cinema.Viaggio.Basilicata”. 

Intervengono:

Andrea Bernardo – Sindaco di Colobraro

Nicola Caruso – Vice presidente Gal Start 2020

Rosanna De Pizzo – Consigliere CDA Gal Start 2020

Ferdinando Mirizzi – Docente Unibas

Anna Elena Viggiano – Consulente Gal Start 2020

Piergiorgio Quarto – Presidente della III Commissione Attività Produttive, Territorio e Ambiente Regione Basilicata

Cine Visioni Prima assoluta dei 5 cortometraggi sul tema della magia in Basilicata realizzati da 5 filmmaker under 35 nell’ambito del progetto di residenza cinematografica “Sud e magia” prodotto da Allelammie Film e Siae Per chi Crea/Mibact


martedì 29 settembre 2020

Matera: la Polizia celebra San Michele Arcangelo


MATERA - Il 29 settembre la Polizia di Stato celebra il suo Santo Patrono San Michele Arcangelo.
La cerimonia a Matera avrà luogo domani alle ore 11 nella Basilica Cattedrale Maria SS. della Bruna, sita in questa Piazza Duomo, dove sarà celebrata la Santa Messa in Suo onore, presieduta dall’Arcivescovo della diocesi di Matera e Irsina, S.E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo.

La celebrazione liturgica si terrà alla presenza delle Autorità locali, dei rappresentanti delle altre Forze di Polizia, del personale dipendente della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno e dei relativi familiari.

La cerimonia nazionale, invece, si è svolta questa mattina nella Basilica di San Pietro, dove il Segretario di Stato Vaticano, Cardinale Pietro Parolin, ha officiato la Santa Messa alla presenza del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, del Capo della Polizia Franco Gabrielli e del Capo della Gendarmeria vaticana Gianluca Gauzzi Broccoletti.

Il 29 settembre 1949 San Michele Arcangelo fu proclamato patrono e protettore della Polizia da Papa Pio XII, per la naturale assonanza con la missione assolta, con professionalità ed impegno, da tutti i poliziotti, chiamati ogni giorno ad assicurare il rispetto delle leggi, l’ordine e la sicurezza dei cittadini e che trova la sua sintesi nel motto “Sub lege libertas”.

A questo impegno costante la Polizia di Stato unisce anche la straordinaria funzione di soccorso ed assistenza pubblica rappresentata, nel suo stemma araldico, con la doppia fiaccola incrociata.

La celebrazione si è svolta questa mattina e non il 29, giorno della ricorrenza del Santo, poiché connessa all’udienza speciale che, oggi, Papa Francesco ha riservato alle donne e agli uomini della Polizia di Stato in occasione del 75° anniversario dell’Istituzione dell’Ispettorato di pubblica sicurezza “Vaticano”, l’ufficio della Polizia di Stato che vigila sulla sicurezza di piazza San Pietro e garantisce la tutela del Santo Padre, in tutti i suoi spostamenti nel territorio italiano.

lunedì 28 settembre 2020

Unibas: fino al 30/9 convegno internazionale 'LiFE 2020 - Lucania between Film and Ecology'


POTENZA - Si tiene on-line il Convegno Internazionale “Lucania between Film and Ecology. Bodies, Environments, Representations” (Lucania tra cinema ed ecologia. Corpi, ambienti, rappresentazioni), trasmesso dal 21 al 30 settembre 2020 sul sito predisposto dall’Università degli Studi della Basilicata (http://web.unibas.it/life2020/). Organizzato dal Dipartimento di Scienze Umane dell’Ateneo lucano, il convegno LiFE 2020 si propone di esplorare le complesse relazioni tra Basilicata (e più in generale il Mezzogiorno d’Italia), cinema ed ecologia, cercando di identificare e sottolineare forme e modalità attraverso le quali i contesti storici, culturali e sociali urbani e rurali sono stati e possono essere variamente espressi e rappresentati. 

Proprio in tal senso il concetto generale di mondo cinematografico è stato assunto come orizzonte ermeneutico all'interno del quale la ricerca ecocritica può esaminare non solo diversi modi di rappresentare la realtà, ma anche i più svariati processi di senso e significato con cui la realtà stessa può essere ripensata e trasformata. In tale prospettiva, le immagini in movimento vanno interpretate anche come un potente mezzo di trasformazione ed elaborazione di nuovi modi di interpretare e abitare il mondo. Il Convegno si propone dunque di considerare il cinema come un vero e proprio mezzo di riflessione ecocritica e filosofica sulla realtà regionale della Basilicata e sul Sud del nostro Paese, sulla sua storia, le sue genti e il suo territorio.Il Convegno prevede quattro Sessioni tematiche: Storia, memorie, identità; Luoghi, paesaggi, relazioni; Viaggi, percorsi, narrazioni; Conflitti, traumi, ricostruzioni.

Mercoledì 30 settembre presentazione della ricerca “Matera 2019, impatto economico e sociale"


MATERA - Sarà presentata nel corso di una conferenza stampa, alla presenza del Sindaco Raffaello de Ruggieri e dei due candidati Sindaco Rocco Sassone e Domenico Bennardi, la ricerca “Matera 2019, impatto economico e sociale. Scenari e idee per gestire l’eredità ed il rilancio post COVID-19”.

Lo studio, commissionato dal Comune, è stato realizzato dalla SRM services, società del gruppo Intesa San Paolo.

I contenuti del rapporto saranno illustrati dal direttore di srm services, Massimo De Andreis, e dal coordinatore del gruppo di ricerca, Salvio Capasso.

Lomuti: convegno internazionale sulla riabilitazione della persona in ambiente carcerario


ROMA - Il Senatore Lomuti, il Ministro Bonafede e l’Ambasciatore di pace Prem Rawat in un convegno internazionale in Senato su la rieducazione del condannato per correggere la propensione alla antisocialità.

Ogni persona che entra in carcere rappresenta un fallimento della società, riscattare le persone che hanno fatto un errore e farle diventare parte produttiva è un successo della collettività.

Questo è l’investimento che lo Stato deve fare per contribuire ad allontanare il rischio di recidiva e di cui può beneficiarne la società.

Questi i temi affrontati nella conferenza internazionale organizzata in Senato dal Senatore Lomuti, dedicata al ‘Programma di educazione alla pace’, con la partecipazione e l’intervento del Ministro della Giustizia Bonafede e di Prem Rawat, Ambasciatore di Pace che ha avuto riconoscimenti anche in Basilicata, la cui fondazione ha ideato e realizzato il programma di riabilitazione indirizzato alle persone in ambiente di reclusione.

Nel nostro ordinamento la funzione rieducativa della pena trova il suo riconoscimento nella Carta Costituzionale, nell’art. 27, a questo fine, viene considerato fondamentale promuovere un percorso educativo volto a stimolare una crescita della consapevolezza nella prospettiva di un reinserimento nella società, perché spesso alla base di un agire deviante vi è la poca consapevolezza di sè.

Il Programma di Educazione alla Pace, indirizzato agli ambienti di detenzione e di recupero è un progetto per la formazione di cittadini consapevoli capace di portare cambiamenti positivi nei comportamenti dei detenuti, una maggiore collaborazione e una riduzione del tasso di recidiva, concorrendo alla riabilitazione sociale ed individuale, mediante la possibilità di riflettere sul valore della vita, sulla dignità, sulla pace, sull’importanza di essere capaci di fare scelte consapevoli.

Il Ministro Bonafede ha riconosciuto l’importanza del Progetto, perché può favorire nei detenuti “un percorso di ripensamento sui propri comportamenti, di assunzione di responsabilità e acquisizione di nuova consapevolezza, in funzione del rientro in società”.

Nel nostro Paese il progetto rivolto al mondo carcerario è già stato implementato con successo in carceri, alcune comunità e istituti di recupero italiani.

Il Programma di educazione alla pace ha riscosso successo a livello internazionale, con percorsi riabilitativi realizzati nelle strutture carcerarie di diversi Paesi europei, in Sud Africa, India, Stati Uniti, Asia e Sud America.

Il Convegno seguito in diretta in tutto il mondo ha offerto l’opzione di un’esperienza educativa, capace di formare cittadini consapevoli e aperti alla speranza di una vita migliore.

Il Senatore Arnaldo Lomuti ha affermato che "questo Programma deve essere pienamente recepito a livello istituzionale, visti i gli esiti positivi conseguiti in ambito sociale e soprattutto penitenziario.

Lo Stato ha il compito di porre in essere le condizioni per offrire una seconda opportunità a chi ha sbagliato e ha scontato la pena inflitta con la volontà di riscattarsi e ripartire onestamente, nel rispetto dei valori della convivenza civile".