martedì 13 marzo 2018

Fondazione Sinisgalli: a lezione di Novecento con Umberto Galimberti

POTENZA - Il filosofo, sociologo, psicanalista, accademico e giornalista de “la Repubblica” Umberto Galimberti sarà il terzo ospite, dopo Riccardo Mazzeo e Brunella Schisa, dello speciale ciclo delle “Lezioni del Novecento” organizzate dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli.

Mercoledì 14 marzo Galimberti incontrerà gli studenti dell’I.I.S. “G. Peano” di Marsico Nuovo alle ore 10.00, per la Lectio magistralis “I giovani e il nichilismo nell’epoca delle nuove tecnologie” in cui saranno approfonditi i temi  da lui affrontati nel volume  del 2007 “L’ospite inquietante. Il nichilismo e giovani”, ossia la negazione del valore nell’età della tecnica di cui sono vittima principale i giovani, i quali si trovano sempre più ad assistere allo scorrere della vita in terza persona, senza nessuna certezza né motivazione. Tale tema è stato ulteriormente sviluppato da Galimberti nel suo ultimo libro “La parola ai giovani. Dialogo con la generazione del nichilismo attivo”, in cui si spiega come i giovani di oggi siano passati dalla rassegnazione del nichilismo passivo  di alcuni anni fa’ al bisogno di non arrendersi e inventare il proprio futuro, una condizione che Galimberti chiama appunto “nichilismo attivo”.  Ad aprire la lezione sarà la dirigente scolastica Serafina Rotondaro.
Alle 17:30, Galimberti sarà ospite della Casa delle Muse di Sinisgalli a Montemurro per firmare le copie dei suoi libri.

Giovedì 15 marzo alle 10:00, la sua lezione presso il Liceo Classico “Q. Orazio Flacco” di Potenza, mirerà a spiegare come “Educare l'anima ai tempi della tecnica”, ossia come far sì che l’uomo possa evitare di essere dominato dalla tecnica, recuperando il valore umanistico della scienza, una riflessione iniziata dall’intellettuale sin dalla fine degli anni ’90 sulla scia della lezione di Emanuele Severino (di cui è stato allievo) e di Heidegger, a partire dall’opera “Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica”. Introdurrà l’incontro la dirigente Silvana Gracco.

Il ciclo speciale delle Lezioni del Novecento, aperto in tutti i suoi appuntamenti al grande pubblico, rientra nel palinsesto della rete Acamm (Aliano, Castronuovo, Moliterno e Montemurro) ed è patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale della Basilicata. Gli Istituti scolastici coinvolti registreranno le Lezioni sulla piattaforma Sofia (Il Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti) come da direttiva Miur n. 170/2017, per il rilascio dell’attestato e per usufruire del diritto all’esonero dei docenti (art. 64, comma 5 del Ccnl).

0 commenti:

Posta un commento