martedì 13 marzo 2012

Energie rinnovabili: è boom anche in Basilicata


di Concetta Padula. La rivoluzione industriale è stata il baluardo per l'affermazione del settore energetico fossile e nucleare. Oggi, si sta affermando una logica del consumo che spiana la strada alle fonti energetiche rinnovabili, come eolico, fotovoltaico, biomasse.

I comuni della Basilicata in numero sempre maggiore optano per l'utilizzo di fonti energetiche alternative. Il rapporto di Legambiente cita i comuni di Anzi, Avigliano, Brindisi di Montagna, Picerno, Vaglio di Basilicata, ecc... Questo accade perchè i lucani stanno acquisendo una forma mentis aperta alle innovazioni e sperimentazioni; sono per lo più società spagnole che investono capitali sul nostro territorio.

Tra gli aspetti positivi ci sono quelli di aprire un canale per fonti energetiche sicure, pulite e che non recano la depauperezzazione del territorio. Tra gli svantaggi c'è il forte impatto paesaggistico, la rumorosità e la pericolosità per i volatili. Le fonti di energia rinnovabili se adoperate con buon senso sono un ottimo investimento per il procacciamento energetico futuro.