martedì 30 agosto 2016

A Policoro l’Ugl giovani saluta Don Gazzaneo

POLICORO - “In qualità di segretario provinciale dell’Ugl giovani di Matera, ho il dovere e mi sento onorato di dare il Benvenuto al nuovo parroco di Policoro (MT) Don Giuseppe Gazzaneo. Tutti noi, senza esclusione di alcuno, abbiamo bisogno di amicizia, solidarietà, rispetto e di una buona guida spirituale per la crescita sociale dell’intera nostra comunità. Auspico che nel rispetto reciproco si possa finalmente collaborare, pur mantenendo ognuno la sua autonomia, alla rinascita spirituale, sociale e morale di questo nostro paese”. E’ quanto sostiene Domenico Giordano, Ugl giovani Matera per il quale, “ci siamo riuniti, intorno all’Altare, per innalzare la nostra preghiera di ringraziamento per il dono del nuovo Pastore, che la Provvidenza, attraverso il discernimento del nostro Vescovo, ci ha donato. La ringraziamo, quindi, per aver accettato l’invito di Sua Eccellenza, Mons. Vincenzo Orofino a diventare il nostro nuovo pastore, la nostra guida spirituale della Chiesa del ‘Buon Pastore’. A Don Giuseppe, dall’Ugl và il benvenuto più sincero e caloroso dei nostri bambini, dei nostri giovani, degli adulti, degli anziani, dei nostri ammalati, delle nostre famiglie, di tutti e di ciascuno in particolare. Chiediamo – prosegue Giordano - di sostenerci nella fede e ci aiuti a vivere in comunione con Dio e in comunione tra di noi. Non siamo perfetti, umanamente abbiamo tanti difetti, ma anche qualche piccolo pregio: amiamo la nostra terra, la nostra Policoro, la nostra Provincia e desideriamo che esse non abbiano mai a morire e questo si può ottenere con lo spirito di collaborazione al di sopra di ogni interesse personale. Infine auguro a Don Giuseppe che possa essere il prete di tutti, che sia un prete tra la gente, tra i piccoli, i giovani, benvenuto nella sua nuova casa, nella sua nuova famiglia, diventi lo sposo di questa comunità, che con tutti i suoi limiti, è in cammino, alla ricerca di veri valori umani e cristiani e ci aiuti a volgere sempre lo sguardo sul Signore Gesù e sul Suo volto. Con l’abbraccio di benvenuto tra noi – conclude il segretario Ugl giovani, Giordano - porgo gli auguri di buon lavoro accompagnati dall’impegno della nostra disponibilità a sostenerla nella vita quotidiana”.