venerdì 6 dicembre 2019

Calcio lucano. Prima Categoria. Luci e ombre dalle squadre materane

di Roberto Berloco - Matera. Sfida. Oramai è questa la parola d’ordine in casa del Sassi Matera. Una sfida che la squadra, fondata più d’un anno fa ed a tutt’oggi presieduta dall’avvocato Alessandro Santorufo, sembra avere anzitutto con se stessa e, poi, con quella che, sempre di più, è percepita come una mala sorte, contro la quale, ad ogni modo, sembra vietato arrendersi.

Certo, non può non pesare, fra un totale di undici partite d’andata nel Girone B del campionato lucano di calcio di Prima Categoria, al di fuori d’un timido pareggio, il totale di ben dieci sconfitte, l’ultima a Salandra nel pomeriggio di ieri e con una storia alquanto singolare alle spalle.

Di quest’incontro, infatti, era stato giocato solo il primo tempo, conquistato dal drappello materano il mese scorso per 0-1, ma non seguito dal secondo a causa d’un improvviso malore dell’arbitro.

La rimanente parte, giocata appunto ieri presso la struttura sportiva di Montagnola, è culminata con il finale complessivo della disfatta, cioè l’ennesima, col punteggio di 4-1.

“Siamo consapevoli” - dichiara Santorufo - “di quanta sfortuna accompagni il nostro incedere durante questa stagione. Naturalmente ne soffriamo, ma siamo sempre lontani dalla voglia d’agitare bandiera bianca verso l’alto. Ricordo solo che la prima delle due fasi del campionato non è ancora terminata e, soprattutto, abbiamo tutto un girone di ritorno davanti”.

Situazione invece migliore, perlomeno allo stato dell’arte di oggi, per il Città dei Sassi, l’altra formazione materana militante nella Categoria che precede la Promozione. Quello che è l’altro vessillo biancazzurro del Girone B, difatti, sventola in quarta posizione di classifica generale.

Per Domenica 8 di Dicembre il prossimo appuntamento contemplato dal calendario calcistico. Il Sassi Matera affronterà in casa il Tricarico, presso il campo del centro “Gaetano Scirea”, mentre il Città dei Sassi dovrà vedersela col Montescaglioso, tra gli spalti familiari dello stadio cittadino “XXI Settembre”. Per entrambe le dispute, l’inizio delle ostilità è fissato alle 14.30.