martedì 14 giugno 2016

"A Potenza tornano i parcheggi a pagamento per motivi di cassa"

POTENZA - Durante il lungo periodo di totale assenza di parcheggi a pagamento nessuno si è accorto nè di particolari problemi di traffico nè di esigenze di qualsiasi tipo riconducibili alla mancanza di aree di sosta a pagamento. L'art. 7 del Codice della Strada che disciplina la materia è abbastanza chiaro. I parcheggi a pagamento possono essere istituiti in Zone urbane ,per particolari esigenze e condizioni di Traffico ed in vicinanza di "ADEGUATE " aree di parcheggio libero. Nonostante la comprovata inesistenza di motivazioni, Potenza si sta di nuovo tingendo di bleu . Strisce che delimitano i parcheggi a pagamento si stanno realizzando dovunque mentre si nota la scarsa presenza dei parcheggi liberi che,delimitati da strisce bianche, dovrebbero accompagnare in numero congruo , almeno pari , quelli a pagamento . Le strisce bleu si stanno istituendo anche nei piazzali di parcheggio antistanti la regione dove c'è spazio per tutti e non sono mai stati avvertiti da nessuno problemi di traffico o particolari altre esigenze di circolazione. Le uniche motivazioni riconoscibili quanto inammissibili restano soltanto quelle di fare cassa! Non un servizio quindi ma una tassa mascherata da servizio destinata ad alimentare clientele tramite pseudo assunzioni ed interessi di privati imprenditori . La città regione aggiunge così un' altra generosa medaglia alle tante che definiscono la sua particolare attenzione all'ospitalità ed all'accoglienza. Questa amministrazione più che dare sa solo chiedere contributi alla regione e porre ingiustificate gabelle a cittadini e visitatori. La periferia ci dà lezioni; al Crob di Rionero si accede e si parcheggia liberamente, al San Carlo di Potenza si paga la tassa di parcheggio e gli utili, piuttosto consistenti, non si sa a chi vanno. Fra qualche tempo, salvo un ravvedimento politico assai improbabile ,si pagherà pedaggio anche per accedere in Regione! Il Nuovo Corso della Giunta De Luca , dopo le sparate sulle spese dei rifiuti che non hanno avuto nessuna conseguenza,dopo i danni del dissesto , dopo il nulla del nulla aggiunge la tassa parcheggi. La linea del passato è perfettamente riemersa ed il nuovo corso , impelagato solo in questioni di poltrone, se pure è mai esistito per qualche attimo fuggente, è ormai morto e sepolto . Il Consigliere Antonio Vigilante , come ha sempre fatto ,vigilerà sulla materia fornendo ulteriori e puntuali informazioni alla città. Così il coordinatore politico della Lista Civica per la Città, Vincenzo Belmonte.

0 commenti:

Posta un commento