Visualizzazione post con etichetta Cronaca. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cronaca. Mostra tutti i post

sabato 14 dicembre 2019

Polizia: un altro fermo di indiziato di delitto per la detenzione di droga a Bernalda


MATERA - Gli approfondimenti investigativi disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Potenza e sviluppati dalle Squadre Mobili di Matera e Potenza (quest’ultima quale articolazione dei Servizi interprovinciali di polizia giudiziaria del Distretto di Corte d’Appello), in seguito alle attività di indagine che nei giorni scorsi hanno portato in Bernalda (MT) al sequestro di un ingente quantitativo di armi, esplosivi, denaro e sostanze stupefacenti, nonché all’esecuzione degli arresti in flagranza tre persona e del fermo di p.g. di una quarta, hanno portato nelle ultime ore all’emissione da parte della DDA di Potenza di un ulteriore provvedimento di fermo di indiziato di delitto nei confronti di un giovane di anni ventisette, cittadino di origine albanese pure dimorante a Bernalda. La misura del fermo di indiziato di delitto è stata convalidata dal GIP del Tribunale di Matera che ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

martedì 10 dicembre 2019

Matera: la Polizia di Stato denuncia 28enne per guida in stato di ebbrezza

MATERA - Alle prime ore di ieri domenica 8 dicembre l’uomo, alla guida di una Audi A5 grigia, mentre percorreva questa via Annunziatella con direzione di marcia Campo Sportivo Comunale, imboccava il quadrivio tra via Annunziatella e via Rosselli andando prima ad impattare contro il marciapiede e poi, dopo aver invaso la corsia opposta, collideva contro un’auto parcheggiata su via Annunziatella.

Il conducente è stato sottoposto all’accertamento mediante etilometro presso la locale Sezione della Polizia Stradale, risultando positivo con tasso compreso tra 0,8 e 1,5 g/l.

Il personale delle Volanti intervenuto ha pertanto proceduto a carico del soggetto con la denuncia all’Autorità giudiziaria, il ritiro della patente di guida e il fermo amministrativo dell’autovettura dallo stesso condotta.

giovedì 5 dicembre 2019

Matera, denunciate 6 persone per abusivo esercizio di attività di vigilanza privata

MATERA - A seguito della trasmissione alla Questura di Matera della “Relazione Tecnica - Piano di emergenza ed evacuazione” afferente l’organizzazione della manifestazione denominata “RED BULL - Art of Motion 2019 – manifestazione sportiva di Parkour” svolta nel centro storico di Matera – Zona Sassi – dal 2 al 5 ottobre 2019, redatta da tecnico incaricato in ottemperanza della normativa vigente in materia di “ Safety ” e “ Security ” personale della Squadra Amministrativa della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale ha predisposto mirati servizi di controllo, finalizzati al contrasto dei fenomeni illeciti dei servizi di vigilanza e custodia dei beni altrui da parte di soggetti sprovvisti delle Licenze di Polizia prescritte dagli artt. 133 e 134 TULPS.

Tali attività di controllo si sono concentrate su obiettivi e situazioni di maggiore interesse secondo le intese raggiunte nell’ambito di apposito “Tavolo Tecnico“ convocato dal Questore per la specifica esigenza.

Pertanto, in occasione della citata manifestazione si ha avuto modo di rilevare che per lo svolgimento dell’evento, l’organizzatore aveva utilizzato attrezzature sportive allestimenti e impianti tecnici di supporto con annessi gruppi elettrogeni.

E quindi, proprio al fine di contrastare eventuali attività di vigilanza privata a beni di proprietà di privati condotte in assenza di autorizzazione, in data 4 ottobre 2019, personale della Squadra Amministrativa di questa Divisione P.A.S.I., ha proceduto ad effettuare dei controlli nel centro storico di questo capoluogo, in particolare negli spazi delle aree utilizzate dalla manifestazione ubicate nel Rione Sassi.

Dall’accertamento intrapreso nella nottata il personale operante aveva modo di acclarare che in alcune strade del Rione Sassi, all’interno in aree appositamente delimitate da transenne, sono risultati parcheggiati diversi automezzi, macchine operatrici e generatori elettrici, notando altresì la presenza, fuori dalle predette recinzioni ma in prossimità delle stesse, di due persone vestite con abbigliamento di colore scuro.

Nella circostanza, per stabilire la ragione della presenza sul posto dei due individui, gli operatori di polizia, in abiti civili, scendevano dall’auto di servizio e si sono avvicinati in prossimità delle transenne, entrando all’interno dell’area di parcheggio degli automezzi.

Immediatamente, i due individui, nell’avvicinarsi agli operatori di polizia, invitavano questi ad uscire dall’area recintata qualificandosi quali addetti alla sorveglianza dei mezzi parcheggiati.

Nella circostanza, gli agenti operanti, dopo aver accertato che gli stessi svolgevano servizio di piantonamento fisso abusivo, si sono qualificati procedendo al controllo dei due che venivano compiutamente identificati.

Gli stessi, sprovvisti di decreto di nomina a G.P.G. perché mai conseguito, escussi a sommarie informazioni dichiaravano di essere stati assunti da una “ Società di Servizi “ e di svolgere presso la predetta area recintata l’attività di vigilanza sui beni mobili della “ RED BULL ” consistenti in nr. 2 autocarri, un muletto, due gruppi elettrogeni ed un cestello, espletando il turno di lavoro 22:00/06:00, risultando uno dei due munito di ricetrasmittente, ricevuta in consegna da un referente della società, per assolvere all’attività di vigilanza cui era preposto.

Hanno riferito, inoltre, di aver ricevuto le indicazioni circa lo svolgimento del servizio dal responsabile della “ Società di Servizi “ di vigilare gli automezzi parcheggiati affinché personale non autorizzato potesse procurare danni e di aver intrapreso il rapporto di lavoro con la società in parola in data 2 ottobre 2019.

Durante le fasi accertative svolte dal personale della Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S.I. sono stati effettuati alcuni rilievi fotografici.

lunedì 2 dicembre 2019

Matera: traffico di stupefacenti nel Metapontino, condanne pesanti nel primo grado dell’operazione “Walker”

MATERA - Il 20 novembre è stata pronunciata dal Tribunale di Matera la sentenza di primo grado che ha riguardato 16 imputati nel processo scaturito dalla vasta operazione antidroga denominata “Walker”' condotta dalla Compagnia di Policoro sotto l'egida del Sostituto Procuratore D.ssa Annunziata Cazzetta della Procura della Repubblica di Matera.

L'indagine, che portò all’applicazione di misure cautelari personali ed al sequestro di un chilo di stupefacenti, tra droghe leggere e pesanti, durata due anni e conclusasi nel 2015, ha colpito duramente l'organizzazione criminale dedita alla diffusione delle sostanze stupefacenti nel metapontino e nell'entroterra (Policoro, Nova Siri, Scanzano, Tursi e Senise), attraverso la ricostruzione delle dinamiche del micro spaccio locale e la scoperta dei canali di rifornimento di cocaina, eroina, hashish e marijuana, ubicati nell’alto Ionio cosentino e nella limitrofa Puglia.

Le condanne inflitte in primo grado agli imputati per la condotta delittuosa di cui all’art. 73 del D.P.R. 309/90 (Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti) prevedono pene che vanno dai 7 anni di reclusione (L.N. di Nova Siri e G.P. di Policoro) ai 6 anni (S.S. di Policoro) a cinque anni (C.N. e L.C.) e riguardano personaggi noti nell'ambito della criminalità della fascia jonico metapontina, le cui condotte sono state ricostruite con dovizia di particolari dai finanzieri di Policoro e dall'accusa, sostenuta dal Pubblico Ministero D.ssa Annunziata Cazzetta.

L'indagine testimonia l'impegno costante della Guardia di Finanza al contrasto dello spaccio e del traffico di sostanze stupefacenti.

martedì 26 novembre 2019

Albania, forte sisma 6.5 avvertito anche in Puglia e Basilicata: almeno 23 morti e 600 feriti



TIRANA - Una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 6.5 ha colpito alle 2:54 ora locale (le 3:54 in Italia) la costa settentrionale dell'Albania, vicino Durazzo ed è stata avvertita fino in Puglia e Basilicata, svegliando non poche persone. Il bilancio è severo e parla di almeno 600 feriti al momento, mentre si scava tra le macerie di diversi palazzi crollati alla ricerche di diversi dispersi. E' di 23
 morti il bilancio ufficiale delle vittime del forte sisma.


Due scosse di assestamento si sono verificate una alle 4:03 ora italiana di magnitudo 5.3, mentre l'altra alle 7.08 di magnitudo 5.4. Una terza alle 10.19 di magnitudo 5.3, con epicentro in Bosnia Erzegovina.

Il sisma, secondo i dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio geologico statunitense Usgs, ha avuto ipocentro a circa 10 km di profondità ed epicentro tra Shijak e Durazzo.

La scossa è stata sentita distintamente anche nella capitale Tirana, dove la gente è scesa in strada in preda al panico.

BILANCIO DRAMMATICO: SEDICI VITTIME - Due donne sono state trovate morte sotto le macerie di tre palazzine crollate a Thumana, una località a circa 40 chilometri a nord di Tirana. Un uomo invece è stato trovato morto sotto le macerie di un palazzo crollato a Durazzo. Sempre a Durazzo, sono stati trovati in un albergo crollato nella zona della spiaggia altri due corpi. Oltre a queste cinque vittime a Kurbin un uomo è morto dopo essersi gettato dal balcone per tentare di mettersi in salvo.

martedì 12 novembre 2019

Matera: operai del Comune al lavoro per ripristinare i luoghi danneggiati dal maltempo


MATERA - Da questa mattina squadre di operai del Comune di Matera sono al lavoro per ripristinare i luoghi danneggiati dal maltempo.

Il nubifragio che si è abbattuto sulla città nelle prime ore della mattinata ha causato allagamenti in particolare nel centro storico e nei Sassi.

In Via Bruno Buozzi, nel Sasso Caveoso, la pavimentazione in basolato è stata divelta dalla forza dell’acqua che ha trasportato detriti e fango in Piazza San Pietro Caveoso. La strada resterà chiusa al transito dei veicoli fino alle ore 24 del 14 novembre. Allagamenti anche nei locali ipogei che ospitano i negozi di artigianato artistico e i bagni pubblici che si affacciano su Piazza Vittorio Veneto. In Via Casalnuovo un’abitazione è stata invasa dall’acqua per lo scoppio di una condotta idrica.

Liberate dall’acqua, nel corso della mattinata, anche le strade sottostanti ai ponti di Via Annibale Maria Di Francia e del quartiere Villa Longo.

In Via Marzabotto, tre alberi di grosse dimensioni sono stati sradicati dalla furia del vento. Pini caduti anche in Via Semeraro, nei pressi della rotatoria di Via Lanera, in Via Don Sturzo, in Via dei Peucezi, in Via dei Lucani e all’interno del cimitero di Via IV novembre. La priorità è stata data alla rimozione dei tronchi per evitare il blocco della circolazione stradale ma proseguono le verifiche per il taglio dei rami pericolanti.

Molte le richieste di intervento pervenute al numero verde della Protezione Civile comunale 800 262667.

L’evolversi della situazione è costantemente monitorato dagli uffici comunali.

giovedì 7 novembre 2019

Metaponto: Arrestato 59enne. Trasportava oltre un quintale di sigarette di contrabbando


I Finanzieri della Tenenza di Metaponto, con l’ausilio delle unità cinofile della Compagnia di Matera, hanno intercettato e sottoposto a controllo un’autovettura in transito sulla S.S. 106 “Jonica” diretta a Taranto, con stivati a bordo ben 5.510 pacchetti di sigarette di contrabbando, per un totale di Kg. 110,200.

Sin dalle prime fasi del controllo, il conducente del veicolo, un cittadino italiano di 59 anni, manifestava evidente imbarazzo e nervosismo, sicché le Fiamme Gialle decidevano di estendere l’ispezione a tutta l’autovettura; il controllo dei pacchi trasportati sui sedili posteriori e nel bagagliaio consentiva di rinvenire le sigarette contrabbandate.

Pertanto, gli oltre 110 chilogrammi di tabacco lavorato estero di contrabbando e l’autovettura utilizzata per il trasporto venivano sottoposti a sequestro, mentre il 59enne, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, veniva tratto in arresto per contrabbando di t.l.e..

Resta alto il livello di attenzione della Guardia di Finanza per la repressione delle attività illecite ed in particolar modo per reprimere ogni forma di riorganizzazione da parte dei sodalizi criminali nel settore del contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

martedì 5 novembre 2019

Esplode edificio, morti tre pompieri. Trovati fili elettrici e 'timer'


ALESSANDRIA - Tragedia nella notte in un edificio a Quargnento, nell'Alessandrino, dove è avvenuta un'esplosione che ha causato tre vittime. I tre pompieri morti avevano 47, 38 e 32 anni. Altri due vigili del fuoco e un carabiniere risultano feriti e stati trasportati all'ospedale di Alessandria e di Asti.

Inneschi rudimentali sarebbero stati trovati nella cascina. A condurre le indagini i carabinieri del Comando provinciale di Alessandria. Collegati ad alcune bombole inesplose nella cascina dove sono morti i tre vigili del fuoco c'erano dei fili elettrici e una scatoletta che potrebbe essere un timer. E' quanto si apprende da fonti investigative. Nella zona dell'esplosione, invece, non è stato ancora trovato nulla che possa dire quali sono stati le cause

Intanto si scava tra le macerie, alla ricerca di un vigile del fuoco ancora disperso.

"Una preghiera e un pensiero per i vigili del fuoco morti questa notte e un abbraccio alle famiglie e ai colleghi feriti. Onore a chi mette in gioco la propria vita per salvare quella degli altri, l'Italia piange per Voi". A dichiararlo Matteo Salvini, leader della Lega ed ex ministro dell'Interno, commenta la tragedia di Quargnento, nell'Alessandrino.

domenica 3 novembre 2019

Maltempo, allagamenti e raffiche di vento: allerta rossa in Liguria


SESTRI LEVANTE - In Liguria è allerta rossa maltempo con allagamenti, cedimenti stradali, vento forte, schianto di alberi ed esondazioni. Nel Levante la massima allerta è stata diramata fino alle 23. La cittadina di Sestri Levante è stata interessata da un intenso fenomeno che ha portato 57.6 mm/1h di pioggia. I livelli dei torrenti iniziano a salire: un primo colmo di piena del Vara ha superato il primo livello di guardia, e scenderà lungo il corso del fiume nelle prossime ore.

Anche il Petronio a Sara ha superato il primo livello di guardia. Sempre molto intenso anche il vento le cui raffiche hanno toccato i 166 km all'ora nell'entroterra spezzino.

"Non uscite da casa": è l'appello della sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio per le condizioni meteo che sono "preoccupanti". Molte, infatti, le strade e le piazze allagate della cittadina ligure mentre si stanno intensificando le precipitazioni. Chiuse le strade vicine al torrente Petronio. Riva Trigoso risulta isolata.

100 FAMIGLIE EVACUATE A SALERNO - E' stata disposta dal Comune di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, l'evacuazione di circa cento famiglie residenti nelle fasce pedemontane. L'ordinanza, firmata dal sindaco Manlio Torquato, è arrivata in seguito alla comunicazione della sala operativa regionale che segnalava il rischio di possibili alluvioni e di colate di fango in seguito all'ondata di maltempo che si è abbattuta da questa notte sul territorio provinciale salernitano.

Disposto sempre nel comune dell'agro nocerino sarnese l'obbligo di tenersi lontano dai corsi d'acqua e di non sostare le vettura in prossimità di sottopassi e corsi d'acqua. A causa di allagamenti, inoltre, è stata decretata la chiusura del cimitero cittadino. Stessa decisione è stata adottata anche a Sarno dove è stato ordinato anche il divieto di transitare nei parchi pubblici e nelle aree alberate. A Siano, invece, è stato annullato il consueto mercato domenicale.

martedì 29 ottobre 2019

Agenti della Polizia Ferroviaria di Metaponto aiutano un giovane in difficoltà


METAPONTO - A Metaponto, un ventiseienne ha chiesto aiuto agli Agenti della Polizia Ferroviaria presenti in stazione, dichiarando di non sentirsi bene e di aver smarrito lo zainetto contenente documenti e soldi.

Poiché era in evidente stato confusionale, i poliziotti hanno richiesto l’intervento del 118 e contemporaneamente hanno contattato il Commissariato di Milazzo, città di origine del giovane, riuscendo a parlare con il padre.

L’uomo, seriamente preoccupato per il figlio, si stava recando presso gli uffici di polizia per formalizzare la denuncia di scomparsa in quanto da circa 24 ore il giovane si era allontanato da casa senza avvertire nessuno.

Tranquillizzato e rifocillato dagli Agenti, anche con la collaborazione del personale ferroviario, il giovane è stato aiutato a prendere un treno diretto a Reggio Calabria, dove, in serata, in stazione ha trovato ad attenderlo i poliziotti della Polfer insieme al padre.

Non di rado accade che nei fine settimana gli Agenti della Polizia Ferroviaria si ritrovano ad avere a che fare con persone in difficoltà che cercano di aiutare, evidenziando spirito di prossimità alla gente e soprattutto alle fasce più disagiate della società.

lunedì 28 ottobre 2019

Matera: le Fiamme gialle “bloccano” la circolazione di 4 veicoli utilizzati per il servizio abusivo di N.C.C

MATERA - Le Fiamme Gialle della Compagnia di Matera hanno individuato quattro noleggiatori abusivi mentre svolgevano il servizio di noleggio con conducente (c.d. N.C.C.) nei confronti di alcuni turisti utilizzando grossi veicoli da 7 a 9 posti, in assenza di qualsivoglia requisito normativo/professionale, ossia privi del prescritto certificato di abilitazione professionale.

Due di loro, tra l’altro, utilizzavano veicoli con destinazione d’uso differente rispetto a quella prescritta sulla carta di circolazione, condotte, queste, in contrasto con il contenuto del “Regolamento Comunale per il Trasporto di Persone mediante Autoservizi Pubblici non di linea con Autovettura” del Comune di Matera.

Al termine dei controlli, i finanzieri hanno sottoposto gli automezzi a fermo amministrativo e ritirato le relative carte di circolazione ai rispettivi proprietari, elevando, per ognuno dei quattro soggetti, le sanzioni previste dal Codice della Strada.

L’intensificazione dell’attività di “controllo economico del territorio”, disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Matera, costituisce presidio costante del Corpo a tutela del consumatore, al contrasto degli illeciti economici ed all’economia sommersa.

Infatti, chi organizza attività commerciali in assenza dei requisiti di legge previsti, non solo provoca un danno ingentissimo alla collettività in ragione delle imposte non versate (giacché opera “all’oscuro del Fisco”), ma rovina l’intero circuito economico in virtù degli effetti distorsivi provocati sui sani meccanismi concorrenziali.

sabato 26 ottobre 2019

Pisticci, Polizia denuncia tre persone per furto di energia elettrica


PISTICCI - La Polizia di Stato ha denunciato tre persone per furto di energia elettrica. L’attività è stata svolta nell’ambito di servizi di controllo del territorio nella fascia jonico metapontina volti alla prevenzione e alla repressione dei reati contro il patrimonio e in particolare contro la sottrazione fraudolenta di energia elettrica.

I controlli sono stati effettuati su diverse abitazioni della località Centro Agricolo di Pisticci dagli Agenti di quel Commissariato di P.S. con la collaborazione di personale di E-distribuzione (ex Enel).

Per tre abitazioni controllate su otto è stato accertato il furto di energia elettrica. Questo avveniva per mezzo di un allacciamento diretto alla rete elettrica effettuato dopo aver bypassato il contatore, il quale pertanto non riportava alcun consumo di energia elettrica. Il danno subito dalla società elettrica è stato stimato in circa 3 mila euro complessivi.

Tre persone, tutte di sesso femminile e già recidive per reati dello stesso tipo, sono state denunciate all’Autorità giudiziaria perché ritenute responsabili del furto.

venerdì 25 ottobre 2019

Operazione Scuole Sicure: attività di prevenzione della Polizia di Stato contro la droga a Bernalda e Ferrandina

MATERA - Prosegue l’operazione “Scuole Sicure” con una serie di servizi della Polizia di Stato di prevenzione e contrasto della detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole, d’intesa con i dirigenti scolastici.

Il turno questa volta è toccato a due istituti scolastici di istruzione superiore di Bernalda e di Ferrandina, dove gli Agenti del Commissariato di P.S. di Pisticci, sin dalle ore 8, hanno avviato l’attività di prevenzione con l’ausilio di una unità antidroga in forza alla Squadra Cinofili della Questura di Brindisi.

Il servizio è stato svolto controllando l’area adibita all’accesso degli studenti nelle scuole. Altri controlli sono stati effettuati all’esterno degli istituti, lungo il perimetro degli edifici e all’interno, in alcune aule selezionate a campione. I controlli hanno dato esito negativo.

L’attività è stata svolta incontrando gli studenti e cercando di stimolare la sensibilità e l’interesse degli stessi sulle tematiche del fenomeno della droga e dei suoi effetti gravissimi su chi ne fa uso.

L’attività svolta dagli Agenti è stata accolta con ammirazione ed entusiasmo dagli operatori scolastici e da parte degli stessi studenti che hanno riconosciuto l’utilità dell’attività di prevenzione posta in essere dalla Polizia di Stato, che si dimostra essere un’istituzione sempre vicina ai bisogni della gente.

Altri controlli antidroga con l’ausilio della stessa unità cinofila sono stati svolti presso alcuni esercizi pubblici a Marconia.

lunedì 14 ottobre 2019

Policoro: duplice tentativo di omicidio, fermato un 49 enne


POLICORO (MT) - La Polizia ha fermato a Policoro (Matera) un 49 enne nell'ambito delle indagini riguardanti un duplice tentativo di omicidio di due pregiudicati. Sono stati esplosi alcuni colpi di pistola calibro 7,65 che la sera del 10 ottobre hanno ferito gravemente i due. La notizia è stata annunciata in un comunicato che è stato diffuso dalla Procura della Repubblica della Direzione distrettuale antimafia di Potenza.

martedì 8 ottobre 2019

Matera: arrestato un uomo per droga

MATERA - I militari della Guardia di Finanza, durante alcuni controlli, hanno fermato a Matera un pluripregiudicato. L'uomo, che possedeva un quantitativo pari a cinque grammi di cocaina, è stato posto agli arresti domiciliari.

domenica 6 ottobre 2019

Fondazione Sassi: "tetti e muri dei rioni Sassi presi d’assalto da freeranner. Sassi abusati e danneggiati"

MATERA - «E’ con sconcerto che oggi abbiamo assistito alla manifestazione organizzata a Matera da una nota marca di bevande energetiche - afferma il presidente della Fondazione Sassi Vincenzo Santochirico – e, mentre è ancora in corso, già si contano numerosi danni agli immobili nei Sassi e virale è diventato il video di un ragazzo che precipita da un muro di oltre 7 metri di altezza procurandosi, per fortuna, solo delle fratture».

La Art of Motion 2019, la manifestazione di freerunning, ha portato in città non solo «atleti» che compiono salti mortali o altre acrobazie di vario genere, ma tanti giovani e giovanissimi che, non sempre con la stessa perizia e capacità fisica, hanno provato a emulare chi di questo sport è campione ma che, come si apprende dalle cronache, è finito in ospedale con fratture multiple.

«Da giorni i tetti dei rioni Sassi sono stati presi d’assalto da freeranner più o meno esperti - prosegue il presidente della Fondazione Sassi - nessuno li accompagnava in queste « perlustrazioni ». Nessuno ha detto loro che un muro in tufo non ha la stessa resistenza del cemento. Non tutti gli immobili dei rioni Sassi hanno manutenzione costante, è facile incappare in un concio di tufo non saldamente cementato ».

La giornata di oggi, che ha richiamato in città centinaia di giovani appassionati, ha evidenziato tutte le criticità dei rioni Sassi. E le carenze di un’organizzazione che non ha provveduto a un adeguato servizio di vigilanza. I tetti dei Sassi sono stati presi d’assalto dagli spettatori che, non accontentandosi della visuale da uno dei tanti belvedere, sono saliti sui tetti, rompendo le tegole, distruggendo i comignoli, arrivando ad arrampicarsi sul campanile della chiesa di San Pietro Barisano. E nulla potevano le pattuglie delle Forze dell’Ordine che, intervenute su richiesta di numerosi residenti, cercavano di far scendere questi ragazzi. Non solo per tutelare la proprietà privata, ma soprattutto l’incolumità delle persone.

« I Sassi, patrimonio Unesco dal 1993, sono fragili - conclude il presidente della Fondazione Sassi - ciascun materano ha il dovere di tutelarli. Sono la nostra storia, il nostro capitale, il nostro futuro. Mi chiedo come possano le istituzioni competenti, i soggetti che hanno la gestione di questo importante momento della vita della città consentire tale tipo di manifestazioni e se si tratta di colpevole distrazione o di volontaria scelta.

Agli abitanti si limita la circolazione, ai residenti si impongono (giustamente) norme e direttive per il restauro, la conservazione, l'utilizzazione, agli imprenditori si prescrivono regole e si addebitano oneri per svolgere le loro attività negli antichi rioni.

E, invece, per una manifestazione di mero spettacolo, si consente di scalare, saltare, arrampicarsi, lanciarsi, utilizzando manufatti, tetti, terrazze, come se fossero un campo di esercitazione. Un abuso inaudito e inammissibile dei Sassi.

E' inutile denunciare la mercificazione se si consente che i Sassi diventino palchi per salti e capriole. E' contro la natura, la storia, la cultura dei Sassi. E' la resa al parco giochi che già nel passato si avversò e impedì.

Occorre una nuova consapevolezza e una diversa visione e gestione. Nei Sassi non si può fare tutto e sempre.

Le Istituzioni devono essere più accorte nel valutare e autorizzare le iniziative che vengono proposte. Abbiamo avuto esempi di utilizzo dei Sassi di grande spessore culturale negli ultimi mesi e ancora in questi giorni. Permettere una simile gara, con quello che ha comportato, non é degno della storia, della cultura e del ruolo che Matera ha».

venerdì 4 ottobre 2019

Senise: arrestato un 56 enne, possedeva un arsenale


SENISE (PZ) - I Carabinieri hanno tratto in arresto, nella città di Senise (Potenza), un 56 enne, trovato in possesso di un arsenale all'interno di un locale da lui utilizzato. I militari, tra l'altro, hanno individuato la presenza di un cannone che risaliva al dopoguerra.

domenica 29 settembre 2019

Controlli anticaporalato a Lavello e Venosa (Potenza), un arresto


I Carabinieri, mentre effettuavano dei controlli riguardanti l'anticaporalato a Lavello e Venosa (Potenza), hanno arrestato un cittadino del Ghana e denunciato altre 41 persone. Il primo, è stato tratto in arresto per aver fornito ai militari dei documenti che risultavano fare riferimento ad un altro cittadino straniero.

giovedì 26 settembre 2019

Cassazione condanna Ferrara per violenza sessuale: si dimetta da presidente del Cotrab

POTENZA - La Corte di Cassazione ha confermato il verdetto della Corte di Appello di Potenza nei confronti di Giulio Ferrara, ex direttore regionale della Sita e attuale presidente del Consorzio COTRAB, condannandolo a due anni e sei mesi per violenza sessuale.

I fatti risalgono ad ottobre 2009 ed avvennero, come denunciato dalla vittima, nell’ufficio della direzione della Sita, a rione Betlemme. Ferrara avrebbe preso con la forza la donna, palpeggiandola in più parti del corpo. L’inchiesta condotta dal pm Maria Gloria Piccininni fu avviata nel 2013.

Alla luce di questa condanna definitiva, per ragioni di opportunità politica e morale, chiedo le dimissioni di Ferrara da presidente del COTRAB.

Le Istituzioni hanno il dovere di dare l'esempio nel condannare senza mezzi termini questi tipi di reato, purtroppo ancora troppo frequenti. Così in una nota Gianni Leggieri, consigliere Regionale M5S Basilicata.

sabato 21 settembre 2019

Oppido Lucano (PZ): Raccoglieva offerte per bambini malati, ma in realtà era una truffa, denunciato un uomo


Un 37enne napoletano, è stato scoperto dai Carabinieri, ad Oppido Lucano (Potenza), mentre era intento a raccogliere delle offerte per dei programmi terapeutici di clownterapia e musicoterapia, poi rivelatisi totalmente inesistenti, per i bambini malati oncologici, che dovevano essere svolti nell'ospedale San Carlo di Potenza. L'accusa per l'uomo è di truffa aggravata. I militari hanno sequestrato una cifra pari a 114 euro, un blocchetto di ricevute e delle fotografie con alcune immagini di bambini malati e di associazioni che svolgono davvero queste attività.