lunedì 17 settembre 2018

Sicurezza flop all'aeroporto di Las Vegas. Dj minaccia equipaggio e passeggeri sul volo JetSmarter


Un deejay di Filadelfia è stato in grado di passare un controllo del proprio background finanziario, per prendere un volo semiprivato JetSmarter da Las Vegas a New York anche se aveva postato minacce di disturbo su Twitter. Il Deejay Maurice Paola, 23 anni, ha forzato un atterraggio di emergenza del jet da 12 passeggeri a North Platte, in Nebraska. Il 3 settembre dopo aver discusso con l'assistente di volo e minacciato di decapitare i passeggeri. Il Lincoln Journal Star ha riferito che l'aereo era appena decollato quando Paola "ha iniziato a lanciare oggetti ai passeggeri, camminando avanti e indietro, battendo i finestrini, sbattendo la testa contro le pareti della fusoliera e insistendo sul fatto che l'aereo atterrasse immediatamente".

Il pilota, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,dopo aver fallito nel calmare Paola, si è ritirato nella cabina di pilotaggio, mentre l'assistente di volo ha usato una tanica di ossigeno per difendersi mentre una famiglia con bambini di 4 e 6 anni si è nascosta accucciandosi nel retro dell'aereo. Una volta atterrato l'aereo, è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine che sono salite a bordo. Alla fine hanno dovuto ricorrere alla pistola che "spara" corrente elettrica per costringerlo ad abbandonare l'aeromobile ed ammanettarlo. Paola ora rischia fino a 20 anni se giudicato colpevole di dirottamento, minacce terroristiche e resistenza all'arresto.

JetSmarter, soprannominata con l’epiteto di “Uber dei jet privati”, la startup che permette a viaggiatori con molta fretta e altrettanto denaro di prenotare un posto all’interno di un jet privato o di riservare, se necessario, l’intero velivolo, tramite Ronn Torossian, portavoce della compagnia ha dichiarato: "JetSmarter offre sicurezza di gran lunga superiore a quella fornita dalle compagnie aeree commerciali". "Questo è stato uno sfortunato incidente isolato."