martedì 22 settembre 2020

Unibas: il 22 settembre in Campus Matera si svolgerà l'inaugurazione della mostra di Sebaste


MATERA - A Matera, martedì 22 settembre 2020 nel Campus universitario (ore 17.30), sarà inaugurata la mostra di Salvatore Sebaste: dopo il taglio del nastro è previsto un incontro che sarà aperto dai saluti di Aurelia Sole (Rettrice Università della Basilicata), Ferdinando F. Mirizzi (Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo), Vito Bardi (Presidente Regione Basilicata), Patrizia Minardi (Regione Basilicata. Ufficio Sistemi Culturali e turistici), Raffaello De Ruggeri (Sindaco uscente di Matera), Domenico Raffaele Tataranno (Sindaco di Bernalda), Francesco Canestrini (Soprintendenza Archeologia Belle Arti e al paesaggio della Basilicata), Antonio Nicoletti (Direttore APT Basilicata), e Paolo Emilio Stasi (Presidente Circolo La Scaletta). Interverranno Mariadelaide Cuozzo (Storica e critica di arte Contemporanea, Unibas), Antonella Guida (Coordinatrice corso di Architettura, Unibas) e Giuseppe Corvino (Ingegnere delle Telecomunicazioni).

La collezione MatematicArt racconta un affascinante viaggio nella storia della matematica attraverso 23 pittosculture. Le opere realizzate tra il 2013 e il 2015, traducono in forme visive il linguaggio matematico degli ultimi 22.000 anni: dalle tacche incise sull’osso di Ishango a Pitagora, Platone ed Euclide, dalla Proporzione Divina fino alle scoperte dei famosi matematici come Eulero, Gauss, Fourier e Nash. Sebaste scompone le forme secondo la migliore tradizione delle avanguardie: con impasti di colore e pennellate plastiche, le masse assumono notevole capacità espressiva, concretezza e linguaggio pittorico capace di costruire figure continuamente cangianti, che suscitano curiosità e interesse. Tutti i lavori, eseguiti con tecnica mista e trattati con resine, evidenziano entità matematiche e sono impreziositi da schede elettroniche (l’evoluzione delle tecniche) e da terrecotte che richiamano il gusto e le suggestioni delle composizioni fittili della Magna Grecia, terra d’origine del maestro Sebaste. Il percorso matematico è stato suggerito da Giuseppe Corvino, ingegnere delle telecomunicazioni, e convalidato da Piergiorgio Odifreddi, matematico e saggista.