mercoledì 16 novembre 2016

Potenza seconda provincia in Italia per l'erogazione dei mutui

I primi sei mesi dell’anno stendono delle ombre sull’andamento del settore dei mutui, che pur avendo messo a segno un trend positivo, comincia anche a dare dei segnali di rallentamento. Le cause sono da imputare più alla mancanza della ripresa del mercato immobiliare, con le compravendite che si stanno muovendo ancora troppo lentamente, piuttosto che all’andamento del mercato dei tassi che rimane estremamente favorevole.

In particolare, a livello nazionale, vediamo che l’ultimo trimestre del 2015 aveva chiuso con una crescita delle erogazioni di poco meno dell’84%, per chiudere ora i primi 6 mesi del 2016 con quasi un +40%. Il rallentamento diventa ancora più evidente se si osserva il trend del primo trimestre (poco meno di +56%) rispetto a quello del secondo trimestre (+28,5%). Il livello invece di ricerche, che usano siti specializzati come Spaziomutui.com, Calcoloratamutuo.org o simili, prosegue in modo quasi invariato (maggiori dettagli su www.spaziomutui.com).

Alcune Regioni mostrano un trend in disaccordo, ma non la Basilicata la cui situazione rispecchia quella nazionale, avendo contribuito per volume erogato nell’ultimo trimestre per un +0,42%, posizionandosi al 18° posto. Nel primo trimestre la crescita del volume di mutui erogati per uso abitativo è stata di +64,4% mentre per il trimestre successivo si è scesi ad un +35%. Complessivamente sono stati erogati nei primi 6 mesi circa 107 milioni di euro con il maggior contributo offerto da Potenza, che a livello nazionale si è posizionata seconda (dietro a Enna e davanti a Ragusa).

L’andamento delle province lucane è quindi stato pari a:

per Matera il volume erogato è cresciuto di +27,8% nell’ultimo trimestre, mentre per il semestre siamo a +19,6%;

per Potenza trend migliore, con un +38,4% per il secondo semestre del 2016, e un +40% circa per l’intero primo semestre. Se però si analizza il trend rispetto al primo semestre del 2015, quando già si era consolidato l’andamento positivo iniziato alla fine del 2014, vediamo che la crescita del capoluogo lucano è stata superiore ad un +90%.

0 commenti:

Posta un commento