mercoledì 8 luglio 2015

Distratto, esaltato, esibizionista, qual è il peggior automobilista?

Viaggiare per le strade con la propria auto ed osservare gli altri automobilisti alla guida può rivelarsi a volte divertente e curioso, nonché interessante, un vero esperimento sociologico. Osservare un automobilista solitario cantare a squarciagola sulla base di un cd che gira sullo stereo dell’auto, mentre si immagina sul palco di Wembley in compagnia di Freddie Mercury & co., oppure vedere il giovane appena patentato che, esaltato dal possedere un’auto nuova, in giro per il paese e davanti ai bar lancia sguardi sfuggenti intorno a sé per vedere se viene così riconosciuto da amici e conoscenti, senza accorgersi che a causa sua si forma una coda di automobili che presto gli suoneranno e lo riprenderanno con epiteti poco raffinati. Tutto simpatico fin qui, finché non si perde la testa e non ci si lancia in acrobazie esibizioniste, pericolose sia per se stessi che per gli altri.

E quando invece si riflette su noi stessi? Siamo capaci di giudicarci alla guida? Siamo più distratti o esibizionisti? Oppure  soffriamo di senilità precoce al volante e lungo la statale ci sentiamo come macchinisti alla guida di treni con le auto dietro considerate vagoni passeggeri? Se ti consideri un pilota impeccabile e degno di ammirazione, forse dovresti riflettere un po’ di più sulle tue doti automobilistiche. Chissà che qualche stranezza, magari davvero simpatica o bizzarra, non ti sia sfuggita, permettendoti così di chiarire il perché di qualche risata ricevuta da un altro automobilista o, alla peggio, qualche imprecazione nei tuoi confronti.

E chissà che allora non venga anche tu “taggato” in una delle figure presenti in questa pagina web, che raccoglie alcune delle personalità tipiche degli automobilisti presenti nelle strade di tutta Italia, ma non solo. Non aspettare che siano gli altri a cominciare, ed anticipa i tuoi amici “taggandoli” prima che siano loro a farlo a te!