mercoledì 23 maggio 2018

Rosmy, tra sogni e realtà: ''Inutilmente'' è il suo nuovo singolo

POTENZA - ''Inutilmente'' è il singolo che ci presenta l'artista lucana Rosamaria Tempone (in arte Rosmy). Cantante, attrice teatrale, interprete e vocalist del gruppo musicale “The music Family” dei fratelli Tempone. Il suo percorso musicale come cantautrice solista inizia nel 2016. Ad oggi ha pubblicato 4 singoli e si prepara a pubblicare il suo

Rosmy si è distinta in questi anni per il suo impegno nell’affrontare con la sua musica tematiche sociali.Con il suo precedente singolo “Ho scelto di essere libera”, uscito a giugno 2017 con il videoclip promosso da Lucania Film Commission e da Amnesty International, lancia un messaggio contro il bullismo. Ad aprile 2016 pubblica “Tra nuvole e sole”, apprezzato per la sua originalità musicale e valenza sociale, un vero e proprio messaggio contro la violenza che paralizza l’anima della gente, un inno alla speranza contro l’angoscia del terrorismo. Con il singolo “Un istante di noi”, nel 2016 vince il Premio Mia Martini “Nuove Proposte per l’Europa 2016” e il Premio Speciale “Miglior brano radiofonico”. Il brano che racconta la frenesia della vita quotidiana, è scritto da Giulio Iozzi, Luca Sala e dalla stessa Rosmy, vanta la produzione artistica e gli arrangiamenti di Enrico “Kikko” Palmosi, produttore dei Modà. A gennaio 2017 esce il nuovo singolo “Trema pure la città”, un brano contro l’indifferenza della gente, un invito alla semplicità e alla forzadell’amore, che la vede al primo posto nella classifica degli Artisti Emergenti Italiani più trasmessi in radio.

Nel tuo ultimo singolo " Inutilmente" racconti di un fenomeno molto diffuso. Ce ne parli?
“Inutilmente” è un brano che in realtà vuole dire “Io non voglio vivere inutilmente”, è un po' un controsenso, ma in questo modo voglio raccontare e far vivere lo stato psicologico di chi subisce, il cosiddetto “GHOSTING” dal termine inglese Ghost, che ci fa capire che il mondo è pieno di fantasmi che preferiscono “sparire” piuttosto che affrontare le responsabilità confrontandosi, un disagio che ti lascia in balia di mille dubbi e domande, alla continua ricerca di qualcosa che rischia di farti vivere “inutilmente” senza un perché.

Tu che rapporto hai con il mondo dei social?
Sono ovviamente legata ai social e come si dice “sto sul pezzo”. Ma credo fortemente che bisogna imparare e, dunque, insegnare il giusto utilizzo di essi. Penso che essere social abbia cambiato profondamente la cultura della società stessa, che vive tutto in maniera così superficiale e scontata ma soprattutto si è perso il contatto diretto e “sparire” senza un motivo, sembra quasi una normalità dove è più facile “bloccare” che dare spiegazioni.

Quando ti sei avvicinata alla musica?
Sono cresciuta in una famiglia di musicisti, dai miei avi, a mio padre, ai miei fratelli con cui abbiamo poi, creato unendo le nostre passioni, il gruppo “The Music Family” dei Fratelli Tempone. Non potevo non amare la musica che vivo quotidianamente da quando sono nata. Ad un certo punto dopo diverse esperienze, tra teatro e musica, ho capito che dovevo far nascere un mio prodotto, che fosse mio, e che potesse esprimere quella che sono e che sento.

 Hai un desiderio che vorresti si realizzasse?
Il mio desiderio più grande è non finire mai di sognare. Sognare è forza dell’anima e di vita. Quando i sogni si realizzano, non si finisce mai di farlo, si riempie quel cassetto e si continua a desiderare che un giorno diventino realtà.

Dove ti vedremo nei prossimi mesi?
Nei prossimi mesi continuerò a lavorare sul mio album che finalmente raccoglierà tutti i miei singoli già conosciuti e avrà sicuramente un significato forte, ma preferisco non anticipare nulla per non rovinarvi la sorpresa.

0 commenti:

Posta un commento