venerdì 23 giugno 2017

Cassazione, difensori: ‘’Nessuna corruzione, addebitabile a Fitto

POTENZA - “La sesta sezione penale della Cassazione ha oggi definitivamente accertato che non c'è stata nessuna corruzione addebitabile a Raffaele Fitto: il fatto non sussisteva e non sussiste”. Questa la dichiarazione degli avvocati Francesco Paolo Sisto e Luciano Ancora, difensori di Fitto, all'esito del giudizio.

“La Cassazione ha inoltre – aggiungono i difensori - accolto il ricorso della difesa sul finanziamento illecito ai partiti ed ha rilevato un difetto di motivazione relativamente alla prescrizione applicata alla vicenda fondo del presidente” “Sarà l'occasione – concludono - per ottenere, al di là della soluzione processuale della prescrizione, un'altra pronuncia favorevole di pieno merito”.

0 commenti:

Posta un commento