mercoledì 21 giugno 2017

Basilicata: protocollo d’intesa per rilanciare le sale cinematografiche comunali

MATERA - Una giornata di studi e di approfondimenti precederà la firma del Protocollo di Intesa per rilanciare le sale cinematografiche in Basilicata.

Diciotto comuni insieme a Sensi Contemporanei,  la Direzione Generale Cinema del MiBACT, la Regione, e la Lucana Film Commission, firmeranno l’importante accordo al termine dell’incontro organizzato da Sensi Contemporanei e dalla Regione Basilicata all’Università degli Studi della Basilicata.

Venerdì 23 giugno, a partire dalle ore 9,30, l’aula Sassu (in via San Rocco a Matera) ospiterà una giornata di approfondimento sulla gestione delle sale cinematografiche comunali, iniziativa nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro Lo Sviluppo dell’Industria Audiovisiva nel Mezzogiorno – Regione Basilicata.

Sensi Contemporanei ha scelto di investire nel settore audiovisivo per promuovere cultura, creare opportunità di crescita e nuova occupazione, avviare e sostenere le piccole e medie imprese, nonché sperimentare nuove forme di sviluppo territoriale.

L’intervento di digitalizzazione delle sale cinematografiche comunali, avviato nel 2015, ha previsto una serie di incontri con i referenti comunali e sopralluoghi nei Comuni coinvolti dall’azione, che hanno permesso di individuare le esigenze di adeguamento delle sale per renderle fruibili. A seguito degli incontri è stato condiviso un Protocollo di Intesa, finalizzato a rafforzare la cooperazione istituzionale.

Il Protocollo favorisce la pianificazione di un percorso comune per l’adeguamento tecnologico e gestionale delle sale, in coerenza con le trasformazioni del mercato dell’audiovisivo e delle sfide poste dalla normativa nazionale. La puntuale definizione delle modalità di gestione e di affidamento delle sale rappresenta una condizione essenziale per ottenere il sostegno finanziario per l’acquisto della strumentazione tecnologica.

A supporto di questo processo è stato individuato un caso di gestione integrata e innovativa di sale cinematografiche già sviluppato in Toscana, nel territorio della Val d’Elsa, denominato “Multisala Naturale”, che sarà presentato nella prima parte della giornata.

La gestione integrata, già in corso di realizzazione, coinvolge cinque sale cinematografiche distribuite su tre comuni dell’area (Certaldo, Colle Val d’Elsa, Poggibonsi) che hanno scelto servizi e programmazione operando come un multiplex diffuso sul territorio.

Il progetto “Multisala Naturale” viene considerato  il punto di partenza per creare un modello di sinergie, a livello locale, tra enti pubblici, culturali, esercenti, per la promozione della cultura cinematografica e per rivitalizzare i centri storici delle città. Saranno Mario Lorini, programmatore del Multisala Naturale Val d’Elsa, e David Taddei, Direttore Generale della Fondazione Elsa Culture Comuni, a presentare i dettagli del progetto.

Ad aprire i lavori saranno Patrizia Minardi dirigente dell’Ufficio “Sistemi Culturali, Turistici. Cooperazione Internazionale” della Regione Basilicata e Lorenzo Canova, coordinatore del programma “Sensi Contemporanei ”.

L’incontro è rivolto ai referenti dei 18 comuni coinvolti nell’intervento, ed è aperto agli operatori del settore.

I lavori della mattinata proseguiranno, alle ore 11,30, con una sessione di lavoro riservata ai sindaci e ai referenti comunali per affrontare la definizione dei criteri per l’avviso pubblico per la gestione delle sale e la programmazione delle Consultazioni pubbliche di mercato per i Comuni pronti ad affidare la gestione della sala.

Alle 13,30 è prevista la sottoscrizione del Protocollo di Intesa tra Sensi Contemporanei, ACT, MiBACT-DGC, Regione Basilicata, Lucana Film Commission e gli enti locali.

I Comuni coinvolti nel progetto sono: Accettura, Aliano, Banzi, Bella, Ferrandina, Genzano di Lucania, Guardia Perticara, Lavello, Melfi, Moliterno, Montalbano Jonico, Oppido Lucano, Palazzo San Gervasio, Picerno, Pisticci, Rotonda, Salandra, Tricarico.

0 commenti:

Posta un commento