Visualizzazione post con etichetta Gastronomia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Gastronomia. Mostra tutti i post

giovedì 1 dicembre 2016

Gastronomia, a Satriano 'Emozionando sotto la torre'

SATRIANO DI LUCANIA – Imperdibile evento gastronomico, questa sera presso il ristorante "Sotto La Torre", con la cena preparata a quattro mani dallo chef resident Giuseppe Isoldi e da Nando Melileo del ristorante Emozionando Salerno.

A partire dalle 20:30, i due talentuosi cuochi, affiancati dallo chef Giovanni Caggiano, proporranno un ricco e gustoso  menu con i prodotti dell'eccellenza agroalimentare lucana e campana rielaborati in chiave moderna con piatti tutti da scoprire.

Un vero e proprio viaggio di sapori che prenderà il via dalla zuppa tiepida di bufala con pane al cioccolato , crudo di alici e pancettone caramellato, seguito dalla cicoria selvatica con guanciale croccante in guscio di patate, passando dal riso al nero di seppia ai cappellacci alle cime di rapa e al polipo brasato con lenticchie, melograno e ravanelli per finire con il semifreddo d'arancia e pistacchio in cupola marmorizzata.

Il tutto abbinato ai vini della Cantina Toscana Frescobaldi.
L'evento è organizzata in collaborazione con Luis Wine & Dine Events.
La prenotazione è obbligatoria. Per info chiamare il 340.1864627.

INFORMAZIONI E CONTATTI
Ristorante Sotto La Torre
Contrada Passariello, 29
85050, Satriano di Lucania (PZ)
Tel. 340.1864627- 0975.383630
www.facebook.com/RistoranteSottoLaTorre

venerdì 25 novembre 2016

A Matera 'Pizza Lucana'

MATERA - Il giorno lunedì 28 Novembre presso il Palace Hotel di Matera si svolgerà un evento unico per la Regione Basilicata e per la bellissima città di Matera.

Una giornata dedicata al mondo della Pizza di qualità e della gastronomia Made in Italy che vedrà la partecipazione di numerosi ospiti provenienti dal mondo della cultura, dello spettacolo e naturalmente dal mondo dei professionisti della pizza!

Realizzeremo una pizza interamente lucana, con il grano Senatore Cappelli e gli altri prodotti della nostra terra, per rendere unica una giornata all'insegna della gioia e della buona ristorazione.

Tra gli ospiti d'onore il Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri, il presidente dell'Associazione Pizzerie Italiane Angelo Iezzi, il direttore Coldiretti Basilicata Piergiorgio Quarto, l'assessore alle politiche Agricole della Regione Basilicata Luca Braia, la docente universitaria Fernanda Galgano, il giornalista enogastronomico Bruno Sganga, il pluricampione del mondo di pizza Vincenzo Varlese e il campione del mondo di Pizza Free Style Massimiliano Bacich.

Madrina dell'evento sarà la bellissima Antonella Fragrasso Miss Continental Europa con la fascia di Miss Matera Capitale della cultura Europea 2019!

La voce che scandirà le fasi della rappresentazione sarà di Angelo Contaldo, presentatore di Miss Basilicata.

martedì 15 novembre 2016

La cucina lucana sbarca nella Grande Mela

NEW YORK - Sono cinque gli chef che si sono sfidati a New York, a colpi di pietanze della tradizione lucana preparati con i prodotti del marchio "Basilicata Fine Foods", nel corso della prima settimana della "Cucina Italiana nel Mondo", la competizione prevista dal programma "Basilicata Meeats New York" del progetto "Mapping Basilicata" di Sviluppo Basilicata.

Si tratta di "un'importante vetrina" - ha spiegato Sviluppo Basilicata - per far conoscere "le eccellenze agroalimentari lucane agli chef e ai ristoranti americani e un'occasione unica per le imprese 'made in Basilicata' per affermarsi sul mercato statunitense".

mercoledì 9 novembre 2016

Cultura, calcio e cucina: progetto Figc

POTENZA - Si chiama "Calcio in 3 C", con le tre "c" che indicano "Cultura, Calcio e Cucina", ed è il nuovo progetto di marketing del Comitato regionale Basilicata (Crb) della Lega nazionale dilettanti, che ha come obiettivo quello di "sfruttare al meglio le potenzialità" del Comitato e "attirare nuove risorse" anche per gli associati.

Il progetto è stato presentato oggi, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, dal responsabile marketing del Crb, Francesco Giordano. Nel corso dell'incontro, inoltre, il presidente del Crb, Piero Rinaldi, ha annunciato l'intenzione di presentare la sua candidatura alla presidenza all'assemblea elettiva ordinaria, che si svolgerà il 15 novembre.

venerdì 21 ottobre 2016

Al via la 33° Sagra della Salsiccia e della Patata silana

POTENZA - Nell'ultima decade di Ottobre, si svolgerà La Sagra della Salsiccia e della Patata Silana in Villaggio CuturaSila c/o Hotel Olimpo 88055 Taverna (CZ).

La Sagra è uno degli eventi più rinomati della Sila Piccola e quest'anno giunge alla sua 33^edizione.
Vi contattiamo in quanto nel Vostro territorio, risiedono diversi visitatori dell'evento che ogni anno ci allietano della loro presenza, ragion per cui, Vi chiediamo per quanto possibile, di informare coloro che anche quest'anno desiderano partecipare all'evento, che si svolgerà Domenica 30 Ottobre 2016.

Per maggiori info, chi vorrà, potrà fare riferimento alla nostra pagina facebook cliccando sul seguente link :
https://www.facebook.com/SagraVillaggioCuturaSila/

lunedì 18 luglio 2016

Potenza: al via il “Castelgrande Borghi e Sapori”

POTENZA - Arte, Storia e Tradizioni Culinarie si intrecciano in un percorso enogastronomico e di squisite degustazioni attraverso i luoghi simbolo di uno dei paesini più belli e caratteristici dell’intero paesaggio agreste-montano della valle del Marmo-Melandro in Basilicata - Castelgrande ! Una grossa attenzione sarà dedicata alle specialità del territorio di Castelgrande con degustazioni di vini e prodotti tipici, laboratori e show cooking, dove protagonisti saranno le eccellenze di Castelgrande stesso e della Valle del Marmo e del Melandro.

Il programma sarà integrato da eventi folkloristici ed artistico musicali e dal convegno scientifico , Sabato 23 alle 18,00, su aspetti agro-alimentari con argomento “Cibo Sano in Corpore Sano” che avrà come relatori la dr.ssa M.Carmela Padula Biologa Nutrizionista e la dr.ssa Sara Latorre specializzata in Zootecnie. Concluderà i lavori l’ ing. Vito Santarsiero Consigliere Regionale della Basilicata. In merito all’aspetto scientifico culturale, inoltre, ci sarà la possibilità di fare delle osservazioni astronomiche con la consulenza del dr. M. Della Valle Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Napoli e del dr. Flavio Fusi Peci Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Bologna.

E per finire verrà riservato uno spazio anche alle radici cattolico cristiane ed alle sue tradizioni con la possibilità, Domenica 24 alle 18,00 , di visitare all’interno della Chiesa Madre una fedele copia autentica, di quella originale, della Sacra Sindone. L’evento sarà, anche in questa circostanza, corredato da un interessante confronto proprio sulla storia della Sindone e sulla sua Sacralità. Relatore Don Pino Vivilecchia Parroco di Castelgrande. Le premesse ci sono tutte perché sia una straordinaria esperienza per chi ama l’arte, la storia, la cultura e l’ambiente … Non resta che verificare e partecipare tutti !

mercoledì 6 luglio 2016

Potenza: Eataly presenta un progetto con i prodotti lucani

VIGGIANO - La fondazione Enrico Mattei di Viggiano (Potenza) "ha facilitato l'incontro tra i produttori e le istituzioni pubbliche e private per dare vita ad un'iniziativa per la crescita economica locale: promuovere le eccellenze enogastronomiche lucane in Italia e nel mondo attraverso la partnership con Eataly". L'iniziativa, che è stata presentata a Bari, in un incontro con i giornalisti, è il frutto di uno studio sul turismo enogastronomico in Basilicata - in particolare in Val d'Agri - svolto proprio dalla fondazione.

giovedì 5 maggio 2016

Cena degustazione con gli chef del Team Basilicata

POTENZA - Imperdibile evento gastronomico giovedì 5 Maggio presso il ristorante “Sotto La Torre” con la cena degustazione preparata a cinque mani dagli chef del Team Basilicata, freschi vincitori della medaglia d’oro agli ultimi campionati italiani di cucina di Montichiari. A partire dalle 20:30, lo chef resident Giuseppe Isoldi, il team manager Battista Guastamacchia, il capo team Vito Amato, lo chef Antonio Farella e il pastry chef Francesco Fiore proporranno i piatti vincitori del concorso a comporre un ricco menu con i prodotti dell'eccellenza agroalimentare lucana e non solo rielaborati in chiave moderna.

 Un vero e proprio viaggio del gusto che prenderà il via dal baccalà con peperoni cruschi di Senise, salsiccia lucanica e caciocavallo podolico, seguito da un filetto di ombrina in manto di seppie, passando dagli eliconi alla genovese di tonno al raviolo aperto al cacao e al filetto di maialino nero laccato al ficotto di Pisticci fino al dessert tutto da scoprire. Il tutto abbinato alle bollicine di Andrea Biatta dell'azienda Le Marchesine e ai vini dell’Azienda Elena Fucci con le varie annate del suo “Titolo”, prima stella per la Basilicata di “Tre bicchieri” del Gambero Rosso. L'evento è organizzata in collaborazione con Luis Wine & Dine Events.

martedì 23 febbraio 2016

Sapori del mondo: i dolci da provare durante un soggiorno a Londra

La cucina inglese non è certo una delle prime ragioni (forse nemmeno l’ultima!) per cui si va a caccia di voli per Londra. Eppure, ormai è risaputo: non c’è probabilmente in Europa un luogo migliore della capitale britannica, per chi vuole scoprire i sapori della cucina internazionale. La metropoli è letteralmente invasa da ristoranti, bar, locali e stand, dove poter degustare le più svariate specialità della gastronomia tipica dei più diversi Paesi del mondo. Il ventaglio dell’offerta è davvero vastissimo. Ma se si parla di pasticceria – e se avete deciso che questa volta volete andare oltre il miglior muffin possibile  - eccovi un paio di spunti interessanti per una dolce pausa.

Pastel de Nata - Noti anche come Pastéis de Belém, i Pastéis de Nata sono un dolce tipico del Portogallo. Si tratta di pasticcini di pasta sfoglia, ripieni di una sfiziosa crema a base di tuorli e latte, aromatizzata alla cannella. Vengono preparati in diverse varianti, ma l’originale arriva direttamente dall’AntigaConfeitaria de Belém, che custodisce gelosamente la sua ricetta segreta. Potete provare una versione molto simile a quella autentica presso la LisboaPâtisserie, ancora meglio se accompagnata con un buon “bica”, ovvero l’equivalente portoghese del nostro caffè espresso.
Dove:LisboaPâtisserie, 57 Golborne Road, nel quartiere di North Kensington (Notting Hill, più popolare su Expedia e le altre agenzie, si trova nelle immediate vicinanze); stazione metropolitana diLadbrokeGrove.

TarteTatin - Ci troviamo qui di fronte a uno dei classici inimitabili della pasticceria francese. La celebre Tatin è una torta “rovesciata” fatta di mele caramellate in burro e zucchero, adagiate su un letto di morbida pasta brisé. La leggenda narra che il dolce nacque per caso, dalla dimenticanza di una cuoca che mise tutti gli ingredienti nella teglia senza la pasta brisè, facendo caramellare involontariamente le mele. Il resto è storia e il Galvin Bistrot de Luxe di Londra ha appreso egregiamente la lezione, facendo della sua ottima TarteTatin uno dei punti di forza del locale. Ricordate che la versione originale vuole la torta accompagnata da panna acida – non dal gelato! – per creare un giusto contrasto con il gusto già dolce della Tarte.
Dove: Galvin Bistrot de Luxe, 66 Baker Street, nell’area di Marylebone; stazione metropolitana di Baker Street.

Friands - Il Friand è un dolce originario della Francia, spesso erroneamente attribuito alla tradizione gastronomica diAustralia e Nuova Zelanda, doveeffettivamente è molto diffuso. Si tratta di una sorta di tortina dal sapore esotico, a base di un soffice impasto di mandorle, burro, zucchero e albumi, spesso arricchita con l’aggiunta di nocciole, scaglie di cocco e cioccolato. I Friands sono esteticamente simili ai muffin, ma hanno un sapore del tutto differente, che viene egregiamente riproposto presso il Lantana Cafè londinese.

Dove: Lantana Cafè, 13 Charlotte Place, nel quartiere di Fitzrovia; stazione metropolitana diGoodge Street.

sabato 13 febbraio 2016

“Domina gli odori. Dominerai il cuore degli uomini”. Dall’incontro di chef e biologi, la “quintessenza” del gusto per gola e mente

BARI - “Domina gli odori. Dominerai il cuore degli uomini”. Parafrasando la frase di un celebre romanzo (“Profumo”), l’odore, il gusto e il sapore, non sono, come noto, sensazioni che toccano unicamente alcuni dei nostri sensi e hanno origine solo nel naso e nella gola, ma molto di più. Lo stesso vale per il termine cuore, “evocativo” di un’organo del corpo e di tanti altri possibili significati: appagamento, felicità, amore e benessere per alcuni. Nostalgia, palpitazione, tristezza per altri.

A rimarcare questi semplici e antichi concetti, un team rigorosamente made in sud, formato da due biologi, Antonio Salerno e Joseph Cannillo, un pastry chef con esperienza internazionale, Tiziano Mita, e Vito Cannillo imprenditore del settore erboristico e nutrizionale, promotore dell’iniziativa. Insieme hanno dato vita agli inizi di febbraio in Puglia a Corato in provincia di Bari, a un programma d’avanguardia che vuole saldare gusto, arte culinaria e benessere, come non si era mai fatto fino ad ora. Tra innovazione e tradizione.

Il progetto riprende alcuni fondamenti della neurogastronomia, scienza che studia le reazioni del nostro cervello di fronte agli stimoli provenienti dal cibo: forma, colore, odore, sapore. Protagonisti, gli oli essenziali aromatici di origine vegetale estratti da frutti, fiori, ortaggi e piante officinali e i vantaggi per il nostro benessere legato al loro utilizzo a tavola: tempi di preparazione, amplificazione del gusto e combinazioni gastronomiche.

Si parte dal cuore degli alimenti per estrarre il “meglio del loro contenuto” ottenendo un perfetto distillato di gusto e proprietà organolettiche. Lo si fa appunto con la produzione di quintessenze a base di oli essenziali da utilizzare poi in cucina.

“L’obiettivo” – dice il Dott. Vito Cannillo, imprenditore, amministratore del laboratorio fitoterapico Forza Vitale sito in Puglia dove ha preso il via il progetto – “è quello di portare in Italia quanto si sta già facendo all’estero: un metodo scientifico per pratiche antichissime al fine di rivelare i vantaggi dell’uso “non convenzionale” di alcuni alimenti e le potenzialità “inespresse” legate al loro gusto. Con il massimo rispetto per la “prima materia” per offrire benefici agli chef e ai loro clienti in fase di preparazione e assaggio dei cibi. Pensiamo al gusto degli alimenti come a un vettore su cui transitano non solo odori e sapori ma anche ricordi e sensazioni. Ricavare la “quintessenza del gusto” e usarla in cucina significa veicolare tutto questo, prima e meglio al nostro cervello. Significa migliorare la fase di percezione e costruzione del gusto che ha origine non solo tra naso e palato ma anche attraverso i riferimenti che gli attribuisce la nostra mente con numerosi benefici relativi al senso di benessere e alle emozioni che è capace di trasmetterci il piatto che stiamo assaggiando. E’ qui che il biologo incontra lo chef, che la gastronomia diventa “naturalmente” neurogastronomia. Gli oli essenziali sono da sempre importanti nella cura di trattamenti quali, per citarne alcuni, l’insonnia, la tensione nervosa, gli stati di agitazione in bambini e donne in gravidanza. Il nostro obiettivo è sfruttarne gli altri vantaggi esplorando a pieno le connessioni tra odorato e reazione della nostra mente. Oggi allarghiamo gli orizzonti e parliamo oltre che di salute, di gusto e gastronomia grazie al loro uso in cucina. Le essenze che abbiamo preparato in laboratorio (oltre cento), amplificano proprietà organolettiche e gusto dei cibi con i vantaggi che riassumevo prima. L’aspetto innovativo e avanguardista di questo progetto, sta nell’aver messo insieme stabilmente un’equipe di biologi, erboristi e chef per scoprire benefici, contaminazioni e nuovi scenari legati alle neuroscienze e utili alla gastronomia. Abbiamo allestito uno spazio in cui convivono e dialogano le classiche attrezzature di un laboratorio con quelle di una cucina affidata alle mani esperte dello chef Tiziano Mita. A breve costituiremo qui una start-up perché come ha sostenuto l’ideatore della neurogastronomia Gordon Shepherd ”L’Italia deve essere tra le pioniere in questo tipo di ricerche per rispetto alla sua tradizione culinaria”.

Dello stesso avviso, Tiziano Mita, responsabile tecnico - gastronomico del progetto, pastry chef originario di Ceglie Messapica (Br), consulente e docente di pasticceria come nel caso della Scuola Internazionale di Cucina Italiana ALMA di Colorno in provincia di Parma, con all’attivo numerose e prestigiose esperienze all’estero. Tra queste spicca quella al fianco di uno dei più rinomati chef a livello internazionale, Pierre Gagnaire con cui Mita ha collaborato a Parigi nel suo ristorante in Rue Balzac. Qui impara rigore e rispetto per le materie prime.  “Le quintessenze” – dice Mita – “hanno numerosissimi utilizzi in cucina relativamente alle tecniche di preparazione, ai tempi e all’arricchimento dei piatti. Abbiamo già provato tra gli altri nel laboratorio di Corato, con test più che soddisfacenti, la cottura sous vide (sotto vuoto ndr) a bassa temperatura di estratti alla quintessenza di mandarino per marinare il pesce, o quintessenze di gelsomino per un dolce, una spugna a base di farina di mandorle. O ancora, quintessenze di pepe per il pollo che ci hanno permesso di mantenere intatto il sapore della spezia, limitando notevolmente al contempo la sua piccantezza, sgradita ad alcuni palati. Le quintessenze valorizzano la bravura degli chef e possono aiutare soprattutto il lavoro di tanti “artigiani” del gusto, come i pasticcieri spesso alle prese col non facile compito di tradurre esigenze e aspettative dei clienti per soddisfarne gusti e preferenze”.

giovedì 28 gennaio 2016

Fruit Logistica: Basilicata, una terrazza sull'Europa

MATERA - Dal 3 al 5 febbraio al Fruit Logistica 2016 di Berlino nella Hall 4.2/D 08 la Basilicata avrà un palcoscenico d’eccezione: uno spazio di 120 m2 allestito come fosse una terrazza con vista Sassi di Matera – patrimonio Unesco. Parola d’ordine: Happy Basilicata o, per gli amanti dei social, #happybasilicata.

È una gioia d’esserci tutta meritata per questa regione che vanta un settore ortofrutticolo tra i più dinamici d’Italia. Prova ne è il primato italiano di produzione di fragole conquistato proprio nel 2016. Presenti in terrazza le più interessanti realtà produttive lucane. A cominciare dal Club Candonga® naturalmente, il consorzio che unisce i migliori fragolicoltori del Metapontino, le OP Agorà, Ancona, Agricola Felice e Assofruit e le società Covil (Consorzio di Vivaisti Lucani) e Nicofruit.

Guest star dell’evento sono gli Chef della Federazione Italiana Cuochi: Battista Guastamacchia e Vito Amato - entrambi anche membri dell’Unione Cuochi Regionali della Basilicata - e ben 3 noti componenti della Nazionale Italiana Cuochi: Fabio Potenzano, Felice La Forgia e Gaetano Ragunì.

Loro compito sarà quello di esaltare al meglio la qualità dei prodotti ortofrutticoli d’eccellenza lucani che, come testimonia Gaetano Ragunì “… fanno la differenza nella composizione di un piatto perché aggiungono freschezza, appetibilità e cromaticità”. Oppure “… sono immancabili nelle nostre preparazioni e conferiscono ai piatti della cucina italiana gusti e sapori unici” ribadisce Fabio Potenzano. O infine “… rappresentano un punto d’eccellenza del nostro territorio, in particolare dell’area mediterranea. Un’eccellenza che viene raccontata nei piatti” chiude Felice La Forgia.

“Sono gli chef i veri ambasciatori della cucina italiana nel mondo fatta anche di prodotti ortofrutticoli d’eccellenza. Per noi fragolicoltori è motivo d’orgoglio leggere che tra gli ingredienti dei menù di alcuni grandi chef italiani c’è Candonga Fragola Top Quality®”. Così Carmela Suriano, Ceo del Club Candonga®.

Club che per l’occasione presenterà in anteprima l’attesa seconda edizione di Ricette d’Autore, il libro che raccoglie brevi biografie e grandi ricette – tutte a base di Candonga Fragola Top Quality® - di Chef stellati o nomi influenti della cucina lucana. Tutte ricette di assoluta qualità realizzate durante il Roadshow Excellence Tour 2015 organizzato in collaborazione con Claudio Sacco - alias Viaggiatore Gourmet - che racconta: “Due anni di collaborazione hanno scatenato un vero e proprio passaparola tra gli chef e l’entrata a pieno titolo della Candonga Fragola Top Quality® nella ristorazione stellata”.

Per appuntamenti scrivere a: ceo@candonga.it

mercoledì 9 dicembre 2015

Satriano, "Chef in Tour" al ristorante Sotto la Torre

SATRIANO DI LUCANIA – Nuovo evento del gusto presso il ristorante “Sotto La Torre” giovedì 10 Dicembre a partire dalle ore 20:30.

Lo chef resident Giuseppe Isoldi sarà affiancato ai fornelli dai suoi colleghi dell'Associazione Cuochi Potentini. Oltre a Giovanni Caggiano e Giuseppe Paolucci, ci saranno il pastry chef Vincenzo Romano e Vito Amato che recentemente ha guidato il Team Basilicata alla conquista della medaglia d'oro nel concorso nazionale a squadre di cucina calda tenutosi a Catania.

I cinque cuochi daranno vita ad una cena da non perdere che come nella filosofia dello chef Isoldi proporrà prodotti e piatti tipici lucani rielaborati in chiave moderna.

Il menu inizierà con una “Verticale di baccalà” seguita da “Uovo e tartufo dal classico al moderno”, gnocchi di patate con cuore di mozzarella, “Lagane e ceci a modo nostro”, stracotto di vitello all’aglianico e infine come dessert la spicy crumble “Ricordi”. Il tutto abbinato ai vini dell’enoteca San Pietro di Salerno.

L'evento è organizzata in collaborazione con Luis Wine & Dine Events.

La prenotazione è obbligatoria. Per info chiamare il 340.1864627.

mercoledì 14 ottobre 2015

Al via la Sagra della Salsiccia e della Patata Silana

POTENZA - La Sagra della Salsiccia e della Patata Silana è l’evento cardine della Sila Piccola, che ogni anno si pone l’obiettivo di conservare e rivalutare il prodotto primordiale del territorio, La Patata Silana, proponendola sotto vari aspetti proprio nel periodo in cui essa viene estratta dal grembo della madre terra, così da farne anche assaporare la sua umile freschezza.

L’evento ad oggi, è diventato anche occasione di riscoperta delle antiche tradizioni culinarie e degli antichi mestieri, prodigandosi a dar spazio anche alle decine di artigiani ed espositori eno-gastronomici che con amore e dedizione prospettano al visitatore tutto ciò che ad oggi risulta quasi dimenticato.

Dal cesto artigianale all’antico utensile da lavoro, dall’apicoltore al casaro, dall’espositore di formaggi e salumi tipici a quello di ortaggi e patate, insomma un esplosione di sapori e profumi che si traducono in quelli che sono i 3 nostri obiettivi primordiali, CONSERVAZIONE, RIVALUTAZIONE, DESTAGIONALIZZAZIONE.

Tra l’arte e le tradizioni, emerge la MUSICA e il GIOCO, due nomi comuni che insieme al BUON GUSTO e alla NATURA completano quello che può essere definito il quadro perfetto del BENESSERE.

Per dipingere al meglio il Benessere si è pensato di articolare l’evento in due giornate, la prima dedicata esclusivamente all’esposizione di prodotti tipico/artigianali, la seconda dedicata alla preparazione delle tradizionali porzioni Sagra e pietanze a base di Patata oltrechè all’esposizione di prodotti tipico/artigianali come il giorno precedente.

Tra le tante note musicali che emergeranno nei due giorni, potrete divertirvi con Tiro alla Fune, gioco della Pignatta, corsa con i sacchi e tanti altri giochi tradizionali a base di premi culinari che verranno proposti dall’equipe di animazione per allietare la giornata dei più grandi.

In tutto ciò non si può dimenticare i più piccoli, che potranno dar sfogo al loro divertimento nell’area gonfiabili allestita per l’occasione, con possibilità di sgranocchiare Pop-Corn e fare foto con le nostre Mascotte.

Scheda Evento
Titolo: 32^ Sagra della Salsiccia e della Patata Silana

Date: 24/25 Ottobre 2015

Luogo: Villaggio CuturaSila, Piazzale Hotel Olimpo

Telefono per informazioni: 0961922048
Mail per informazioni: gianni_vince@virgilio.it
Sito internet: https://www.facebook.com/Sagra-Della-Salsiccia-E-Della-Patata-Silana-716830005012884/

Fonte: CatanzaroInforma

lunedì 7 settembre 2015

Unti e bisunti: Chef Rubio a Matera

MATERA - Andrà in onda domani, martedì 8 settembre, su DMAX (Canale 52 digitale terrestre), la puntata di UNTI E BISUNTI girata a Matera lo scorso maggio.

Frutto di una collaborazione tra la produzione del programma che ha selezionato le location, alcuni operatori del luogo e l’Apt Basilicata che ha ospitato e seguito il press tour e le riprese, il rinomato format condotto da Chef Rubio, protagonista di sfide di street food nelle più suggestive località turistiche italiane, domani parte da Sud e fa tappa tra i Sassi di Matera per un viaggio tra cultura, cibo, tradizioni e straordinari personaggi.

L'appuntamento con UNTI E BISUNTI è quindi alle 21:10 con una puntata sulla Calabria, cui seguirà intorno alle 22 la puntata materana. Su DMAX (Canale 52 digitale terrestre; Canale 136 e 137 Sky; Canale 28 Tivù Sat).

giovedì 20 agosto 2015

Filiano: al via la 43ª Sagra del Pecorino di Filiano DOP e dei prodotti lattiero caseari

FILIANO - Il Comune di Filiano organizza il 5 e 6 settembre prossimi a Filiano la 43° Sagra del formaggio che ha reso famoso il piccolo paesino in tutta Italia: il Pecorino di Filiano.

“Quando lavori bene, il formaggio canta, si sente cantare da lontano...” (Zì Vito, pastore di Filiano)
Zì Vito, pastore, allevatore e produttore di Pecorino di Filiano, ha lasciato in eredità un concetto di grande modernità: la qualità si vede, è un mezzo che abbatte le frontiere e consente di conquistare qualunque mercato.

Nata con l'obiettivo di migliorare le razze di ovini e quindi la qualità del formaggio, oggi la Sagra è diventata un'importante mostra mercato per promuovere i propri prodotti. Quest'anno, per la prima volta, riuniti gli espositori da tutti i 30 comuni dell'area di produzione del Pecorino di Filiano.

Fate un giro tra le vie del paese, troverete non solo l'ottimo Pecorino ma potrete assaggiare tante altre prelibatezze, dalle soffici burrate ai saporiti provoloni, fino alle più elaborate creazioni frutto della fantasia ed esperienza dei nostri produttori. Oltre ai prodotti lattiero caseari, potrete degustare vino, miele e tante altre eccellenze dell'enogastronomia lucana.

Ma la Sagra è anche tradizione e folklore, potrete ammirare gli antichi abiti aviglianesi che indossavano i nostri nonni, e sarete allietati dalla musica di organettisti locali e coinvolti dai balli dei gruppi folkloristici.

Sabato 5 alle 21.30 lo spettacolo di Officine Popolari Lucane di Pietro Cirillo da Tricarico (MT), l'anima taranta della Lucania.

Domenica 6 alle 21.00 Musicamanovella da Pignola (PZ), una commistione di stili e di culture musicali, dalla Lucania al Nordafrica alla Jamaica in uno dei gruppi più interessanti del panorama locale.

Ricordi di tempi lontani, enogastronomia, gioia, divertimento, convivialità, la Sagra del Pecorino di Filiano è questo e molto altro ancora.

giovedì 9 luglio 2015

Un viaggio esperienziale nel circuito del gusto di Crusco's

Prosegue all’insegna del pieno coinvolgimento dei partner all’interno del sistema enogastronomico e turistico lucano di qualità, il percorso emozionale di  Crusco’s. Il brand con i baffi dell’ambizioso progetto di Sapere Lucano guarda alla vie del gusto con il dichiarato intento di esportare la Basilicata nel mondo attraverso i Pèperi.

Per toccare con mano le caratteristiche di eccellenza dei partner tutti lucani di Crusco’s, alcuni degli affiliati coinvolti finora, provenienti da Roma e da Sorrento, hanno fatto visita di recente alle aziende di Sapere Lucano.

Il gruppo ha potuto dapprima far visita a “Sorelle Palese” di Potenza, star del forno menzionate dal Gambero Rosso nella guida Street Food. Nelle sale dedicate alle visite didattiche per le scuole, ha trovato spazio un excursus storico sulle attrezzature e sugli utensili per la produzione del pane. La visita si è spostata poi in un corner dove i visitatori vengono coinvolti in giochi sui cinque sensi: la farina, il grano ed altri ingredienti da annusare, scoprire al tatto o ascoltare in modo nuovo e inconsueto. Di qui, gli ospiti di Crusco’s sono stati introdotti alla produzione, curiosando nel laboratorio per il pane, i dolci e i biscotti, e infine passando per la grande sala del forno a legna, del quale hanno potuto gustare una squisita pizza.

Seconda tappa del tour, il caseificio Pace Bio, vanto di Sapere Lucano per la produzione casearia da agricoltura biologica. Gli ospiti hanno potuto conoscere la filiera di produzione dei formaggi, anche attraverso assaggi di mozzarelline, ricotte e provolone, ed il significato dell’essere BIO: l'uso efficace delle risorse di Potenza, dai metodi naturali di fertilizzazione della terra alla coltivazione dei foraggi per il bestiame all'interno dell'azienda, fino all'allevamento a stabulazione libera e all'aperto. Sono gli stessi standard della Lucana Salumi di Picerno, che ha aperto le porte del suo stabilimento di produzione per raccontarne la filiera genuina e sana.

Finito il tour, i franchisee sono stati condotti nell'Hub di Tito, presso Idea Factory, dove, allestita la sala riunioni come un vero e proprio locale Crusco’s, oltre a poter ammirare gli ulteriori prodotti esposti, hanno potuto gustare tre dei Pèperi del menù: Brezza, Lucania Mia, Dulcis Passio. Il momento di degustazioni è terminato con il gelato, il sorbetto e i dolci freddi dell’azienda Fresco, altro fiore all'occhiello di Sapere Lucano.

Ognuno dei prodotti degustati è stato accompagnato dalla spiegazione dei rispettivi chef. Intorno al grande tavolo in legno caratteristico della linea Crusco’s, Péperi alla mano, indossati i famosi grembiuli “Gustati un Pèpero”, si è ricreata quella convivialità e quella condivisione che rappresentano il più intimo DNA di Crusco's, di cui anche gli affiliati sembrano essere fieri portatori.

lunedì 18 maggio 2015

Apt e cuochi lucani portano la Basilicata a Cibo a Regola d’Arte

MILANO - La presenza della Basilicata ad EXPO2015 si arricchisce di nuovi eventi e occasioni che puntano a promuovere in vari modi le peculiarità lucane ai tanti visitatori che in queste settimane hanno cominciato ad affollare Milano.

Accanto alla presenza istituzionale del padiglione in fiera, il programma dei cosiddetti “fuori Expo”, ovvero degli appuntamenti dentro la città a cura di Apt Basilicata, dopo l’inaugurazione dello spazio in libreria Mondadori, continua con la prima rassegna interamente dedicata al cibo, che avrà luogo dal 19 al 24 maggio alla Triennale.

Si tratta di “Cibo a Regola d’Arte”, una kermesse di sei giornate non stop sulla cultura a tavola con autori, artisti, giornalisti e grandi cuochi: Massimo Bottura, Antonino Cannavacciuolo, Caterina Ceraudo, Carlo Cracco, Davide Oldani, Niko Romito, impegnati in masterclass, conversazioni, show cooking, incontri, laboratori per bambini. Giunta alla terza edizione, l’iniziativa è organizzata da Corriere della Sera e RCS con la Basilicata tra i principali partner e protagonisti, con tre eventi nei giorni centrali della rassegna.

Gli eventi lucani a Cibo a Regola d’Arte proseguono il percorso già iniziato a marzo scorso con il protocollo sottoscritto con l’Unione Regionale Cuochi Lucani e le prime iniziative svolte a Sheraton Malpensa e Riva del Garda. In sostanza si tratterà di due showcooking realizzati dagli chef lucani Vito Amato e Loredana Diasio, protagonisti il 20 e il 22 maggio, e di un appuntamento di speaking con il direttore generale dell’Apt, Gianpiero Perri, e con lo chef lucano Rocco Pozzulo, da pochi giorni divenuto presidente nazionale Federazione Italiana Cuochi e per questo presenza particolarmente autorevole per raccontare il food lucano.

Faranno da cornice agli eventi le esposizioni di prodotti lucani, degustazioni e attività di comunicazione supportate dalla collaborazione con RCS e il Corriere della Sera.

Sarà quindi l’occasione per presentare una Basilicata “unica” anche a tavola: con prodotti che legano la storia della gastronomia lucana a una visione di qualità e originalità che l’estro e l’esperienza dei cuochi potrà dare. Tra i prodotti il pane di Matera, i peperoni cruschi e il pecorino che si affiancheranno alla lucanica, prodotto il cui nome stesso evoca le origini territoriali, conosciuto in tutto il mondo e che più di tutti può fare da locomotiva per il brand per la nostra regione e il suo food.
“Nel suo processo di crescita come destinazione turistica – commenta il direttore Perri – la Basilicata può sfruttare un veicolo di promozione importante come il food di qualità, sempre più considerato come testimonial di promozione territoriale, come elemento fondamentale di marketing integrato e non più solo come produzione agroalimentare. Ovviamente reinterpretando la nostra qualità in chiave moderna, grazie alla collaborazione con gli chef”.

“E’ proprio questo il senso della collaborazione con l’Apt – gli fa eco Rocco Giubileo, presidente dell’Unione Regionale Cuochi Lucani – che ha come obiettivo il posizionamento di una regione il cui food può essere elemento caratterizzante di un futuro turistico in continua crescita”.

mercoledì 6 maggio 2015

L’Abbraccio dei Briganti “TANGO Meeting 2015“ alla 3^ Edizione

BARILE - Nella prestigiosa location del Grand Hotel Garden di Barile nel pomeriggio di venerdì 8 maggio si apre "L'abbraccio dei Briganti", tradizionale Tango meeting giunto ormai alla terza edizione. È un evento che si propone di chiamare a raccolta i "tangueros" di varie regioni italiane, in particolar modo del sud, per condividere tre giorni di danza, turismo, cultura ed eno-gastronomia.

Esso nasce dal forte spirito associativo del gruppo Brigan’Tango di Rionero in Vulture, che sta facendo proseliti nelle cittadine del Vulture Melfese e che vuole aprirsi alle altre realtà di appassionati della magica danza rioplatense per scambiare con loro la propria esperienza. Offrendo agli ospiti una suggestiva location alle pendici del Vulture ed altri momenti associativi, come la visita naturalistica a Monticchio Laghi, quella all’Abbazia ed al museo di storia naturale del Vulture, l'escursione alle grotte dei briganti e la degustazione di prodotti tipici enogastronomici, l'evento intende promuovere il territorio e le sue eccellenze.

Il Tango Argentino è amato e conosciuto in tutto il mondo, tanto che nel 2009 entra a far parte del patrimonio dell’UNESCO come bene culturale immateriale dell’umanità. Il Tango Argentino come Sport, sì perché ballare è a tutti gli effetti uno Sport, tanto che l’Istituto di Scienza dello Sport del C.O.N.I. ha equiparato il ballo, per il suo impegno fisico ad altre attività sportive come la corsa e il ciclismo. Partecipano a questa edizione del meeting, finora unico nel suo genere in Basilicata, i maestri Rino Fraina e Graziella Pulvirenti dalla Sicilia, istruttori dell’associazione Brigan’Tango, ed i maestri portoghesi Rui Barroso e Ines Gomes, mentre interverranno appassionati dalla Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Lazio, Abruzzo e Basilicata. Il meeting si concluderà domenica pomeriggio 10 maggio con una “charla” multimediale sulla "Poesia nel Tango" e la milonga di arrivederci alla prossima edizione.

martedì 10 marzo 2015

A Potenza la Festa del Cioccolato

POTENZA - La “Festa del Cioccolato”, la golosa e famosa Kermesse dedicata al cioccolato ed al gusto che sta avvolgendo tutta l’Italia, approda per la prima volta anche nella Città di Potenza. La rinomata manifestazione apprezzata per aver divulgato e promosso in giro per l’intera penisola la grande sapienza ed arte dei più grandi maestri cioccolatieri dell'Associazione nazionale CHOCO AMORE, sarà presente per la prima edizione in Basilicata dal 19 al 22 marzo in Piazza Mario Pagano a Potenza, come evidente dimostrazione della volontà dell’organizzatore, dell'Ente ospitante, dei partner ma soprattutto dei cittadini Lucani di contribuire positivamente all’immagine ed allo sviluppo del proprio territorio valorizzandolo grazie ad iniziative gastronomico-culturali di particolare pregio. Sull’onda dello straordinario successo delle altre tappe italiane del tour delle FESTE DEL CIOCCOLATO NAZIONALI e grazie all’entusiasmo ed alla calorosa accoglienza dei cittadini, la città di Potenza è pronta ad ospitare questa golosa Manifestazione ricca di tante sorprese e novità per grandi e piccini.

L’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Potenza, verrà inaugurata giovedì 19 marzo alle ore 12:00 in Piazza Mario Pagano e per un intero week end, si vestirà di tutti i colori del cioccolato diventando la cornice perfetta di un evento unico che punta tanto al gusto quanto all’eleganza, come avviene ormai da tempo nelle altre città italiane. Questo “contenitore” gustoso, dalla formula innovativa e vincente, ha in questi anni accolto gustose creazioni di artigiani cioccolatieri ed un ricco programma di appuntamenti dedicati ad un pubblico variegato, esigente ma soprattutto attento alla qualità ed al gusto. Per questa prima edizione potentina, dal giovedì alla domenica dalle 10:00 a notte, la città accoglierà abili maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia che proporranno in esclusiva le loro prelibatezze, vere e proprie creazioni artistiche per offrire ai visitatori un vero e proprio percorso nel gusto, tra le infinite declinazioni del cioccolato.

Da mattina fino a tarda sera sarà infatti possibile trascorrere una piacevole giornata allietata dalle numerose iniziative ludiche e di intrattenimento ed inoltre sarà possibile prendere parte a tante attività didattiche. L’evento nei dettagli sarà presentato in conferenza stampa dagli organizzatori e dai rappresentanti l'Associazione CHOCO AMORE mercoledì 18 marzo ore 11:00, presso la sala dell'Arco del Palazzo di Città. In tale occasione ove è anche prevista la presenza del Sindaco di Potenza Dario De Luca, si entrerà nel dettaglio dell'Evento e delle caratteristiche e proprietà benefiche del “cibo degli Dei”.

martedì 2 dicembre 2014

Tour di Peppe Zullo verso l’Expo, da Matera un premio speciale

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – Il viaggio di Peppe Zullo verso l’approdo a Expo 2015 si è arricchito di nuove e importanti tappe in queste ultime settimane. A Roma, all’Excelsior di via Veneto, il cuoco contadino ha partecipato assieme ad Albano Carrisi, Renzo Arbore, Luca Sardella e Francesco Giorgino a “Effetto Puglia, Terra di cultura millenaria”, una serata-evento organizzata dai Rotary Club della Capitale per promuovere le eccellenze pugliesi.

Il 26 novembre, sempre a Roma, Peppe Zullo è stato chiamato a inaugurare, in qualità di “padrino” speciale dell’iniziativa, il primo orto universitario d’Italia, quello della LUISS.

“E’ stato un onore e un grande piacere”, racconta il cuoco. “All’Excelsior abbiamo discusso delle qualità eccelse della Puglia, delle sue vocazioni tra radici e innovazione, con testimonial importanti che hanno dato luce ai migliori aspetti della cultura pugliese nel mondo. Mi sono sentito onorato e gratificato, inoltre, dall’invito della LUISS che ho accolto subito con entusiasmo. Dal mio orto di Villa Jamele a quello di una delle migliori università del mondo il passo è stato naturale e pieno di significati”.

Giovedì 27 novembre, poi, il cuoco-contadino, secondo la definizione che ne ha dato Carlo Petrini, è tornato ancora una volta a “Geo”, programma di Rai Tre dove ormai è ospite abituale. Questa volta, nella trasmissione di Sveva Sagramola, Peppe Zullo ha portato il lampascione, le straordinarie proprietà di questa materia prima della cucina pugliese, e le ricette che stanno facendo riscoprire un elemento unico della tradizione culinaria della Daunia. “A breve, Orsara di Puglia, il mio paese, festeggerà un’altra centenaria – ha detto in tv il precursore della filosofia slow food – Il segreto della longevità è nella qualità eccezionale della nostra terra, ricca di selenio e di antiossidanti. Siamo ciò che mangiamo e dobbiamo nutrirci di ciò che siamo sempre stati, un popolo contadino che deve tornare a rispettare la propria terra, non deve scordarsi mai di quale sia il proprio capitale umano, culturale e ambientale”.

Molto significativa la partecipazione di Peppe Zullo, venerdì 28 novembre, alla Settimana dello sviluppo sostenibile promossa dall’Unesco e dall’Università di Foggia, oltre che da Promodaunia. All’incontro ospitato dall’aula magna dell’Istituto Giannone Masi, davanti a circa 200 studenti foggiani, il cuoco di Villa Jamele ha testimoniato il proprio percorso di promotore delle eccellenze pugliesi nel mondo. Il tour di Peppe Zullo proseguirà a Matera, mercoledì 10 dicembre, dove si terrà “Antichi Sapori Eat Local, Food & Fashion Festival”. Nella città dei sassi, Capitale Europea della Cultura 2019, Peppe Zullo riceverà un premio speciale quale ‘custode’ e maestro della cultura enogastronomica pugliese nel mondo. “Tornerò molto volentieri a Matera”, ha dichiarato il cuoco orsarese, “perché quella città, con la candidatura vittoriosa a Capitale Europea della Cultura, ha dimostrato che il Sud può farcela solo se punta le sue possibilità di riscatto, con orgoglio consapevole e determinazione, sulle proprie vocazioni più autentiche e uniche”.

Info: www.peppezullo.it - www.villajamele.it