Visualizzazione post con etichetta melfi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta melfi. Mostra tutti i post

sabato 26 maggio 2018

Ugl: Giuseppe Specchio nuovo responsabile Sirio Fca

POTENZA - “Giuseppe Specchio è il nuovo responsabile Ugl alla Sirio di Melfi, società di sorveglianza che fa parte del Gruppo Fca”.
Lo comunica il segretario provinciale dell’Ugl metalmeccanici di Potenza, Giuseppe Palumbo a termine della riunione di segreteria svoltasi nella sede Utl di Potenza.

“Specchio, sorvegliante Fca Melfi da oltre 20 anni, ha sempre ricoperto ruoli sindacali all’interno della sua azienda ed ottenendo consensi di suffragazione dai colleghi i quali, lo hanno premiato essendo loro punto di riferimento. La decisione di oggi – continua Palumbo – condivisa ed approvata dalla segretaria regionale della federazione lucana, Florence Costanzo, di affidare a Specchio tale incarico, è essenzialmente per il nostro modo di fare attività sindacale. Il dopo congresso provinciale ci vede impegnati a comporre una squadra da stare sopra le righe; nelle trattative aziendali cercheremo di comprendere anche il momento storico e capire, al di là dell’approccio ideologico, cosa si può fare e cosa no, cosa si può ottenere e cosa no, e in relazione a questo sviluppare un dialogo partecipativo e collaborativo con le aziende. Nella Sirio abbiamo raggiunto risultati concreti. In una sola parola il dirigente Ugl, Specchio – conclude Palumbo – ha da sempre preferito la concretezza alla demagogia ossia, la nostra linea politico/sindacale. E per questo i lavoratori lo hanno sempre apprezzato”.

venerdì 25 maggio 2018

Melfi, estorsione nei confronti di un imprenditore: arrestati in tre


MELFI - Arrestati tre uomini di età compresa tra 25 e 49 anni, accusati di estorsione aggravata continuata in concorso, nei confronti di un imprenditore che sta realizzando dei lavori di movimento terra in vista della realizzazione di un parco eolico. L'uomo ha denunciato i tre, già noti alle forze dell'ordine, e si è arrivati al loro fermo da parte dei Carabinieri, che li hanno posti agli arresti domiciliari.

Sicurezza stradale, Fim-Fiom-Uilm lanciano giornata dell'indignazione


POTENZA - Ormai non siamo più arrabbiati, siamo indignati. Dopo numerosi appelli, in un Paese civile non è più possibile che per raggiungere l’area industriale di Melfi, ogni giorno, si debbano contare morti e feriti.

Marco Lomio della Uilm, Gerardo Evangelista della Fim, Roberto D’Andrea della Fiom ritengono che bisogna passare dai comunicati ai fatti, bisogna organizzare per i prossimi giorni una "Giornata dell'indignazione" perché qualcuno si dovrà assumere le proprie responsabilità.

Le Istituzioni devono assumersi le proprie responsabilità. Non si possono, ogni giorno, contare morti e feriti. Bisogna porre fine a questo massacro.

Nel contempo faremo richiesta di incontro alla Prefettura perché ormai la “strada della morte” non può più essere percorsa in queste condizioni e se sarà necessario bisognerà bloccare quella strada perché la vita umana non ha prezzo.

domenica 20 maggio 2018

Furto di cartelli stradali, due uomini arrestati a Melfi


MELFI - Arrestati dai Carabinieri e posti ai domiciliari un cinquantottenne e un quarantasettenne, entrambi con precedenti penali. I due sono stati scoperti a rubare dei cartelli stradali mobili lungo la Ss "Ofantina", nei pressi di Melfi.

Una seguente perquisizione nelle dimore dei due uomini ha permesso ai militari di scoprire una cartuccia per pistola detenuta illegalmente, sequestrata dagli uomini dell'Arma.

venerdì 11 maggio 2018

UGL. Fca Melfi, decise ferie estive


“Lo stabilimento Fca di San Nicola di Melfi sospenderà la produzione, per la canonica chiusura estiva, dal 12 agosto al 02 settembre 2018 compresi”.

Lo comunicano il segretario regionale dell’Ugl Basilicata Metalmeccanici, Costanzo Florence e il segretario provinciale della Federazione di Potenza, Giuseppe Palumbo.

I sindacalisti fanno sapere che il tutto è stato esperito in un esame congiunto in materia di ferie collettive estive ai sensi del vigente CCSL metalmeccanici, tra la Direzione dello stabilimento e il Comitato Esecutivo del Consiglio delle Rsa dello stabilimento di Melfi di Fca Melfi e dopop aver verificato la situazione tecnica, organizzativa e produttiva aziendale.

Dall’Ugl – concludono i segretari Florance e Palumbo – chiediamo al presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, di risolvere i grandi problemi che i lavoratori lucani della Fca incontreranno nel mese di agosto per raggiungere lo stabilimento di Melfi (anche se le linee di produzione sono ferme, lavoreranno comunque “i manutentori, i sorveglianti, i pompieri, gli addetti alla sicurezza industriale e personale necessario per particolari attività)”.

martedì 24 aprile 2018

Fca: Rsa Melfi chiede incontro urgente


MELFI - La Rsa dello stabilimento di Melfi (Potenza) di Fca, composta da 75 delegati, si è riunita oggi per "la nomina del comitato esecutivo e delle commissioni di partecipazione" e ha chiesto "un incontro urgente" all'azienda. Temi da esaminare sono la programmazione delle ferie e la "saturazione delle linee, "perché ormai riteniamo che bisogna porre attenzione maggiore ai carichi di lavoro".

lunedì 23 aprile 2018

Insediata stamane la nuova Rsa in Fca

MELFI - Si è riunita nella giornata odierna l’insediamento della nuova RSA dello stabilimento FCA di Melfi formata da 57 membri per gli adempimenti previsti dal CCSL con la nomina del comitato esecutivo e delle commissioni di partecipazione. Momento importante che deve vedere il nuovo governo di fabbrica nella gestione di un periodo caratterizzato in primis dalla presentazione del piano industriale il 1 giugno, con l’auspicio che Melfi resti lo stabilimento centrale all’interno del gruppo.

Nel contempo l’esecutivo, su mandato della RSA di stabilimento, chiede un incontro urgente ad FCA entro il 30 aprile come previsto dal CCSL per la programmazione delle ferie dei lavoratori. Inoltre deve iniziare già a partire dalle prossime ore l’avvio di una discussione puntuale sull’efficienza delle saturazioni delle linee perché ormai riteniamo che bisogna porre attenzione maggiore ai carichi di lavoro. Da oggi parte una nuova fase che deve vedere sempre al centro il rinnovato impegno di tutta la RSA affinché si possa coniugare il benessere dei lavoratori con il mantenimento dei livelli occupazionali di tutto il comprensorio di Melfi.

domenica 15 aprile 2018

Elezioni Rls Fca Melfi: ha vinto la Fiom

MELFI - La Fiom Cgil - che da dieci anni non partecipava alle elezioni - è il primo sindacato nel rinnovo della Rls (Rappresentanza dei lavoratori per la sicurezza) nello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fca. Secondo quanto reso noto dalle organizzazioni sindacali, la Fiom (31,6%) ha ottenuto tre rappresentanti, due sono andati alla Uilm (26,2%) e alla Fismic (22,5%) e uno alla Fim (16,6%).

In un comunicato la Fiom Cgil ha evidenziato che "il voto di oggi rappresenta una svolta storica sia per la salute e la sicurezza dello stabilimento sia per il suo futuro produttivo e occupazionale. La Fiom Cgil è e sarà affianco ai lavoratori, affinché siano rispettati, oltre alla loro salute e sicurezza, tutti i loro diritti e il principio di democrazia e di rappresentanza".

venerdì 2 marzo 2018

Fca, Fim: bene Renegade e 500X a gennaio e febbraio, crolla la Punto, stringere i tempi su terzo modello

POTENZA - Volumi produttivi su livelli standard nei primi due mesi dell’anno per Jeep Renegade e Fiat 500X, modelli di punta dello stabilimento Fca di Melfi, mentre si fa più ripida la discesa produttiva della Punto, prossima alla dismissione. Questa mattina la Fim Cisl ha diffuso i dati produttivi dello stabilimento lucano, dati che confermano il trend degli ultimi mesi. Nonostante le nove giornate di cassa integrazione di inizio anno, riferisce la Fim, dalla fabbrica di Melfi sono usciti 49.530 unità di Renegade e 500X, un dato che, proiettato sul primo trimestre, è sostanzialmente in linea con le 75.000 vetture prodotte nei primi tre mesi dello scorso anno. Male, invece, la Punto che nei primi due mesi del 2018 si è fermata a quota 6.232 vetture, con una previsione sul primo trimestre, secondo le stime della Fim, di poco superiore alle 9.000 unità, in calo del 37% rispetto al primo trimestre 2017 quando dalla fabbrica lucana uscirono 14.900 unità della popolare utilitaria. 

Per il segretario nazionale della Fim Cisl, Ferdinando Uliano, “la produzione della Punto si sta pian piano esaurendo e si andrà dritti allo stop delle produzioni entro l’estate. Ora il tema con Fca non è l’annuncio del nuovo modello che andrà a sostituire la Punto, ma quando questo concretamente inizierà ad essere prodotto sulle linee perché fino a quella data noi avremo una situazione di ammortizzatori sociali per oltre mille lavoratori. Individueremo tutte le modalità per ridurre e distribuire l’impatto ma questa è la realtà che avremo di fronte nei prossimi mesi. Per Jeep Renegade e 500X è invece necessario puntare nel prossimo piano industriale ad ottenere interventi importanti che migliorino i modelli sul piano dell’offerta rispetto alla guida autonoma e soprattutto sulle motorizzazioni. Ibrido ed elettrico sono tecnologie che Fca sta già sviluppando nello stabilimento di Magneti Marelli di Bari e che devono essere messe a disposizione anche per le auto prodotte in Italia, a partire dai due modelli di Melfi”.

Nel calendario della Fim, dunque, c’è una data cerchiata in rosso: è quella del 1° giugno quando il gruppo guidato da Sergio Marchionne dovrebbe annunciare i dettagli del nuovo piano industriale. “È uno snodo importante per il futuro della più importante e avanzata realtà industriale del Mezzogiorno”, spiega il leader della Fim lucana, Gerardo Evangelista. “Le aspettative sono alte ma sappiamo anche che i fondamentali di Melfi sono eccellenti in termini qualitativi e tecnologici. I lavoratori di Melfi sono pronti a raccogliere una nuova sfida produttiva, ma servono certezze sui tempi. Tre anni fa - ricorda Evangelista - la Fim evidenziò la necessità di individuare con largo anticipo una nuova vettura in sostituzione della Punto per gestire con meno affanni la fase di passaggio. Non si è dato seguito a queste nostre richieste e questo ha determinato le difficoltà che conosciamo con richieste di cassa integrazione che hanno gravato sui lavoratori e sulle loro famiglie. Ora è indispensabile individuare e stabilire il crono-programma per la produzione del terzo modello e mettere in campo una strategia che guardi alle nuove sfide della mobilità, come la guida autonoma e le motorizzazioni evolute, come ibrido ed elettrico”.

Intanto, la Fim Cisl mette a punto la macchina organizzativa in vista dell’assemblea dei delegati di Fca che si terrà a Melfi (Hotel Novecento), alle 10:30, lunedì 5 marzo, con il leader nazionale Marco Bentivogli, in vista delle elezioni per il rinnovo della Rsa in programma dal 12 al 17 marzo.

lunedì 19 febbraio 2018

Melfi, blackout per un furto: arrestato

MELFI - Concorso in furto aggravato e interruzione di pubblico servizio sono le accuse con le quali un uomo di 46 anni è stato posto agli arresti domiciliari dai Carabinieri, a Melfi (Potenza), al termine di indagini avviate nell'agosto del 2017. Quel giorno un uomo fu ricoverato in ospedale in "gravissime condizioni" per alcune ustioni e un "prolungato blackout" privò il centro storico della città di energia elettrica.   

martedì 28 novembre 2017

Ugl su nuovo fermo alla Fca Melfi


POTENZA - “Dalla direzione Aziendale Fca, oggi è stato comunicato ai sindacati che di dover procedere alla sospensione dell’attività relativa ai modelli Jeep Renegade e Fiat 500x con richiesta di intervento del trattamento ordinario di integrazione salariale (CIGO), nei seguenti periodi: dalle ore 06:00 del 23 dicembre alle ore 14.00 del 24 dicembre 2017; dalle ore 06:00 del 25 dicembre alle ore 14.00 del 31 dicembre 2017 oltre alla già comunicata e stabilita a relativa alla linea Punto dal 18 al 30 dicembre: con ciò, lo stabilimento di FCA Melfi sospenderà completamente l’attività produttiva nelle festività natalizie, prima e dopo”.
Lo dichiarano il segretario regionale dell’Ugl Basilicata Metalmeccanici, Costanzo Florence e il segretario provinciale della Federazione di Potenza, Giuseppe Palumbo.

Per l’Ugl, “il nuovo ciclo di Cigo conferma le nostre perplessità: certamente sta pesando l’andamento al ribasso degli ordini registrato in questo periodo ma, più forte – proseguono i segretari, Costanzo e Palumbo - è ora la richiesta dell’Ugl di Basilicata nell’invitare il Lingotto a stabilire per il sito di Melfi un nuovo modello di vettura da affiancare alla Jeep in attesa dell’uscita definitiva dal mercato della Punto, invitando contemporaneamente il sindacato nel far fronte comune. Diventa ora particolarmente urgente, importante e decisivo il nostro ruolo per assicurare che, sia nell´ambito delle relazioni industriali con la fabbrica del Vulture / Melfese, sia in quello dei rapporti con la Regione Basilicata, si instaurino da subito premesse operative mediante proposte concrete, pragmatiche e socialmente responsabili per la tutela e salvaguardia occupazionale di tutto il sistema dell´automotive Lucano e che la politica, stia lontana da questi eventi lavorativi senza che ciò sia occasione politica di strumentalizzazione per iniziare la campagna elettorale – concludono i segretari Ugl”.

Melfi, si ferma la linea Renegade e 500X

MELFI - A causa della "temporanea contrazione della diretta domanda di mercato" di Jeep Renegade e 500X, Fca ha deciso un periodo di cassa integrazione per tutti i 6.609 lavoratori collegati al ciclo produttivo dei due modelli, prodotti nello stabilimento di Melfi (Potenza). E' quanto si è appreso a Potenza dalla Uilm di Basilicata. I lavoratori saranno collocati in cassa integrazione dalle ore 6 del 23 dicembre alle ore 14 del 24 dicembre; e dalle ore 6 del 25 dicembre alle ore 14 del 31 dicembre prossimo.

   

martedì 21 novembre 2017

Fca Melfi: dal 18 al 30/12. "Serve nuovo modello per stabilimento lucano"


MELFI - La Fca ha comunicato "l'ennesimo ricorso a Melfi (Potenza) - dal 18 al 30 dicembre prossimo - alla cassa integrazione per gli addetti alla linea Fiat Punto (790 operai e 25 impiegati/quadri) con la solita e abituale motivazione di 'adeguare i flussi produttivi alla temporanea contrazione della diretta domanda di mercato'". Lo hanno reso noto i segretari lucani di Uil e Uilm, Carmine Vaccaro e Marco Lomio.

"E' da un anno e mezzo che Uil e Uilm - hanno aggiunto i rappresentanti sindacali - rinnovano l'appello alle classi dirigenti e politiche perché concentrino l'impegno e l'attenzione sul problema del nuovo modello da produrre nello stabilimento di Melfi in sostituzione della Fiat Punto che da troppo tempo registra grandi difficoltà di mercato italiano ed estero sino alla totale dismissione. Dobbiamo invece registrare la profonda sottovalutazione per quanto accade a Melfi".

mercoledì 8 novembre 2017

Fiat Melfi, lavoratori di nuovo in cassa integrazione a dicembre


MELFI - I lavoratori dello stabilimento Fca di Melfi impegnati sulla linea di produzione della “Jeep Renegade” e “500X” saranno collocati in cassa integrazione nei pomeriggi di quattro delle cinque domeniche del prossimo mese di dicembre.

La decisione di attuare un nuovo periodo di cassa integrazione è stata presa per adeguare la produzione delle due vetture alle richieste del mercato.

“Invece di programmare ulteriori giornate di cassa, l’azienda dovrebbe impegnarsi su cosa produrre per riprendere il mercato- ha aggiunto il segretario generale Fiom Basilicata Roberto D’Andrea”.

“Le rappresentanze sindacali tutte- ha dichiarato il segretario della Cgil Basilicata, Angelo Summa- hanno chiesto da tempo un incontro all’azienda per sapere quali siano le sue intenzioni in Basilicata e qual è il piano industriale per Melfi. La Fiat si assumi una volta per tutte le sue responsabilità. Credo che di fronte a una situazione di tale portata critica il governo regionale debba assumere una iniziativa congiunta -conclude Summa- affinché si apra un tavolo di confronto perché in gioco ci sono migliaia di lavoratori e un pezzo importante del sistema produttivo lucano”.

mercoledì 25 ottobre 2017

"Un piano industriale per Fca Melfi"

POTENZA - "Senza piano industriale non si può continuare a discutere di settore auto": è stato questo uno dei passaggi fatti sullo stabilimento di Melfi (Potenza) della Fca dal segretario regionale della Basilicata della Cgil, Angelo Summa, nel suo intervento al Direttivo lucano del sindacato, alla presenza anche del segretario nazionale Vincenzo Ciolla.

Secondo Summa, "c'è bisogno di serietà e di assunzione di responsabilità da parte del governo nazionale, che ci dica esattamente nel contesto nazionale qual è il ruolo di Melfi, grande stabilimento che deve rafforzare la sua capacità produttiva, sperimentando una innovazione e introducendo i propulsori a basso impatto ambientale. Significa investire in ricerca".

giovedì 5 ottobre 2017

Fca: Fim Cisl, produzione 3° trimestre + 3,9% rispetto al 2016

POTENZA - I dati della produzione del terzo trimestre 2017 degli stabilimenti finali di FCA continuano l’andamento positivo dei volumi produttivi rispetto all’anno precedente, nonostante la flessione riscontrata in particolare nello stabilimento lucano. In particolare la crescita nel settore auto è rappresentata da un incremento di 21.504 unità (+3,9%), e sale a 22.744 unità (+3%) considerando i veicoli commerciali di Sevel. Crescita che va a compensare la flessione del 15,2% sulle produzioni di Melfi, che hanno determinato una richiesta di Cassa Integrazione ordinaria anche sulle linee di produzioni di Renegade e 500x.

Nonostante queste situazioni di flessioni riscontrate sullo stabilimento di Melfi - precisa Ferdinando Uliano segretario nazionale Fim-Cisl responsabile del settore automotive - la tendenza è quella di superare 1 milione di vetture prodotte anche per il 2017.

Il lancio delle nuove vetture di Alfa Romeo e di Maserati hanno migliorato il dato occupazionale rispetto al primo semestre 2016 dei lavoratori FCA coinvolti dagli ammortizzatori (Cigo+CDS+Cigs), in particolare si è passati da circa 6.423.000 a 2.945.000 ore,  ciò significa che si passa da 6400 a 2900 lavoratori coinvolti negli ammortizzatori.

Le crescite maggiori sono determinate dalle ultime produzioni negli stabilimenti di Cassino, con le produzioni Alfa Romeo di Stelvio e Giulia, e dallo stabilimento Mirafiori con le produzioni del Suv Levante di Maserati. Le produzioni Alfa Romeo a Cassino di fatto si sono raddoppiate passando dalle 51.425 del 3° Trimestre 2016 alle attuali 100.985 unità rappresentante dal 75% dalle nuove Alfa Romeo. Lo stabilimento di Mirafiori ha visto triplicare le produzioni del Suv Levante a rispetto al periodo precedente.

La nostra azione sindacale - precisa Ferdinando Uliano segretario nazionale Fim-Cisl – ha impegnato FCA dal 2012 a portare investimenti significativi negli stabilimenti italiani che hanno consentito di rilanciare marchi importanti come Maserati, Alfa Romeo, Jeep e di ottenere risultati importanti sul piano occupazionale e sulla redditività grazie al peso maggiore dei marchi premium.

L’obiettivo di FCA della piena occupazione “senza uso di ammortizzatori” entro fine 2018 di tutti gli oltre 56.000 lavoratori, pur essendo molto vicino, difficilmente verrà raggiunto vista l’attesa per il lancio della vettura premium di Pomigliano, della seconda vettura di Mirafiori e la situazione di Cassa Integrazione dello stabilimento di Melfi. Siamo lontani dai periodi bui del 2014 dove il 40% dei lavoratori usavano gli ammortizzatori, oggi siamo all’8% ma bisogna proseguire con gli investimenti.

L’avremmo colta già da tempo, se la nuova occupazione avuta nel 2014-2016 di oltre 3.000 unità l’avessimo potuta distribuire in maniera uniforme su tutti gli stabilimenti italiani. Ovviamente questo non è possibile perché gli incrementi occupazionali seguono normalmente gli investimenti nei vari stabilimenti, è stato così per le assunzioni a Melfi e in altri plant ed è stato così anche per gli oltre 730 nuovi ingressi di Cassino. Nei fatti un vero e proprio incremento occupazione che però non può andare a ridurre l’uso degli ammortizzatori di siti come Mirafiori e Pomigliano.

Il dato sulle produzioni non è solo di quantità ma anche di qualità. La quota di segmento medio alto cresce ulteriormente. Le auto di fascia medio-alta prodotte nel 2012 rappresentavano solo il 20% dei volumi, mentre nel 2016 si attestava ad un ottimo 59% dei volumi, nei primi nove mesi del 2017 si è addirittura superato il 62%. E questo dato sta continuando a crescere perché sia le produzioni di Cassino che di Mirafiori continuano a macinare volumi.

martedì 5 settembre 2017

Melfi: serve nuovo Piano Industriale


MELFI - I lavoratori della Fca-Sata di Melfi hanno subito un nuovo periodo di cassa integrazione. Una serie di stop produttivi iniziati il 3 settembre previsti fino al 2 ottobre per 16 giorni di Cig complessivi. Non c’è dubbio che si tratti di una questione congiunturale legata al termine di commesse di flotte che si congiunge alla flessione stagionale sulla domanda per il modello 500X non compensata dal continuo successo della Jeep Renegade.

Nello stesso periodo continua la flessione della Punto che ha venduto il 21% in meno nel 2016 con un calo di 8 mila vetture rispetto al certo non esaltante dato del 2015. Invece la Renegade nello stesso periodo ha di poco aumentato le vendite dell’1,2% e la 500X registra un consistente calo.

Considerando che la Punto non resterà ancora in produzione per un lungo periodo, per la FISMIC si rende urgente un confronto con Fca per avere certezze occupazionali e produttive per uno stabilimento considerato modello per l’industria automobilista mondiale e per i lavoratori che in questi anni hanno prodotto sforzi eccezionali posizionandosi al Top per produttività e qualità.

Il confronto dovrà svilupparsi su un terzo modello da produrre nello stabilimento lucano. Per parte nostra siamo dubbiosi sulle voci finora circolate (rispetto alla nuova Punto) proprio perché abbiamo piena consapevolezza della problematicità a produrre in Italia vetture piccole a causa dell’alto livello dei costi di produzione.

Pertanto, la FISMIC è fiduciosa che l’affermazione del piano industriale ribadita recentemente dal Dott. Marchionne, sul raggiungimento della piena occupazione degli stabilimenti in Italia nel 2018, non possa essere smentita proprio nello stabilimento punta di diamante dell’intero gruppo multinazionale e crediamo fortemente che nel nuovo piano industriale avremo le risposte che attendiamo.

mercoledì 12 luglio 2017

Melfi, molesta ex moglie e figlia: arrestato

POTENZA - Un 32enne di Melfi è finito in manette perchè accusato di stalking e lesioni personali pluriaggravate nei confronti dell'ex convivente, della figlia minorenne, nata dalla relazione con la donna, e di altre due persone, a Melfi.

La misura cautelare è stata emessa dal gip di Potenza al termine delle indagini, durante oltre un anno: sono stati accertati numerosi episodi di molestie e minacce da parte del 32enne che "hanno ingenerato nelle vittime - è specificato in un comunicato diffuso dalla Questura di Potenza - un perdurante e grave stato di ansia e di paura, suscitando in loro un fondato timore per la propria incolumità", costringendole "a cambiare radicalmente le proprie abitudini di vita per sfuggire alle varie azioni di stalking poste in essere dall'uomo".

giovedì 6 luglio 2017

Melfi, rubano 'Gratta e Vinci': due arresti

MELFI - Due giovani di 29 anni sono accusati di aver rubato un blocchetto di biglietti "Gratta & Vinci", per un valore complessivo di circa 400 euro, in una tabaccheria di via Foggia, a Melfi. I due ragazzi sono stati arrestati dai Carabinieri e posti ai domiciliari.

Ieri sera i militari dell'Arma sono intervenuti dopo la telefonata fatta al 112 dalla proprietaria della tabaccheria, la quale ha denunciato il furto, avvenuto approfittando di un suo momento di distrazione. Dopo aver visionato le immagini dell'impianto di videosorveglianza e aver riconosciuto i due giovani, i Carabinieri li hanno rintracciati nei pressi dell'abitazione di uno dei due.

lunedì 5 giugno 2017

Lorena: la cantante di Melfi pubblica il nuovo singolo 'Dimentica'

DI REDAZIONE - Arriva in tutti i digital store e nelle radio italiane 'Dimentica' il nuovo singolo della cantante lucana Lorena. Dopo il precedente brano T'innamorerai' pubblicato a marzo 2016 e scritto da Massimo Tornese, la giovane cantante di Melfi, pubblica una ballad orecchiabile e intima che racconta delle difficoltà che vive una relazione. Il brano, accompagnato anche dal videoclip, è stato scritto da Giulio Iozzi( che ha curato anche gli arrangiamenti la registrazione e la produzione) e Alessandro Secci.

Lorena Ticchio, nome d'arte Lorena, nasce il 28/08/1990 a Melfi (PZ). Già durante l'infanzia mostra il proprio interesse verso la musica e così, all'età di 10 anni inizia a studiare tastiera e in seguito, quasi per gioco, comincia a cantare. All'età di 14 anni decide di incidere un disco fatto di cover e un brano inedito "Le tue mani nelle mie" scritto e composto dal maestro Altieri Alessandro che l'ha sempre seguita. Nello stesso anno partecipa al "Premio Mia Martini" classificandosi semifinalista a San Benedetto del Tronto.

Negli anni successivi seguono esibizioni con band locali. Nel 2006 inizia a cantare come corista in una cover band di Zucchero Fornaciari "Zucchero Dipendenti", seguono partecipazioni a vari festival e concorsi canori. Nel 2008 partecipa ai provini "X Factor" e "Amici".Attualmente collabora in varie situazioni tra cui il trio acustico "Tempo Zero" e la band "Vittima Modà Tribute Band".