Petrolio, Delrio dai pm

l ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio - secondo quanto apprende l'ANSA - sarà ascoltato domani a Roma, in qualità di persona informata sui fatti, dai pubblici ministeri di Potenza titolari dell'inchiesta sul petrolio in Basilicata

Potenza, perseguita ex ed il suo compagno: arrestato

In un’occasione aveva provato a versare addosso ai due il contenuto di una bottiglietta Personale dell’U.P.G.S.P. e della Squadra Mobile hanno proceduto nella serata di ieri all’arresto di un 26enne di Acerenza, colto nella flagranza di reato di atti persecutori ai danni della sua ex fidanzata di Potenza

martedì 24 maggio 2016

Basilicata, Ugl: evidente disastro sistema industriale

POTENZA - “Il disastro del sistema industriale nella nostra regione ormai è evidente. Non ci sono iniziative affinché ci si possa battere in una direzione chiara per trovare sbocchi produttivi alle tante vertenze aperte in Basilicata rifiutando qualunque ricetta assistenziale. Qui in Basilicata l'economia richiede solo ed esclusivamente una ripresa produttiva”.
E’ quanto dichiara Giovanni Tancredi, segretario regionale dell’Ugl Basilicata per il quale, “è incessante la fuga dei grandi gruppi, le situazioni critiche del Potentino e del Materano, con innumerevoli vertenze aperte ed in corso in vari settori. Una sequela di situazioni a rischio occupazionale e dove le industrie Lucane in crisi sempre più spesso si trovano di fronte non a imprenditori ma ai fiduciari delle banche. Allora – prosegue il sindacalista – bisogna fare presto, decidiamo tutti insieme. La regione Basilicata non ha tempo da perdere, e' sempre più urgente che il governo regionale dia un segnale di concretezza e di stabilità alla parte più sofferente del territorio, altrimenti il malcontento sociale potrebbe diventare elevato. Ricordiamo che in Basilicata è altissimo il rischio povertà, una famiglia su quattro stenta a vivere, le aziende chiudono, la disoccupazione aumenta insieme alla disperazione, nulla si è fatto e nulla si intravede per il futuro. Il popolo potrebbe reagire, ci sono padri di famiglia disperati che non riescono a sfamare i propri figli ed è vera emergenza. Il territorio non può restare ancora in attesa di programmazione – conclude il segretario Tancredi – serve un vero e concreto piano occupazionale Regionale ed allora, decidiamo tutti insieme il da farsi il prima possibile".

"Sta crollando il castello dell'economia e della finanza creativa di Pittella e del PD"

Di seguito una dichiarazione del consigliere regionale M5S Gianni Leggieri. Il presidente Pittella da alcuni giorni ha tolto definitivamente i panni da “gladiatore” e ha iniziato a vestirsi da “gufo”, e tutto ciò, devo dire, è estremamente sorprendente vista la sua assoluta adesione alle teorie antigufi del suo capo fiorentino, Renzi. Pittella, in costante pellegrinaggio verso Roma e Palazzo Chigi, ha paventato il possibile dissesto finanziario della Regione, causato dalle mancate entrate derivanti dalle royalties del petrolio, che non stanno più maturando a seguito del blocco della produzione del Centro Oli ENI di Viggiano, posto sotto sequestro dagli inquirenti nell'ambito dell'inchiesta Trivellopoli. Pittella e la sua nuova maggioranza “allargata” non avevano messo in conto che prima o poi la magistratura avrebbe fatto luce sulla totale incapacità della Regione e di Arpab di gestire e reagire alle pressioni di ENI e Total, tutelando in primis l'ambiente e la salute dei cittadini. Se non si ritengono capaci di amministrare i lucani, la sanità, l'Università senza i milioni di euro derivanti dalle royalties, vadano a casa, perché i cittadini non possono più accettare l'elemosina e i ricatti delle multinazionali del petrolio. I dati INPS certificano il fallimento totale del Jobs Act e delle politiche del lavoro del PD, soprattutto in Basilicata, dove le nuove assunzioni, con la fine del doping delle decontribuzioni, sono in netto calo nel periodo gennaio-marzo 2016, passate dalle 14.069 dello stesso periodo dello scorso anno a 10.748. In calo sia le assunzioni a tempo indeterminato che a termine. Le prime risultano in calo addirittura del 29,5% (2826 contro le 4008 del 2015), le seconde passano dalle 9868 del 2015 alle 7693 dei primi tre mesi del 2016. Nel complesso le assunzioni hanno subito una sforbiciata del 23,6%. Il dato lucano è il peggiore a livello nazionale. Come sempre sono i giovani lucani che subiscono maggiormente l'incapacità di chi governa la regione Basilicata oramai da troppo tempo, Pittella e il Pd, che sono stati capaci anche di far naufragare il programma Garanzia Giovani, che doveva essere la misura della svolta per la platea dei Neet i giovani che non studiano e non lavorano, perché per i tirocini i soldi, al momento, non ci sono più, ma soprattutto perché nessuno lo ha detto ai ragazzi lucani che, invece, per quella misura possono continuare a presentare la domanda. Per i tirocini erano stati stanziati 8 milioni e 639mila euro, a cui la Regione aveva aggiunto altri 4 milioni e 300 mila euro per un totale di 13 milioni di euro destinati a 4400 ragazzi, un numero che è già stato raggiunto da dicembre 2015, periodo in cui si sono esauriti i 13 milioni di euro. Mentre la Basilicata affonda, i vari Pittella, Speranza, Lacorazza, Cifarelli mettono in atto l'ennesimo teatrino dello scontro interno al PD lucano, stranamente sempre a ridosso delle tornate elettorali, con l'unico obiettivo della solita spartizione di poltrone. L'adesione dei vari esponenti del PD ai comitati referendari per sì o per il no sono diretta conseguenza dell'assegnazione o meno di assessorati regionali e comunali.

Tramutola: al via il primo appuntamento con 'Frammenti Autoriali'

TRAMUTOLA - Pasquale Festa Campanile il regista (e scrittore) di origini lucane, di cui quest' anno ricorre il trentennale della morte, fu maciullato oltremisura da una critica che associava il suo cinema ad una lunga serie di commedie scollacciate tipo "Il merlo maschio", "Il petomane", "Bingo Bongo". Pochi hanno ricordato che Festa Campanile veniva dalla gavetta e aveva lavorato alla sceneggiatura di pellicole come "Gli innamorati" di Bolognini, , "Rocco e suoi fratelli" e "Il gattopardo" (1963) di Visconti, "Le quattro giornate di Napoli(1964) di Loy. Agli inizi degli anni sessanta passò dietro la macchina da presa e, con l'inseparabile Masssimo Franciosa, girò due film che andrebbero riscoperti: "Le voci bianche" (1964) e "La costanza della ragione (1965). "Le voci bianche" apre questa mattina (ore 9.00) al Cinema Comunale la prima edizione della rassegna "Frammenti autoriali", curata dal cinecronista Mimmo Mastrangelo e promossa da Regione Basilicata e Lucana Film Commission insieme al comune di Tramutola e all'Istituto Professionale e per l'Artigianato. Il film ci riporta nella Roma papalina del settecento, con tutti i suoi splendori,intrighi, corruzioni e miserie. Una città di virtù ma pure di tantissimi vizi in un tempo in cui, tra l'altro erano in voga i cantori evirati. Nel film un giovane popolano fa finta di farsi castrare e fa carriera non solo per la voce bianca, ma perché spopola tra le belle dame dell'aristocrazia romana. La pellicola di Festa Campanile è una delle più impertinenti e spregiudicate farse di costume che apparvero sugli schermi italiani negli anni sessanta. E' un lavoro divertente con una impronta del tutto autoriale che Pasquale Festa Campanile e Massimo Franciosa sceneggiarono insieme a Luigi Magni. Un film che funzione anche per la prova brillante del protagonista Paolo Ferrari e dei suoi compagni di avventura Philippe Leroy, Anouk Aimeè, Sandra Milo, Vittorio Caprioli.

La Regione Basilicata e la Lucana Film Commission presentano la prima edizione di 'Frammenti Autoriali'

POTENZA - Curata dal cinecronista Mimmo Mastrangelo, la Regione Basilicata e la Lucana Film Commission presentano la prima edizione di FRAMMENTI AUTORIALI camminamenti nel cinema d'autore e sconfinamenti lucani, con proiezioni di film di René Clair, Pasquale Festa Campanile, Francesco Rosi, Giuliano Montando e Alberto Lattuada e schermi a Spinoso e nelle scuole di Moliterno, Satriano e Tramutola. Sotto le presentazioni in brochure dell' iniziativa di Paride Leporace, direttore della Lucana Film Commission e del curatore Mimmo Mastrangelo. La missione doppia della Lucana Film Commission. Se da una parte il nostro principale compito è quello di promuovere nel mondo il marchio "Basilicata set naturale e terra del cinema", di portare sui nostri territori un numero sempre crescente di produzioni cinematografiche e mettere a disposizione delle stesse (produzioni) le professionalità del posto, i servizi e tutti i necessari supporti materiali, dall'altra parte ci siamo posti l'obiettivo di sostenere e stare dalla parte di tutti quei contenitori che vengono ideati in Regione ed hanno come finalità la promozione di un cinema di qualità. Per questo la Lfc, insieme alla Regione Basilicata, ha inteso sostenere le motivazioni di fondo di FRAMMENTI AUTORIALI in quanto riteniamo che sia importante ritornare a concedere più spazi (più schermi), più attenzione a quei film e quegli autori che hanno reso nobile l'arte delle immagini in movimento. Una bella cinquina di nomi sono sicuramente René Clair, Francesco Rosi, Alberto Lattuada, Giuliano Montaldo e Pasquale Festa Campanile, le opere di questi registi inserite nel breve ciclo di proiezioni vengono a rappresentare la meraviglia di un cinema la cui sintassi narrativa ed estetica può sicuramente tradursi nella potenza di un pensiero etico.

Lega Pro, Girone C: il Melfi perde in trasferta 1-0 con il Martina Franca

di FRANCESCO LOIACONO - Nell’andata dei play out del girone C di lega pro il Melfi ha perso per 1-0 in trasferta contro il Martina Franca. Buona però la prova della squadra di Ugolotti, molto tenace ed organizzata. Nel primo tempo pugliesi insidiosi. Una botta col destro di Baclet è stata respinta con la mano sinistra dal portiere Santurro. La squadra di Franceschini arrembante. Colpo di testa di Diakitè che ha sfiorato l’incrocio dei pali. Melfi sfortunato. Annullato un gol a Masini per un fallo di mani. Nella ripresa lucani in contropiede. Colpo di sinistro di Zane su punizione che ha lambito la traversa. Melfi insistente. Colpo al volo di Masini e prodezza del portiere Viotti che con la punta delle dita è riuscito a deviare il pallone in angolo. Risposta del Martina con Taurino, girata col sinistro neutralizzata con bravura da Santurro.

Purtroppo il Melfi è rimasto in dieci per l’espulsione di Masini il quale ha toccato il pallone con le mani dopo che era stato già ammonito per un brutto fallo su D’Alterio. Il Martina Franca è passato in vantaggio con Baclet il quale con un tiro in diagonale di destro ha sorpreso Santurro. I pugliesi sono andati vicini al secondo gol. Tentativo col sinistro di Marchetti, ma stavolta Santurro si è opposto con un piede.

Delusione per i 200 tifosi del Melfi che hanno seguito la squadra a Martina Franca. Niente di compromesso però per la squadra di Ugolotti. Infatti ai lucani basterà vincere per 1-0 nel ritorno in casa per riuscire a salvarsi. Certamente però i gialloverdi dovranno giocare con maggiore determinazione ed evitare di esporsi al contropiede per avere la meglio sui martinesi e centrare l’obiettivo stagionale. Migliore in campo nel Melfi Giron che è stato quasi perfetto sia in fase di copertura che in appoggio al centrocampo. Valido il contributo di Masini, abbastanza incisivo in area di rigore. Gli è mancato solo il gol. Peccato che sarà squalificato per il ritorno. Dinamico ed essenziale Longo. Bravo Silvestri in difesa. Leggermente tardivo l’inserimento di Soumarè avvenuto solo nella ripresa al posto di Canotto. Giacomarro ha contrastato con efficacia Taurino e Berardino. Il Melfi è una squadra abbastanza valida, certamente ha tutte le carte in regola per ottenere la permanenza in lega pro.

"Rock Per Un Bambino 8": show straordinario per una grande raccolta

ROMA - Un successo straordinario sabato 21 maggio al Palacesaroni di Genzano di Roma, per l’ottava edizione di “Rock per un bambino”, che ha permesso di raccogliere, grazie alla generosità di tante persone e alla sensibilità di grandi artisti, 18.375 €. L’incasso verrà devoluto nei prossimi giorni al Reparto di Neonatologia Medica e Chirurgica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma ed in parte, come accordato con il sindaco Flavio Gabbarini per tutto l’impegno profuso a livello locale, al Reparto di Ostetricia e Maternità dell’Ospedale De Santis di Genzano di Roma. Tanti gli artisti che si sono esibiti durante l’evento, presentato da Claudio Lippi e Tiziana Mammucari, che hanno portato un grande messaggio di amore, da Francesco Gabbani a Il Cile, da Luca Dirisio a Manuela Villa, e poi Valentina Persia, Fabrizio Gaetani e tanti altri, compreso naturalmente Luca Guadagnini con la sua band, tutti insieme uniti in una grande gara di solidarietà. Eccezionalmente, per la prima volta, la scenografia è stata curata da Riccardo Bocchini, il grande architetto e progettista che, con la sua esperienza trentennale nella comunicazione, oltre che curare i più importanti allestimenti del panorama televisivo degli ultimi anni l'Eredità, Affari Tuoi, I Migliori Anni, Tale e Quale Show e il Festival di Sanremo, è stato impegnato in qualità di art director nei mondiali di nuoto di Roma del 2009 e in numerosi progetti internazionali. Un ringraziamento particolare va alla Show Live, azienda leader nel settore di sistemi multimediali e a tutta l’Aurora Music Rock con gli oltre 40 volontari, tra cui Genni Orazi, Emanuela Corradi, Mauro Arcangeli e Nicola Volpes, che sempre sono gli angeli custodi di questa grande iniziativa.

Santino Caravella: un inno all'estate nel nuovo singolo ''Piglia la Puglia''

L'estate 2016 si colora di ritmi coinvolgente e orecchiabili come la nuova hit che porta il titoli di ''Piglia la Puglia'', un inno alla bella stagione calda ma che 'strizza l'occhio' anche al mondo della politica e alla crisi economica. Santino è uno dei comici più amati non solo in Puglia, ma anche nel resto d'Italia: il suo personaggio all'interno della trasmissione di Rai 2 ''Made in Sud'', ha conquistato pubblico e critica per la freschezza, la schiettezza e l'originalità che lo contraddistinguono. Dal 2013 Rai 2 lo vede protagonista a “Made in Sud” nelle vesti del precario che STA MESSO MALE MALE MALE ispecchiando (e altresí sdrammatizzando) la situazione della crisi economica italiana. Nel 2016 aggiunge il personaggio “Piglia la Puglia” venditore di prodotti tipici pugliesi che elogia le bellezze culinarie della Puglia facendo notare, la differenza con il cibo spazzatura . Da questo personaggio nasce l’omonimo brano, un folk/ska estivo ma pieno di significato, in poche parole un vero e proprio inno alla Puglia … Perché “la Puglia prima o poi … Ti piglia”. Santino Caravella, comico e cantautore nato a Foggia il 13/6/83, cresciuto a Lucera(Fg) e adottato dal popolo romano all’etá di 18 anni. Frequenta il conservatorio di foggia e lavora come animatore nei villaggi turistici per quasi 10 anni. Vincitore dei piú prestigiosi festival del cabaret sul territorio nazionale come monologhista, tra cui Festival di Cabaret di Basilicata e Calabria, 2010, il Festival del Cabaret di Martina Franca2011, il festival delle arti di bologna 2012, il Premio della critica e primo al premio Charlot 2012.

lunedì 23 maggio 2016

Potenza-Melfi: sopralluogo del Viceministro Nencini

POTENZA - Sopralluogo sulla "Potenza- Melfi" del Viceministro alle Infrastrutture e trasporti, Riccardi Nencini. Il rappresentante del Governo Renzi, nella mattinata di mercoledì (25 maggio), accompagnato dal sindaco di Melfi, Livio Valvano, farà un sopralluogo lungo l'arteria che necessita di interventi di ammodernamento e di messa in sicurezza.

Al sopralluogo parteciperanno anche gli Amministratori degli altri Comuni del Vulture. Il Viceministro Nencini incontrerà poi la stampa, alle ore 11.30 in Via G. D'Annunzio, presso la sede del Comitato elettorale di Valvano.