Visualizzazione post con etichetta Cronaca. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cronaca. Mostra tutti i post

venerdì 3 maggio 2019

Truffe online: arrivano i finti regali di Google (che ovviamente non ne sa nulla)


ROMA - Tutti vorrebbero ricevere in regalo l’ultimo smartphone di grido. Ma come andiamo ripetendo da tempo noi dello “Sportello dei Diritti”, nessuno regala nulla per nulla, neanche il colosso del web Google. Ecco perché bisogna prestare la massima attenzione ai tentativi di truffa che ci pervengono attraverso innocui, ma solo in apparenza, messaggini che c’invitano a cliccare su un link per ricevere gratis addirittura un costosissimo Samsung Galaxy S10, ma che in realtà sono pericolosissimi “specchietti per le allodole” di hacker e truffatori telematici.

Se si seguono le istruzioni, infatti, non si fa altro che consentire a questi malintenzionati di accedere abusivamente ai nostri dispositivi per sottrarre dati personali o bancari. A ricordarcelo ancora una volta è la Polizia Postale, che con un altro post pubblicato sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia”, con lo screenshot di uno dei tipici messaggi cui dobbiamo far attenzione a sottolineato che: “Congratulazioni se continui sarai il prossimo utente truffato. Non crediamo ai regali e non regaliamo i nostri dati”.

Attenzione, quindi! È solo verificando ogni messaggio che giunge sui nostri apparati - rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” - che si può evitare di cadere nella trappola e quindi di farsi sottrarre dati sensibili o bancari. Nel caso siate comunque incappati nella frode potrete rivolgersi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

giovedì 2 maggio 2019

A Banzi tratti in arresto due fratelli

BANZI (PZ) - Nella città di Banzi (Potenza) i Carabinieri hanno tratto in arresto due fratelli, un 78enne e un 68enne, accusati di minaccia aggravata in concorso, lesioni personali e porto in luogo pubblico di armi od oggetti atti ad offendere, dopo che i due sono stati sorpresi dai militari dell'Arma mentre stavano aggredendo con due bastoni di legno un malcapitato di 75 anni.

domenica 28 aprile 2019

Muore folgorato a 15 anni per farsi un selfie sul tetto di un treno


CHABLE - Dramma per un quindicenne morto folgorato dopo essersi arrampicato per gioco sopra il tetto di un vagone nella stazione ferroviaria di Châble. La tragedia si è consumata poco dopo le 15.50 del 27 aprile, riferisce la polizia vallesana in una nota. Il ragazzo era salito su uno dei due convogli fermi in stazione.

Gravemente ferito, le sue condizioni sono apparse subito disperate ed è stato trasportato in ospedale, a Sion, dove è spirato. È stata aperta un'inchiesta per chiarire i fatti e per capire come sia stato possibile che quel ragazzo sia riuscito a sfuggire ai controlli e a raggiungere il tetto del treno. Da quanto si ipotizza, il ragazzo si era arrampicato tutto per immortalare con un selfie la conquista del tetto del treno.

La vicenda qui raccontata sembra incredibile, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti". Nel senso che mai e poi mai vorremmo credere che qualcuno sia morto per scattarsi il selfie "perfetto". Eppure è accaduto. Perché se in fondo può essere una bella sensazione guardare il proprio selfie e accorgersi di aver dato vita a un’opera fantastica, può essere altrettanto sciocco perdere la vita per scattare un selfie che non vedremo mai. Un selfie non dovrebbe mai costare la vita a nessuno. Uno studio choc rivela che fra il 2011 e il 2017, sono morte accidentalmente 259 persone durante lo scatto di selfie.

Potenza: fermato al San Carlo per tentato furto


POTENZA - Un 61enne, residente in un comune del Napoletano, è stato fermato da un carabiniere non in servizio presso l'Ospedale San Carlo di Potenza, che aveva scoperto l'uomo mentre tentava di impossessarsi del portafogli di una donna 87enne. Poco prima, lo stesso si era impossessato di farmaci e materiale sanitario nel reparto dell'ospedale.

venerdì 26 aprile 2019

Rogo in ghetto, muore migrante a Foggia


FOGGIA - Nuovo dramma nel ghetto di Borgo Mezzanone, alle porte di Foggia, dove un giovane gambiano 26enne ha perso la vita in un incendio divampato la notte scorsa in una baracca dell'agglomerato abusivo. Non sono ancora state accertate le cause del rogo. La baracca si trova nella zona interessata dagli abbattimenti delle scorse settimane. Secondo quanto si è appreso, il corpo completamente carbonizzato della vittima, è stato scoperto solo dopo la conclusione delle operazioni di spegnimento dell'incendio.

Il 26enne era fino a poco tempo fa ospite del Cara - Centro Richiedenti Asilo che si trova esattamente accanto alla baraccopoli abusiva, ma da qualche mese era divenuto irregolare in quanto non era stata accolta la sua richiesta di asilo. Ora gli inquirenti dovranno accertare se il giovane sia morto nel sonno per i fumi sprigionati nell'incendio o per altre cause. Il gambiano è stato ritrovato steso a terra quasi completamente carbonizzato. Nei prossimi giorni potrebbe essere disposta un'autopsia per accertare le cause del decesso.

Sant'Arcangelo: denunciato un uomo per tentata truffa


SANT'ARCANGELO (PZ) - I Carabinieri hanno denunciato un 44enne napoletano per una tentata truffa nei confronti di un anziano della città di Sant'Arcangelo (Potenza). L'uomo si era spacciato per avvocato, chiedendo alla vittima la somma di 4.900 euro per poter chiudere in maniera bonaria un sinistro stradale che, a dire del finto legale, era stato provocato dal figlio dell'anziano.

mercoledì 24 aprile 2019

Metaponto di Bernalda: arrestato 25enne per possesso di droga


BERNALDA (MT) - Arrestato dalla Polizia, nella città di Metaponto di Bernalda (Matera), un 25enne gambiano, dopo essere stato trovato in possesso di un quantitativo pari ad oltre un chilo di marijuana. Il fermo del ragazzo è avvenuto durante una serie di controlli che il questore di Matera ha disposto in tutta la provincia nei giorni delle festività pasquali.

Lavello: un arresto per resistenza a pubblico ufficiale


LAVELLO (PZ) - Nella città di Lavello (Potenza), un 23enne è stato tratto in arresto dai carabinieri, accusato di resistenza a pubblico ufficiale, dopo che lo stesso ha dapprima rifiutato di fornire le generalità e i documenti di riconoscimento, poi ha spinto e infine aggredito verbalmente i militari. Il tutto è avvenuto all'interno di un bar, nel quale i carabinieri sono intervenuti dopo la denuncia del proprietario, che si era accorto del furto di alcune merendine.

lunedì 22 aprile 2019

Pasqua fatale per 27enne


di PIERO CHIMENTI - Quello che doveva essere un pranzo sereno in famiglia si è trasformato in tragedia per un 27enne di Monopoli. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il giovane era a casa dallo zio insieme ai familiari per festeggiare la Pasqua, quando un boccone di carne andato di traverso non gli ha lasciato scampo, ostruendogli le vie respiratorie e provocandogli la morte, che neanche la tracheotomia effettuata sul posto dal 118 è riuscito ad evitarla.

domenica 21 aprile 2019

A Matera arrestato un ragazzo per rapina


MATERA - E' andata male ad un 35 enne di Altamura (Bari) che aveva compiuto, lo scorso febbraio, una rapina in un negozio di scarpe della città di Matera. Il giovane è stato arrestato dai Carabinieri e si trova agli arresti domiciliari.

A Melfi arrestato un uomo per atti persecutori


MELFI (PZ) - A Melfi (Potenza), i Carabinieri hanno tratto in arresto un 47 enne, accusato di aver compiuto atti persecutori verso una donna, che era in un supermercato, e aveva notato il soggetto in questione vicino alla sua automobile. Da qui la chiamata ai militari che, dopo aver colto in flagranza di reato l'uomo, lo hanno posto ai domiciliari.

giovedì 18 aprile 2019

Potenza, tolleranza zero per gli automobilisti distratti


Tolleranza zero verso per gli automobilisti che guidano utilizzando il telefono cellulare, lo smartphone o il tablet. La Polizia stradale, dall'inizio di quest'anno, ha comunicato di aver elevato, in provincia di Potenza, un numero pari a 92 multe a carico di automobilisti che guidavano distratti da tali strumenti tecnologici.

Melfi: un arresto per sfruttamento della prostituzione

MELFI (PZ) - Obbligava la compagna a prostituirsi da quasi due anni, anche quando la donna era oramai vicina a partorire. Per questo motivo un 21enne di Melfi (Potenza) è stato tratto in arresto dai Carabinieri, dopo accurate indagini svolte nel Vulture-Melfese sotto il coordinamento dalla Procura della Repubblica di Potenza. L'accusa per l'uomo è di sfruttamento della prostituzione, atti persecutori e violenza privata.

domenica 14 aprile 2019

Melfi: sorvegliato speciale denunciato per non aver rispettato lo stop


MELFI (PZ) - Dapprima non si è fermato, dopo che la Polizia gli aveva imposto lo stop, e poi ha cercato di scappare a bordo di una moto, per le vie della città di Melfi (Potenza). Per questo motivo, un sorvegliato speciale è stato prima fermato e poi denunciato con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e di guida senza possesso di patente.

giovedì 11 aprile 2019

Potenza: arrestato un uomo per possesso di documenti falsi

POTENZA - La Polizia stradale ha arrestato un 49 enne di Capaccio (Salerno), all'interno degli uffici di Potenza della motorizzazione. L'uomo stava per domandare il rilascio di una carta di circolazione da utilizzare con un'automobile risultata rubata. L'arrestato, con precedenti penali per aver commesso dei reati contro il patrimonio e la fede pubblica, è stato accusato di possedere documenti d'identificazione falsi, dopo che ha esibito dei documenti con evidenti "incongruenze" che non hanno convinto il funzionario della motorizzazione, il quale ha chiesto alla Polizia stradale di intervenire.

mercoledì 10 aprile 2019

Montescaglioso: arrestato un uomo per sequestro di persona


MATERA - Due giorni fa (ma i militari lo hanno comunicato solo nella giornata di ieri), si sono vissuti momenti di terrore in una casa di Montescaglioso (Matera), nella quale un uomo di 42 anni si era barricato con madre e nipote. Una volta visti i Carabinieri, che erano riusciti ad entrare nell'abitazione, l'uomo ha cercato di lanciarsi dalla finestra insieme alla ragazza, ma è stato bloccato in tempo dai militari, che lo hanno arrestato, accusandolo di sequestro di persona.

Genzano di Lucania, arrestati tre giovani

POTENZA - Il 6 febbraio di quest'anno, accusati di rapina aggravata in concorso, eseguita all'interno di una tabaccheria della città di Genzano di Lucania (Potenza), i carabinieri hanno dato esecuzione a un provvedimento di fermo di indiziato di delitto per tre persone, giovanissime, un 28 enne, un 22enne e un 19enne. I tre sono tutti della città di i Palazzo San Gervasio (Potenza).

martedì 9 aprile 2019

Matera: arrestato un 38enne per violenza su convivente e figlio


MATERA - Un 38enne è stato tratto in arresto dalla Polizia, nella città di Matera, accusato di lesioni personali nei confronti della sua convivente e del figlio. Durante un litigio, l'uomo ha utilizzato un bastone della tenda per percuotere la convivente prima, e il ragazzo 16 enne, poi, dopo che quest'ultimo era intervenuto per cercare di separare i propri genitori.

Potenza, sequestrate cinque patenti di guida


POTENZA - I Carabinieri, mentre effettuavano controlli nella provincia di Potenza allo scopo di prevenzione dei reati riguardanti la circolazione stradale, per guida sotto l'effetto di alcool o droghe, hanno posto sotto sequestro cinque patenti di guida a Villa d'Agri, Montemurro, Moliterno, Brienza e Marsiconuovo.

sabato 6 aprile 2019

Potenza, rapinata una banca sotto la minaccia di un taglierino

POTENZA - Due uomini, con il viso scoperto e sotto la minaccia di un taglierino hanno messo a segno, nella giornata di ieri, una rapina in una filiale di Potenza della Banca Credem, sita in corso Umberto. Ancora non si conosce precisamente l'ammontare del bottino trafugato dai ladri. Sull'accaduto indaga la Polizia.