martedì 17 settembre 2019

Sassi Matera ripescato in Prima Categoria. Santorufo: “ci ho ripensato”


di ROBERTO BERLOCO - Matera. Prima o Seconda Categoria. Seconda o Prima. Per svariati mesi è sembrato di sfogliare i petali di una margherita, oppure quasi di assistere alla visione di un’interminabile tela di Penelope.

Un lungo susseguirsi di decisioni fra esse opposte, intervallate da fasi d’indugio ed inquieti interrogativi sul meglio da farsi, sino all’irrevocabile conclusione settembrina, a poco dal fischio d’inizio delle prime partite di serie inferiori nei campi da calcio basilischi.

“Ci ho ripensato” - dichiara risoluto il presidente del “Sassi Matera”, l’avvocato Alessandro Santorufo. E svela: “è stato il mese di Agosto a farmi cambiare di nuovo pensiero, stavolta in maniera decisiva. Gradualmente, infatti, l’idea di rimanere in Seconda Categoria è andata infrangendosi contro la roccia della consapevolezza di poter contare su un organico numeroso, qualificato e altamente competitivo.

Sulla bilancia, insomma, c’erano la ferma volontà di sudare il passaggio in Prima sopra un piatto e, sull’altro, la consapevolezza di poter disporre d’una formazione dotata di valori che già ci proietterebbero in Promozione.

Così, quando si sono riaperti i termini per il ripescaggio, ho voluto porre rimedio a quello che, ormai, mi pareva un peccato che avrebbe potuto divenire imperdonabile.

Ma, nel motivarmi, lo confesso senza timore, ha influito pure quel tale senso di sfida che mi ha pervaso dopo la notizia, definitivamente ufficiale, della mancata iscrizione del “Matera Calcio” in serie D. Si è trattato di un evento doloroso che ha forzato prepotente, nel più profondo di me, la volontà di dare inizio ad un percorso di maggior prestigio possibile, anche cioè per risollevare verso l’alto la bandiera dell’onore calcistico materano”.

Rispetto a quella uscita dalla stagione passata, la rosa dei calciatori biancazzurri si presenta oggi parzialmente modificata, essendo stati perfezionati diversi innesti da zone limitrofe pugliesi che, tuttavia, non snaturano l’identità lucana del gruppo. Il nucleo storico originario, difatti, si conserva inalterato e quanto mai affiatato, senza contare l’altro drappello, ben noto agli affezionati del Sassi Matera fin dall’anno scorso, ossia quello dei giocatori oriundi dell’Africa equatoriale e occidentale, anch’esso rimasto sostanzialmente intatto.

“Vado orgoglioso di questa preziosa opportunità” - ammette Santorufo - “poiché, grazie ad essa, ci vediamo spalancate le porte di un dilettantismo di sicuro più impegnativo, ma pure più abbondante di piacevoli gratificazioni che, ne sono certo, pioveranno sin dagli incontri più prossimi”.

Oltre, però, al ripescaggio in Prima Categoria, di questi giorni è l’importante notizia del nome del nuovo allenatore. Si tratta del ginosino Raffaele Mastrodomenico, classe ’75, proveniente dall’area di responsabilità tecnica del “A.S. Ginosa”, al quale s’affiancherà il dottor Rino Mastrodomenico, anch’egli ginosino e procuratore agente FIFA. Per il ruolo di dirigente accompagnatore vengono invece riconfermate fiducia e stima a Giuseppe Colucci.

L’ultima novità da scoprire rimane solo la prestazione della squadra nella prima partita d’andata, da disputarsi contro il “Tursi Calcio 2008”, Domenica 22 Settembre, con palla al centro alle ore 16.30, sul rettangolo di casa del centro sportivo “Gaetano Scirea”.