Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post

lunedì 22 giugno 2020

26° Festa della Musica, l’assessore Dimona: "Da Matera messaggio forte per la ripartenza"


MATERA - “E’ stata una festa della musica particolare che è riuscita a far arrivare forte e chiaro il messaggio forte di una città che sta ripartendo e che vuole farlo al più presto, senza dimenticare quello che è successo”.
E’ il commento dell’assessore al Turismo, Marianna Dimona, al termine della 26esima festa della musica che si è svolta nella serata di ieri a Casa Cava. L’evento, promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dall’associazione italiana per la promozione della festa della musica, è stata organizzata dal Comune di Matera in collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019 e con il supporto dell’Associazione Onyx Jazz Club.

“C’è grande soddisfazione per il lavoro fatto – sottolinea l’assessore Dimona -. Sul palco di Casa Cava si sono alternati circa 20 tra gruppi musicali, musicisti e cantanti che hanno suonato pezzi di generi diversi sempre con qualità. Bellissimo anche il programma portato avanti dalla Fondazione negli ospedali e nelle Rsa per portare il messaggio di speranza e di ripartenza nei luoghi simbolo della lotta al COVID-19. Il messaggio partito da Matera ha raggiunto un pubblico ampio grazie alla copertura mediatica assicurata da Trm network. Il Comune sta lavorando ad alcuni eventi di qualità da proporre per animare l’estate in città. Dobbiamo ripartire con forza ma anche con coscienza, sapendo che non è possibile tornare alla vita di cinque mesi fa, con la consapevolezza però che la disponibilità di spazi aperti è un valore aggiunto della nostra città che ci può consentire di prevedere iniziative nel rispetto dei limiti previsti per il distanziamento personale”.

sabato 20 giugno 2020

Festa Europea della Musica 2020: I Cantori Materani in concerto in lockdown


MATERA - Nell'approssimarsi della Festa Europea della Musica, che si celebra domani 21 giugno 2020, I Cantori materani ci regalano un saggio della loro competenza artistica e della loro bravura cantando l'Inno europeo, inserito in un video che sarà pubblicato su YouTube domani nel giorno della Festa, che è stato registrato nel periodo del lockdown.

Il 2020 ha riservato a tutti la sorpresa del covid19. In pochi giorni il mondo è completamente cambiato: sofferenze, decessi, silenzi. La coralità associata si #REinventa e cerca in tutti i modi di superare queste difficoltà trasmettendo un forte segnale di speranza, di unione e di condivisione.

Un Coro anche quando sta a casa deve cantare e, secondo il sentire del filosofo Arthur Schopenhauer che dice "gli individui omogenei sentono subito e in tutto una certa sintonia che, nel caso di una superiore omogeneità, ben presto confluisce in una perfetta armonia, arrivando, addirittura, all’unisono", ciò vale innanzitutto per chi canta ma anche per chi ascolta, di qui il senso dell'aforisma "La sintonia nasce tra chi ha le stesse note dentro".

Il Coro canta col cuore ed in questi giorni di lockdown, rispettando le ordinanze che impediscono, per ora, di proseguire le ordinarie attività, il lavoro è andato avanti con le prove sincroniche a distanza che ha imposto modalità differenti di affrontare la vita senza gettare la spugna ma facendo tesoro, per quanto possibile, del “tempo ritrovato”, rendendolo più fruttuoso e propositivo, in attesa dei tempi della normalità.

Il canto è stato realizzato da 26 componenti del Coro, diretti dal maestro Alessandro Barbaro, restando ognuno a casa propria ma restituendo un'armonia canora polifonica degna delle migliori esecuzioni in presenza, tipica della tradizione dei "I Cantori Materani".

E' il caso di ricordare la lunga esperienza del Coro polifonico dei Cantori Materani, Associazione corale che nasce per volontà del compianto ed indimenticabile M° Eustachio Barbaro. Nel 1975, la corale inizia la sua attività concertistica, dal 1988 a tutt'oggi il coro è diretto dalla figlia Alessandra. Sin dal 1975 è il coro di cappella della Basilica Cattedrale di Matera. Ha partecipato a diversi concorsi nazionali e internazionali ricevendone premi. Ha effettuato tournee di concerti in Grecia, Catalogna, Ungheria, Repubblica Ceca, Francia, Inghilterra, Bulgaria. Maggiori dettagli sono rilevabili dal sito associativo:
http://www.cantorimaterani.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=9&Itemid=101

Basilicata, la festa della musica diventa virtuale


Il Consorzio Pro Loco Marmo-Melando-Basento-Camastra è lieto di presentare il concerto di Mirko Gisonte che si svolgerà, in occasione della Giornata Mondiale della Musica, domenica 21 giugno 2020 a partire dalle ore 18:30 in diretta su Facebook.

La Festa della Musica, importante appuntamento diffuso su tutto il territorio italiano indetto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nasce per essere un momento di condivisione, di contatto, di scambio... in una parola di assembramento. Oggi le esigenze di salute pubblica non lo consentono.

Pertanto, la festa si sposta sui canali social, in particolare sulla pagina facebook www.facebook.com/tg7basilicata/. Gli spettatori si metteranno comodi a casa propria con l'aperitivo preferito per assistere all'esibizione live music di Mirko Gisonte, chitarrista lucano eclettico e virtuoso che sta riscuotendo grandi successi internazionali.

«Lo scopo principale dell'iniziativa – dichiara il presidente del Consorzio Pro Loco Vito Sabia – è dare un segnale di “ripresa” nonostante le difficoltà: superare i “confini architettonici” delle nostre case e far entrare la musica dal vivo, dando voce agli artisti che per troppo tempo sono stati fermi».

L’evento - totalmente gratuito - è organizzato dal Consorzio Pro Loco Marmo-Melando-Basento-Camastra e patrocinato dall’Unpli Basilicata, e vede come media partner TG7 Basilicata.

Matera: 26° Festa della Musica, il 21 giugno alle 16 l’avvio del concerto da Casa Cava


MATERA - Sarà il Sindaco di Matera a “dare il La” all’avvio del programma materano della 26esima edizione della Festa della Musica, l’evento che si tiene ogni anno il 21 giugno promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e organizzato dall’associazione italiana per la promozione della festa della musica.

A Matera l’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Matera in collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019 e con il supporto dell’Associazione Onyx Jazz Club.

Gli spettacoli si svolgeranno quest’anno in diretta streaming e senza pubblico dalle piazze a dai teatri delle città italiane che hanno aderito alla manifestazione. A Matera si alterneranno sul palco di Casa Cava i cantanti, i cantautori, i musicisti e i gruppi musicali che si sono candidati a partecipare rispondendo all’invito del Comune.

Il programma prevede alle 15 un talk di presentazione dell’evento a cui parteciperanno il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, il Presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Salvatore Adduce, l’Assessore al Turismo Marianna Dimona, e il presidente dell’associazione Onyx Jazz Club, Gigi Esposito.

Alle 16 l’inizio dei concerti, con circa 20 tra gruppi musicali, cantanti e musicisti che daranno vita ad uno spettacolo che andrà avanti fino alle 22 e che sarà trasmesso in diretta sui canali tv e social di Trm Network.

La Fondazione Matera Basilicata 2019 ha deciso di celebrare l’evento portando la musica negli ospedali San Carlo di Potenza e Madonna delle Grazie di Matera, nonché in due Residenze Sanitarie Assistenziali delle due città, emblemi dei luoghi della battaglia al Covid-19 in questi mesi.

Gli ospedali sono stati i presidi dove diverse professionalità fra dirigenti, medici, infermieri, operatori socio-sanitari e amministrativi, hanno risposto in maniera egregia ed instancabile ad una emergenza senza precedenti, ma anche dove i pazienti vivono ormai da diverso tempo una degenza senza la visita e il conforto dei propri cari. Analogamente, le RSA sono i luoghi i cui residenti e operatori hanno vissuto necessariamente in condizioni di isolamento e reclusione.

Portare la musica in questi luoghi vuole essere da un lato un gesto di ringraziamento, di vicinanza e sollievo ai protagonisti di questa fase delicata e dall’altro il segnale che le arti e la cultura sono un balsamo prezioso, capace di alleviare le ferite più profonde dell’anima e della mente.

Grazie alla collaborazione con i responsabili degli Ospedali e delle RSA, in ciascuna struttura ci sarà l’esibizione itinerante di una formazione musicale locale: per Matera, la Bassa Musica “Nunzio Paolicelli”- Città di Matera nella RSA "Brancaccio" (ore 10:00-11:00) e il quartetto "L'altro 900" nell’Ospedale “Madonna delle Grazie” (ore 11:00-12:00); per Potenza, il “Soranno Sax Quartet” nella RSA “Raffaele Acerenza" (ore 16:00 – 17:00) e il “Trio Accord” nell’Ospedale “San Carlo” (ore 17:30-18:30).

Questo il programma completo dell’edizione materana della Festa della Musica:

https://www.festadellamusica.beniculturali.it/index.php/crea-un-evento/viewevent/234-festa-della-musica-2020-matera

martedì 16 giugno 2020

Matera partecipa 26° Festa della Musica, il 21 giugno da Casa Cava i concerti


MATERA - Il Comune di Matera ha aderito alla 26esima edizione della Festa della Musica, l’evento, che si tiene ogni anno il 21 giugno, promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e organizzato dall’associazione italiana per la promozione della festa della musica.

Quest’anno gli spettacoli si svolgeranno in streaming e senza pubblico dalle piazze e dai teatri delle città italiane.

A Matera il collegamento avverrà da Casa Cava dove si alterneranno i gruppi musicali (formazione max 6 componenti), i cantautori e i cantanti, di qualsiasi genere musicale, che vorranno partecipare ad animare l’evento.

Per proporsi è sufficiente inviare una mail, entro le ore 13 di giovedì 18 giugno 2020, all’indirizzo: festadellamusicamatera@comune.mt.it.

L’evento è stato organizzato dal Comune di Matera in collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019 e con il supporto dell’Associazione Onyx Jazz Club.

“Abbiamo deciso di partecipare all’evento – spiega l’Assessore al Turismo Marianna Dimona – per tenere saldo il legame che dall’anno scorso unisce la città alla Festa della Musica. L’emergenza COVID-19 ha compresso i tempi di organizzazione e ci costringe a privilegiare le forme di spettacolo in streaming. Sarà però l’occasione per mostrare la voglia di ripartire e per permettere ai nostri artisti di esibirsi e di mostrare il loro talento in una vetrina prestigiosa promossa dal MiBACT”.

lunedì 15 giugno 2020

Alex Normanno presenta il nuovo singolo 'Peter Pan': ''La musica non deve fermarsi''


MILANO - Torna in radio la musica di Alex Normanno, cantautore lombardo conosciuto e apprezzato dal pubblico e dagli addetti ai lavori. 'Peter Pan' segna il suo ritorno nel mercato discografico, un brano pieno di spensieratezza e allegria, che riporta agli amori estivi, vissuti con leggerezza, puro divertimento e con la speranza di potersi staccare dalla realtà per vivere momenti magici, in un mondo dove non bisogna pensare a quello che succederà.


La canzone, prodotta all'Harlem Studio di Christian Bendotti, è stata composta da Alex Normanno, Christian Bendotti e Marika Di Costanzo. Nei prossimi giorni sarà disponibile anche il videoclip.


Come hai vissuto il lockdown?

In questo lungo e buio periodo, ho sentito forte la mancanza della gente, il contatto umano e sopratutto, mai come adesso, ho capito quanto fosse importante la libertà. Sono stati mesi in cui la scrittura era la mia unica compagna, ho iniziato a scrivere nuovi brani, mi sono dedicato alla lettura e all’ascoltare i miei pensieri. Ho realizzato quanto realmente mi mancasse la voglia di fare musica e di volerla condividere, il prima possibile, con tutti voi.

Peter Pan è un brano che avevi fermo da tempo, giusto? Com'è nato? 
L’idea dell’arrangiamento risale a un anno fa, ma il testo è nato proprio in questo periodo di lockdown. Il desiderio di volare via in un posto totalmente immune alla situazione, vivere con spensieratezza e libertà, mi ha portato a scrivere questo brano.

Con quale artista ti piacerebbe collaborare? 
In questo ultimo periodo mi sono avvicinato molto alla cultura della musica pop latina. Uno tra i cantanti che più mi hanno colpito è Daniel Santacruz, pertanto duettare con lui mi farebbe molto piacere.

mercoledì 20 maggio 2020

Il video inedito “Corone di fiori” a sostegno dei bambini del Parco del Sole di Palermo


POTENZA - È online il video inedito della cantautrice e sperimentatrice Lucina Lanzara, realizzato con il coro delle “Voci vicine a distanza” per sostenere i bambini del Parco del Sole di Palermo. Ideato all’inizio della quarantena da coronavirus, liberamente ispirato al canto patriottico “Fischia il vento”, il brano è un mantra, un inno di ringraziamento all’Italia impegnata a fronteggiare l’emergenza da covid-19.

“Corone di fiori” è un progetto di partecipazione che ha coinvolto numerosi cittadini e artisti di età diverse, provenienti da tutta Italia (Matera, Vasto, Palermo, Sciacca, Genova, Recco, Marsiglia, Roma, Cagliari) e anche dall’Africa. Guidati da Lucina Lanzara, i partecipanti si sono incontrati “virtualmente” per le prove canore. “Sono stata sorpresa –racconta commossa l’artista siciliana- dall’impegno, dalla cura e dall’entusiasmo dimostrati da ciascuno di loro”.

Il video dedicato all’Italia che “cura, protegge, ci salva dal male” è disponibile nella versione aggiornata al link www.lucinalanzara.it/grazie-allitalia-che-cura-protegge-e-salva-dal-male/ e sul canale www.youtube.com/watch?v=Zwh4twg349g&t=11s

Una sfida a distanza

L’inno “Corone di fiori” è stato scritto all’inizio della quarantena da corona virus covid-19 per un Flashmob sonoro con gli inquilini del condominio dell’artista. Successivamente l’idea si è evoluta in una iniziativa a distanza: il format delle voci vicine, con cui Lucina Lanzara incoraggia le persone comuni a cantare e a sperimentarsi sulla scena, è stato applicato questa volta a distanza. L’artista ha lanciato sui social la sua sfida a partecipare virtualmente agli incontri di formazione per poter registrare dalle proprie case i file audio/video. L’adesione è stata massiccia e i file ricevuti sono stati oltre 350. Il montaggio e l’audio sono stati curati da Massimo Sigillò Massara. Il leader e fondatore del gruppo vocale SeiOttavi ha realizzato arrangiamento e mix del brano con i file inviati dagli amatori coristi e dai musicisti professionisti.

Musica e testo Lucina Lanzara

Arrangiamento, editing e mix audio Massimo Sigillò Massara

La bambina protagonista Elena D’Angelo

Chitarra e voce Lucina Lanzara

Autoharp Vivi Lanzara

Glockenspiel Francesca Settipani

Percussioni I Ben Kadì

Flauto traverso Bruna Perraro

Coro delle Voci Vicine a Distanza:

Alessandra Lo Cascio, Agata Puccio, Alessia Catanzaro, Alpha Oumar Barry, Amara Cisse, Anna Maria Casella, Antonella Lo Giudice, Aurora Picone, Bruna Perraro, Calogero Coco, Carla Latorre, Carlo Genova, Claudia Costanzo, Elena D’Angelo, Ernesta Cifarelli, Francesca Bozzo, Francesca Lubrano, Francesca Settipani, Gessica Paolicelli, Ismael Cisse, Ladji Sylla, Luciana Messina, Ludovica Fadda, Manuela Gargano, Marcella Fiumano, Maria Trento, Maria Gabriella D’Angelo, Maria Concetta Cirrincione, Mariella Serina, Mario Affronti, Maurizio Maria D’Amico, Mory Diabate, N’Goma Conde, Nico Parnofiello, Nicola Cardinale, Ousmane Kante, Piergiorgio Cossu, Rita Gatti, Rossella Prestigiacomo, Sabina Greco, Silvana Canosa, Silvana Iacovino, Silvia Manicone, Silvia Mirabile, Toumani Diabate, Valeria Randazzo, Valeria Zampagni, Vita Maria Valluzzi, Vittoria Rondinone.

Con la partecipazione straordinaria dell’attrice, insegnante e maestra della parola Eva Veranda Genova per il contributo in LINGUA dei Segni LIS e dell’artista abruzzese Costanzo D’Angelo per le fotografie (http://www.occhiomagico.org/).

Montaggio video Lucina Lanzara

Una Produzione Nota Preziosa

“Corone di fiori” per il Parco del Sole di Palermo

Il video è stato realizzato per sostenere i bambini del Parco del Sole, associazione di promozione sociale gestita da volontari con sede alla Chiesa di San Giovanni Decollato del quartiere Albergheria di Palermo. Il Parco del Sole offre ai bambini del territorio beni e attività: doposcuola pomeridiano, attività educative e ricreative, spesa alimentare, abbigliamento fino a 14 anni. Lucina Lanzara tiene qui i suoi laboratori di musica e drum circle.
Per coloro i quali desiderassero dare il proprio contributo è possibile effettuare una donazione libera, certificata mediante il link https://www.lucinalanzara.it/il-video-corone-di-fiori-aiuta-i-bambini-del-parco-del-sole/

È possibile recapitare vestiti per bambini fino a 14 anni, pacchi di spesa, strumenti musicali, cancelleria. La consegna di spesa o abbigliamento va concordata con il Presidente del Parco del Sole Massimo Messina a cui è possibile scrivere all’indirizzo me.massimo67@gmail.comIl 24 maggio si chiuderà la campagna per sostenere le attività del Parco del Sole.

giovedì 14 maggio 2020

Ruoti: durante la pandemia nasce una radio locale

RUOTI (PZ) - A Ruoti, piccolo borgo della Basilicata, un gruppo di amici accomunati dalla passione per la musica e l’intrattenimento ha pensato, nel particolare periodo di pandemia, di aprire una Web radio, RADIO RUOTI, per alleggerire le giornate e riempirle di buona musica, creando aggregazione tra i giovani del paese.

Il presidente Fernando De Carlo e Domenico Nardiello, anima della radio, già nel maggio 1981, iniziarono ad allietare le giornate dei ruotesi con Radio Dena, pionieri della radio libera di Basilicata, che rimase attiva per ben 10 anni.

Nel direttivo anche Antonello Guglielmi, Rosario Maitilasso, Luca R. De Carlo, Antonio Mario De Carlo e Rocco Nardiello.

L’idea, inizialmente utopica, diventa ben presto realtà, grazie alla tenacia e all’impegno di tanti giovani del paese, che oggi, riempiono il palinsesto ideando e curando programmi originali e genuini, di vario genere, con una programmazione musicale che spazia dai grandi successi del passato a quelli più recenti, per accontentare un target molto vasto ed etergeneo.

Questa radio è un’opportunità per tutti di crescere e imparare ed è importante, nei nostri piccoli paesi, che spesso vivono nell’isolamento, creare occasioni di confronto e condivisione.

“La radio è il teatro della mente”

Ateneo Musica Basilicata: in corso i rimborsi per gli abbonati



POTENZA - Ateneo Musica Basilicata comunica, ai suoi abbonati, che l’associazione sta provvedendo all’erogazione dei voucher di rimborso così come previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica (DL 17/03/2020 n.18-art.88). Il rimborso riguarda la quota parte dei concerti, della trentatreesima stagione concertistica, programmati e non eseguiti a causa dell’Emergenza Covid-19.

Una realtà, inedita per tutti, ha bloccato parte di una stagione di grande creatività e contaminazioni musicali, ricca di suggestioni e performance di artisti riconosciuti a livello internazionale, che si spera di poter riproporre presto per la parte rinviata.

mercoledì 29 aprile 2020

Gianna Nannini: dal 1 maggio nelle radio il nuovo singolo 'Assenza'


MILANO - Da venerdì 1 maggio sarà in radio “Assenza”, il nuovo singolo di Gianna Nannini estratto dall’ultimo album di inediti “LA DIFFERENZA” (Charing Cross Records Limited / Sony Music). Un brano uptempo con un ritmo vivace dal sound rockabilly che, come gli altri brani dell’album, è stato registrato a Nashville in presa diretta e racchiude una grande carica di energia.

“La differenza” (Charing Cross Records Limited / Sony Music), è disponibile nei negozi tradizionali e sulle piattaforme digitali, in versione fisica (CD e vinile) e in digitale: https://SMI.lnk.to/La_Differenza. Dieci tracce «che bruciano di un fuoco puro e antico ma suonate in epoca digitale», come l’artista stessa le ha definite.

Sempre l’1 maggio, Gianna Nannini sarà tra gli ospiti dell’edizione straordinaria del Concerto del Primo Maggio, in diretta in prima serata su Rai 3 e in contemporanea su Rai Radio 2.

martedì 28 aprile 2020

50 star cantano Rino Gaetano a sostegno della Croce Rossa Italiana

MILANO - Oltre 50 star della musica italiana insieme sulle note di Rino Gaetano, a sostegno della Croce Rossa Italiana, alla quale Amazon ha donato 500mila euro per dare il via all'iniziativa: è la versione corale di "Ma il cielo è sempre più blu", che si potrà ascoltare per la prima volta durante l'evento di lancio il 7 maggio alle 18, su www.amazon.it/italianallstars4life. La traccia sarà poi resa disponibile dalla mezzanotte dello stesso giorno ovunque. Tutti i diritti saranno devoluti alla CRI. Lo annunciano la piattaforma e le principali associazioni industriali del settore musicale italiano, AFI, FIMI e PMI.

Alessandra Amoroso, Annalisa, Arisa, Baby K, Claudio Baglioni, Benji & Fede, Loredana Bertè, Boomdabash, Carl Brave, Michele Bravi, Bugo, Luca Carboni, Simone Cristicchi, Gigi D'Alessio, Cristina D'Avena, Fred De Palma, Diodato, Dolcenera, Elodie, Emma, Fedez, Giusy Ferreri, Fabri Fibra, Fiorello, Francesco Gabbani, Irene Grandi, Il Volo, Izi, Paolo Jannacci, J-Ax, Emis Killa, Levante, Lo Stato Sociale, Fiorella Mannoia, Marracash, Marco Masini, Ermal Meta, Gianni Morandi, Fabrizio Moro, Nek, Noemi, Rita Pavone, Piero Pelù, Max Pezzali, Pinguini Tattici Nucleari, Pupo, Raf, Eros Ramazzotti, Francesco Renga, Samuel, Francesco Sarcina, Saturnino, Umberto Tozzi, Ornella Vanoni sono gli artisti che hanno accettato la sfida. Con loro anche Alessandro Gaetano, nipote di Rino.

"Ma il cielo è sempre più blu" è stato, fin dai primi giorni di distanziamento sociale, la scelta popolare per poter far sentire che l'Italia c'è. Grazie alle strofe formate da frasi staccate che si susseguono una dopo l'altra, il brano si presta ad essere 'ricomposto' usando frammenti di audio inviati via web da ogni singolo cantante.

"Quarantenni in quarantena", il nuovo singolo dei Sedona

Dal 4 maggio in radio e negli store digitali "Quarantenni in quarantena", il nuovo singolo della band torinese Sedona, un brano pop che descrive con ironia e leggerezza l'esperienza della quarantena in famiglia (il duo Sedona è composto da marito e moglie), tra smartworking, autocertificazioni e disinfezioni estreme, con in sottofondo le dichiarazioni costantemente ripetute dai telegiornali.

Un ritorno per il duo nato artisticamente nel 2010, e che nel 2018 ha pubblicato il primo album "Verba Manent", da cui sono stati estratti i singoli "Alieno" e "Auf Wiedersehen", raggiungendo anche il secondo posto della classifica indipendenti italiani tra gli emergenti.

DARIO: "Con QUARANTENNI IN QUARANTENA abbiamo voluto affrontare il tema della quarantena con un testo che mettesse in luce, in modo scherzoso e senza polemica, le contraddizioni che inevitabilmente si sono viste. Il video è un gioco col quale speriamo di strappare qualche sorriso in un periodo così critico"

ANNA: "Il brano è il preludio al nuovo album, che è quasi pronto e uscirà nei prossimi mesi. Le sonorità, pur senza tradire la vena rock che ci ha sempre contraddistinto, avrà sonorità un po' più elettroniche rispetto ai nostri lavori precedenti e tratterà alcuni temi sociali che ci stanno particolarmente a cuore".

I Sedona sono un duo electropop di Torino, che unisce sonorità elettroniche a melodie ispirate alla tradizione rock, formato da Dario Armenio (voce, chitarra, basso) e Anna Mantovani (voce, sintetizzatori, chitarra, cori).


venerdì 24 aprile 2020

Rolling Stones, Living in a Ghost Town è il nuovo singolo della rock band


LOS ANGELES - Registrato in isolamento, tra Londra e Los Angeles, i magnifici Rolling Stones pubblicano il nuovo singolo 'Living in a Ghost Town' il primo in otto anni. Keith Richards ha spiegato che si tratta di un brano registrato un anno fa a Los Angeles per un nuovo album. "Visto quello che è successo con Mick abbiamo pensato di finire di lavorarlo perché era giusto farlo uscire in questo momento".

domenica 22 marzo 2020

Pierpaolo Lauriola presenta il nuovo singolo 'Scudo e riparo': ''In questo periodo mi divido tra la musica e la crescita di mio figlio''


MILANO - Dopo il fortunato album EGO, torna sulla scena musicale il cantautore pugliese Pierpaolo Lauriola con il nuovo singolo Scudo e riparo, prima canzone tratta dal nuovo disco di inediti Canzoni scritte sui muri, in uscita il 13 maggio. La regia del video è di Antonello Schioppa. La storia raccontata ha come tema il precariato. Il testo è stato scritto a due mani con Sergio Salamone.

La musica ai tempi del coronavirus. In un momento così difficile e delicato per noi italiani, come stai vivendo questo periodo?
Io sono tra quelli che al momento possono lavorare in smart working. Passo del tempo prezioso con la mia famiglia e ogni giorno osservo con stupore la crescita di mio figlio. Forse questa contingenza ci spinge a riconsiderare il concetto di necessità. Quello che stiamo vivendo è uno stravolgimento in tutti i sensi, non solo sotto il profilo sociale ed economico, oltre che sanitario, ma anche sotto l’aspetto psicologico e antropologico. Tuttavia gli italiani stanno reagendo e si sono adattati ad un nuovo contesto che si fa sempre più domestico, in virtù delle restrizioni imposte a spostamenti e movimenti come “terapia” principale al contenimento dei contagi e alla diffusione del virus.

Ritorni alla musica con Scudo e riparo. Cosa racconta?
Racconta la storia di una famiglia. La prima parte si concentra sul matrimonio e la nascita di una bambina, mentre la seconda parte affronta la tematica della perdita del lavoro e di un dolce epilogo. Il finale lascia intendere che, anche di fronte alle difficoltà, se ne esce con gli affetti e le relazioni, lezione che tutti dovremmo imparare in questa difficile situazione che stiamo vivendo in questi giorni diventando scudo e riparo gli uni degli altri.

Com’è nata l’idea del video?
Il video, con regia di Antonello Schioppa, è diviso i due parti, come la canzone.Volevo raccontare con delle immagini significative quello che è il testo di questa canzone che ho scritto a quattro mani con Sergio Salamone, è che possiamo diventare scudo e riparo gli uni degli altri, per proteggerci dalle difficoltà che la vita ti porta ad affrontare. Ho deciso di affrontare questa tematica perché il lavoro e, la sua perdita sono dei grandi temi irrisolti della nostra società, e coinvolge tutti direttamente o perché interessa qualcuno attorno a noi o perché ci troviamo ad affrontare le difficoltà della vita precaria.

Il 13 maggio esce il nuovo album. Cosa ci puoi anticipare?
Sarà un album diverso dai precedenti. Questo è un disco personale che gode della coralità di molteplici artisti che l'hanno supportato. Ci saranno le chitarre acustiche, le chitarre elettriche, il sax, il piano, i sintetizzatori, l’elettronica e i computer. In studio di registrazione abbiamo sperimentato tanto con il produttore Francesco Coletti e Antonio Riccardo. Questo disco sarà l’ultimo di una trilogia iniziata con l’album Polvere. (scritto con il punto finale) e poi continuata con L’ego, che ho dedicato ai grandi temi della vita.

Ci sarà anche un tour? 
Avevamo programmato un tour di concerti in teatro che al momento abbiamo posticipato. A questo punto abbiamo tutti una battaglia più grande da combattere. E se questa condizione continuerà a lungo non escludo forme di live in streaming e altre sperimentazioni simili. Qualcosa c'inventeremo.

LINK VIDEOCLIP - SCUDO E RIPARO
Pierpaolo Lauriola - Scudo e riparo

giovedì 19 marzo 2020

Davide Peron: ''Il mio grido contro la guerra e le discriminazioni''

MILANO - Una poesia, un racconto magico ricco di verità e speranza. Si presenta così 'Il fiore che ho davanti', il nuovo singolo del cantautore veneto Davide Peron estratto dall'ultimo fortunato album 'Inattesi', che ha catturato l'attenzione dei media.

“Inattesi” è stato per me un album davvero speciale, possiamo dire inatteso - spiega l'artista. Sotto molti punti di vista. Uno di questi è il grande apprezzamento che ha avuto dalla critica ma anche dai non addetti ai lavori. Questo ultimo singolo vuol essere un regalo, una sorta di ringraziamento a quanti hanno lavorato al disco. Una delle mie prime dichiarazioni in merito è stata: "Le canzoni sono nate dalla meraviglia e dall’incredulità che regala un figlio, che sia atteso o meno. Ogni bambino è una vita unica che merita dignità".

E parlando di dignità, a volte basta un semplice fiore per farci ricordare quanto può essere bella e importante la vita. Con questo ultimo singolo, “Il fiore che ho davanti”, ho voluto gridare forte il mio no alla guerra, qualsiasi essa sia.

E’ una canzone che cerca di non smettere di vedere la possibilità di scelta, la possibilità dell’umanità di non schierarsi dalla parte del male trovando quindi nella bellezza (che se si vuole, la si può trovare ovunque, come i fiori) la salvezza. Nel testo ho voluto calcare il contrasto tra le sensazioni umane e la crudeltà della guerra che distoglie da tutto: quando passa un aereo l’uomo chiude gli occhi non solo per paura ma anche per non voler vedere.

Le proiezioni e le ombre utilizzate, rappresentano infatti le paure che sono in contrasto con la realtà: la caverna che è simbolo di oscurità, va piano piano scomparendo per cercare la luce e la libertà portata dalla bambina (simbolo di vita e calore); a mano a mano che il video prosegue infatti, il contrasto tra i chiaro-scuro diminuisce fino ad avere immagini a luce piena (il padre e la figlia che giocano assieme; allo stesso modo la ragazza, ossia la bambina cresciuta, supera il suo conflitto interiore riguardante la partenza del padre attraverso la musica, che la porta verso una nuova prospettiva per il futuro).

«Ogni guerra è sempre un atto contro la ragione e il ricorso alla guerra è sempre una sconfitta della ragione. Anzi, io credo che bisognerà cambiare perfino la categoria culturale: non ci saranno più né vittoriosi né vinti, ma saremo tutti sconfitti. Perché, appunto, sarà la forza bruta che vince su qualunque cosa. È tutta l'umanità a perdere. Io, difatti, non sono qui a mettermi contro qualcuno, sono qui a mettermi soltanto in favore della pace, perché solo la pace è il trionfo della ragione» diceva David Maria Turoldo. E mi trova perfettamente d'accordo.

La regia e cinematografia è di Matteo Pietrobelli che ne ha saputo cogliere in modo semplice ma profondo l’aspetto più vero.

LINK VIDEOCLIP - IL FIORE CHE HO DAVANTI
Il fiore che ho davanti - Davide Peron

lunedì 9 marzo 2020

Coronavirus, slitta anche il Medimex 2020

BARI - Il Medimex 2020, International Festival & Music Conference - progetto di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese - in programma dal 16 al 25 aprile tra Brindisi e Taranto, è rinviato a data da destinarsi ma si svolgerà nel corso del 2020.
Lo rende noto Puglia Sounds/Teatro Pubblico Pugliese che "ha deciso di rimandare il Medimex, che quest'anno giunge alla decima edizione, a quando saranno ripristinate le condizioni logistiche e organizzative necessarie alla buona riuscita della manifestazione".

giovedì 5 marzo 2020

Red Low feat. Breana Marin: il risultato è "Selfish"

MILANO - Red Low è un progetto dei DJ / produttori David Tort e Carlo Caesar, che oltre 3 decenni nella scena Dance Music hanno deciso di unire le forze in un viaggio musicale multiculturale. David e Carlo hanno avuto il suo primo disco di successo con Drummers Of Love "Drums Of Love (2000), oggi considerato una delle canzoni classiche di House Music. Hanno prodotto due album Lounge / Chill Out con gli alias "The Lightwarriors" e "Lemonade Makert". L'anno scorso hanno pubblicato in Italia "Don't Ever Let Go"

DJ / Produttore David Tort è uno dei più influenti artisti spagnoli nella scena musicale elettronica globale. Il suo successo è il prodotto di entrambi, il suo caratteristico lavoro in studio e i suoi DJ set in-demand in tutto il mondo. Entrambe le parti hanno fatto di lui un nome familiare nella moderna cultura dei club.

Djing da oltre 30 anni, David produce da oltre quindici anni il suo sound in studio coltivando una personalità musicale unica e varia, compresa sia dai club che dall'industria. La sua discografia include remix per Carl Cox, Tiësto, Nelly Furtado, Kelly Clarkson, David Guetta, Bob Sinclar e Gui Boratto per nominarne alcuni, oltre a produzioni originali come "Strangers", "Lost In Acid", "Jack It Up" , "One Look" o la cover di "Chase The Sun" con Norman Doray che ha raggiunto il 2 ° posto nella classifica principale di Beatport per tre settimane di seguito. David ha pubblicato la musica con i nomi delle etichette dance tra cui Toolroom, Spinnin 'Deep, Doorn Records, Stereo Productions, Bush Records, Musical Freedom, Size, Flamingo e Zerothree, oltre a lanciare la sua etichetta, HoTL Records.

mercoledì 4 marzo 2020

Taylor Swift è l'artista che ha venduto di più nel 2019

MILANO - Lo scettro di reginetta di vendita lo detiene Taylor Swift. La popstar americana è l'artista che ha venduto più di tutti nel 2019. Il suo settimo album “Lover” , interamente curato dall'artista, ha ottenuto un grandissimo successo in tutto il mondo ed il brano che ha anticipato il disco, “You Need To Calm Down”, è stato un inno per tutta la comunità LGBT.

La canzone ha subito conquistato i fan grazie anche a un video che ha visto la presenza di numerosi e prestigiosi volti del mondo dorato di Hollywood, tra questi Ellen DeGeneres e Ciara.

Nelle settimane successive il singolo 'Lovers' ha continuato a dominare le chart a livello internazionale; ad oggi le copie vendute soltanto negli Stati Uniti d’America sono più di 2.300.000.

lunedì 2 marzo 2020

Emma: da venerdì 6 marzo nelle radio il nuovo singolo 'Luci blu'

MILANO - Dopo il grandissimo successo radiofonico di “Io sono bella” e “Stupida allegria”, per settimane ai vertici delle classifiche radiofoniche, da venerdì 6 marzo arriva in radio “LUCI BLU”, il nuovo singolo di EMMA estratto dall’ultimo disco di inediti “FORTUNA”. Una ballad intensa e profonda con cui Emma riesce ad emozionare trasmettendo tutta la sua dolcezza e fragilità e arrivando dritta al cuore con un brano scritto da Davide Simonetta e Simone Cremonini.

«Una canzone che al primo ascolto non avevo capito, e poi ho intuito il perché - racconta EMMA - Mi devasta e a tratti, secondo me, svela anche una fragilità e una dolcezza che io stessa non credevo di possedere. C’era tutto io e te e quelle luci blu, poche parole infilate bene in una ballad che spero faccia emozionare».

Emma presenterà live “FORTUNA” al suo pubblico il 25 maggio all’Arena di Verona (biglietti esauriti), una grande occasione per festeggiare insieme al pubblico il suo compleanno e i 10 anni di carriera! Ad ottobre, inoltre, sarà impegnata con il tour “FORTUNA LIVE PALASPORT 2020”, 9 concerti nei principali palasport d’Italia.

Queste tutte le date di “FORTUNA LIVE PALASPORT 2020” (prodotto e organizzato da Friends&Partners):


3 ottobre – JESOLO – Pala Invent (data zero)
5 ottobre – MILANO – Mediolanum Forum Di Assago
10 ottobre – ROMA – Palazzo Dello Sport
13 ottobre – FIRENZE – Nelson Mandela Forum
16 ottobre – NAPOLI – Pala Partenope
17 ottobre – BARI – Pala Florio
20 ottobre – CATANIA – Pala Catania
23 ottobre – BOLOGNA – Unipol Arena
24 ottobre – TORINO – Pala Alpitour

Con “Fortuna” (etichetta Polydor/Universal Music) EMMA, nel suo decimo anniversario di carriera musicale, torna più matura e consapevole con un disco positivo, colorato, dal sound moderno e un nuovo linguaggio vocale. Un album uptempo composto da 14 brani che vanta la produzione di Dardust insieme a Luca Mattioni (in “Manifesto”, “Corri”, “Basti solo tu” e “A mano disarmata”), Elisa (in “Mascara”) e Frenetik & Orang3 (in “Dimmelo Veramente”).

Autrice di 3 brani del disco, “Fortuna”, “Alibi” e “Dimmelo Veramente”, Emma, per la composizione di questo nuovo album, è stata affiancata da musicisti autorevoli, importanti, nuove firme del panorama musicale italiano e autori che da sempre l’hanno accompagnata in questi anni: Vasco Rossi, Gaetano Curreri, Elisa, Dario Faini, Federico Bertollini (Franco 126), Maurizio Carucci (frontman degli Ex-Otago), Davide Petrella, Alex Andrea Germanò, Gerardo Pulli, Piero Romitelli, Vanni Casagrande, Davide Simonetta, Diego Mancino, Amara, Simone Cremonini, Giulia Anania, Marta Venturini, Daniele Magro, Francesco Catitti (Katoo), Giovanni De Cataldo, Antonio Di Martino, Gianclaudia Franchini, Giovanni Caccamo, Daniele Dezi, Daniele Mungai, Antonio Maggio, Lorenzo Vizzini e Placido Salamone. Gran parte delle canzoni sono state registrate a Los Angeles presso lo Speakeasy Studios.

I biglietti per le nuove date sono disponibili in prevendita sul sito di Ticketone e nei punti vendita tradizionali.

''Sembro matto', il nuovo singolo di Max Pezzali

MILANO - Incontrare di nuovo l’amore quando si pensava fosse ormai impossibile può avere l’effetto collaterale di darci un senso di “ebbrezza”, che a un osservatore esterno può sembrare eccessivo e sopra le righe, ma che in realtà è una specie di lucida e consapevole follia che ci fa affrontare la vita con rinnovato ottimismo”. (M. Pezzali). Sembro Matto si aggiunge al repertorio romantico del cantautore, entrato nella storia della musica leggera italiana dagli anni Novanta ad oggi. Nel brano, prodotto in studio da Big Fish, compare nello special anche una voce diversa da quella di Max Pezzali che scopriremo ad aprile nel “featuring” del Remix.

Come quella di “in questa città”, la copertina del singolo è disegnata da Zerocalcare, il più trasversale autore di fumetti e graphic novel europei. Entrambi i singoli saranno contenuti nel nuovo album di inediti di Max Pezzali di prossima pubblicazione.

Venerdì 6 marzo sarà online il video di “Sembro matto” girato a Spoleto sul set di Don Matteo e diretto da Cosimo Alemà, il regista della fiction. Protagonisti del videoclip i giovani attori della popolare serie televisiva di Rai Uno.

Max Pezzali sarà il protagonista di un attesissimo appuntamento LIVE con “SANSIRO CANTA MAX”. Venerdì 10 luglio (sold out in pochissimi giorni) e sabato 11 luglio porterà live il grande Karaoke collettivo con tutto il suo pubblico allo stadio di San Siro. Ogni sera 60.000 voci canteranno in coro tutti i grandi successi di Max.

Max Pezzali sarà in concerto allo Stadio Comunale di Bibione il 2 luglio, per la data zero del tour.

“Sembro matto” è Prodotto da Claudio Cecchetto e Pier Paolo Peroni

Programmato e arrangiato da Big Fish @DonerStudio Milano

Add Production Mix e Mastering - Gigi Barocco @ Studio104

Assistente di studio - Ercole Ghiozzi

Vocals Engineer - Alex Trecarichi @MonodynamicStudio Milano

Cori - Davide Ferrario @FrigoStudio Milano