Maltempo, Ugl: inverno non può essere annoverato tra emergenze

"Riteniamo che siamo allo sbando totale e che si possa decretare definitivamente il fallimento dello stato sociale. La Regione Basilicata fa acqua da tutte le parti e non è in grado di fronteggiare le emergenze e le sedicenti tali" denuncia l'Ugl

Matera, tunisino arrestato due volte

Arrestato due volte nello stesso giorno dai Carabinieri: è accaduto a Bernalda

venerdì 20 gennaio 2017

Cosa dice la normativa vigente sull’assicurazione autocarro

Rispetto al passato, il mercato assicurativo italiano ha fatto passi da giganti proponendo nel tempo prodotti sempre più all'avanguardia e completi. Grazie anche al fatto che conviene confrontare le polizze direttamente online ha permesso di far crescere notevolmente la concorrenza tra le varie compagnie, fattore quest'ultimo che aiuta i consumatori italiani nella vasta scelta e nelle possibilità di risparmio. Tra le molte polizze in circolazione occupano certamente un posto di primo piano le assicurazioni autocarro, forme di polizze di cui ci occuperemo con questa guida dando particolare spazio alle caratteristiche principali, alle differenze con le più famose Rc auto e alle strade da seguire per abbattere gli alti costi.

Aspetti e funzionamento. Una netta distinzione con le più comuni polizze auto è riscontrabile nelle modalità di calcolo del premio finale da pagare alla compagnia. Premio calcolato in base alla portata del veicolo, dato rilevabile dalla carta di circolazione, e non secondo la cilindrata del mezzo come avviene invece per le auto. La portata è la quantità massima di merce che un mezzo può trasportare ed è espressa in quintali: al di sotto della soglia dei 35 quintali l'assicurazione avrà un costo, superato tale limite ne avrà evidentemente un altro. Altri elementi che giocano a favore della polizza autocarro sono relativi al bollo e ai pedaggi autostradali, spese sensibilmente agevolate per questi mezzi. Non ci sono solo vantaggi per gli autocarri, esistono infatti anche dei limiti importanti per queste forme di assicurazioni. Basti pensare al numero di sinistri coperti, solitamente 2/3 all'anno e non di più. La ragione di questa limitazione sta nel fatto che gli autocarri sono mezzi destinati all'uso commerciale, pertanto soggetti a grandi percorrenze e guidati da più persone, aspetti che naturalmente fanno lievitare parecchio il rischio di sinistri. In ogni caso, resta la possibilità per i proprietari di questi mezzi di pagare, al momento della stipula contrattuale, un premio aggiuntivo e garantirsi così una copertura per un numero maggiore di incidenti annui.

Da precisare, inoltre, che quando il veicolo commerciale è intestato e di proprietà di una società la copertura assicurativa vale solo durante l'orario lavorativo. Dunque per gli incidenti occorsi fuori orario di lavoro non spetta alcun risarcimento da parte della compagnia di assicurazione. Garanzie particolari. Le estensioni di garanzia in aggiunta all'assicurazione base caratterizzano anche le polizze autocarro. Molto richieste dai proprietari di questi veicoli commerciali sono le garanzie relative alcarico e scarico delle merci e al traino rimorchio.

Con l'estensione di garanzia per il carico e lo scarico delle merci si tende a tutelarsi contro eventuali danni causati durante tali operazioni, mentre con l'altra garanzia è possibile cautelarsi contro i danni provocati dal traino rimorchio. A questi tipi di coperture molto comuni per gli autocarri vanno poi aggiunte la polizza furto e incendio, la polizza Kasko e così via. La priorità resta quella di fare un'attenta analisi sulle coperture aggiuntive realmente occorrenti, in quanto il ricorso a queste garanzie comporta una spesa sensibilmente maggiore e, a volte, totalmente inutile. Ecco perché è molto meglio non essere superficiali e prestare particolare attenzione ai massimali, alle scadenze, alle franchigie e al premio finale da pagare.

Una lettura scrupolosa di tutto quanto previsto dal contratto favorisce la stipula di una polizza autocarro conveniente economicamente e adatta alle esigenze personali. Anche perché oggigiorno consultare online i pacchetti assicurativi delle numerose compagnie è piuttosto semplice e non richiede tanto tempo, bastano davvero pochi click e la giusta pazienza. Il segreto è sempre lo stesso: è necessario visionare attentamente un bel numero di preventivi prima di fare la scelta definitiva. Un compito molto agevolato dall'utilizzo dei comparatori online, strumenti con cui è possibile confrontare contemporaneamente diverse offerte. Risparmiare sulle polizze autocarro è assolutamente possibile, soprattutto quando si seguono le strategie più opportune senza commettere ingenue leggerezze. Specialmente in un Paese dove i costi delle assicurazioni sono piuttosto alti è veramente un grave errore non cercare di abbatterli attraverso piccoli ma utili stratagemmi.

J Ax e Fedez, un'accoppiata vincente tra soldi e successo: esce oggi 'Comunisti col rolex'

di MARCO MASCIOPINTO - Continuano a far parlare di se il duo composto da Fedez e J Ax. 4 anni di conoscenza, la nascita della loro prima etichetta 'Newtopia' e successi uno dietro l'altro. Fedez ha deciso di incontrare la stampa e presentare il nuovo progetto discografico 'Comunisti col rolex', direttamente a casa sua, nei nuovi grattacieli di Porta Nuova, nel complesso di CityLife, dove il cantante ha recentemente acquistato un attico al 13esimo piano che ha fatto molto discutere: «Qui abita anche Tiziano Ferro - spiega Fedez. Non ho nulla contro di lui, ma ha speso più o meno gli stessi soldi che ho speso io per un appartamento nella scala vicina alla mia e nessuno ha detto niente. Invece su di me critiche e indignazioni. E' un progetto di 16 pezzi nato due anni fa e anticipato ad aprile dal fortunatissimo singolo "Vorrei ma non posto": nel disco ci sono anche "Assenzio", "Pieno di stronzi" e molti altri brani.

Il disco è ricco di collaborazioni: partendo da Levante, Stash, Giusy Ferreri, Alessandra Amoroso, Nek, Loredana Bertè, Arisa ed Alessia Cara. Un disco che sa di polemica e di voglia di far sentire il proprio pensiero. << L'idea era quella di fare un disco completamente diverso, allontanandoci dai soliti schemi precisi e mettendo all'interno anche il punk che poteva rappresentare un suicidio discografico".

A breve partiranno in un lungo tour in giro per l'Italia insieme con Paolo Jannacci. Già 107mila biglietti sono andati a ruba. Tra polemiche, critiche e battibecchi sul web, l'inedita coppia 'd'oro' della musica italiana, J Ax e Fedez, piace sempre di più.

Giornata della Memoria, i presidi culturali presenti nei paesi del sistema ACAMM

Venerdì 27 gennaio 2017, in occasione della Giornata della Memoria, i presidi culturali presenti nei paesi del sistema ACAMM (Aliano, Castronuovo Sant’Andrea, Moliterno, Montemurro) partecipano alla III edizione de La Shoah dell'arte, un'iniziativa promossa dall'Associazione ECAD con il patrocinio del Presidente della Repubblica per commemorare le vittime dell'Olocausto attraverso l'arte e le testimonianze degli artisti, dei letterati e degli intellettuali in genere, perseguitati e sopravvissuti al genocidio.

Mostre, incontri, proiezione di filmati e laboratori didattici scandiranno l'intera giornata che, per ogni istituto culturale, ha un programma ricco e dettagliato, stilato per celebrare, in una giornata in cui tutto il mondo sceglie di non dimenticare, quel 27 gennaio del 1945 in cui le truppe sovietiche dell’Armata Rossa entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz per liberare i pochi superstiti.

E' già in orbita il nuovo bando del Lucania Film Festival: numerose le novità annunciate

POTENZA - Sono oltre cento le opere già pervenute alla segreteria organizzativa del Lucania Film Festival dalla diffusione del bando 2017, che scadrà il prossimo 20 aprile. L’evento organizzato da Allelammie si terrà come sempre ad agosto e, in vista della 18esima edizione, conferma il Centro Tilt come main location dell'evento, mantenendo comunque uno sguardo sull'intero territorio di cui si vuole esaltare il valore cinematografico.

In questo senso il LFF annuncia importanti novità a partire da una nuova, grande sfida di natura organizzativa. Lanciato nell’ottobre scorso, il Bando del LFF si ispira al codice etico dell’European Film Festivals e si rivolge alla platea internazionale dei cineasti puntando ad opere, cortometraggi e lungometraggi, realizzate in tutto il mondo a partire dal gennaio 2016 ed inedite in Basilicata. A valutarle sarà una Giuria internazionale composta da personalità del mondo del cinema e dell’arte. Ad essa si affiancherà una Giuria popolare che conferma e sviluppa l’esperimento lanciato l’anno scorso e rappresenta uno degli elementi di novità della nuova edizione, che intende strutturare un pubblico fidelizzato e dilatare gli orizzonti della kermesse.

Incaricata di consegnare il riconoscimento “LFF – POP 2017 Award”, la Giuria popolare, che conta già oltre 40 iscritti e ambisce ad essere una tra le giurie più numerose dei festival di cinema, seguirà un adeguato percorso formativo gratuito finalizzato a disporre di quegli strumenti utili alla valutazione delle opere filmiche. A trasmettere agli interessati gli elementi di grammatica cinematografica saranno docenti di cinema, registi ed operatori del settore. Il LFF guarda, poi, al pubblico giovane ed internazionale attraverso il coinvolgimento delle scuole di Basilicata e la creazione del primo Cine-campeggio d’Europa che al centro Tilt ospiterà comunità di studenti e giovani filmakers da tutto il mondo.

Nell’ambito di un percorso di rinnovamento radicale della filosofia organizzativa dell’evento e sempre nell’ottica di sviluppare percorsi originali in grado di creare una rinnovata comunità di fruitori e promotori, il LFF scommette anche sul coinvolgimento diretto di figure disposte a collaborare per la realizzazione della manifestazione. Studenti, professionisti, giovani e adulti possono contribuire al suo successo attraverso periodi di collaborazione e tirocinio formativo a titolo gratuito (anche per alternanza Scuola-Lavoro), presso la segreteria e gli spazi del LFF. Il desiderio di cambiamento strutturale della kermesse è rappresentato anche dalla nuova linea grafica, in parte già anticipata sui canali di informazione ufficiale del LFF, sia web che social. Un astronauta vuole essere il simbolo della ricerca di nuovi valori, stimoli e conoscenze da riportare su una terra alla quale resta collegato da quel tubo catodico che si trasforma in strumento di condivisione.

La sua dimensione non è la fuga verso nuovi mondi, ma la loro esplorazione affinché la sua terra possa ricavare indubbi benefici e nuovi stimoli. Sulla scia dell'esplorazione, il LFF vuole raccontare quello che avviene nel mondo cinematografico internazionale, anticipandone le linee guida: i nuovi linguaggi, i nuovi temi e i nuovi modi di fruizione. Il LFF conferma il suo ruolo strategico all'interno del comparto creativo lucano, nel solco della rivoluzionaria legge regionale dello spettacolo, che norma il settore e genera le condizioni necessarie alla nascita e allo sviluppo del mercato creativo e culturale della regione Basilicata. Il LFF conferma, infine, e fidelizza i i rapporti istituzionali con la Fondazione Matera 2019, la Lucana Film Commission e l'Ufficio regionale dei Sistemi culturali.

Calcio, Serie D: il Francavilla in Sinni e il Rionero vincono col Genzano di Roma e ad Agropoli

di FRANCESCO LOIACONO - Risultati molto positivi quelli delle squadre lucane nei recuperi del campionato di serie D girone H. Il Francavilla in Sinni ha vinto per 2-1 in casa col Cynthia Genzano. Nel primo tempo i laziali in contropiede. Un tiro di Mancini è stato bloccato bene dal portiere Gravagnone. I sinnici sono rimasti in dieci. Si è fatto espellere Marino per un brutto fallo su Bertoldi. Il Cynthia Genzano della provincia di Roma è andato in gol con Longobardi che di testa ha sorpreso il portiere Gravagnone.

Nel secondo tempo la squadra di Lazic ha pareggiato per merito di Gasparini velocissimo con un tocco al volo di destro a mandare il pallone in rete. Il Francavilla in Sinni ha ribaltato la partita. De Gol con una botta di sinistro dalla lunga distanza ha superato il portiere Scarsella. I sinnici sono quinti a 28 punti.

Il Vultur Rionero ha vinto per 2-1 ad Agropoli. Prima frazione di gara. La squadra lucana si è portata sull’1-0. Cristaldi con un sinistro dal limite dell’area ha trafitto il numero uno Cotticelli. Ripresa. I campani hanno pareggiato. Gagliardo di testa ha superato il portiere Landi. Il Rionero è ritornato in vantaggio. De Stefano con un bolide di destro ha battuto Cotticelli. Per i vulturini un importante passo in avanti verso la salvezza, ora hanno 25 punti. Buon pareggio del Picerno per 1-1 a Bisceglie contro la seconda in classifica.

Nel secondo tempo lucani in rete con Tedesco di destro. I pugliesi hanno sbagliato un rigore con Lattanzio che si è fatto respingere il tiro dal portiere Ioime. Il penalty è stato dato per un fallo di Impagliazzo sullo stesso attaccante. Il Bisceglie è però riuscito ad impattare con Montaldi, forte inzuccata. Il Picerno è quintultimo a 20 punti. Non si è giocata Potenza-Manfredonia di nuovo rinviata per neve. Si recupererà mercoledì prossimo 25 gennaio 2017.

Parigi, paura nella metro: uomo armato di coltello

PARIGI - Allerta a Parigi per un individuo che ieri sera ha attaccato a colpi di pugnale diversi passeggeri nel metro. Secondo Le Parisien.fr, l'uomo, avrebbe aggredito (senza apparente motivo) diversi viaggiatori. Alle 21:15, su un vagone della linea 7, l'uomo ha inferto tre colpi ad un passeggero che non aveva mai visto prima. L'aggressore si è poi dileguato alla stazione Riquet, nel nord di Parigi. La vittima è stata ricoverata dai pompieri nel vicino ospedale Lariboisière. La sua vita non è in pericolo.

Secondo episodio alle 22.45, questa volta alla stazione Jacques Bonsergent. Un passeggero ha denunciato di essere stato aggredito da uno sconosciuto che ha cercato accoltellarlo. Terzo episodio alla stazione Gare de l'Est intorno a mezzanotte e cinquanta. Due persone hanno segnalato agli agenti di essere state attaccate da un uomo armato di coltello. La polizia francese è alla ricerca del folle.

Maltempo, Ugl: "Un inverno non può essere annoverato tra le emergenze"

POTENZA - “Riteniamo che siamo allo sbando totale e che si possa decretare definitivamente il fallimento dello stato sociale. La Regione Basilicata fa acqua da tutte le parti e non è in grado di fronteggiare le emergenze e le sedicenti tali. Si segue comunque e in gran parte ciò che di negativo l’Italia sta’ offrendo. Si, perché se il terremoto è una triste e pesante emergenza, nel nostro territorio un inverno non può essere annoverato tra le emergenze”.
Su come affrontata l’emergenza maltempo in Basilicata, duro è il commento del segretario generale dell’Ugl Basilicata Giovanni Tancredi e del segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano.

Per i sindacalisti, “Essere impreparati dinanzi a una nevicata, non riuscire a proteggere e a garantire i servizi basilari quali approvvigionamento idrico, elettrico e di comunicazione in genere telematico e viario, significa non essere uno Stato, una Nazione, un consorzio di uomini pronti al mutuo soccorso. I costi della gestione superano di gran lunga i servizi stessi e paradossalmente non sono sufficienti per il servizio stesso. Per ogni avversità – proseguono Giordano e Tancredi -, il decretare un abusato ‘stato di emergenza’ ha creato il duplice danno di spesa eccessiva e non congrua allo stato delle cose, unitamente a sproporzionati e ridicoli interventi fatti di sterili protocolli e ‘americanate’ evidentemente inadeguate nel momento dell'effettivo bisogno. Per l’Ugl, inoltre, non da meno è anche il business creato attorno alle emergenze, che vedrebbe spesso per protagonisti personaggi di dubbia moralità, camaleonti dell'affare legato al mondo della politica. Se nel resto d’Italia si assiste alla lettura dei disastri, di come sia facile mostrare leggi e norme, utili più a garantire posti di lavoro adeguati ai protetti della politica, siano inadeguate e, magari anche disegnate per far arricchire il furbo di turno, nella nostra Basilicata le province di Potenza e Matera non hanno più gli strumenti per garantire la basilare viabilità perché distrutte nei servizi ma non nella gestione politica (carte, carte e carte!): servizi oggi demandati a una privatizzazione ormai fallimentare. Un Acquedotto, quello LUCANO, che fa ‘acqua’ da tutte le parti non riuscendo a far fronte a giorni di possibile freddo per queste latitudini: materiali carenti? Mediocrità della messa in opera dove in interi paesi le rotture sono all'ordine del giorno? Speculazione delle ditte appaltatrici? Non sappiamo ma a noi dell’Ugl, piacerebbe che la Magistratura indagasse perché non è giusto. È il fallimento della concezione della  Regione – Azienda – concludono Tancredi e Giordano -, la politica non sta prendendo le distanze da tutto questo, anzi quotidianamente contribuisce a individuare sempre più elementi da inserire in un paniere. Bisognerebbe riflettere sui concetti basilari di Stato, Politica, Umanità, Economia perché al cittadino non deve restare il dubbio di essergli stato rubato il futuro, il futuro di un popolo lucano abituato a vivere in tranquillità”.

Tragedia all'Hotel Rigopiano: trovate vive otto persone tra cui due bimbe

di REDAZIONE - Nella notte i soccorritori hanno lavorato per estrarre altre otto persone, fortunatamente vive. Si tratta di due bimbe, tre donne e tre uomini. "Erano sotto il solaio", affermano i Vvf. I sopravvissuti sono stati estratti e condotti in ospedale.

Si continua a scavare alla ricerca degli altri dispersi.Fino a ora 2 i cadaveri recuperati. Carabinieri nella sede della Provincia. E' la moglie di Giampiero Parete, il superstite della slavina all'hotel Rigopiano, la donna salvata con un figlio dai soccorritori.

"Andate da mia figlia, è nella stanza accanto", ha detto la donna ai soccorritori, che ora stanno infatti cercando la bambina.