Visualizzazione post con etichetta Auto e motori. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Auto e motori. Mostra tutti i post

martedì 1 novembre 2011

Auto: Fiat 500C

di Bruno Allevi. La Fiat amplia la gamma 500, affiancando alla versione berlina la versione cabrio, denominata 500C. La versione scoperta della piccola torinese è equipaggiata con 3 motori benzina (900 Twinair da 85 cv, 1200 da 69 cv, 1400 da 100 cv) e un motore turbodiesel Multijet 1300 da 95 cv, negli allestimenti Pop, Lounge, Rock, By Gucci. Esternamente la 500C si differenzia dal modello berlina per la sola presenza del tetto in tela elettrico, che scendendo fra i due montanti fissi (come era sulla prima serie del 1957) permette di avere una vettura cabrio in pochi secondi, con la piacevole sensazione dei capelli scompigliati dal vento. Sia frontalmente che posteriormente troviamo le stesse bombature, le stesse linee e forme che hanno fin da subito dato successo a questa rivisitazione in chiave moderna dell'utilitaria che fra gli anni '50 e '70 ha motorizzato l'Italia. Salendo a bordo della versione estiva della 500, troviamo un abitacolo curato, che richiama, sopratutto nella plancia, quello della 500 prima serie. Infatti la parte anteriore dell'abitacolo è disegnata prendendo come spunto la plancia della 500 del 1957, rivisitandola in chiave moderna (stessa plastica lucida a vista, stessa disposizione dei comandi, stesso quadro strumenti dietro il volante, con il grande quadrante del contachilometri). Ed ora il test drive: la Fiat 500C guidata è stata la 1200 Lounge da 19383 €. La declinazione estiva della 500, riprende le forme originali della prima 500, quella nata nel 1957, che prevedeva il tetto in tela che scendeva fra i due montanti fissi. Su strada la 500C ha un comportamento da vettura prettamente cittadina: compatta nelle forme, è l'ideale per muoversi agevolmente nel traffico cittadino, si parcheggia agevolmente grazie allo sterzo dotato del servosterzo elettrico City e ai sensori di parcheggio. Prestazionalmente la vettura provata si difende egregiamente, grazie all'economo, ma non per nulla spento motore 1200 a benzina da 69 cv. Questo propulsore, che equipaggia sia 500 che Panda per quanto concerne le vetture di casa Fiat, è brillante e parco nei consumi. Infine i prezzi: si va da 15380 € della 1200 Pop fino a 21330 € della 1400 Rock (Benzina), si va da 17700 € della 1300 Multijet Pop fino ad arrivare a 21740 € della 1300 Multijet Rock (Diesel).

domenica 16 ottobre 2011

Auto: Citroen DS4


di Bruno Allevi. La Citroen lancia sul mercato, dopo la DS3, la DS4. La nuova media sportiva della casa francese è equipaggiata con un motore a benzina (1600 da 120, 155 e 200 cv) e 2 motori diesel common rail HDI (1600 da 110 cv, 2000 da 160 cv ), negli allestimenti Chic, So Chic, Sport Chic. Esternamente la DS4, che altro non è la declinazione sportiva e grintosa della C4, con cui condivide il pianale, è una vettura dalle forme compatte e sinuose dove si fondono i caratteri, come detto prima della sportività, unite a linee avveniristiche e a soluzioni di design all'avanguardia (accattivanti le maniglie lucide posteriori integrate nei montanti alti delle porte). Frontalmente la DS4 presenta un muso grintoso e di design con grandi gruppi ottici trapezoidali che seguono le nervature del cofano spiovente e che rendono ancor più d'impatto la grande mascherina che accoglie al suo interno sia le cromature del logo Citroen che l'alloggiamento della targa. Posteriormente invece la DS4 ha una coda che è un sunto di sportività elegante: nervature laterali che si aprono nelle forme dei gruppi ottici posteriori, lunotto spiovente e spoiler posteriore, cromature sul paraurti posteriore. Internamente l'abitacolo è la fusione perfetta fra sportività ed eleganza: ottime finiture unite a un interno pieno di note sportive e grintose (sedili e volante sportivo, pedaliera traforata in alluminio). La consolle centrale è completa e i comandi clima e radio sotto ottimamente posizionati in maniera ergonomica e intuitiva. Il quadro strumenti è anch'esso sportivo grazie ai quadranti intersecati e alla retroilluminazione blu elettrica. Ed ora il momento test drive: la Citroen DS4 provata è stata la 1600 HDI Cambio Automatico So Chic da 28272 €. La Citroen amplia la gamma DS, affiancando alla DS3 la DS4. La declinazione sportiva della C4 su strada ha un comportamento ottimale unendo al comportamento tipico da berlina quello brioso e grintoso di una sportiva vivace. La DS4 si fa guidare in maniera intuitiva grazie a uno sterzo pronto e rapido, è facile da parcheggiare con l'ausilio dei sensori di parcheggio, il cambio automatico CMP-6 entusiasma il guidatore grazie alla possibilità di cambiare le marce, oltre che con la leva tradizionale, anche con le levette situate dietro il volante. Ora spazio al motore che equipaggia la versione provata: il 1600 E-HDI da 110 cv. Questo motore, che è equipaggiato con il sistema Micro Hybrid Drive che permette una ottimizzazione di prestazioni e consumi, è un millesei diesel common rail brioso e vivace, per nulla sottopotenziato rispetto alla mole alla tipologia di veicolo, silenzioso e che assicura alla DS4 prestazioni sportive di tutto riguardo. Infine il listino prezzi: si va da 20100 € della 1600 120 cv Chic per arrivare a 28200 € della 1600 200 cv Sport Chic (Benzina), si va da 22300 € della 1600 HDI Chic per arrivare a 28700 € della 2000 HDI Sport Chic (Diesel).

domenica 4 settembre 2011

Auto: Nuova Grand Cherokee



di Bruno Allevi. La Jeep prosegue il rinnovamento del suo parco veicoli presentando la nuova generazione del suo Top Level SUV: il Grand Cherokee. Il nuovo prodotto della casa americana è disponibile con 2 motori a benzina (3600 da 286 cv, 5700 da 352 cv) e un motore diesel common rail CRD 3000 da 190 e 241 cv, negli allestimenti Laredo, Limited, Overland. Esternamente la nuova Grand Cherokee è un SUV elegante dalle linee massicce e sportive. Frontalmente troviamo due grandi gruppi ottici di forma trapezoidali che fungono da elegante cornice alla classica mascherina cromata a sette feritoie, marchio distintivo della Jeep. Posteriormente le linee massicce ed eleganti sono ingentilite e alleggerite dalle forme tondeggianti della coda e del portellone che danno dinamismo e rendono meno pesante e imponente la parte finale del fuoristrada made in USA. Internamente il Grand Cherokee è un salotto lussuoso e confortevole. I materiali usati sono al top per qualità e l'assemblaggio è di ottima fattura. Lo spazio a bordo abbonda sia per i passeggeri anteriori che per quelli posteriori e buono è lo spazio nel bagagliaio, capace di caricare con facilità le più svariate categorie di oggetti, grazie alla modulabilità dei sedili. La consolle centrale è completa e i comandi presenti (comandi navigatore, radio CD e clima Bizona) sono disposti in maniera intuitiva e sono di immediato e facile utilizzo. Molto raffinato è il quadro strumenti, completo in ogni dettaglio e con un esaustivo computer di bordo che segnala ogni cosa succeda a bordo della Grand Cherokee. Ed ora il momento del test drive: la Jeep Grand Cherokee provata è stata la 3000 CRD 241 cv Limited da 54746 €. La nuova generazione dell'imponente SUV Americano, aggiorna le sue linee e le sue forme rendendole più sportive e aggraziate per il mercato europeo, ferme restando la muscolosità e lo stile tipico del marchio Jeep. Su strada la top level car del marchio della mascherina a 7 feritoie ha un ottimo comportamento: è maneggevole e divertente da guidare nonostante la mole non proprio trascurabile, si parcheggia molto facilmente grazie ai sensori di parcheggio anteriori e posteriori che danno un ausilio indispensabile all'atto della manovra, è confortevole e silenziossisima in ordine di marcia grazie all'ottima insonorizzazione interna. Infine spazio al motore montato sulla Grand Cherokee provato: il 3000 Turbodiesel Common Rail da 241 cv. Questo motore, molto silenzioso e potente, permette alla vettura di casa Jeep un egregio comportamento stradale sia su percorsi asfaltati sia su percorsi fuoristradistici (c'è ovviamente la trazione integrale elettronica), garantendo ottime prestazioni, potenza e brillantezza unite a costi di gestione ed emissioni di CO2 contenuti. Infine il listino prezzi: si va da 54000 € della 3600 Overland per arrivare a 63800 € della 5700 Overland (Benzina), si va da 44500 € della 3000 CRD 190 cv Laredo per arrivare a 60000 € della 3000 CRD 241 cv Overland (Diesel).