Camera Commercio Potenza, approvato bilancio

La Camera di Commercio di Potenza ha approvato il bilancio dell'esercizio finanziario 2015, con 12 milioni di euro di patrimonio netto e 8,7 milioni di liquidità

Melfi, minaccia la ex con una pistola giocattolo

Un 32 enne è stato denunciato dalla Polizia a Melfi, in provincia di Potenza, per aver minacciato con una pistola modificata la sua ex convivente

giovedì 5 maggio 2016

MArteLive Basilicata: nuove opportunità per gli artisti emergenti

POTENZA - MArteLive arriva in Basilicata alla ricerca di nuovi talenti! Sono aperte le iscrizioni per partecipare al primo festival multidisciplinare italiano, che dal 2001 seleziona e lancia i migliori artisti della scena contemporanea nazionale assegnando ogni anno oltre 100 premi tra produzioni, visibilità, ingaggi e partecipazioni a festival ed eventi esclusivi.

I contest offrono l’opportunità unica di approdare alla prossima Biennale MArteLive, un grande evento che coinvolgerà l’intera città di Roma e numerosi comuni del Lazio e che vedrà succedersi centinaia di spettacoli tra concerti, performance di teatro, danza e circo contemporaneo, mostre di pittura e fotografia, proiezioni, installazioni, reading, street-art, video-mapping.

Per l’edizione 2014 sono stati numerosi gli artisti lucani che hanno partecipato al concorso e alcuni tra questi, selezionati a livello regionale, sono arrivati alla finale nazionale Biennale MArteLive sfidandosi live con gli altri finalisti delle diverse regioni italiane e provenienti dalle 16 sezioni artistiche che animano il Festival: 900 artisti selezionati in tutta Italia tra  gli oltre 2.000 iscritti al concorso si sono esibiti per una 6 giorni celebrativa dell’Arte a 360°.

Proprio grazie alla sua formula multi-disciplinare che trova spazio nelle 16 sezioni artistiche previste dal concorso, MArteLive è un festival capace di porsi come un’importante vetrina per i giovani artisti emergenti, offrendogli la possibilità di esporre le proprie opere o esibirsi con le proprie performance in location selezionate, entrando in contatto con addetti ai lavori e professionisti del settore. L’obiettivo di MArteLive è infatti quello di scoprire e mettere in luce nuovi talenti, favorire i giovani artisti emergenti nelle più svariate discipline e promuoverne il lavoro sulla scena artistica contemporanea nazionale.

Il concorso è aperto a giovani artisti di un’età compresa tra i 18 e 39 anni: chi si iscrive subito potrebbe essere selezionato fin da adesso per esporre le proprie opere o esibirsi con le proprie performance durante i nostri eventi organizzati in location selezionate dallo staff MArteLive. Regolamento e Bandi di Concorso su www.concorso.martelive.it.

– LA BIENNALE MARTELIVE E LE FINALI REGIONALI
La Biennale MArteLive è il grande evento conclusivo di una stagione lunga 2 anni ricchi di selezioni e scouting artistico, di produzioni ed eventi speciali. Centro nevralgico della Biennale MArteLive sono le finali regionali del contest MArteLive che la precedono: centinaia di artisti selezionati su tutto il territorio nazionale per il raduno artistico più grande d’Italia. I vincitori delle singole finali regionali o di macro-area avranno un posto assicurato alla prossima Biennale MArteLive, che si terrà a Roma in più location selezionate, quali sono state per l’edizione 2014 il MACRO di Testaccio, l’Atlantico Live, l’Init, il Monk, l’Angelo Mai, la Casa del Jazz e tante altre, e che darà ai partecipanti l’opportunità unica di vincere esclusivi premi, riservati non solo ai vincitori ma anche a coloro il cui lavoro verrà ritenuto degno di nota e attenzione, nonché di entrare a far parte del roster degli artisti di ScuderieMArteLive, partecipando così ai più importanti eventi culturali organizzati dal nostro staff. (I premi in palio per la prossima edizione saranno di valore superiore o pari a quelli assegnati nel 2014. Per consultare l’elenco degli oltre 100 premi assegnati durante la BiennaleMArteLive 2014 visita il sito www.marteawards.it/premi).
                                                                 
Lo staff MArteLive è alla ricerca di NUCLEI ORGANIZZATIVI REGIONALI dislocati su tutto il territorio nazionale. Se sei un organizzatore di eventi culturali, un innovatore sociale nel tuo territorio, se ti senti uno strartupper, se siete più persone e fate parte di un’associazione culturale o se gestite un’agenzia di comunicazione e volete organizzare con noi il MArteLive nella vostra regione collaborando attivamente ai progetti del MArteLive System, contattaci! Candidati alla guida dei nuovi nuclei organizzativi inviando il tuo curriculum corredato da una lettera di presentazione a risorseumanemartelive@gmail.com.

– MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Le iscrizioni per partecipare al Concorso ed accedere alle finali regionali saranno aperte fino al 31 gennaio 2017, quando inizierà ufficialmente la fase finale della Biennale MArteLive 2017, che fino ad aprile vedrà lo svolgersi delle finali regionali o di macro-area, dislocate su tutto il territorio nazionale, nella formula multi-artistica che contraddistingue il festival. I vincitori delle singole finali regionali o di macro-area approderanno alla finale nazionale, Biennale MArteLive, che si svolgerà a Roma a settembre 2017.

Fca, boom della produzione anche nel 2016. Melfi fabbrica leader

MELFI - Non è solo il mercato italiano, ma anche i dati delle auto prodotte negli stabilimenti italiani di FCA a confermare una crescita nei primi tre mesi del 2016. Nelle ultime settimane del mese di marzo 2016 sono partite le produzioni dell’Alfa Romeo Giulia a Cassino e del Suv Maserati Levante nello stabilimento di Mirafiori che nel corso del 2016 incideranno ulteriormente sui volumi. I dati che abbiamo elaborato sul primo trimestre, dichiara Ferdinando Uliano segretario nazionale Fim-Cisl responsabile del settore automotive, evidenziano che dopo il 2015, l’anno di uscita per FCA da un periodo di forte crisi del settore, il 2016 sarà caratterizzato da un ulteriore crescita nei volumi con una composizione maggiore di auto della fascia alta del mercato. E’ certamente questo il dato più significativo. Nel 2012 come Fim-Cisl abbiamo condiviso con il Lingotto il nuovo piano industriale, poi confermato il 6 maggio del 2014 a Detroit, che alla base aveva la scelta di cambiare le tipologie di auto prodotte, elevandone la fascia: oltre alle due auto prodotte a Melfi: Renegade e 500x, e alle due Maserati di Grugliasco, si rilanciava il marchio Alfa Romeo con 8 modelli e si rafforzava il polo torinese del lusso con una importante produzione Maserati nel sito storico di Mirafiori. Le auto di fascia medio alta prodotte nel 2012 rappresentavano solo il 20% dei volumi, mentre nel 2015 si è raggiunto il 58%. Nel 2016 con la messa in produzione alla fine di marzo di Levante e Giulia, a cui si aggiungerà a fine anno il nuovo Crossover Alfa Romeo, la percentuale potrà ulteriormente crescere fino a toccare il 62%(come da grafico allegato – vedi sotto). Le produzioni rilevate nel primo trimestre 2016, fanno riscontrare che su base annua si supererà la quota di 1 milione di vetture prodotte (considerando i veicoli commerciali). La maggiore composizione di auto nella fascia medio alta comporterà particolari vantaggi alla redditività complessiva degli stabilimenti italiani, ma soprattutto avrà effetti positivi sull’occupazione con un forte ridimensionamento delle ore non lavorate (Cassa Integrazione e Contratti di solidarietà). Lo ricordiamo anche al Presidente del Consiglio Renzi, a cui oggi sarà presentata la nuova Giulia, che questo cambiamento è stato possibile per le scelte che ha compiuto un sindacato come la Fim Cisl. Quegli accordi, inizialmente contrastati da molti “signor no”, hanno obbligato il Gruppo ad investire in Italia, evitando la chiusura di due stabilimenti. Questo ha salvaguardato l’occupazione in Italia, ridimensionando la cassaintegrazione (dal 40% degli occupati al 12% del 2015) e portando nel 2015 ad assumere stabilmente quasi 3.000 giovani. La nascita di Fiat Chrysler Automobile, da noi sostenuta insieme al sindacato americano UAW, ha consentito di reperire risorse finanziarie necessarie per gli investimenti e la possibilità di utilizzare quelle economie di scala, sinergie, riduzione dei costi, coperture di mercati necessarie per sostenere la vendita sui mercati esteri e nazionali delle auto prodotte nei nostri stabilimenti. Oggi abbiamo fatto numerosi passi in avanti, se solo pensiamo che due anni fa il dibattito politico nel nostro Paese era tutto condizionato dalle posizioni della Fiom di Landini, che si fermavano ad un’opposizione puramente ideologica alle nostre scelte sindacali. Se avessimo seguito quelle posizioni oggi sarebbero stati cancellati migliaia di posti di lavoro . Le nostre attenzioni maggiori ora riguardano l’obiettivo della “piena occupazione” entro il 2018, questo significa che in questo arco temporale in particolare negli stabilimenti di Pomigliano e Mirafiori dovranno essere assegnate nuovi modelli.

Potenza: nascerà il Parco della Legalità

POTENZA - "Parco della Legalità": è questo il nome scelto dal Comune di Potenza per il nuovo quartiere che sta sorgendo nella zona dell'ex fornace di via del Gallitello, alla confluenza con via dei Molinari. L'annuncio è stato fatto stamani dal sindaco Dario De Luca durante la conferenza stampa di presentazione della "Notte bianca della Legalità", in programma, per la prima volta in Basilicata, sabato 7 maggio, a Potenza e a Matera. Tutte le nuove vie saranno intitolate "a chi - ha spiegato De Luca - ha dato la sua vita per la legalità. E quindi il giardino all'ingresso del nuovo quartiere sarà dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino".

Cena degustazione con gli chef del Team Basilicata

POTENZA - Imperdibile evento gastronomico giovedì 5 Maggio presso il ristorante “Sotto La Torre” con la cena degustazione preparata a cinque mani dagli chef del Team Basilicata, freschi vincitori della medaglia d’oro agli ultimi campionati italiani di cucina di Montichiari. A partire dalle 20:30, lo chef resident Giuseppe Isoldi, il team manager Battista Guastamacchia, il capo team Vito Amato, lo chef Antonio Farella e il pastry chef Francesco Fiore proporranno i piatti vincitori del concorso a comporre un ricco menu con i prodotti dell'eccellenza agroalimentare lucana e non solo rielaborati in chiave moderna.

 Un vero e proprio viaggio del gusto che prenderà il via dal baccalà con peperoni cruschi di Senise, salsiccia lucanica e caciocavallo podolico, seguito da un filetto di ombrina in manto di seppie, passando dagli eliconi alla genovese di tonno al raviolo aperto al cacao e al filetto di maialino nero laccato al ficotto di Pisticci fino al dessert tutto da scoprire. Il tutto abbinato alle bollicine di Andrea Biatta dell'azienda Le Marchesine e ai vini dell’Azienda Elena Fucci con le varie annate del suo “Titolo”, prima stella per la Basilicata di “Tre bicchieri” del Gambero Rosso. L'evento è organizzata in collaborazione con Luis Wine & Dine Events.

''NO V.I.A.'' l'ultimo libro del giornalista di Raiuno Giuseppe Di Tommaso

POTENZA - E' uscito nelle librerie di tutta Italia, ''NO V.I.A.'' un libro, edito Herkules books, dove al centro del racconto c'e' la Basilicata. Scritto dall'inviato di Raiuno del programma televisivo ''La vita in diretta'' Giuseppe Di Tommaso, lucano d'origine, questa è un'opera prima, un thriller ambientale sull'affare petrolio in Val D'Agri. Il romanzo è stato scritto 6 mesi fa, prima degli ultimi fatti di cronaca del mese scorso che ha portato ad una inchiesta della magistratura di Potenza sullo smaltimento dei rifiuti illeciti al centro Eni di Viggiano che, al termine delle indagini della polizia ha portato in carcere cinque persone e fatto finire nel registro degli indagati l'ingegnere Gianluca Gemelli, legato all'ex Ministro Guidi. Giuseppe Di Tommaso, racconta nel suo libro, in modo semplice e diretto, un groviglio febbrile di episodi, di personaggi, magnificamente descritti che sembrano prima allontanarsi per poi improvvisamente riavvicinarsi in episodi e vicende comuni. Un thriller ad alta tensione, teso come una corda di violino, fino a spingersi alla crudele verità celata dietro compromessi, tangenti, tradimenti perpetrati da uomini senza scrupoli. La Basilicata è al centro del romanzo, così poetica nelle sue tradizioni, bucolica nei suoi paesaggi, amorevole nel cuore buono della sua gente, ma anche depressa per l'uso improprio delle sue risorse defraudate senza ritegno. Mauro, lucano d'origine ma milanese d'adozione, è un ingegnere ambientale che dopo la morte del padre, decide di tornare in Basilicata, con la sua ragazza Jessica, lombarda di nascita, Viggiano paese della Val D'Agri, dove la SOPEP, società dedita all'estrazione del petrolio, dispensa posti di lavoro e royalties in cambio del silenzio. Roberto invece è un consigliere regionale che raccomanda, per un posto di lavoro Mauro, all'Ente Regionale per l'Ambiente. Ma una moria di carpe verificatasi nel lago del Pertusillo, scatena l'ira di alcuni abitanti, che accusano la SOPEP, di disastro ambientale e fautrice della scomparsa di un misterioso fascicolo denominato ''NO V.I.A.'' . Un opera prima eccezionale, dove la lirica cede il posto alla suspanse, sostenuta da un ritmo cadenzato, e dove la bramosia di rileggerlo da capo contagerà il lettore. L'autore ha dichiarato:'' Ho scritto questo libro per amore del mio territorio, della mia regione che porto sempre nel mio cuore nella speranza che la dignità del popolo lucano e della povera gente venga sempre rispettata''.

mercoledì 4 maggio 2016

Venerdì sciopero dei lavoratori dei servizi, presidi a Potenza e Matera

POTENZA - Fuori servizio. È lo slogan scelto dai sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil, Uiltucs Uil per lo sciopero nazionale dei lavoratori dei comparti turismo, mense, terme, multiservizi e farmacie private fissato per venerdì 6 maggio. Una fermata generale per protestare contro “l’atteggiamento dilatorio delle associazioni datoriali che non ha consentito ad oggi la positiva conclusione dei negoziati per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro”. Tra le rivendicazioni alla base dello sciopero anche un forte richiamo alla lotta al lavoro nero, alla precarizzazione del lavoro e al sempre più massiccio ricorso ai vouchers. Previste manifestazioni e presidi in tutta Italia a livello regionale e locale. In Basilicata si terranno due presidi a Potenza e Matera davanti alle rispettive Prefetture dalle 9.30. Sono oltre un milione e mezzo i lavoratori che attendono, in alcuni casi anche da sei anni, il rinnovo dei contratti nazionali e il conseguente adeguamento dei salari al costo della vita. Un mosaico assai variegato, quello dei servizi, con settori in forte ascesa, come il turismo, e settori in forte sofferenza, come il sistema degli appalti, dove sempre più spesso il contenimento della spesa pubblica si scarica tutto o quasi sulle spalle dei lavoratori.

È il caso, ad esempio, del nuovo appalto regionale, suddiviso in cinque lotti, bandito dalla stazione unica appaltante per le pulizie nelle strutture sanitarie lucane che, secondo i calcoli fatti dai sindacati di categoria, produrrà un taglio del 30 per cento delle ore o della forza lavoro. Ieri in Regione si è tenuto un incontro che le segreterie regionali di Fisascat, Filcams e Uiltucs hanno giudicato insoddisfacente. Le tra sigle sindacali parlano anche di poca chiarezza su: numero degli addetti, monte ore pro capite, aree definite ad alto, medio e basso rischio, planimetrie e soldi messi a base d'asta.

“Il 18 febbraio in Regione - lamentano i sindacati - avevamo concordato di fare un tavolo tecnico per una discussione di merito e invece siamo stati convocati per ascoltare futili affermazioni di principio sul mantenimento dei livelli occupazionali che non ci lasciano dormire sui sette guanciali a poche ore dalla scadenza del bando. Dire mantenimento dei livelli occupazionali per noi significa passaggio di tutto il personale al nuovo appaltatore e mantenimento dei livelli retributivi e contributivi. Non si possono fare gare con dati approssimativi e sommari dopo anni di attesa. Qui si tratta di salvaguardare due diritti fondamentali: il diritto alla salute e al lavoro. E non è giustificabile il pressappochismo. Per questo ci riserviamo di fare azioni tese a garantire i diritti di chi rappresentiamo”.

Fishing Party, l’evento clou della pesca sportiva in Basilicata

POTENZA - E’ il primo festival della pesca sportiva in Basilicata. Si chiama Fishing Party e si terrà a Potenza, il prossimo sabato 7 maggio. L’evento non ha precedenti per portata ed ambizioni a livello regionale e punta ad avvicinare ai tantissimi appassionati del settore tutte quelle opportunità offerte da tempo in appuntamenti concentrati quasi tutti nel nord Italia ed in grado di diffondere la cultura e le tecniche del vasto panorama connesso alla pesca intesa come sport. Nell’arco dell’intera giornata si alterneranno esperti nazionali per una serie di seminari ed incontri dimostrativi sulle più svariate discipline di pesca sia in acqua dolce che in mare. Veri punti di riferimento del settore, giornalisti, appassionati, volti della tv saranno a disposizione del pubblico sia per i momenti teorici che nelle fasi pratiche, per le quali non poteva mancare l’indispensabile vasca per la prova in acqua delle attrezzature. Gli eventi di Fishing Party saranno ospitati nell’area antistante Freetime (via Mantova – parcheggio 1 liv. B), il soggetto promotore dell’intera iniziativa, in via Mantova, sin dalle ore 09.00. Nella giornata interverranno Luca Quintavalla esperto di pesca al black bass, guida di pesca, collaboratore per riviste specializzate e per il canale Caccia e Pesca di Sky, per il quale ha realizzato diversi documentari di settore. Quintavalla terrà un seminario sulla pesca in acqua dolce al black bass. Massimo Cerino, professore e collaboratore di importanti riviste di settore, fra le più autorevoli fonti italiane per quanto riguarda la pesca ad eging ed il rock fishing, interverrà per svelare tutti i segreti di queste tecniche. Il panorama in continua evoluzione delle nuove tecniche di pesca di origine orientale è, invece, il campo di competenza di Vincenzo Lamberti, che ha affinato le sue conoscenze nel confronto continuo con i maestri giapponesi nei loro frequenti seminari italiani sponsorizzati da alcune importanti marche. Il suo seminario sarà incentrato su pesca dalla barca con particolare riferimento a tecniche quali slow pitch, kabura e sakibi. A Raffaele Silipo, organizzatore dell’evento ideato in occasione dell’anniversario del suo Freetime, toccherà il compito di approfondire il settore dello spinning sulle mangianze con particolare riferimento alle tecniche di utilizzo dei jig. Con Caccia e Pesca di Sky, ha realizzato i programmi “A tutto spinning”, “Big Fish Adventure” e “Storie di Pesca 2-3-4”. Il suo intervento sarà particolarmente attinente al contesto lucano, in quanto Silipo affina le sue tecniche nelle acque della costa jonica. Nel corso della giornata interverrà anche Giacomo Baldini, pescatore a spinning in freshwater e promoter Wileyx. Con inizio previsto alle ore 09.00, Fishing Party avrà una pausa intorno alle 13.00 e riprenderà dalle ore 15.00 fino alle 20.00. Gli ospiti potranno servirsi dell’area barbecue per il pranzo e confrontarsi direttamente con gli esperti che hanno aderito all’evento oltre ad usufruire di sconti sui numerosi prodotti in esposizione per conto delle migliori marche del settore. Info e prenotazioni: pagina facebook Freetime Potenza, tel 0971 1944563.

Girone H, Serie D: il Potenza supera 2-1 il Fondi

di FRANCESCO LOIACONO - Turno parzialmente positivo per le squadre lucane del campionato di serie D girone H. Il Potenza ha vinto per 2-1 in casa col Fondi. Buona la prestazione della squadra di Marra. Nel primo tempo il Potenza è passato in vantaggio con Simeri il quale con un tiro di destro da pochi metri ha sorpreso il portiere Calandra. Il Fondi ha pareggiato per merito di Iadaresta che con un tocco di sinistro in scivolata ha battuto il portiere Di Costanzo. I rossoblu lucani sono ritornati in vantaggio con Testardi su rigore concesso per un fallo di mano di D’Agostino su punizione calciata da Simeri. I laziali in contropiede. Una botta col destro di D’Agostino è stata neutralizzata con una gamba dal difensore Esposito. E’ stata la volta di De Martino a farsi notare con un colpo di sinistro respinto bene con le mani dal portiere Di Costanzo. Nel secondo tempo Potenza sfortunato. Un tiro di Simeri ed una conclusione di Testardi sono stati entrambi salvati sulla linea prima da Dinielli e poi da Tommaselli. Il Fondi è andato vicino al pareggio con Iadaresta il cui tocco col sinistro ha sfiorato il palo. Il Potenza ha 43 punti, con buone possibilità di salvarsi. Il Francavilla sul Sinni ha perso per 2-1 a Marcianise. Prima frazione di gara. Sinnici insidiosi. Botta di destro di Marzullo che è terminata alta. La squadra lucana è passata in vantaggio con Pisani su rigore concesso per un fallo di Follera sullo stesso Pisani. Replica dei campani con Farriciello il cui sinistro ha sfiorato il palo. Il Marcianise ha pareggiato con Sorrentino su rigore concesso per un fallo di Colonna sullo stesso Sorrentino. Ripresa. Sinnici velocissimi. Un tocco di destro di Fanelli è finito di un soffio a lato. E’ stata la volta di Gasparini ma il portiere dei campani Zeoli è riuscito ad opporsi bene. Il Marcianise è passato in vantaggio con Farriciello il quale con un tiro di sinistro ha battuto il portiere Liccardo. Il Francavilla sul Sinni è terzo in classifica a 60 punti in zona play off. Il Picerno ha perso 4-3 a San Severo. Nel primo tempo è andato in gol il San Severo con De Luca che con una girata al volo di destro ha trafitto il portiere Ioime. I lucani hanno pareggiato con Esposito su rigore dato per un fallo di Grieco su Gerardi. Pugliesi di nuovo avanti con Rossi, tiro di sinistro imparabile per Ioime. Terza rete del Sansevero realizzata da Evacuo, tocco di destro. Nel secondo tempo grande rimonta del Picerno con una doppietta di Varriale, prima con una botta di sinistro da trenta metri e dopo di testa. I pugliesi sono però tornati in vantaggio con Favetta il quale di destro ha mandato il pallone in rete. Sconfitta decisiva per il Picerno che purtroppo è retrocesso matematcamente in Eccellenza lucana.