Visualizzazione post con etichetta Territorio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Territorio. Mostra tutti i post

giovedì 5 dicembre 2019

Matera: la nuova sede dell’Archivio di Stato nei locali dell’ex sede del Provveditorato


MATERA - Sorgerà all’interno dell’ex convitto comunale la nuova sede dell’Archivio di Stato di Matera. Lo hanno annunciato questa sera il Sindaco Raffaello de Ruggieri, e la Direttrice generale Archivi, Anna Maria Buzzi, nel corso dell’inaugurazione della mostra "Quando l'Italia non era unita - Storie e personaggi dagli Archivi di Stato".

L’edificio, che ha ospitato fino a qualche mese fa, il Provveditorato agli studi, sarà ammodernato e ampliato per ospitare nel seminterrato il deposito e, al piano terra, gli uffici della nuova sede dell’Archivio. Nei piani superiori, con ingresso separato, saranno invece realizzati gli alloggi destinati agli studenti che frequenteranno i corsi delle scuole (alta formazione per il restauro, centro sperimentale di cinematografia ecc.) di recente e nuova istituzione.

“L’Archivio – ha sottolineato il Sindaco – si colloca così in un contesto caratterizzato dall’effervescenza giovanile per diventare un centro di crescita culturale e di costruzione del futuro. La Direttrice Buzzi, dopo il sopralluogo che abbiamo effettuato stamattina, ha ritenuto coerente il luogo e il Comune cederà i locali in comodato d’uso gratuito per dare al territorio un servizio importante e dare una sede moderna e adatta alle esigenze dell’Archivio di Stato”.

“Questa è un’operazione – ha spiegato la Direttrice generale Archivi – importante perché ci consentirà di ospitare tutto il nostro patrimonio in un’unica sede e di risparmiare sui costi che attualmente sosteniamo per gli affitti dei due depositi e dell’attuale sede. In quella che possiamo definire una cittadella degli Archivi ospiteremo anche la documentazione di proprietà del Comune di Matera”.

“E’ un momento magico per la nostra comunità – ha aggiunto de Ruggieri – grazie al valore reputazionale che la città ha raggiunto e che il Ministro Franceschini ha voluto riconoscere istituendo a Matera il museo nazionale autonomo. In momenti come questi, se chiudo gli occhi, ricordo la lunga marcia che abbiamo compiuto, con il Comune sempre in prima fila, nel destinare i suoi gioielli a luoghi di produzione culturale. Penso al Monastero di Santa Chiara che ospita il Museo Ridola, al Palazzo Lanfranchi, al convento di Santa Lucia alla Fontana che è oggi sede della Scuola di Alta formazione per la conservazione del patrimonio culturale. Fu il Sindaco di allora, Nicola Buccico, ad assumersi la responsabilità di portare in Consiglio la proposta di destinare quel luogo alla Saf, dando attuazione all’idea a cui avevamo lavorato insieme a Caterina Bon Valsassina e a Michele D’Elia. Oggi aggiungiamo questo nuovo tassello. E mi sento di ricordare in questa occasione anche il lavoro di Antonella Manupelli, che coraggiosamente decise di trasferire la sede dell’Archivio di Stato in un ex cinema e le battaglie che ha affrontato. E’ il segno che quando c’è un’idea forte i progetti prendono corpo”.

Gambardella (CISL): "Istitituzione Museo nazionale di Matera riconosce importanza storica e culturale della città"


MATERA - "L'istituzione del Museo nazionale di Matera è un ulteriore riconoscimento del valore storico e culturale della Città dei Sassi, un degno modo per chiudere l'esperienza di capitale europea con un'eredità forte su cui costruire un grande futuro". È quanto sostiene il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella, che plaude anche alla scelta del ministro Franceschini di archiviare l'accorpamento delle strutture museali della Basilicata e della Puglia previsto dal contestato decreto Bonisoli. "Grazie alla nostra mobilitazione che ha incontrato il sostegno di tante personalità ed espressioni delle istituzioni e della società civile e grazie all'impegno dei nostri dirigenti, in primis la segretaria regionale Pina Setaro e il segretario nazionale Giuseppe Nolè, siamo riusciti a sventare un vero e proprio tentativo di scippo che umiliava la storia, la tradizione e la dignità del popolo lucano. La riconfermata autonomia operativa ed economica, unita alla scelta di istituire il Museo nazionale di Matera - aggiunge il sindacalista - pone le basi per fare delle nostre ricchezze culturali un volano di crescita e lavoro per Matera, la sua provincia e la regione intera. Ora si tratta di non disperdere la maturità e la visibilità acquisite con il titolo di capitale europea innestando quella positiva esperienza in una più ampia strategia di programmazione con l'obiettivo di creare una stabile e articolata 'industria culturale' in modo da consolidare la presenza di Matera e della Basilicata sulla scena culturale internazionale".

mercoledì 4 dicembre 2019

Consorzi, Vincenzi: "finanziati 3 progetti irrigui col Fondo Sviluppo e Coesione"

POTENZA - “L’efficacia progettuale della Bonifica lucana ha permesso di finanziare 3 progetti irrigui col Fondo Sviluppo e Coesione ed 1 progetto per il risparmio della risorsa idrica dal Piano Nazionale Invasi per un importo complessivo di oltre 39 milioni di euro con circa 200 nuovi posti di lavoro. Questo deve essere un esempio per tutto il Sud Italia a testimonianza di una positiva riforma regionale dei Consorzi di bonifica.”
Ad indicarlo è Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), intervenuto alla tappa dell’“Acqua Tour”, svoltasi a Matera.

In Basilicata, secondo i dati I.S.P.R.A., in zone a rischio frane insistono 33.469 persone (5,8% della popolazione), 13.998 edifici (7,5%), 2.063 imprese (5,4%), 232 beni culturali (11,7%); sono altresì a rischio alluvione: 3.771 abitanti (0,7%), 1.730 edifici (0,9%), 353 imprese (0,9%), 30 beni culturali (1.5%).

A fronte di questa situazione, oltre a quanto già assegnato, il Consorzio di bonifica della Basilicata ha pronti, in attesa di finanziamento, ulteriori 28 progetti (17 già esecutivi) per la riduzione del rischio idrogeologico; l’importo complessivo è di circa 341 milioni di euro, capace di attivare oltre 1.700 nuovi posti di lavoro.

“E’ la testimonianza – aggiunge Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – di una riuscita riforma della Bonifica lucana che, nel rispetto dell’Intesa Stato-Regioni del 2008, ha accorpato in un unico consorzio i 3 enti preesistenti, valorizzandone la funzione di presidio territoriale grazie anche all’integrazione con il servizio di forestazione.”

La sicurezza idrogeologica della Basilicata è oggi sorvegliata da oltre 12.000 chilometri di canali consorziali e 3.700 opere idrauliche, a cui si devono assicurare una costante manutenzione e adeguamento all’estremizzazione degli eventi meteo, come recentemente dimostrato proprio a Matera.

“Il nostro impegno – conclude il Presidente di ANBI – è di lavorare per ridurre il gap fra Nord e Sud del Paese. Ogni anno le calamità naturali costano, all’Italia, 7 miliardi di danni; è necessario passare dalla logica della proclamazione degli stati di calamità naturale a quella della prevenzione civile, che costa 7 volte meno. D’altronde dal 1° Maggio 2013 al 13 Maggio 2019 sono stati proclamati ben 87 stati di emergenza sul territorio nazionale con danni riconosciuti rimborsabili dallo Stato per oltre 9 miliardi di euro; in realtà sono stati trasferiti importi per soli 911 milioni, pari a circa il 10%.”

sabato 30 novembre 2019

Arpab, Gambardella (Cisl): "Che fine ha fatto il concorso?"

POTENZA - "Cosa aspetta l'Arpab a bandire il concorso per l'assunzione dei profili professionali stabiliti nel piano di fabbisogno?". Se lo chiede il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella, che sollecita l'ente e la stessa giunta regionale a rispettare gli impegni assunti con le organizzazioni sindacali. "Circa due mesi fa - ricorda il segretario della Cisl - dopo un parto travagliato, l'Arpab ci comunicò il suo fabbisogno di risorse umane per completare la pianta organica, da tempo sottodimensionata, e garantire così la piena operatività tecnica della struttura. La naturale conseguenza di quell'atto sarebbe stata l'indizione del concorso per l'assunzione degli 82 profili tecnici necessari, anche per dare continuità alle attività del cosiddetto 'masterplan' per il monitoraggio delle emissioni ambientali delle estrazioni petrolifere".

"A seguito della firma nei giorni scorsi del protocollo Tempa Rossa - continua Gambardella - il completamento della pianta organica dell'Arpab diventa una necessità improcrastinabile in ragione dell'imminente avvio delle estrazioni petrolifere e della messa in esercizio del centro olio di Corleto Perticara. Ora si corre il rischio, per l'inaccettabile lentezza burocratica dell'Arpaa e della Regione, di rendere di fatto inattuabile l'asse 3 di tale protocollo che prevede un impegno diretto dell'agenzia per le attività di monitoraggio secondo le prescrizioni dell'autorizzazione ambientale integrata. Il suddetto impegno dell'Arpab - osserva Gambardella - presuppone che l'ente si doti in maniera stabile delle risorse umane necessarie all'espletamento di tali attività a tutela della salute dei lavoratori impegnati nel sito e delle comunità interessate".

"Prendiamo atto con rammarico che a distanza di due mesi dalla comunicazione del fabbisogno, poco o nulla è stato fatto per mettere concretamente l'agenzia nelle condizioni tecniche ed operative di svolgere una capillare, continua e trasparente attività di monitoraggio ambientale e per dare una risposta strutturale ai circa 50 precari che hanno finora sopperito alle carenze della pianta organica. Da Arpab e giunta regionale - conclude il segretario della Cisl - ci aspettiamo ora azioni concrete per recuperare il tempo colpevolmente perduto".

venerdì 29 novembre 2019

Il Comune di Matera si aggiudica l’asta per il cineteatro Duni

MATERA - Il Comune di Matera si è aggiudicato l’asta di vendita del cineteatro Duni. 2.499.510 euro l’offerta formulata che è risultata vincente. “Abbiamo evitato che un bene culturale dal valore inestimabile per la città – ha sottolineato il Sindaco Raffaello de Ruggieri che ha presenziato personalmente all’asta – subisse un destino non consono alla sua importanza.

Matera ha il suo teatro. E’ stato costruito grazie alla lungimiranza e alla generosità di imprenditori materani, progettato da un prestigioso architetto, Ettore Stella, nato a Matera, e realizzato nei tempi eroici del dopoguerra per lasciare una testimonianza autorevole di architettura contemporanea. Sono orgoglioso di aver raggiunto un traguardo così ambizioso e così utile al ruolo della città e della regione”.

mercoledì 27 novembre 2019

A Rionero in Vulture (Pz) inaugurata una panchina gigante


RIONERO IN VULTURE (PZ) - Nel territorio è la prima “Big Bench” quella che verrà inaugurata venerdì 29 novembre 2019, alle ore 10:00, a Monticchio presso la località Grotticelle.

Ma cosa rappresentano le panchine giganti e perché sono nate?

Dalle Grandi Panchine di Chris Bangle, nasce l’iniziativa BIG BENCH COMMUNITY PROJECT (BBCP) per sostenere le comunità locali, il turismo e le eccellenze artigiane dei paesi in cui si trovano queste installazioni fuori scala.

BBCP è un’iniziativa no profit promossa dal designer americano insieme alla moglie Catherine, cittadini di Clavesana dal 2009, per unire la creatività del team di designer della Chris Bangle Associates S.r.l.

Le attività del BBCP – a carattere esclusivo senza fini di lucro – prevedono sia il supporto tecnico a chi vuole costruire una nuova Grande Panchina ufficiale, sia la collaborazione con le eccellenze dell’artigianato locale per realizzare prodotti a esse ispirati, che possano dare un piccolo contributo all’economia e al turismo locali, nel segno dello spirito positivo che le Grandi Panchine portano nella zona dove vengono costruite.

Tutto il Consiglio Comunale di Rionero in Vulture ha deciso, quindi, di aderire al progetto e nasce così la prima panchina gigante del centro sud.

Grazie anche al contributo dei ragazzi del progetto SPRAR - Laboratorio di Falegnameria “Progetto Silent Academy” -, venerdì avremo la possibilità di ammirare e sederci su questa panchina posando così lo sguardo sul futuro.

Bisogna, inoltre, considerare che per realizzare il progetto non sono stati utilizzati fondi pubblici.

La partenza per adesso è ottima e speriamo venga premiata in futuro da un riscontro positivo dai tanti fruitori delle bellezze del nostro territorio.

Fca, Cisl e Fim: accordo di sviluppo per motori ibridi esempio di cooperazione pubblico-privato

POTENZA - "Quando imprese, Stato e Regioni parlano la stessa lingua e operano in modo convergente i risultati sono positivi". Questo il commento dei segretari generali della Cisl e della Fim Cisl Basilicata, Enrico Gambardella e Gerardo Evangelista, al decreto del Mise per lo sviluppo delle motorizzazioni ibride ed elettriche negli stabilimenti di Melfi, Mirafiori e nel Centro Ricerche di Orbassano di Fca.

"Questo accordo di sviluppo conferma il fondamentale ruolo del pubblico nella promozione e nel sostegno dei processi d'innovazione e va considerato come un primo tassello di una più generale strategia orientata alla trasformazione del polo industriale di Melfi in un vero ecosistema produttivo dove la formazione del capitale umano si salda con l'innovazione tecnologica e con una più efficiente macchina amministrativa per rendere il territorio attrattivo per nuovi investimenti e occupazione. Il modello di cooperazione istituzionale sperimentato con questo accordo - continuano i due sindacalisti della Cisl - può essere preso a riferimento per sbloccare i progetti infrastrutturali che devono riconnettere la Basilicata alle grandi dorsali e per costruire più solide relazioni con altre importanti realtà presenti in regione con l'obiettivo di ampliare e diversificare la base produttiva e creare nuove opportunità di lavoro per i giovani e i tanti disoccupati, vittime della desertificazione industriale".

lunedì 25 novembre 2019

Matera: al via la campagna contro le truffe agli anziani

MATERA - La Questura di Matera avvierà, in collaborazione con la Diocesi di Matera, a partire dal 29 novembre prossimo, una campagna di sensibilizzazione contro le truffe, fenomeno che spesso si acuisce nel periodo natalizio.

L’iniziativa sarà illustrata giovedì 28 novembre 2019 alle 10 in Questura nel corso di un incontro con la stampa, a cui prenderà parte il Questore Lugi Liguori, il Vescovo della Diocesi di Matera Mons. Don Giuseppe Caiazzo con il suo Vicario Don Biagio Colaianni e i rappresentanti di associazioni di anziani.

domenica 24 novembre 2019

Pensionati Cisl e Anteas invitano generi e generazioni a riflettere sulla violenza contro le donne

POTENZA - Generi e generazioni a confronto sulla violenza contro le donne. È il tema dell'evento organizzato dal coordinamento donne della Fnp Cisl Basilicata (il sindacato pensionati della Cisl) e dall'associazione Anteas in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. L'appuntamento è per mercoledì 27 novembre, alle 18, da Pace Bio, in Viale del Basento, a Potenza.

"Anche quest'anno abbiamo voluto proporre un momento di riflessione tra donne, uomini, giovani e bambini", spiega Liliana Guarino, coordinatrice femminile della Fnp, che sottolinea come "il termine femminicidio, che identifica una violenza di genere di un uomo su una donna, recentemente introdotto, sia stato riconosciuto ormai come una violazione dei diritti umani".

Come si combatte in concreto la violenza di genere? Per Guarino "la risposta va cercata sul piano educativo. Noi, come sindacato dei pensionati della Cisl, chiediamo l'introduzione nelle scuole di un’adeguata educazione ai rapporti sentimentali tra generi al fine di superare culturalmente ogni tipo di violenza e auspichiamo inoltre una maggiore tutela per le donne che denunciano le molestie e certezza della pena per gli uomini violenti".

venerdì 22 novembre 2019

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: il Camper della Polizia scende in piazza


MATERA - In occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” in programma il prossimo 25 novembre, la Questura di Matera, proseguendo la campagna di informazione e sensibilizzazione “Questo non è amore”, organizza una giornata dedicata.

Dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 di lunedì 25 novembre in questa Piazza Vittorio Veneto sarà presente il Camper della Polizia di Stato, un “punto di primo contatto” per incontrare la gente e diffondere informazioni sul tema della violenza di genere, ma anche ascoltare e assistere chi ha bisogno di aiuto.

All’iniziativa parteciperà il Questore Luigi Liguori che alle 11.30 sarà in Piazza Vittorio Veneto per incontrare i giornalisti e fare il funto della situazione in ambito provinciale.

A bordo del Camper i cittadini troveranno a disposizione personale specializzato della Polizia di Stato in servizio alla Squadra Mobile, alla Direzione Anticrimine e all’Ufficio Denunce, oltre al Medico della Polizia di Stato. Saranno a disposizione, inoltre, anche la psicologa del Servizio Sociale del Comune di Matera e personale del C.A.I. – Centro Antiviolenza Italiano.

Da un lato la Polizia di Stato è impegnata ad affiancare e accompagnare le vittime di genere in ogni fase del difficile percorso di affrancamento dallo “stolker” attraverso gli strumenti giuridici preventivi ed eventualmente repressivi offerti dalla vigente legislazione amministrativa e penale. Dall’altro punta ad informare, garantire la centralità della vittima, ascoltare e proteggere, farsi carico, “fare rete”, tutti aspetti significativi di una strategia innovativa di carattere preventivo, espressione di un approccio globale per combattere efficacemente il fenomeno.

In tutta Italia sono stati registrati infatti oltre 106.000 contatti fino a settembre 2019, con un picco di 25.000 (di cui 4.418 minori) in occasione degli eventi realizzati dalle Questure il 25 novembre 2018.

Con l’occasione sarà anche distribuito un nuovo opuscolo, realizzato a cura della Direzione Centrale Anticrimine dal titolo “Questo non è amore”, contenente informazioni aggiornate sul fenomeno della violenza di genere.

Protocollo Rete Donna, il 25 novembre riunione dei soggetti istituzionali

MATERA - In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Matera ha organizzato un incontro tra i soggetti istituzionali e i firmatari del Protocollo “Rete Donna”, che contiene procedure e strategie condivise per la prevenzione e il contrasto al fenomeno della violenza di genere.

L’incontro si svolgerà il 25 novembre 2019 alle ore 10 nella sala Mandela del Comune di Matera.

Cisl: si è riunito a Potenza il coordinamento regionale sulla contrattazione di II livello


POTENZA - Ieri si è riunito a Potenza il coordinamento regionale della Cisl sulla contrattazione di secondo livello; una riunione operativa in vista della presentazione, il 4 dicembre a Roma, del quinto rapporto Ocsel sulla contrattazione aziendale. Attivo dal 2009, l'Ocsel raccoglie in tutta Italia oltre 8 mila accordi di secondo livello, sia aziendali che territoriali, che riguardano oltre mille aziende e quasi un milione di lavoratori.

"Pur caratterizzata da numeri piccoli - spiega il segretario generale aggiunto Gennarino Macchia - la Basilicata ha dimostrato nel tempo una certa dinamicità nella contrattazione decentrata, anche per effetto della presenza di importanti gruppi industriali di rilievo nazionale e internazionale". In base ai dati forniti dal ministero dell'Economia (riferiti al 2017), con un premio medio annuo lordo di 1.660 euro la Basilicata si posiziona al vertice della graduatoria nazionale dei premi di produttività erogati e detassati e si assicura la seconda piazza anche per quanto riguarda l'incidenza dei beneficiari, pari in termini assoluti a 17.656, sul totale dei dipendenti delle imprese attive: tre lavoratori su 10, infatti, hanno percepito nel 2017 il premio di produttività.

"Questi numeri - spiega Macchia - indicano che c'è uno spazio per crescere e portare la contrattazione di secondo livello anche nelle piccole e medie imprese che rappresentano lo zoccolo duro della nostra economia. Noi riteniamo che l'osservatorio della Cisl possa essere da questo punto di vista un utile strumento, non solo per monitorare in tempo reale la diffusione della contrattazione decentrata, ma anche per condividere e socializzare le buone pratiche sviluppate nei vari territori".

giovedì 21 novembre 2019

Le Pro Loco Unpli Basilicata premiano le eccellenze lucane


POTENZA - particolarmente distinti nei settori artistico, enogastronomico, culturale, scientifico e imprenditoriale. La Commissione, presieduta dal Presidente del Comitato regionale Pro Loco Unpli Basilicata Rocco Franciosa, si è riunita al Museo del Brigantaggio (Rionero in Vulture) – premio Unpli Basilicata Complesso Storico Monumentale 2017 - alla presenza della tesoriera della Pro Loco Rionero Erminia D’Angelo e dei dirigenti regionali Unpli: Rossana Santoro, Saveria Catena, Vito Sabia, Maria Teresa Prestera e Vincenzo Lo Sasso.

“Il Premio Unpli Basilicata, istituito nel 1988, – sottolinea il Presidente regionale delle Pro Loco Rocco Franciosa - ogni anno viene assegnato a personalità lucane che si sono particolarmente distinte in campo culturale, artistico, enogastronomico, scientifico e imprenditoriale insieme al titolare di un complesso storico monumentale di pregio, restaurato e aperto al pubblico”. Dopo l’esame delle candidature pervenute dalle Pro Loco, la Commissione ha assegnato il Premio Unpli Basilicata 2019 a Teresa Fiordelisi, avvocato e Presidente BCC - Banca Credito Cooperativo Basilicata, proposta dalla Pro Loco Laurenzana, Oreste Lo Pomo, giornalista professionista, scrittore e Caporedattore Rai Tre Basilicata, proposto dalla Pro Loco Maratea, Vitantonio Lombardo, chef lucano e titolare dell’omonimo ristorante materano, unica Stella Michelin in Basilicata, proposto dalla Pro Loco Barile, Antonio Lerra, Presidente Deputazione di Storia Patria lucana e Professore di Storia Moderna dell'Università degli Studi della Basilicata, proposto dalla Pro Loco Potenza e a Pasquale Menchise, Direttore d'orchestra e Compositore, proposto dall'intero Comitato Unpli Basilicata. La Commissione ha assegnato il "Premio Unpli Complesso storico Monumentale 2019" all’ Arcidiocesi Matera - Irsina per l’Abbazia Santa Maria La Sanità del Casale di Pisticci, proposto dalla Pro Loco Pisticci.

Una "Menzione Speciale - Premio Unpli Basilicata 2019" sarà consegnata a Giovanni Spadafino, pubblicista, proposto dalla Pro Loco Grassano e Vincenzo Petrocelli, scrittore e appassionato di storia locale, proposto dalla Pro Loco Tramutola. La cerimonia di Premiazione con il patrocinio di Consiglio Regionale della Basilicata, Apt Basilicata Turistica, Anci Basilicata e Fondazione Matera Basilicata 2019, con la preziosa collaborazione di Alvino 1884 – Hotel e Meeting e il sostegno della Bcc – Banca Credito Cooperativo Basilicata, si svolgerà a Matera, nell’anno di Capitale Europea della Cultura, sabato 14 dicembre 2019 alle ore 10.30 presso la suggestiva sala delle Cisterne del Mulino Alvino 1884.

Filiano: In tanti per le “Favole a Merenda”


FILIANO (PZ) - In tanti si sono trovati nel pomeriggio di sabato scorso, alla Biblioteca comunale di Filiano in occasione delle “Favole a merenda”, iniziativa giunta alla settima stagione e organizzata dall’Associazione Pro Loco di Filiano – presieduta da Maria Santarsiero - e dalla locale Biblioteca con il patrocino del Comune di Filiano, che si è strutturata, come di consueto, in letture di storie a voce alta, laboratori manuali-creativi, giochi e merenda.

A vestire i panni dei lettori sono stati le brave animatrici e gli operatori volontari di Servizio Civile della Pro Loco Filiano che hanno dato voce alle storie per il piacere di quaranta bambini con età dai 5 ai 10 anni.

Come di consueto dopo le letture si è passati alla fase del laboratorio creativo, mentre il momento della merenda è stato possibile grazie a dolci portati dalle mamme.

«È stato un bellissimo pomeriggio – osserva Vito Sabia, curatore dell’iniziativa – e la testimonianza arriva dalla gioia letta negli occhi dei bambini ma anche dall’armonia che si è respirata fino a sera tra tutti coloro che hanno partecipato».

Un’occasione di aggregazione, quella proposta, per bambini e famiglie che ha travalicato i confini comunali: diversi i bambini accompagnati dai genitori provenienti da altri comuni che hanno apprezzato le attività proposte. Tra di essi il signor Lauria di Potenza che ha affermato «Partecipiamo con entusiasmo perché “Favole a merenda” non è solo un modo di far divertire i più piccoli, ma è soprattutto l’occasione per i genitori di condividere determinate esperienze insieme ai propri figli che vengono educati all’ascolto, alla riflessione ed allo stare con gli altri».

Il prossimo appuntamento è con “Fiabe e Racconti di Natale” che sarà proposto il 21 dicembre, nell’ambito del cartellone “Natale Insieme a Filiano 2019”.

mercoledì 20 novembre 2019

Matera: bando periferie, presentati i progetti di riqualificazione dei quartieri della città


MATERA - Sette progetti per riqualificare il verde urbano e riempire di servizi i quartieri periferici della città che sorgono ormai a ridosso del centro.

Sono stati presentati questa mattina, nella sala Mandela del Palazzo di Città, i progetti che il Comune sta per realizzare grazie ai fondi messi a disposizione dal Bando periferie del Governo.

Parco del Castello, Parco di Serra Venerdì, Villa Cappuccini, Rione Pini, Biblioteca Sacco e Rione Piccianello, le aree interessate dagli interventi che sono stati progettati dai professionisti dell’Ufficio tecnico del Comune.

5,5 milioni di euro l’investimento complessivo per la realizzazione delle opere che saranno avviate al termine delle procedure di gara che sono attualmente in fase di conclusione.

Nel Parco del Castello è prevista la realizzazione di un punto informativo e di accoglienza con locali adibiti reception, libreria e servizi igienici, e di una sala multimediale con una biglietteria per gli eventi organizzati nell’area del parco. Sarà riqualificato il fossato, costruito un percorso per le persone con diverse abilità e installato un proiettore per videomapping e per immagini di realtà aumentata e rifatto l’impianto di illuminazione.

Consistenti gli interventi di rigenerazione anche nel Parco di Serra Venerdì che finalmente sarà dotato di un’area per il fitness, di uno spazio per lo sguinzagliamento dei cani, mentre sarà ampliata e riqualificata la zona giochi per i bambini e ripristinato il campo da bocce. Ripensato il sistema esistente di sentieri con l’introduzione di nuove funzioni (percorsi jogging, bike e benessere) e con un’attenzione particolare alle persone con disabilità sensoriali. Sarà infine costruito un punto ristoro.

L’intervento nel Rione Pini interesserà l’asse Via Morelli-Via Lanfranchi che sarà intermanete riqualificato con la sistemazione del verde, la realizzazione di una piccola rotatoria, la costruzione di nuovi marciapiedi e l’individuazione di piccole aree di parcheggio per i residenti della zona.

Negli spazi recuperati e rifunzionalizzati dell’ex sede della delegazione comunale del Rione Spine Bianche sorgerà invece la Biblioteca del ‘900, un luogo di lettura e di studio in cui sarà possibile consultare i documenti e i volumi contenuti nelle collezioni librarie di Leonardo Sacco e dell’associazione Olivetti.

Il tessuto connettivo del Rione Piccianello sarà oggetto di un’ampia riqualificazione che toccherà la zona limitrofa al Campo Sportivo e quella che si estende dalla Chiesa della Madonna dell’Annunziata verso Via Nazionale. Saranno eliminate le barriere architettoniche, rifatti i marciapiedi e riasfaltate le strade, e saranno rigenerati gli spazi pubblici e le aree verdi delle Ville Marconi e Piccianello e di Piazza Marconi.

Interventi di ristrutturazione sono previsti anche per la Villa Cappuccini, con il recupero dell’anfiteatro e della passerella pedonale, il ripristino funzionale della vasca e del parco giochi, la realizzazione di nuovi servizi igienici e la messa in sicurezza del muro perimetrale.

“Dopo le vicissitudini legate all’iter del decreto sul bando periferie – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici, Nicola Trombetta – siamo riusciti, grazie ad una intuizione del dirigente dell’Ufficio tecnico, ad attivare il circolo virtuoso che ci porterà a realizzare le opere di riqualificazione con una sorta di autofinanziamento legato agli stati di avanzamento dei lavori. Gli interventi miglioreranno la fruizione degli spazi pubblici e la qualità della vita all’interno dei quartieri che è l’obiettivo principale del bando periferie”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, oltre all’assessore ai Lavori Pubblici, Nicola Trombetta, gli architetti Michele Di Capua e Marcella Gravela, i geometri Rosa Giacomobello e Giuseppe Vizziello.

Dei diversi gruppi di lavoro che hanno redatto i progetti, hanno fatto parte anche gli ingegneri Michele Lunalbi, Domenico Petrara, Biagio Ferrara e Alessandro Dittoni, l’architetto Giuseppe Gandi, i geometri Federico Lorusso, Antonio Vammacigno, Emanuele Lamacchia Acito, Lucio Stigliani e Pietro Rizzi.

martedì 19 novembre 2019

Marsico Nuovo (Pz): rinnovata la procedura per la macellazione domiciliare dei suini ad uso familiare


MARSICO NUOVO (PZ) - Il Sindaco di Marsico Nuovo (Potenza) comunica che per consentire ai cittadini di continuare a mantenere la tradizione locale della macellazione domiciliare dei suini ad uso familiare, l'A.S.P., con la collaborazione dei dirigenti veterinari territoriali, ha stabilito di rinnovare anche per questo anno la procedura già in uso negli anni precedenti.

Pertanto, i cittadini che volessero procedere alla macellazione domiciliare dei suini, dovranno attenersi tassativamente a quanto disposto nell'Avviso dell'A.S.P.

Per contatti ed informazioni telefonare al n. 0971/310382 dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 12:00, o, collegarsi al sito dell'A.S.P. di Potenza: http://www.aspbasilicata.it

Progetto Albopop e canale Telegram, il Comune di Latronico attiva altri due strumenti di comunicazione e trasparenza


LATRONICO - Il Comune di Latronico (Potenza) attiva altre due iniziative in materia di comunicazione e trasparenza.

E’ stato infatti attivato, dopo il successo del progetto WhatsLAT che ha visto oltre 1.000 cittadini iscritti, un nuovo canale di comunicazione attraverso l’app Telegram. Tale applicazione, open source e completamente gratuita, sta vivendo una fase di notevole crescita tra gli utenti, anche per le sue funzionalità innovative e semplici da utilizzare.

E’ possibile unirsi al canale Telegram del Comune di Latronico cercando @comunelatronico, dopo di che sarà sufficiente premere sul tasto ‘unisciti’ per diventarne membri e iniziare a ricevere direttamente sullo smartphone o sul proprio pc o tablet tutte le informazioni riguardanti il Comune di Latronico.

Tale canale sarà anche il mezzo con il quale fruire del progetto denominato "Albo POP" consistente in un sistema di notifica immediata delle pubblicazioni all'Albo Pretorio online e finalizzato a fornire uno strumento che consenta ai cittadini di essere avvisati in modo automatico e costante di ogni singola e nuova pubblicazione.

“Da anni lavoriamo sulla trasparenza amministrativa ponendo la massima attenzione possibile a rendere noti ed accessibili dati, documenti e quant'altro possa essere di interesse dei cittadini – commenta il Vicesindaco e promotore del progetto Vincenzo Castellano – oltre a rappresentare la volontà di essere realmente trasparenti e di non temere il controllo dei cittadini ed, anzi, incoraggiarlo!”.

Latronico è il primo ed unico Comune in Basilicata ad aver attivato tale iniziativa, completamente gratuita per l’Ente e per i cittadini.

Maggiori informazioni sono disponibili sul portale web comunale www.latronico.eu

Giordano (Ugl Matera) su dati Caritas


MATERA - “La fotografia sui dati Caritas ci consegna un Italia dove circa 4 pensionati su 10 percepivano nel 2018 meno di mille euro al mese, i nuovi pensionati hanno redditi medi sensibilmente inferiori. In questo declino vengono coinvolti i pensionati lucani in una regione che risulta essere ricca di risorse quali acqua, petrolio, agricoltura, fabbriche piccole / medie e Fca”. Lo dichiara il segretario dell’Ugl Matera, Pino Giordano.

“La povertà aumenta e si concentra soprattutto al Sud, con una forte incidenza in Basilicata. Gli ultimi dati descrivono una situazione drammatica dove 1 lucano su 4 è povero, ma il dato più sconcertante è che il 41% dei lucani è a rischio povertà. Aumenta il numero di uomini che richiede assistenza con un età compresa tra i 45 e i 64 anni, mentre raddoppia in due anni la percentuale di giovani tra i 25 e i 34 anni seguiti stabilmente dai centri di ascolto. I dati emergono dal report 2019 dalla povertà letta dai centri di ascolto Caritas. Non a caso – prosegue il sindacalista Ugl - sempre di più aumenta la mensa della povera gente, distribuire abiti ai poveri aiutati dalla Caritas, Croce Rossa ed associazioni di volontariato. Nel materano si registra un popolo sommerso che, con dignità, cerca di affrontare la sfida di ogni giorno: sopravvivere. Poveri è un problema che si nasconde tra le mura domestiche tra un affitto da pagare, un lavoro modesto o la cassa integrazione, la spesa al discount, tanti sacrifici per arrivare a fine mese tra bollette e rincari di acqua, luce, gas, benzina, assicurazioni auto, autostrade, servizi bancari e tasse locali. Allora aumentano sempre più i dati sull’emigrazione: se nel secolo scorso aveva spopolato interi paesi, è ripresa alla grande. La famiglia, nonostante le fatiche e le difficoltà che su di essa si abbattono, costituisce ancora oggi una risorsa importante per la società lucana ed è ancora lo strumento principe per raccogliere la sfida educativa. E ciò in un contesto sociale, quello Italiano, dove si applicano politiche familiari dal respiro corto con aiuti limitati e senza una vera prospettiva sul futuro. La cosa più drammatica – conclude Giordano – è che nonostante il grido d'allarme povertà lanciato su più fronti dall’Ugl, la politica continua ad operare con annunci ad effetto e proclami: senza un reale impegno di crescita non si consentirà l'uscita dall’isolamento geografico e culturale che sta fortemente penalizzando tutta la Basilicata degli ultimi decenni”.

sabato 16 novembre 2019

Matera: Bando periferie, avviati i bandi per 7 progetti di riqualificazione dei quartieri della città


MATERA - Il Comune di Matera rompe gli indugi e avvia le gare per i progetti candidati a finanziamento nazionale con il Bando periferie.

Sette gli interventi previsti: riqualificazione del Parco del Castello, del Parco di Serra Venerdì, della Villa Cappuccini e del Rione Pini, oltre alla realizzazione della biblioteca Leonardo Sacco, che sorgerà nell’ex sede della delegazione comunale del Rione Spine Bianche, e la riqualificazione di Piazza Marconi e del tessuto connettivo del Rione Piccianello.

L’investimento complessivo è di circa 5,5milioni di euro. La nuova normativa per il finanziamento dei progetti candidati dai Comuni prevede che i beneficiari delle risorse statali possano ottenere il rimborso delle spese sostenute e certificate, in base al cronoprogramma degli interventi. Per ottenere i finanziamenti era quindi necessario avviare i cantieri con fondi propri o ricorrendo a prestiti con la Cassa Depositi e Prestiti. Il Comune di Matera, con una delibera di giunta approvata nelle scorse settimane, ha anticipato le somme necessarie all’avvio delle opere.

“Abbiamo deciso – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Nicola Trombetta – di accelerare i tempi per far partire progetti di riqualificazione che per mesi erano rimasti bloccati dall’incertezza del quadro normativo legato ai finanziamenti del Bando periferie. Con una intuizione del dirigente dell’ufficio tecnico, il Comune ha attivato il circolo virtuoso che ci consentirà di procedere ai lavori utilizzando gli stati di avanzamento”.

I dettagli dei progetti saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà martedì 19 novembre 2019 alle ore 10.30 nella Sala Mandela del Comune di Matera.

domenica 3 novembre 2019

La Fials interviene sulla sicurezza dei mezzi del DEU 118 Basilicata

POTENZA - Il Segretario Provinciale della Fials di Potenza Giuseppe Costanzo ha inviato una nota alla Direzione Generale dell’ASP di Potenza in merito assistenza e manutenzione del mezzi in dotazione al DEU 118 Basilicata.

Alla Fials è stata segnalata, con non poche preoccupazioni, la manutenzione dell’attuale parco Ambulanze. A breve, si spera, sembra essere garantita la consegna di nuove ambulanze.

Costanzo dichiara che tuttavia in questa fase di TRANSIZIONE PREOCCUPANO LE CONDIZIONI DELLE ATTUALI AMBULANZE, VECCHIE ED USURATE, che richiedono assistenza e manutenzione.

Tutto ciò chiaramente necessario per la sicurezza degli operatori e delle persone soccorse.
A tale proposito Costanzo ritiene che sia urgente un’immediata verifica dello stato dei pneumatici: il 15 novembre prossimo, come previsto dal Codice della Strada, scatta l’obbligo dei pneumatici invernali: a tal proposito si chiede se sia stato predisposto il cambio gomme, auspicando che per quella data siano a disposizione le nuove ambulanze già in dotazione con pneumatici adatti per la stagione invernale.

Si sollecita un immediato - conclude Costanzo - riscontro considerando la preoccupazione fortemente condivisa tra i lavoratori, a garanzia della sicurezza degli operatori e dell’utenza.