Visualizzazione post con etichetta calcio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta calcio. Mostra tutti i post

domenica 24 giugno 2018

Mondiali: Vittorie per Messico e Germania

Mondiali: Vela-Chicharito eliminano il Sud Corea, vittoria 1-2 del Messico

(credits: Fifa)

di PIERO CHIMENTI - Il Messico sbriga senza fatica la pratica Corea del Sud per il girone F. Il vantaggio arriva al 26' per fallo di mano in area di rigore di Jang Hyun-Soo su cross di Guardado. Dal dischetto Vela non sbaglia per l'1-0 dei centroamericani. Per il raddoppio bisogna aspettare la metà della ripresa ed al 66' con Chicharito Hernandez che in contropiede viene servito da Lozano realizzando il 2-0.

Nei secondi finali dei 3' di recupero, arriva il gol della bandiera della Corea, realizzato con un bel tiro da fuori a girare da Son Heung-Min. I messicani nonostante la seconda vittoria di fila nel girone, non possono ancora festeggiare la qualificazione, contesa anche da Germania, ieri vittoriosa, e Svezia.

Mondiali: gioia tedesca al fotofinish, ottavi ad un passo
(credits: Fifa)

di PIERO CHIMENTI - Vittoria sofferta per la Germania arrivata al 95'. Partenza in salita per i tedeschi che al 32' subiscono il pallonetto di Toivonen che supera Neuer per il vantaggio svedese. I campioni del mondo costruiscono la rimonta che arriva al 48' con Reus che di ginocchio mette in rete il cross di Warner e concretizza al 95' con una punizione di Kroos, che infila il pallone all'incrocio dei pali sul cui tiro Olsen non può intervenire.

sabato 23 giugno 2018

Mondiali: Girone F, vittorie per Brasile e Svizzera


(credits: Fifa)

di PIERO CHIMENTI - Il Brasile con fatica riesce ad avere la meglio contro il Costa Rica nei minuti di recupero del match. A portare il primo pericolo sono i centroamericani con il tiro di Borges che esce di poco fuori, per poi assistere la crescita di ritmo brasiliano. Il gol del vantaggio arriva al 91' con Coutinho bravo ad approfittare al meglio del cross di Marcelo allungato dalla torre di Firmino. Dopo pochi minuti al 96' arriva il raddoppio di Neymar, servito alla perfezione dal cross basso di Douglas Costa, con il pallone che deve solo depositare in rete.


(credits: Fifa)
di PIERO CHIMENTI - Con la vittoria, che può valere gli ottavi, contro la Serbia per 1-2, la Svizzera raggiunge il primo posto in classifica nel Girone F a pari punti con il Brasile. La Serbia trova subito la via del gol con Mitrovic, bravo a deviare in rete il cross di Tadic.

La rimonta elvetica arriva al 52' con Xhaka, che si inventa un gran gol sulla respinta di Kolarov su una prima conclusione fuori area di Shaqiri. Nel primo minuto di recupero, arriva il gol vittoria svizzero, firmato da Shaqiri bravo ad infilarsi tra le maglie della difesa serba, su suggerimento in profondità di Gavranovic, e battere Stojkovic.

venerdì 22 giugno 2018

Mondiali: Argentina-Croazia 0 3, ennesima figuraccia per Messi

(credits: Fifa)

L'ennesima figuraccia per l'Albiceleste di Leo Messi, dopo il brutto 1-1 contro l'Islanda all'esordio. Finisce 3-0 contro la Croazia che passa agli ottavi. A Novgorad la squadra di Sampaoli, nonostante i cambi (fuori Di Maria e Biglia) mette in campo una squadra raffazzonata, con poco idee e senza carattere. A farne le spese Messi, spaesato e inconcludente come non mai a cui non ha fatto bene nemmeno l'ingresso degli 'italiani' Huguain e Dybala.

A rovinare subito i progetti di Sampaoli ci ha pensato Caballero con un clamoroso passaggio a Rebic che, tutto solo, ha imbucato. Albiceleste avanti a testa bassa ma senza occasioni vere e così Modric al 35' ha chiuso i conti con un gol a giro che si infila nell'angolino.

E' Rakitic che nel recupero rende ancora più amara la serata dell'Argentina il cui futuro passa adesso dal risultato di Islanda-Nigeria, che si disputerà domani.

giovedì 21 giugno 2018

Mondiali: Diego Costa in gol porta avanti la Spagna contro l'Iran


di LUIGI LAGUARAGNELLA - La Spagna trova la prima vittoria del mondiale. E segue il sempre sorprendente Cristiano Ronaldo che sta trascinando il Portogallo. L’1-0 iberico è firmato ancora una volta da Diego Costa contro l’Iran.

Questi ultimi, però, non fanno la parte della comparsa a Kazan: soprattutto nel secondo tempo De Gea è chiamato a salvare il risultato e la retroguardia Ramos-Piqué a tratti è anche sbeffeggiata dagli iraniani.

La Spagna non sembra premere in quanto la squadra di Hierro si crede superiore agli avversari. Prendendo sottogamba queste partite il rischio è di fare brutta figura. Ma la Roja ha esperienza e campioni tali da non fare brutte figure. La Spagna è ad un passo dagli ottavi.

mercoledì 20 giugno 2018

Mondiali, successi per Giappone e Russia


(credits: Fifa)
di ANTONIO GAZZILLO - Nella gara d'esordio del girone H, ultimo degli otto gruppi, il Giappone si è imposto per 2 a 1 sulla Colombia. Il match si è messo subito in discesa per i nipponici grazie all'espulsione di Sanchez, autore di una vera e propria parata in area di rigore su tiro a botta sicura di Kagawa, e conseguente calcio di rigore trasformato dallo stesso calciatore giapponese al 6' minuto.

La Colombia è riuscita comunque a trovare il gol del pareggio al 39' con una splendida punizione rasoterra di Quintero.

Ma nella ripresa al 73' minuto è arrivato il gol del sorpasso di Osako su calcio d'angolo di Honda, vecchia conoscenza del Milan.

Mondiali: la Russia con un piede agli ottavi; Egitto e Salah deludenti
di LUIGI LAGUARAGNELLA - La Russia, padrona di casa dei mondiali 2018 è la prima squadra ad accedere agli ottavi di finale. Anche per la seconda gara del girone A regala un’abbuffata di gol. A farne le spese è l’Egitto di Salah, che esordiva nella competizione.

Il 3-1 della nazionale di Cherchesov può far attendere in serenità il risultato di Urugay-Arabia Saudita.

A San Pietroburgo a prendere la scena più che il faraone stella del Liverpool è il giovane russo Golovin sempre molto dinamico e attivo nel gioco dei padroni. Salah non incide molto sulla gara anche se si procura e realizza il rigore sul risultato ormai definito. Prima del tiro dal dischetto, infatti grazie all’autogol di Fathy poi Cheryshev e Dzyuba.

martedì 19 giugno 2018

Mondiali: l'Inghilterra batte la Tunisia nel segno di Kane


di ANTONIO GAZZILLO - Non hanno deluso le due big favorite nel girone G. Infatti, dopo la vittoria del Belgio , l'Inghilterra ha risposto presente grazie al successo per 2 a 1 ottenuto ai danni della Tunisia.

Gli inglesi sono passati in vantaggio all'11'minuto con l'attesissimo Harry Kane, abile a ribadire in rete una respinta dell'estremo difensore avversario sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La Tunisia non si è demoralizzata e ha trovato il pareggio su calcio di rigore, ottenuto per un fallo di Walker e trasformato da Sassi al 35' minuto.

Ma al 90' ancora Kane ha girato in rete di testa una sponda di Maguire, regalando i tre punti ai suoi nell'esordio mondiale.

lunedì 18 giugno 2018

Flop per Germania e Brasile alla prima Mondiale, KO i tedeschi, solo un pari per i verdeoro


Clamoroso flop dei tedeschi al debutto del Mondiale di Russia 2018. Il Messico si impone per 1-0, dopo un primo tempo di dominio assoluto ed una ripresa di gestione del gioco, sfiorando anzi in un paio di occasioni il raddoppio. Il Messico parte a ritmi altissimi: aspetta per poi ripartire con giocate veloci e tecniche. Proprio una di queste folate al 35' porta al gol: palla strappata ai tedeschi sulla tre quarti, Hernandez si invola verso la porta e serve Lozano, che salta agilmente Boateng e batte Neuer.

Cambia il copione nel secondo tempo: i messicani fiacchi dopo il primo tempo subiscono gli attacchi dei tedeschi. Ma è il Messico ad avere al 56' la chance più importante per chiudere la partita: due contro uno, Hernandez sceglie di servire Vela invece di tirare, ma la palla e' lunga. Al 65' ci prova Kimmich con una rovesciata alla Ronaldo, palla di poco alta. Nel finale la Germania cerca il pari, ma il tiro a giro di Kroos al 75' finisce di un soffio a lato.

Dopo un ultimo contropiede messicano, i tedeschi sul finale di gara producono solo gran tiro da fuori di Brandt che prende in pieno il palo all'89'. Il risultato non cambia più. La Germania aveva perso l'ultima volta la prima partita del Mondiale nel 1982 contro l'Algeria. Grattacapi in arrivo per Low.


Mondiali: Zuber beffa il Brasile, esordio amaro per i pentacampeao

di PIERO CHIMENTI - Finisce 1-1 la sfida tra Brasile e Svizzera, che va a completare il Girone E. Nel primo tempo un Brasile dinamico trova il vantaggio al 20', con Coutinho bravo a raccogliere una respinta difensiva e far partire dal limite dell'area un tiro a giro su cui il portiere elvetico Sommer non può arrivare.

Nelle ripresa i crociati trovano il pareggio con Zuber al 55', dove su calcio d'angolo di Shaquiri è bravo ad approfittare della dormita generale della retroguardia verdeoro, battendo Allisson di testa per il gol che vale l'1-1. La Svizzera cerca di rallentare il gioco, accontentandosi del pari, con i sud americani che cercano di trovare il gol vittoria solo nel finale.

domenica 17 giugno 2018

Mondiali: vince la Francia, solo un pari per l'Argentina

(ANSA/EPA)

di FRANCESCO LOIACONO - Nella prima partita del gruppo C dei mondiali in Russia la Francia ha vinto 2-1 a Kazan contro l’Australia.Nel secondo tempo al 13’è andata in gol la Francia con Griezmann su rigore concesso per un fallo di Risdon sullo stesso Griezmann. Il penalty è stato assegnato con l’aiuto del Var, la tecnologia novità assoluta per la prima volta nella storia in un mondiale. Il fallo era sfuggito all’arbitro uruguaiano Cunha.

L’Australia ha pareggiato al 17’ con Jedinak su rigore dato per un fallo di mano di Umtiti. Al 35’ rete decisiva per i transalpini realizzata da Pogba con un tiro di destro da pochi metri su passaggio di Giroud. Successo sofferto ma meritato per la squadra allenata da Didier Deschamps.

Mondiali: l'Argentina bloccata sull’1-1 dall’Islanda, Messi sbaglia un rigore

(getty)

di FRANCESCO LOIACONO - Risultato a sorpresa nel primo match del gruppo D ai mondiali di calcio in Russia. A Mosca l’Argentina ha solo pareggiato 1-1 contro l’Islanda. Nel primo tempo al 19’ i sudamericani sono passati in vantaggio con Aguero, tiro di destro su assist di Rojo. Ma al 23’ l’Islanda ha pareggiato con Finnbogason, tocco di sinistro dopo una mischia in area di rigore.
Nel secondo tempo al 19’ Messi si è fatto clamorosamente parare dal portiere Halldorsson un rigore concesso per un fallo di Magnusson su Banega. Messi ha poi calciato una punizione sulla barriera e alto da fuori area. Debutto poco convincente per la squadra di Sampaoli. L’Argentina tornerà in campo giovedì 21 giugno alle 20 con la Croazia, l’Islanda venerdì 22 alle 17 contro la Nigeria.

sabato 16 giugno 2018

Mondiali: video Isis choc, stadi in fiamme e minacce a calciatori


ROMA - Incombe come non mai la minaccia dell'Isis sui Mondiali di calcio in Russia di quest'anno. Il gruppo jihadista ha diffuso un video che mostra gli stadi che ospitano le gare del torneo in Russia in fiamme e un attacco "catastrofico" a giocatori e fan. A riferirlo il quotidiano britannico 'Mirror' che pubblica il filmato.

Il filmato si conclude con una panoramica dello stadio di Sochi 'sorvegliato' da un jihadista in tuta mimetica e mitra a tracolla e virtualmente colpito da esplosioni.

Non è la prima volta che i terroristi minacciano di portare il terrore ai mondali di calcio.

Mondiali: Spagna-Portogallo: 3-3 pirotecnico, tris di CR7


di LUIGI LAGUARAGNELLA - Pareggio pirotecnico a Sochi. Il derby iberico del mondiale termina 3-3. Ed è un grande spettacolo pieno di colpi di scena. Spagna-Portogallo è il primo big match di Russia 2018.

Ovviamente sul palco della partita sale Cristiano Ronaldo autore di una tripletta. Il Portogallo è andato in vantaggio grazie ad un rigore trasformato dalla stella del Real Madrid. La Spagna soprattutto con la classe di Iniesta non si lascia abbattere: costruisce il gioco, ma stando attenta alle ripartenze spagnole. Poi Diego Costa, con testardaggine agguanta il pareggio, dopo un’azione personale insistita.

Puntualmente la situazione si rovescia: prima dello scadere del primo tempo un tiro di Ronaldo riporta il Portogallo sul 2-1. Nel secondo tempo, però la reazione della Spagna si fa più convincente. Isco. Koke e Nacho tessono la consueta rete di passaggi: la Roja prima pareggia sempre con Diego Costa che sotto porta batte Rui Patricio dopo Nacho con un tiro da biliardo indovina l’angolo giusto. Il Portogallo sembra abbattuto e infatti non riesce a reagire. Ma poco prima del finale una magistrale punizione di Cristiano incorna la Spagna.

Partita avvincente, ma a godere del primato del girone B è l’Iran.

venerdì 15 giugno 2018

Mondiali, la Russia si esalta all’esordio: 5-0 all’Arabia Saudita

(Getty)

di LUIGI LAGUARAGNELLA - Partono i Mondiali in Russia e padroni di casa si esaltano all’esordio con un sonoro 5-0. La nazionale di Cherchesov annientano l’Arabia Saudita. Davanti a Putin e al principe saudita è grande spettacolo. Non ha deluso le attese Golovin, la stella russa da dove partono le reti e autore di una pregevole punizione.

Il primo tempo termina sul risultato di 2-0 con le reti di Gazinsky di testa e un tocco elegante di Cheryshev. Quest’ultimo nella ripresa si concede la doppietta dopo il tris Dzyuba.

Il risultato sonante proietta la Russia in cima al girone A. Per i padroni l’inizio del Mondiale 2018 è una gran festa, ma contro l’Arabia Saudita c'era da aspettarselo.

giovedì 14 giugno 2018

Russia '18: sarà pur sempre un Mondiale, senza l'Italia?


di NICOLA ZUCCARO - Argentina, Brasile, Spagna, Germania, Francia, Inghilterra e Uruguay. All'appello mancano Olanda, Colombia e Italia, quest'ultima assente per la sua seconda volta nella sua storia e a distanza di 60 anni da un Mondiale di calcio. In attesa del fischio di inizio fissato per le ore 17.00 di giovedì 14 giugno a Mosca del confronto inaugurale che opporrà i padroni di casa della Russia all'Arabia Saudita, cresce la malinconia per l'assenza dell'Italia alla 20ma edizione del Campionato del mondo.

Un dato di fatto che, per quanto trito e ritrito, resta di stretta attualità se si considera che alla vigilia di Russia '18 i tifosi del pallone italico, orfani degli azzurri, sono alla ricerca di quella Nazionale per la quale tifare. Un aspetto di non poco conto in un calcio italiano (in primis Serie A) che, globalizzato e al tempo stesso infarcito dai troppi stranieri, induce a sostenere questa o quella Nazionale 'straniera'.

E allora, se è vero come è vero che nella visione del giuoco del calcio l'occhio vuole sempre la sua parte, un Mondiale o Mundialito (se può essere così definito dagli ottavi in poi e dopo una fase a gironi dagli esiti teoricamente scontati per il superamento del turno) resta sempre tale, con o senza l'Italia.

Che a vincere sia non solo il bel gioco - abbinato alla spettacolarità dei goal - ma anche la sportività delle opposte tifoserie e la correttezza nella direzione delle gare. Quest'ultima senza il necessario contributo del Var, al suo debutto in una Coppa del Mondo.

martedì 12 giugno 2018

Nazionale Cantanti Partita del Cuore: superati 1,3 milioni


POTENZA - E' stata di 1.341.893 euro la raccolta fondi totale generata dalla 27esima edizione della Partita del Cuore giocata a Genova allo Stadio Luigi Ferraris il 30 Maggio.

La Partita del Cuore presentata da Antonella Clerici e Carlo Conti, in diretta su Rai 1 ha visto come madrine della serata la campionessa paralimpica Bebe Vio e l’attrice Penelope Cruz con la telecronaca delle tre strepitose voci del calcio Alberto Rimedio, Fabio Caressa e Sandro Piccinini e, da bordo campo, quella di Melissa Greta Marchetto.

La 27^ partita del Cuore è stata giocata in ricordo di Fabrizio Frizzi, volto e voce di questo grande evento e da sempre membro della famiglia della Nazionale Cantanti.

La gara di solidarietà da parte di telespettatori di Rai1 e del pubblico è stata esemplare ed entusiasmante. Lo stadio si è riempito giorno per giorno, fino a essere esaurito in ogni ordine di posto, così come le donazioni sono cresciute fino all'ultimo minuto.

Si tratta di un importante risultato per sostenere progetti di ricerca e di cura dei tumori pediatrici dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova e di AIRC - Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
Fondamentale è stata la partecipazione della Nazionale Italiana Cantanti e dei Campioni del Sorriso che hanno dato vita , all’avvincente sfida conclusasi 6 a 3 a favore della Nic segnando una grandissima vittoria per la cura e ricerca delle malattie infantili.

La Partita del Cuore è stata top trend anche su twitter e ottimi i risultati di ascolto per la diretta su Raiuno vincendo la sfida degli ascolti di prima serata con 3 milioni 123 mila spettatori e uno share del 14.6%.

Marcatori

Nazionale Cantanti :
Moreno
Ginoble de Il Volo
Fede di Benji&fede
Moreno
Briga
Rocco Hunt

Campioni del Sorriso:
Pio
Amedeo
Ficarra (Rigore)

martedì 5 giugno 2018

Zaza bissa in Italia-Olanda


di NICOLA ZUCCARO. Bari, 4 settembre del 2014. Al 2' di Italia-Olanda, Simone Zaza realizza l'1-0 nella gara che segnò il debutto da Ct della Nazionale italiana, di Antonio Conte. Quattro anni dopo, in linea con quei corsi e ricorsi storici che non risparmiano neanche la storia del calcio azzurro, Zaza torna a segno contro l'Olanda. L'attaccante originario di Policoro, in provinca di Potenza. ha siglato il momentaneo vantaggio dell'Italia nella terza amichevole della Nazionale di Roberto Mancini disputatasi allo Stadium di Torino nella serata di lunedì 4 giugno 2018 e terminata sul punteggio di 1-1.

Amichevoli: Italia Olanda 1-1


TORINO - Gli azzurri di Roberto Mancini, nonostante un buon ritmo di gioco nel primo tempo, non riescono ad andare oltre l'1-1 con l'Olanda in amichevole all'Allianz Arena. Accade tutto nel secondo tempo: alla rete del nuovo entrato Simone Zaza, al 22', risponde Ake al 43'. L'Italia ha chiuso in dieci per l'espulsione di Criscito al 24' del secondo tempo.

lunedì 4 giugno 2018

Il Bari pareggia con il Cittadella ma abbandona i play off: svanisce il sogno Serie A


di ANTONIO GAZZILLO - Non c'è fine al peggio per il Bari che, dopo aver subito la penalizzazione di due punti per questioni societarie, è costretto ad abbandonare i play off e conseguentemente anche il sogno Serie A.

Infatti, allo stadio Tombolato, il match è terminato sul 2 a 2 dopo i tempi supplementari che quindi hanno permesso al Cittadella di qualificarsi alle semifinali grazie alla miglior posizione di classifica.

Il verdetto lascia l'amaro in bocca al galletto che, dopo un primo tempo piuttosto bloccato, era riuscito a passare in vantaggio ad inizio ripresa. Il gol è arrivato al 51' minuto grazie ad una rasoiata dalla distanza di Galano.

Il Cittadella però ha dimostrato carattere riuscendo a rimontare: Bartolomei è stato autore di una doppietta al 59' direttamente da punizione e al 69' con un tiro al volo dopo un batti e ribatti della difesa barese.

I biancorossi hanno rimesso in piedi il match con Nenè che all' 88’, da posizione defilata, ha lasciato partire un cross che l'estremo difensore avversario ha deviato in rete.

Nei supplementari le due squadre sono sembrate stanche e spente con il Bari che ha definitivamente perso le speranze a causa dell'espulsione di Gyomber prima e di Brienza dopo.

Il fantasista ha rifilato un calcio a Schenetti su una ripartenza causando poi anche una rissa tra le due panchine conclusa con una terza espulsione, quella di Sabelli dalla panchina.

sabato 2 giugno 2018

Nazionale: Francia Italia 3-1

(ANSA/AP)

NIZZA - La Francia vince 3 a 1 contro l'Italia nell'amichevole di Nizza. Doppio vantaggio della nazionale di Deschamps con Umtiti e un rigore di Griezmann, poi Bonucci accorcia le distanze. Nel secondo tempo Dembelè firma il terzo gol francese.

FRANCIA-ITALIA 3-1

8' Umtiti (F), 29' rig. Griezmann (F), 36' Bonucci (I), 63' Dembelé (F)

martedì 29 maggio 2018

Nazionale: Italia Arabia Saudita 2-1, Balotelli subito in gol, poi Belotti

(ANSA/EPA)

di STELLA DIBENEDETTO - L'era di Roberto Mancini sulla panchina della Nazionale Italiana parte con una vittoria. Contro l'Arabia Saudita, gli azzurri s'impongono per 2-1 grazie alle reti di Balotelli e Belotti. Roberto Mancini ha scelto di partire nel segno di Supermario che non indossava la maglia azzurra da quattro anni. Balotelli ha risposto immediatamente presente sbloccando il match con un tiro da fuori, in grado di risolvere anche le partite più difficili.

Oltre al gol, Balotelli è il protagonista della prima parte della sfida. Corre, gioca, esce a prendere palla ed è preciso sulle sponde. Un Balotelli che servirà agli azzurri soprattutto in vista di gare più difficili. Lascia, poi, il posto a Belotti che scrive il proprio nome sul tabellino.

Ottima risposta anche da parte di Criscito anche se la difesa ha bisogno di una piccola sistemata. Squadra giovane quella di Mancini che, però, ha portato a casa non solo la vittoria ma anche una buonda prestazione. Il prossimo test è fissato per venerdì 1° giugno, a Nizza, contro la Francia di Benzema.

domenica 27 maggio 2018

Il Real Madrid è Campione d'Europa per la terza volta consecutiva: 3-1 al Liverpool

(ANSA/EPA)

KIEV - Il Real Madrid di Zidane entra nella storia conquistando la terza Coppa dei Campioni di fila. Mai nessun allenatore prima era riuscito in questa impresa. A rovinare gli equilibri del match l'infortunio di uno dei protagonisti, Mohamed Salah, che al 30' rimane vittima di un duro contrasto di gioco con Sergio Ramos, difensore del Real Madrid.

E' al secondo tempo che si sblocca il risultato della gara, quando il portiere del Liverpool Karius regala palla a Benzema che approfitta della papera e porta avanti il Real. E' il 51'.

I Red riaprono subito il match con Manè che insacca con un gran gol di rapina in area su calcio d'angolo al 55'.

Subito dopo a raffreddare gli entusiasmi del Liverpool il gol capolavoro in rovesciata di Bale al 64', molto simile a quello segnato da Ronaldo contro la Juve. Il gallese era entrato da tre minuti al posto di Isco.

Il 3 a 1 arriva sempre con Bale, protagonista della serata, che da 40 metri trova la rete, beffando ancora una volta Karius, che col suo goffo intervento gela i tifosi dei Reds. Gran festeggiamenti per il Real, che porta il numero delle sue Champions a 13, numeri da capogiro. (V.F.)

sabato 26 maggio 2018

Serie B, il Bari penalizzato di 2 punti, inibito per tre mesi il presidente Giancaspro


di FRANCESCO LOIACONO - Il Bari è stato penalizzato di 2 punti dal TFN Tribunale Federale Nazionale della Lega Calcio per non aver pagato entro il 16 marzo gli stipendi e le ritenute Irpef. Squalificato per tre mesi il presidente del Bari Cosmo Giancaspro. I biancorossi scendono dal sesto al settimo posto in classifica, da 67 punti a 65. Il Cittadella passa al sesto posto a quota 66.

Il Bari farà ricorso. Se il ricorso dovesse essere respinto il Bari giocherà fuori casa col Cittadella domenica 3 giugno alle 18,30 nel turno preliminare dei play off di serie B per la promozione in serie A.