giovedì 21 febbraio 2019

Stato di agitazione ASM Matera, Perrino: "Franconi si attivi per evitare ripercussioni negative sui servizi"


POTENZA - Prendiamo atto della comunicazione pervenuta al Prefetto di Matera circa lo stato di agitazione del comparto ASM proclamato dalle organizzazioni sindacali. In particolare registriamo il malcontento tra diverse categorie di lavoratori, che lamentano il congelamento delle progressioni verticali che hanno determinato sostanziali penalizzazioni a livello economico. Al fine di determinare un’immediata risoluzione del problema, in pieno accoglimento dell’appello dei lavoratori e dei loro rappresentanti sindacali, abbiamo già provveduto a sollecitare l’Assessore alla Sanità e Presidente facente funzioni Franconi a intraprendere ogni utile iniziativa in merito a quanto evidenziato. Siamo consapevoli di quanto prezioso e cruciale sia il lavoro degli operatori del comparto ospedaliero e quanto sia prioritario ristabilire nell’azienda il necessario clima di serenità e rispetto reciproco. Prendiamo l’impegno di seguire l'ennesima criticità del SSR, affinché siano adottate tutte le misure necessarie per consentire ai lavoratori di operare nel pieno delle proprie competenze e con le dovute - sacrosante - gratificazioni. Si fa appello alle istituzioni a che si adoperino per scongiurare che eccessive conflittualità possano incidere in maniera negativa sulla qualità dei servizi erogati, penalizzando inevitabilmente i cittadini e chi, tra mille difficoltà, si sacrifica per sopperire alle inefficienze del Sistema Sanitario Regionale, garantendo tutti i giorni i servizi essenziali per la tutela della salute nel nostro territorio. Non si possono scaricare i costi delle criticità sempre su cittadini e lavoratori. Così in una nota Gianni Perrino, portavoce M5S Basilicata.