Visualizzazione post con etichetta Libri. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Libri. Mostra tutti i post

mercoledì 25 aprile 2018

Politica e comunicazione ai tempi della Terza Repubblica: convegno all’Unibas

POTENZA - Una giornata di studio sulla comunicazione politica italiana in un particolare momento storico, come quello attuale - in bilico tra la Seconda e la Terza Repubblica - con alcuni grandi esperti del settore, Gianpietro Mazzoleni, Stefano Gensini, e Francesco Nicodemo (autore del libro Disinformazia), per offrire al pubblico e agli studenti dell'Unibas una visione privilegiata di questo importante ambito della vita del Paese.

L'Unibas ospiterà venerdì 27 aprile a Potenza (aula magna via N. Sauro, dalle ore 15) un incontro - moderato dal Prorettore alla Comunicazione dell'Università della Basilicata, Luca Forgione - che ha origine da due direttive: una è rivolta al passato, e affonda le proprie radici nell’attività didattica dei corsi di studio "che hanno animato - ha spiegato Forgione - l’allora facoltà di Lettere e Filosofia dell’Ateneo lucano. Sotto il preside Frascolla, il corso di laurea in Scienze della comunicazione e la scuola di giornalismo raggiunsero risultati importanti in termini di numero e attività, e l’ambito della comunicazione politica, che mette insieme diverse discipline e dimensioni teoriche, fu un punto di riferimento anche e soprattutto negli insegnamenti da me sostenuti". I protagonisti di quei corsi erano Mazzoleni e Gensini, "che con i lori rispettivi manuali hanno animato lo studio di centinaia di studenti lucani: valgono per tutti "Comunicazione politica" di Mazzoleni, e il "Manuale della comunicazione" e gli "Elementi di semiotica" di Gensini, tutt’ora un testo di riferimento nei corsi alla triennale".

"I diversi interventi ministeriali e legislativi in materia universitaria - ha aggiunto Forgione - ci hanno invitato a modificare l’offerta formativa sulla base di criteri molto ristrettivi, ma parte di quel bagaglio scientifico e disciplinare non è andato perso e tutt’ora rappresenta una sponda per i nostri studenti della triennale e delle magistrali. Ho voluto questo incontro, e ringrazio ancora Stefano Gensini e Gianpietro Mazzoleni per aver accettato, non solo per dare ai nostri studenti l’opportunità di aver un contatto diretto con questi importanti studiosi, ma anche e soprattutto per fare il punto della situazione sullo stato dell’arte della comunicazione politica italiana all’indomani delle elezioni italiane. E qui arriviamo alla seconda direttiva, ben esemplificata dalla presenza di Francesco Nicodemo, che è stato un protagonista attivo della comunicazione politica italiana, ricoprendo diversi incarichi, valga su tutti il ruolo di responsabile della comunicazione di Palazzo Chigi. In questo modo ci può offrire una prospettiva privilegiata da cui osservare e valutare i fatti politici e il modo in cui sono gestiti al livello comunicativo, esperienza che è confluita anche in un libro ricco e articolato, Disinformazia, dedicato alle fake news".

PROGRAMMA

Saluti Istituzionali: Aurelia SOLE (rettrice dell'Università della Basilicata); Paolo Augusto MASULLO (direttore del Dipartimento di Scienze Umane).
Interventi: Stefano GENSINI  (Università La Sapienza Roma); Gianpietro MAZZOLENI (Università Statale Milano); Francesco NICODEMO (autore del libro Disinformazia).
Introduce e modera Luca FORGIONE (Prorettore alla comunicazione istituzionale dell'Università della Basilicata).

domenica 4 marzo 2018

''Provaci ancora Brancusi'': il nuovo racconto di Pietro Quadrino


DI REDAZIONE -  Un libro da tenere sott'occhio è sicuramente 'Provaci ancora Brancusi' di Pietro Quadrino, interprete d’eccezione del teatro europeo contemporaneo, che offre uno sguardo privilegiato sui suoi pensieri, sulle sue debolezze e paure, e nel farlo ci mostra che il coraggio non è solo degli eroi, ma anche di chi decide di lottare, nonostante lo sfavore delle stelle. Un romanzo autobiografico in cui Silvano Brancusi, alter ego dello scrittore, si muove nel mondo alla ricerca del riscatto, del vero amore, e del senso della vita.

Provaci ancora Brancusi di Pietro Quadrino ci conduce nelle avventure umane e professionali del suo protagonista, immerso nel flusso della vita, disponibile al cambiamento e pronto a tutto, in quello stato di grazia che è privilegio di chi sa capire e seguire la propria volontà. Silvano Brancusi è un personaggio che non cela niente al lettore, che mette a nudo la propria anima senza la paura di venire frainteso, con quell’abbandono e fiducia nell’uomo che solo un artista può avere. Viene presentato come un ragazzo passionale, presuntuoso a volte, ma lo stesso scrittore poi si domanda quanto davvero valga come attore e essere umano, in un dialogo con il suo alter ego in cui spesso ne esce sconfitto, ma mai perdente. 

Provaci ancora Brancusi racconta il mondo interiore di un artista, già esso stesso romanzo, e lo fa con ironia e spregiudicatezza, senza censure. Lo scrittore-attore conosce bene l’animo umano e fa leva sui punti giusti, su quei temi universali che rendono gli uomini uguali: la volontà di riuscire, di non passare su questa terra senza lasciare un segno, e il bisogno dell’altro, di approvazione e di amore. Il protagonista ci scuote dal torpore, ci mostra come il coraggio sia dentro ognuno di noi, anche nelle situazioni più disperate, che i sogni sono tutto ciò che abbiamo e vanno preservati. E ci rassicura che tutti possono concedersi, se lo desiderano, una dose di follia.

Si racconta di scelte importanti e della forza di andare contro corrente, anche quando i sogni e il successo sono a portata di mano. Silvano Brancusi è un giovane attore, scrittore e poeta. Scanzonato e irriverente, si ritrova catapultato ad Anversa, per seguire la compagnia del grande Peter Frame, uno degli artisti contemporanei più talentuosi e controversi, che lo chiama a creare uno spettacolo colossale della durata di 24 ore, Olympus.

Ed è proprio durante le prove di questa folle creazione che Silvano incontrerà “la donna più bella del mondo”, Maria Lek, della quale si innamorerà “come ci s’innamora di un mistero”. Saranno anni di fatiche, avventure romantiche con molteplici donne e fallimenti, tra Parigi, Salonicco, Roma, l’Havana, Bruxelles, Milano e infine Berlino, dove verrà messa in scena per la prima volta l’opera monumentale di Frame. E soprattutto saranno anni di sconvolgimenti emozionali, in cui Silvano inseguirà la donna dei propri sogni, la amerà e sarà amato, per poi essere abbandonato.

Questa sofferenza lo porterà lontano, nello spazio e dentro sé stesso, non fermerà i suoi sogni ma lascerà un seme che maturerà nell’epilogo del romanzo.

mercoledì 10 gennaio 2018

Convegni: a Matera 'Gli strumenti di A.D.R. nel diritto positivo e vivente'

MATERA - Il prossimo 12 Gennaio, alle ore 17.30, presso la libreria Di Giulio a Matera (Via Dante Alighieri 61) si terrà l’incontro “Gli strumenti di ADR nel diritto positivo e vivente”, in occasione della presentazione del testo “Manuale delle ADR. I sistemi alternativi di risoluzione delle controversie”, autore l’Avvocato pugliese Vincenzo Scianatico, ed edito da Primiceri Editore.

L’evento sarà l’occasione per approfondire la situazione attuale in materia di mediazione civile e commerciale introdotta nel nostro ordinamento dal D. Lgs 28/2010 ed ormai obbligatoria per la risoluzione di alcune tipologie di controversie (condominio e locazioni, contratti bancari ed assicurativi, danni da responsabilità medica, divisione ereditaria, trattando alcuni degli aspetti più problematici della disciplina quali il principio di effettiva partecipazione, sull’eccezione di procedibilità della domanda, sulla mediazione c.d. demandata, le sanzioni da mancata partecipazione, le sanzioni da mancata accettazione della proposta di conciliazione ed il mancato riconoscimento delle agevolazioni fiscali.

L’incontro valido per PER IL TIROCINO FORMATIVO DEI MEDIATORI con 2 crediti formativi, vedrà la partecipazione dell’autore del testo e dell’Avv. Giuseppe Tedesco del Foro di Matera, responsabile dell’Organismo di mediazione dell’Ordine degli Avvocati di Matera, e sarà moderato dall’Avv. Francesco Saverio Del Buono del Foro di Bari, organizzatore dell’evento.

Vincenzo Scianatico, autore del “Manuale delle ADR. I sistemi alternativi di risoluzione delle controversie” è Avvocato del Foro di Bari e dottorando di ricerca in Teoria generale del processo presso l’Università LUM Jean Monnet – Casamassima. E’ inoltre membro della commissione consiliare “DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO” dell’Ordine degli Avvocati di Bari ed altresì componente delle sottocommissioni in “DIRITTO FINANZIARIO” e “STRUMENTI ALTERNATIVI AL CONTENZIOSO”.

Il volume rappresenta una guida pratica e completa a tutte le procedure, alternative al processo, di risoluzione delle controversie: mediazione, conciliazione, negoziazione assistita, arbitrato. Ogni capitolo si correda di questionario e di tabelle riassuntive.

Ingresso libero
Per info: tel 345 9799863 – email: apuliameetings@gmail.com

martedì 9 gennaio 2018

Libri: il 13 gennaio presentazione Aipd 'Anna che sorride alla pioggia'

POTENZA - L'Associazione Italiana Persone Down - sezione di Potenza- è lieta di invitare la cittadinanza il 13 gennaio p.v. alle ore 18,00 presso il ridotto del Teatro Stabile di Potenza alla presentazione del libro "Anna che sorride alla pioggia " che vedrà la partecipazione dell'autore Guido Marangoni, con l'introduzione di Fabio Amendolara.

Il libro narra la storia di Anna, bambina con sindrome di Down, e della sua famiglia e alla fine diventa un pretesto per affrontare tutte le fragilità con un’ottica diversa, sempre più attenta alle persone e non alla loro disabilità. Un’ora dopo il test di gravidanza, Guido ha già montato un canestro in giardino. “È un maschio, me lo sento!” Perché dopo due meravigliose figlie femmine è giusto bilanciare un po’ le parti. A Daniela, il sesso della creatura che porta in grembo poco importa, basta che sia sana. E se la vita ti ha già messo alla prova, quel pensiero non lascia spazio ad altro. Eppure, quando la dottoressa dice Trisomia 21, lei chiede solo: “È maschio o femmina?”. Perché adesso sì, l’unica cosa che conta è sapere chi porterà nuova gioia in famiglia.

Una storia emozionante e autentica, che strapperà qualche lacrima ma soprattutto molti sorrisi. L'incontro sarà anche un'occasione per un confronto e un dibattito sul tema della disabilità e delle sue ripercussioni sia in ambito familiare che socia

venerdì 22 dicembre 2017

La cura è servita: Un libro per guarire con il cibo

POTENZA - È uscito La cura è servita 2, il nuovo libro di Anna Lucia Tassi che raccoglie le storie di pazienti curati attraverso l’alimentazione. Fotografie, referti clinici e testimonianze accompagnano il lettore all’interno di numerosi casi e patologie risolti “a tavola”.

Lucia Tassi, medico geriatra e nutrizionista, lascia spesso la parola ai pazienti: sono loro a raccontare l’avvicinamento, spesso con un po’ di diffidenza, a questo tipo di terapia, poi il progressivo miglioramento durante la dieta e, infine, la guarigione.

E così Mirco, Fabio, Benedetta, Carlo, Adriano e tanti altri parlano di testosterone basso, cefalee, assenza del ciclo mestruale, steatosi epatica, coliche renali… tutti problemi risolti esclusivamente con il cibo.

“Potrei dire  - spiega l’autrice - che si tratta di un libro ‘a quattro mani’, ma in realtà le mani sono ben di più, perché questa volta i pazienti che hanno chiesto di partecipare, o hanno ben volentieri acconsentito a farlo, sono stati tanti”.

In questo appassionato viaggio nella ricerca di nuove cure attraverso l’alimentazione, la dott.ssa Tassi, come già nel suo primo libro, ha scelto di ridurre al minimo il linguaggio scientifico per permettere a tutti di avvicinarsi e comprendere i benefici della terapia.

“È necessario - conclude la dott.ssa Tassi - avvicinarsi agli alimenti in maniera diversa, riconoscendo le loro possibilità curative e, nello stesso tempo, guardare il malato nella sua complessità e non soffermarsi solo sulla malattia. I pazienti sono una sfida continua perché, non avendo un vero e proprio protocollo, bisogna ogni volta trovare una via giusta e personale”.

“Cucinare un pasto può diventare come creare un farmaco”, scrive nella prefazione al libro Nicoletta Dentico, direttrice Health Innovation in Practice di Ginevra. Le storie dei pazienti che Anna Lucia Tassi racconta nel suo libro ne sono la prova vivente. Leggere per credere.

Biografia dell’autrice
Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Anna Lucia Tassi si forma professionalmente nella storica I Clinica Medica del Policlinico Umberto I. Si specializza in Geriatria con il Professor V. Marigliano, prima, e in Scienza dell’Alimentazione con il Professor C. Cannella, poi. Dopo parecchi anni passati in corsia come geriatra e consulente nutrizionista, sceglie la libera professione che esercita con passione e buonumore. Questo è il suo secondo libro, frutto di esperienze maturate dopo aver iniziato ad applicare, e soprattutto a rielaborare per proprio conto, le teorie apprese grazie all’incontro con la sua grande Maestra, la Professoressa Arcari.

martedì 19 dicembre 2017

Libri: 'La forgia di Sinisgalli' con la presentazione del quaderno 'Caleidoscopio sinisgalliano' di Tulimeri

POTENZA - La Fondazione Leonardo Sinisgalli chiude il 2017, un anno ricco di attività, con il progetto “La forgia di Sinisgalli”, inserito fra le iniziative di valorizzazione, promozione e comunicazione del “Patrimonio culturale intangibile della Basilicata” e nel palinsesto Acamm.  Il 23 dicembre 2017 alle ore 18:00, presso l’ex Convento di San Domenico a Montemurro, verrà presentato il quarto numero dei «Quaderni della Fondazione», dal titolo “Caleidoscopio sinisgalliano” di Antonio Tulimieri (FLS, Montemurro 2017).

Proprio alla maniera di un caleidoscopio, il volume raccoglie una varietà di argomenti che riflettono sia la poliedricità di Sinisgalli che gli interessi e le passioni dell’autore, “scoperto” dalla Fondazione attraverso uno scambio epistolare via mail cominciato a febbraio 2017. Dai primi messaggi di stima e incoraggiamento per il lavoro svolto dall’Istituto culturale montemurrese, il dialogo con Tulimieri si è allargato alla condivisione di segnalazioni, suggerimenti, ricerche, aneddoti, immagini, fino ad arrivare all’idea di raccogliere tutto questo materiale in un volume della collana dei “Quaderni” edita dalla Fondazione.

La varietà di materiali raccolti ha richiesto un restyling del format, realizzato grazie alla cura editoriale di Biagio Russo, Direttore della Fondazione Sinisgalli, e alla cura grafica di Mauro Bubbico, grafico della Fondazione dal 2011, docente dell’ISIA di Urbino e di recente inserito nell’AGI, la più prestigiosa assemblea di grafici a livello internazionale. Il risultato finale è un quaderno che - come spiega Biagio Russo nell’introduzione al testo -,  “ha quel vigore divulgativo e fresco, imprevedibile e ammaliante”, tipico delle prose tecniche di Sinisgalli, tale da consentire ad Antonio Tulimieri di essere accolto a pieno titolo fra i nuovi autori sinisgalliani.

Alla presentazione del volume, introdotta da Mario Di Sanzo Presidente della Fondazione Sinisgalli, interverranno il  sindaco di Montemurro, Senatro Di Leo, per i saluti, l’autore Antonio Tulimieri, la giornalista Rai Beatrice Volpe, i curatori Mauro Bubbico e Biagio Russo. Durante la serata saranno presentate anche le ristampe di alcuni prodotti editoriali curati dalla Fondazione Sinisgalli:  “Leonardo Sinisgalli. Un geniaccio tuttofare tra poesia e scienza” (a cura di B. Russo, Osanna Edizioni, Venosa 2017), “La Basilicata di Leonardo Sinisgalli nella Civiltà delle macchine” (a cura di B. Russo e Gianni Lacorazza, Osanna Edizioni, Venosa 2017) e “Conversazioni sinisgalliane” (AA.VV., FLS, Montemurro 2017).

Alle 19:30 seguirà il Concerto di fine anno degli “Unit ed Sounds” con Maria Mianulli al flauto, Dario Fraccalvieri alla chitarra, Pasquale Barberio alla fisarmonica, Michi Miroli alle percussioni, G. Da’ Abramo al  contrabbasso. A chiusura della serata ci sarà un buffet di auguri presso la Casa delle Muse.

giovedì 14 dicembre 2017

Alda Merini: presentato al Crac-Puglia il volume 'Furibonda cresce la notte'

ROMA - Dopo gli incontri: attività e didattica dell’arte al MIC-Museo Internazionale della Ceramica di Faenza, presentazione del romanzo "Ombre sulla città perduta" e il saggio “Autoritratto urbano. Luoghi tra visione e progetto”, riprendono i TALKinCRAC, promossi e organizzati dal CracPuglia (Centro di Ricerca Arte Contemporanea) nel proprio spazio artistico, ubicato nell'ex Convento dei Padri Olivetani (sec. XIII), centro storico di Taranto (Corso Vittorio Emanuele II, n. 17).

Venerdì 15 dicembre, alle ore 18, presentazione della recente silloge poetica di Alda Merini: ”Furibonda cresce la notte. Poesie e lettere inedite” (Manni Editore). Con questo nuovo appuntamento il Crac-Puglia vuole proporre, ancora una volta, una serie di esperienze costruttive e di confronto con i linguaggi della contemporaneità, dialoghi e scambi tra pubblico e noti addetti ai lavori. “Il volume Furibonda cresce la notte. Poesie e lettere inedite di Alda Merini risalenti agli anni Ottanta, periodo considerato tra i più creativi della Merini, in cui il rigore formale si coniuga in piena adesione ad una maturità già attraversata da esperienze gravi e dolorose, distillate in questi componimenti, fino a conseguire una significanza universale”. La silloge sarà presentata dal dottor Silvano Trevisani, scrittore e giornalista professionista.

All'incontro interverranno il professor Giulio De Mitri, artista presente nel volume dell'autrice e il professor Piero Manni, editore della pubblicazione. L'occasione sarà propizia, anche, per visitare le mostre: “Tracce su carta. Aspetti del disegno italiano contemporaneo (1948-2000)” e la collezione permanente del CRAC-Puglia: il “PIANO EFFE” (Archivio Storico Nazionale del progetto d’artista), entrambe aperte al pubblico sino al 30 gennaio 2018.

CRAC Puglia | Centro di Ricerca Arte Contemporanea
Corso Vittorio Emanuele II, 17 – 74123 Taranto
Orari di apertura: Martedì - Venerdì 9.00-13.00, 18.00-20.00.
Info: Tel / Fax 099-4713316 / 348 3346377 / 334 7921142 / rocco.spani@gmail.com 

Filiano: Favole a Merenda con Babbo Natale

POTENZA- Appuntamento speciale per la fortunata rassegna “Favole a Merenda”. La Biblioteca di Filiano propone – sabato 16 dicembre – una lettura ad alta voce per tutti (grandi e piccoli), seguita da un laboratorio, sul tema natalizio.

Per assaporare ancora di più la gioiosa atmosfera del Natale, saranno lette le più belle fiabe sul periodo più bello dell'anno. Per tutta la famiglia, un momento magico con i libri.

«L’intento principale della rassegna “Favole a Merenda” – dichiara l’ideatore e coordinatore Vito Sabia -, è quello di promuovere una “cultura della lettura”, che favorisca nei bambini e nei ragazzi percorsi di conoscenza e di incontro, in un processo di crescita culturale nel quale l’incanto e la magia delle favole vengano condivisi con la famiglia.»

Dalle ore 17.00 le animatrici Carmen Viggiano, Claudia Carriero, Donatella Oppido, Francesca Pace, Maria Gruosso e Tiziana Musceca accoglieranno i bambini, racconteranno ed animeranno le favole natalizie più famose interagendo con i ragazzi, proporranno attività laboratoriali creative che si concluderanno con la merenda in tema, tutti insieme.

Non mancherà l’arrivo di Babbo Natale con un regalino per tutti i bambini e ragazzi partecipanti.

“Favole a merenda” è un’iniziativa organizzata dalla Pro Loco di Filiano in collaborazione con la locale Biblioteca e con il patrocinio del Comune di Filiano.

L’appuntamento è per sabato 16 dicembre 2017, con inizio alle ore 17:00, presso il Salone Biblioteca di Filiano.

venerdì 8 dicembre 2017

Pro loco: a Filiano presentazione del volume 'Basilicata: Terra Acqua Fuoco e Cuore d’Argilla'

FILIANO - In una nota la Pro loco di Filiano, in provincia di Potenza, informa della presentazione del volume “Basilicata: Terra Acqua Fuoco e Cuore d’Argilla" che si terrà a Filiano il 9 dicembre 2017. A renderlo noto il presidente Maria Santarsiero.

mercoledì 29 novembre 2017

Libri: ad Avigliano presentazione 'Rami Secchi - romanzo fallimentare'

AVIGLIANO - “La storia di un lavoratore iperspecializzato e iperformato che si trova ad affrontare continui tagli occupazionali e peggioramenti delle condizioni di lavoro. E' un libro che parla del nostro martoriato Sud e di come una multinazionale possa decidere, senza incontrare alcuna reale difficoltà, di depauperare il territorio e i lavoratori spostando le produzioni in altri luoghi, desertificando ulteriormente il già asfittico mondo del lavoro meridionale.”

dialogano con l’autore:

Paolo Luongo - coprotagonista del libro.
Maria Rosaria Nappa - curatrice del libro - FILCAMS

Antonio Papaleo - Console Regionale dei Maestri del Lavoro
Mariangela Romaniello - Vicesindaco - Assessora alle Politiche giovanili e del lavoro
Antonio Califano - Rivista “DECANTER”
La serata è organizzata in sostegno ai lavoratori della LUCART di Avigliano

giovedì 23 novembre 2017

Pinuccio presenta il suo primo libro alla Mondadori di Foggia

di REDAZIONE - L'inviato più irriverente di "Striscia la Notizia" fa un viaggio in sud Italia insieme a un accompagnatore speciale: Donald Trump. Insieme a loro a bordo di una "fiammante" Fiat Ritmo anche la first lady Melania e il fido aiutante Sabino. Non è la rivisitazione in chiave moderna del Don Chisciotte, ma il nuovo libro di Pinuccio: TrumpAdvisor (Mondadori).

I quattro protagonisti attraverseranno Puglia e Calabria e incontreranno diversi personaggi famosi come Barbara d'Urso e Maria De Filippi, ma anche tanti politici come Salvini, Di Battistia, Niky Vendola, Emiliano e Alfano, e giornalisti come Marco Travaglio ed Enrico Mentana. E parteciperanno a sagre, feste religiose e cerimonie nunziali. 

Pinuccio, nome d'arte di Alessio Giannone, racconta le bellezze, ma allo stesso tempo mette a nudo le contraddizioni di una zona dell'Italia che molto spesso viene trascurata. Un libro pensato per divertire ma anche per far riflettere. Un libro divertente ma allo stesso tempo interessante, intelligente e che fa riflettere.

domenica 12 novembre 2017

Furor Sinisgalli: presentato a Matera 'Lettere a Bruna' di Giuseppe Ungaretti

MATERA - Un Ungaretti segreto e vitale, che all’età di 78 anni si riscopre innamorato di una giovane donna di 26, diventata sua amante e musa ispiratrice, è stato raccontato nell’appuntamento del “Furor Sinisgalli 6” organizzato dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli a Matera lo scorso 9 ottobre presso Palazzo Lanfranchi. Una sala gremita soprattutto da tanti studenti del Liceo Classico “Duni” di Matera, ha partecipato alla presentazione del volume “Lettere a Bruna” (Mondadori, Milano 2017) curato dal docente, poeta e saggista Silvio Ramat, che in esso ha raccolto ben 377 lettere inedite scritte da Giuseppe Ungaretti a Bruna Bianco, conosciuta nel 1966 a San Paolo del Brasile durante un viaggio per un ciclo di conferenze. 

Per un libro di tale pregio, la prima presentazione a Sud, dopo quella a “Pordenone legge” alla presenza della Bianco, non poteva che essere nella Capitale Europea della Cultura 2019, come ha sottolineato Biagio Russo, direttore della Fondazione ad apertura dell’incontro. A dare il benvenuto a relatori ed ospiti, la “padrona di casa” Marta Ragozzino, direttrice del Polo Museale Regionale della Basilicata e Patrizia Di Franco, Dirigente scolastica del Duni, che con entusiasmo ha accolto la proposta formativa rivolta ai suoi studenti. Proprio loro sono stati i veri protagonisti dell’incontro, sia leggendo con grande trasporto e passione alcune delle lettere di Ungaretti rivolte alla sua amata, sia partecipando numerosi e attenti ad una lezione fuori dalle classiche aule scolastiche.

A dialogare con il curatore, la docente dell’Università della Basilicata, Maura Locantore, profonda conoscitrice del genere epistolare, che attraverso la sua analisi ha messo in luce come il volume di Ramat sia riuscito ad aggiungere una pagina importante alla biografia di Ungaretti attraverso il fil rouge della poesia. È per mostrare i suoi versi, infatti, che la giovane Bruna si avvicina al grande poeta, facendo scoccare la scintilla di un amore, vissuto prevalentemente a distanza, per circa tre anni. Ed è sempre la poesia a permeare il dialogo epistolare, fra gli esercizi poetici di Bruna che Ungaretti guida come suo precettore e i componimenti dello stesso Ungà, immerso grazie alla sua Musa in una nuova stagione creativa. 

Nella poesia ungarettiana prodotta negli stessi anni delle lettere, si trovano le tracce di questo “furor” d’amore che il poeta definisce “demente”, ma che forse è più da intendersi come “de-mente”, nel senso di intellettualistico. All’interno del libro, la quotidianità diventa infatti lo spunto per l’ispirazione poetica, da cui si generano nello stesso tempo dei veri e propri estratti di saggi, di reportage di viaggio, fino ad arrivare alla forma del romanzo epistolare. Come ha spiegato in chiusura Ramat, in questo libro si riflette la biografia del grande poeta, raccontata con il cuore in mano.  Ancora oggi la Bianco, diventata un importante avvocato, una moglie e una madre e abbandonata la strada della poesia, continua a non dimenticare il suo Ungà e a sentirsi da lui sempre guidata. 

venerdì 27 ottobre 2017

Libri: presentato a Potenza inedito di Ungaretti-Amrouche

POTENZA - Un inedito per ripercorrere la vita di uno dei più grandi poeti contemporanei, una raccolta di interviste radiofoniche tra Giuseppe Ungaretti e l'intellettuale franco-cabilo Jean Amrouche che ne analizza con puntualità, attenzione e interesse i tratti principali della poetica.

"Conversazioni radiofoniche", edito per la prima volta in italiano, verrà presentato ufficialmente a Potenza il 30 ottobre presso la bellissima Sala degli Specchi del Teatro Stabile alle ore 18:30, all'interno della rassegna "Autunno letterario" organizzata dal Comune di Potenza.

Più di quarantasei anni dopo la morte del grande poeta italiano, siamo felici di realizzare un desiderio del poeta più volte manifestato a Leone Piccioni, critico letterario, studioso e allievo di Giuseppe Ungaretti, autore della postfazione di questo volume.

Dopo il successo dell'anteprima nazionale tenutasi nel Liceo Duni di Matera, in cui gli studenti delle classi quarte e quinte superiori si sono cimentati nell'analisi puntuale e nella rappresentazione "teatrale" dei contenuti del libro, siamo orgogliosi di presentare "Conversazioni radiofoniche" nella città in cui la nostra casa editrice è nata ed opera.

La serata, moderata dalla giornalista Cinzia Grenci, è ricca di ospiti. A seguito dei saluti iniziali del Sindaco di Potenza Dario De Luca interverranno:

-Hamza Zirem, Traduttore dell'opera;

-Antonio Candela, Editore e CEO Universosud;

-Valeria Sperti, Docente universitaria e autrice della prefazione;

-Roberto Falotico, Assessore alla cultura del Comune di Potenza;

-Rosalba Demetrio, Vicepresidente Regionale FAI Basilicata.

martedì 24 ottobre 2017

Amedeo Minghi racconta l'amore per la musica nel suo nuovo libro


MILANO - Oltre cinquanta anni di carriera, Amedeo Minghi esce in esclusiva nei negozi on line e in libreria dal 26 ottobre con “SiAmo questa musica – il pubblico racconta”, edito da Terre Sommerse. L'opera, curata dal critico letterario Niccolò Carosi con la collaborazione del regista Michele Vitiello e del produttore musicale Enrico Petrelli, è una sorta di romanzo a tre voci in cui Amedeo Minghi, il pubblico e la voce narrante, raccontano esperienze di vita, ricordi, emozioni: storie legate a questa musica che insiste e si tramanda da più generazioni, come testimoniano le centinaia di lettere di cui si compone questo libro. Tributo a un artista, Amedeo Minghi, capace con le sue canzoni, con le sue colonne sonore, con la sua melodia, di affascinare l'Italia e non solo, attraverso uno stile inconfondibile. Minghi presenterà il libro il 28 ottobre ad Ascoli Piceno, città scelta dall'artista per una promessa fatta alla popolazione colpita dal sisma.

lunedì 16 ottobre 2017

'Trump e la fine dell’American Dream': il nuovo libro di Sergio Romano

NEW YORK - E' trascorso un anno dall’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d’America, un arco di tempo giusto per i primi bilanci. Il 19 ottobre esce così il nuovo libro di Sergio Romano“Trump e la fine dell’American Dream“: un ritratto su uno dei personaggi più controversi e discussi degli ultimi anni.

Odiato, criticato e idolatrato da altri, tanto si è detto sul numero uno degli USA. Sergio Romano, grazie anche alla sua esperienza internazionale come ambasciatore alla NATO, presenta un quadro completo partendo dalle origini della sua ascesa imprenditoriale e politica e passando in rassegna le minacce e le promesse rivolte in questi anni ai cittadini americani.
La domanda che attraversa tutto è il libro è: cosa ne sarà dell’America? Trump riuscirà a mettere da parte i propri interessi per tutelare la nazione?

martedì 19 settembre 2017

Poesia: 'Conversazioni radiofoniche' di Ungaretti pubblicate da Universosud

POTENZA - Editrice Universosud è orgogliosa di presentare una nuova ed importante avventura editoriale: Conversazioni Radiofoniche, di Giuseppe Ungaretti e Jean Amrouche. Il testo raccoglie le interviste andate in onda dal 1953 su Radio France di Parigi; un genere radiofonico nuovo per l'epoca, inventato dall'intellettuale franco-cabilo Jean Amrouche. Nel 1972, con il titolo Propos improvisés, a cura di Philippe Jaccottet, l'editore Gallimard pubblicava queste 12 conversazioni radiofoniche in cui Ungaretti, insieme ad Amrouche, ripercorre diversi momenti della sua vita, analizza le liriche legate alle sue varie esperienze e affronta tematiche di vasta portata.

Più di quarantasei anni dopo la morte del grande poeta italiano, siamo felici di aver pubblicato per la prima volta in italiano queste straordinarie testimonianze, realizzando un desiderio del poeta più volte manifestato al suo allievo Leone Piccioni nel libro “L'allegria è il mio elemento. Trecento lettere con Leone Piccioni” (edizioni Mondadori). Piccioni, critico letterario e studioso, è autore della postfazione di questo inedito.

L'opera, tradotta dallo scrittore italo-algerino Hamza Zirem e da Filomena Calabrese, è arricchita dalla prefazione della professoressa Valeria Sperti, docente di Letteratura francese presso l'Università di Napoli “Federico II” e l'Università degli Studi della Basilicata.

L'anteprima del volume è prevista per il 29 settembre alle ore 9:30 presso il Liceo Classico Duni di Matera all'interno del Women's Fiction Festival, importante manifestazione che ogni anno celebra la scrittura e la lettura con tre giorni di approfondimento culturale fra i Sassi di Matera.

mercoledì 13 settembre 2017

Libri: domani a Potenza presentazione 'Atletico Speranza'

POTENZA - Domani, giovedì 14 settembre 2017 alle ore 1830, presso la sede del Coni Basilicata, in via Appia 208  a Potenza, verrà presentato il libro "Atletico Speranza".

Il romanzo scritto dal lucano Angelo Zotta è un lavoro socio-psico-pedagogico che, abbracciando i valori del rugby, promuove questo sport quale valido strumento educativo, di coesione sociale e partecipazione civile. Si tratta di una storia di rugby, riscatto sociale, passione, lealtà, amicizia, sostegno rivolto agli ultimi.

Alla presentazione organizzata dal Potenza Rugby interverranno l'autore Angelo Zotta, il presidente del Coni Basilicata Leopoldo Desiderio, il delegato lucano della Federazione italiana rugby Michele Sabia e il presidente del Potenza Rugby Giovanni Passarella.

SCHEDA LIBRO

Il libro "Atletico Speranza" racconta la storia di un uomo, Carlo Balti, i traguardi sportivi e un vissuto alquanto sofferto. Depressione, solitudine, rassegnazione alla vita, fino al giorno in cui decide di reagire. In un contesto di profondo degrado urbano egli vorrà impegnarsi a servizio di coloro i quali gridano nel silenzio le proprie difficoltà. Nasce così Atletico Speranza, una squadra di rugby, un progetto di recupero sociale il cui messaggio è rivolto agli ultimi, gli esclusi, i reietti che vivono i bassifondi, a coloro i quali la vita giocò qualche brutto scherzo ed ora, al pari del rugby, placcati duramente si trovano riversi in terra. Carlo vorrà insegnare loro la forza di rialzarsi. Recuperarli sarà un po' come riabilitare se stesso, la sua vita, allontanare definitivamente i rimorsi del passato. E quando tutto sembra andare per il meglio, ecco alcune criticità, le stesse che porteranno Carlo a fare un passo indietro. Ancora una volta ci si dovrà rialzare dal fango per ricominciare.

Data di uscita: anno 2015; pagine: 424; editore: Youcanprint.

venerdì 14 luglio 2017

''Maratea tra Natura e Cultura'': il 16 luglio ospite Luca Bianchini

MATERA - La rassegna letteraria Alta Marea 2017, …Maratea tra Natura e Cultura, ideata e realizzata dall’Agenzia Letteraria Delia, in collaborazione con il Comune di Maratea, ispirata al tema “ I luoghi dell’anima”, inaugura la XXII edizione con una serata dedicata agli imprevisti dell’anima. Saluti del Sindaco del Comune di Maratea, Domenico Cipolla. Domenica 16 Luglio 2017 (ore 21.00 - Piazza del Gesù – Fiumicello) Luca Bianchini, autore del volume “Nessuno come noi” (Mondadori), insieme a Tina Polisciano e Joy Terekiev, analizzerà le diverse sfaccettature che marcano i confini per crescere nell’imprevedibile percorso della vita. Partendo dall’adolescenza che si rivela essere una trappola in cui non si può evitare di cadere, con i suoi amori, le sue paure e le sue avventure, Luca Bianchini racconterà l’amore non corrisposto, i fraintendimenti, le ingenuità, la scoperta di sé, la paura di non farcela e il coraggio di affrontare le proprie debolezze. Torino, 1987. Vincenzo, per gli amici Vince, aspirante paninaro e aspirante diciassettenne, è innamorato di Caterina, detta Cate, la sua compagna di banco di terza liceo, che invece si innamora di tutti tranne che di lui. Senza rendersene conto, lei lo fa soffrire chiedendogli di continuo consigli amorosi sotto gli occhi perplessi di Spagna, la dark della scuola, capelli neri e lingua pungente. In classe Vince, Cate e Spagna vengono chiamati "Tre cuori in affitto", come il terzetto inseparabile della loro sit-com preferita. L'equilibrio di questo allegro trio viene stravolto, in pieno anno scolastico, dall'arrivo di Romeo Fioravanti, bello, viziato e un po' arrogante, che è stato già bocciato un anno e rischia di perderne un altro. Romeo sta per compiere diciotto anni, incarna il cliché degli anni Ottanta e crede di sapere tutto solo perché è di buona famiglia. Ma Vince e Cate, senza volerlo, metteranno in discussione le sue certezze. A vigilare su di loro ci sarà sempre Betty Bottone, l'appassionata insegnante di italiano, che li sgrida in francese e fa esercizi di danza moderna mentre spiega Dante. Anche lei cadrà nella trappola dell'adolescenza e inizierà un viaggio per il quale nessuno ti prepara mai abbastanza: quello dell'amore imprevisto, che fa battere il cuore anche quando "non dovrebbe". La rassegna prosegue sabato 22 luglio 2017 (ore 21.00 - Piazza del Gesù – Fiumicello) con Pino Imperatore, autore del romanzo “Allah, San Gennaro e i tre kamikaze” (Mondadori) ed il giornalista Eugenio Donadoni che, in modo divertente e dissacrante, racconteranno l'importanza dell'integrazione e della tolleranza, contrapponendo al fanatismo e all'odio le armi irrinunciabili dell'umorismo e dell'ironia.

venerdì 7 luglio 2017

Libri: 'Particella 131' è il nuovo romanzo di Rocco Catalano

POTENZA - L’11 luglio, grazie all’impeccabile accoglienza dell’Associazione Santa Croce in Movimento, ascolteremo il racconto di Sergio, giovane protagonista di una serie di episodi che lo vedranno crescere e scoprire il proprio posto nel mondo.

Leggiamo nelle parole di Anna della Santa una prima recensione dell’opera: “”Sergio è il classico ragazzino della provincia italiana degli anni 80/90, esuberante, curioso, scapestrato e timido seduttore sin da bambino; passa la sua età dell’innocenza tra un giro sul motorino del suo migliore amico, la comitiva e l’istinto di dover cercare un posto per sé nel mondo. Certo, Sergio ha sempre vissuto con la leggerezza tipica di chi vive senza troppi pensieri e aspettative, ma qualcosa lo spinge silenziosamente alla ricerca di sé. Così approda all’università e alla sua prima esperienza da adulto tra episodi esilaranti, viaggi per sbarcare il lunario e donne su cui, ora, ha un forte ascendente che lo ripaga delle timide esperienze adolescenziali. È in questo momento che Sergio incontra la scrittura e il grande amore ma poi il suo mondo si capovolge e si rovescia portandolo a dover ripartire da zero. Inizia il vero viaggio dell’uomo, dal ritorno alle proprie radici, fino allo Champagne francese, passando per la fredda Scandinavia, accompagnato da un catalogo di personaggi fuori dall’ordinario. Sergio ruzzola ed inciampa in tutto questo, lotta per mantenere l’equilibrio con la sola forza della sua autoironia sempre alla ricerca del centro di gravità permanente anche quando tutto sembra irrimediabilmente perduto.”

Rocco Catalano ci trasporta nel mondo divertente, appassionante e profondo del suo protagonista attraverso una serie di episodi che ripercorrono, con tratti a volte autobiografici, la vita di un giovane ragazzo che tra gioie e dolori è pronto per entrare in una realtà per lui completamente nuova, quella degli adulti. Un romanzo di crescita e formazione in cui si mescolano con maestria momenti di pura allegria ed attimi di intensa riflessione. L’appuntamento è alle 18:30 presso la Villetta di Santa Croce a Potenza.

martedì 6 giugno 2017

#amabiliconfini2017: giovedì 8 e venerdì 9 giugno con la scrittrice Varvello

MATERA - Terza imperdibile tappa per l’edizione 2017 di Amabili Confini, progetto culturale di rigenerazione delle periferie di Matera mediante la narrazione, ideato e diretto da Francesco Mongiello, realizzato e promosso dall’associazione Gigli & Gigliastri. Giovedì 8 giugno alle 19.00 nella piazza Tre Torri di San Giacomo, via “G.M. Trabaci”, gli abitanti di Granulari, San Giacomo e San Pardo, incontreranno la scrittrice Elena Varvello, con cui condivideranno emozioni e riflessioni attorno al tema Terra. L’autrice commenterà il racconto sorteggiato nonché il testo prescelto dal team di Amabili Confini.

Per il tema “periferie sociali”, l’incontro con i quartieri vedrà anche la partecipazione e la lettura dei racconti scritti da cittadini detenuti nella Casa Circondariale di Matera e dai ragazzi richiedenti asilo, ospiti dei centri di accoglienza gestiti dalla Società Cooperativa Polis Mathera. Venerdì 9 giugno, sempre alle 19.00, nella piazzetta antistante la Chiesa del Purgatorio, via “D. Ridola”, Elena Varvello presenterà La vita felice pubblicato nel 2016 per Einaudi. Storia di una famiglia che sta per essere travolta da una terribile vicenda: una notte cupa, che apre ferite forse inguaribili, dove le colpe dei padri macchiano in modo indelebile l’innocenza dei figli. Nata a Torino nel 1971, ha pubblicato le raccolte di poesie Perseveranza è salutare (Portofranco, 2002) e Atlanti (Canopo, 2004). Con i racconti L’economia delle cose (Fandango, 2007) ha vinto il Premio Settembrini, è stata selezionata dal Premio Strega e nel 2008 ha vinto il Premio Bagutta Opera prima. Risale al 2011 la pubblicazione del suo primo romanzo La luce perfetta del giorno (Fandango). Insegna scrittura alla Scuola Holden di Torino. Converseranno con l’autrice il professore Saverio Omar Ciccimarra ed il responsabile del progetto Amabili Confini Sergio Gallo. Cinque macroaree, in cinque settimane, dal 23 maggio al 23 giugno 2017, e con cinque prestigiosi scrittori italiani: sono i numeri di questa seconda edizione. Protagonisti, ancora una volta, i residenti dei quartieri che, quest’anno, sono stati invitati a scrivere ed inviare i propri racconti sul tema Terra.

Tra tutti quelli pervenuti alla redazione di Amabili Confini ne saranno sorteggiati cinque, uno per area di provenienza. I testi estratti a sorte, saranno abbinati singolarmente agli autori ospiti di questa edizione, che ne cureranno la presentazione nel corso della rassegna. Per ciascuna macroarea sarà sempre menzionato un ulteriore racconto ritenuto particolarmente significativo. Tra le novità della seconda edizione, la creazione di due sezioni: “fuori zona” per i non residenti e “periferie sociali” per dar voce ad aree o gruppi di persone che vivono ai margini della comunità. Tutti gli elaborati saranno successivamente inseriti in un’accurata antologia.

Il programma della seconda edizione proseguirà con gli appuntamenti pomeridiani del 15 e 16 giugno con Gianni Biondillo e del 22 e 23 giugno con Viola Di Grado. Gli scrittori incontreranno il pubblico sia nei quartieri, come curatori dei racconti estratti e ad essi abbinati, sia in luoghi storici e rappresentativi della città per la promozione del proprio ultimo romanzo. Per la realizzazione del progetto e per precisa scelta degli organizzatori, Amabili Confini non fruisce di finanziamenti pubblici ma si avvale solo di contributi di partner privati.