sabato 23 marzo 2019

Matera 2019: prosegue il progetto "I Cammini tra radici e futuro"


MATERA - Con tre eventi da tenersi a Melfi alla fine di marzo, prosegue il progetto "I Cammini tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” che è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, in partenariato con la Diocesi di Melfi, dall’Associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di Luce” e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontifico Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana. Questi eventi rientrano nel Cammino delle Generazioni.

Il Paradiso dalla Divina Commedia

Il primo degli eventi è “Il Paradiso dalla Divina Commedia”, interpretato da Dino Becagli, che si terrà il 29 marzo alle 19,00 a Melfi nel “Caffè e letture” dell’albergo Il Tetto, in piazza IV novembre.

Dino “The Voice” Becagli, è un volto notissimo del teatro “amatoriale” potentino: attore, regista, ma anche semplice voce (appunto), di recital, commedie, dischi e quant’altro. Non è un nostalgico, non è un tipo compiacente, parla sommessamente, ma le cose le dice. Illustrerà il canto del Paradiso della Divina Commedia. Il Regno del Paradiso, descritto da Dante nella sua Commedia, non è più connesso alla Terra: tutto è eterno ed etereo. Le parti che compongono il Paradiso non hanno una struttura fisica e concreta perché ogni elemento è prettamente spirituale. Riallacciandosi alla cosmologia tolemaica Dante immagina che, oltre una sfera detta “sfera del fuoco”, che divide il mondo terrestre dal Regno del Cielo, intorno alla Terra ruotino nove cieli disposti uno dentro l’altro. Questi cieli sono composti di una sostanza detta etere (qualcosa di simile all’aria) e muovendosi brillano, emettono suoni soavi, e riescono ad influenzare gli avvenimenti che hanno luogo sulla Terra e le persone che la abitano.

Reading sul tema “La bellezza del vivere”

Con il reading sul tema “La bellezza del vivere” il 30 marzo dalle 10 alle 12 e dalle 17,00 alle 19,00 a Melfi nel “Caffè e letture” dell’albergo Il Tetto, prosegue il progetto "I Cammini tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019”. Tracce di religiosità nelle diocesi della Basilicata”.

Il reading è organizzato da “Sogno Lucano”, un’associazione culturale, e L’Accademia Musicale del Vulture. Sogno Lucano è una realtà che si occupa di cultura a tutto tondo per promuovere i libri, la musica e l’arte figurativa in generale. L'obiettivo delle letture è quello di avvicinare le persone alla bellezza abbattendo il muro dell’indifferenza e stimolandole alla partecipazione attiva nei processi creativi. Saranno letti brani tratti da “Bellezza” di Anselm Grun, “Diritto di replica” di Grazia Carolfi, “L'arte di essere fragili” di Alessandro D’Avenia, “La bellezza e l’anima” di Piero Ferrucci e “L'arte della vita” di Zygmunt Bauman.

Musica e arte sulla buona vita

Infine, con “Musica e arte sulla buona vita” prosegue il cammino con una rassegna musicale il 31 marzo alle 19,30 sempre a Melfi nel “Caffè e letture” dell’albergo Il Tetto.

Per “Musica e arte sulla buona vita” si esibiranno Antimo di Geronimo e Toni Giorgi, rispettivamente al violino e al pianoforte. Saranno eseguiti colonne sonore di film famosi, canzoni d’amore e standard jazz evergreen conosciuti in tutto il mondo.

Matera, 23 marzo 2019 Domenico Infante
Direttore Ufficio Comunicazioni Sociali
Arcidiocesi Matera – Irsina