Visualizzazione post con etichetta Potenza. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Potenza. Mostra tutti i post

lunedì 10 giugno 2019

Gio Evan: il 16 Giugno A Potenza 'Capta – Tornate Sovrumani'


POTENZA - Cresce l’attesa per “Capta – tornate sovrumani”, la nuova tournée di Gio Evan, il poliedrico artista che, con circa 700.000 follower, è il poeta vivente più seguito in Italia, che farà tappa domenica 16 giugno a Potenza sul palco di Festinsieme 2019 in Piazza Don Bosco.

Scrittore, cantautore, umorista, Gio Evan torna alla dimensione live, dopo il successo dell’ultimo tour che ha fatto registrare il tutto esaurito da nord a sud, e dopo la pubblicazione di “Himalaya Cocktail” (1Day/MArteLabel, distribuzione Artist First) il nuovo singolo e video che ha ottenuto la cover della playlist Scuola Indie di Spotify e che anticipa l’album di inediti in uscita il prossimo autunno, e di “Cento Cuori Dentro” (Fabbri Editori) il suo ultimo romanzo.

Sul palco Gio Evan, accompagnato da una super band di 5 elementi composta da membri degli Anudo e degli Elephantides, porterà ancora una volta le sue doti di musicista, autore e interprete, che fanno di lui un artista unico nel panorama del nostro paese: “Parlerò di presunzione e autostima, come e quando riconoscerli, dell'importanza di riconoscere la bellezza che si fa. Parlerò di quanto sia importante e sacro ritornare a giocare, di come il gioco sia la cosa più seria rimasta da fare. Parlerò di acrobazie e di acrobati in un mondo che ha dimenticato come si fanno i salti mortali”, racconta.

Queste le prime date annunciate: 8 giugno Taranto (Medimex), 16 giugno Potenza (Festainsieme), 19 giugno Roma (Na Cosetta estiva), 4 luglio Milano (Castello Sforzesco), 5 luglio Montecampano di Amelia – TR (Arde Rocche), 19 luglio Rosolina Mare – RO (Voci per la libertà), 28 luglio Cittadella – PD (Into the wild Music Festival), 22 agosto Castelbuono – PA (Musaic-On Festival), 31 agosto Venaus – TO (Borgate dal vivo Festival).

“CAPTA – tornate sovrumani” è una produzione Massimo Levantini per Baobab Music & Ethics; per tutte le info: www.baobabmusic.it.

www.gioevan.it
www.instagram.com/gio_evan
www.facebook.com/gioevanofficial

Ballottaggi: Potenza alla Lega


POTENZA - Il ballottaggio per l'elezione a Sindaco di Potenza, vede prevalere la Lega con il candidato Mario Guarente che, nel suo discorso di ringraziamento, rilancia uno slogan comparso nei giorni scorsi nel capoluogo lucano. "Prima gli ultimi - ha detto - è anche un nostro slogan".

Per la prima volta dal Dopoguerra la città di Ferrara vira a destra ed elegge sindaco Alan Fabbri, lasciando il centrosinistra dietro di oltre dieci punti percentuali. I ballottaggi per le elezioni in 186 comuni italiani si chiudono con la "storica vittoria" - come l'ha definita lo stesso neosindaco - del centrodestra nel capoluogo toscano, con il ritorno a sinistra di Livorno - dopo la parentesi pentastellata di Filippo Nogarin - e con il successo del Movimento 5 Stelle nell'unico ballottaggio in cui era in corsa, quello di Campobasso.

Il Pd torna a vincere a Livorno con Luca Salvetti, che riconquista così la città che aveva perso cinque anni fa. Il centrosinistra tiene anche a Prato, Reggio Emilia, Cesena e Cremona.

A Biella è Claudio Corradino, candidato di Lega, Fi e Fdi, a vincere la sfida interna del centrodestra, conquistando il successo su Donato Gentile, in corsa per alcune liste civiche. In Umbria il centrodestra batte il centrosinistra per 4-1, lasciando agli avversari solo Gubbio.

Ad Avellino, dove la sfida era tutta interna al centrosinistra, ha vinto di una manciata di voti Gianluca Festa, sostenuto da alcune liste civiche di centrosinistra, su Luca Cipriano sostenuto da Pd e liste civiche.

domenica 9 giugno 2019

A Potenza ballottaggio tra Guarente e Tramutoli


POTENZA - Nella giornata di oggi si è svolto a Potenza il ballottaggio per definire chi tra Mario Guarente di centrodestra e Valerio Tramutoli di Basilicata possibile, sarà il prossimo Sindaco, che andrà a succedere al precedente Primo Cittadino, Dario De Luca. Coloro che hanno diritto a votare sono circa 58 mila.

“Arbëria” arriva nei cinema della Basilicata


POTENZA - Il film “Arbëria”, opera prima della regista Francesca Olivieri, arriva nella regione che ha contribuito a realizzarlo: la Basilicata.

Dopo la distribuzione in 12 sale della Calabria; il successo alla Casa del Cinema di Roma, dove in occasione delle “Giornate del Cinema Albanese“ (dal 31 maggio al 2 giugno scorsi) è stato necessario allestire una doppia proiezione - non programmata - per consentire l’ingresso a tutto al pubblico in fila; e dopo il Premio del Pubblico al Dea Open Air International Film Fetivale di Tirana, Arbëria continua la sua diffusione.

Il film prodotto dalla Opne Fields Production sarà infatti in proiezione il 13 giugno al Cine Teatro “Ruggiero” di Melfi, alle 18.30 e alle 20.30; il 17 giugno al Cine Teatro “Don Bosco” di Potenza, alle 20.30; e il 17, il 18 e il 19 giugno al Cinema “il Piccolo” di Matera, alle 19.30.

Alla proiezione del 13 giugno, a Melfi, insieme alla regista di origine calabrese ci sarà Donato Michele Mazzeo, presidente dell’associazione “Basilicata Arbëreshë” e Giampiero Francese regista del film "Luci su Tirana" e gestore del Cine Teatro Ruggiero.

Alla proiezione presso il Don Bosco di Potenza, e alla seconda giornata di Matera (il 18), saranno presenti Francesca Olivieri e il direttore della Lucana Film Commission, Paride Leporace; i produttori della Open Fields e il distributore, Lago Film.

Il film - che racconta il ritorno alla origini da parte di Aida, una giovane donna arbereshe, intraprendente e autronoma, che deve fare i conti con la propria identità sociale e culturale – è un film molto lucano, non solo per la presenza, in Basilicata, di diverse comunità arbëreshe, ma anche per il sostegno che ha ottenuto della Lucana Film Commission attraverso il Bando Lu.Ca. (finanziemanto condiviso delle Regioni Basilicata e Calabria) e, soprattutto per il cast artistico e tecnico che lo ha realizzato: Antonio Andrisani (nel ruolo di “Giordano”, compagno della protagonista, interpretata da Caterina Misasi); Fabio Pappacena (ruolo “Vincenzo”, ex amante della protagonista); Giuseppe Ricciardi (costumista); Cristian Auricchio (assistente costumista e arredatore); Davide Laguardia (reparto fotografia); Robert Lani (coreografo); Marica Montemurro (storyboard).

Inoltre, alcune scene in esterna sono state girate ad Aliano, sui Calanchi e nelle zone della Basentana. Mentre a Melfi sono stati effettuati i casting ai quali hanno partecipato circa 200 persone.

***

“Arbëria” (80 min; Italia, 2019) è il docufilm opera prima della regista calabrese Francesca Olivieri, che indaga i legami forti e l’eredità culturale delle comunità arbëreshë che ancora sopravvivono in alcuni piccoli borghi di Calabria e Basilicata.

Attraverso gli occhi della protagonista Aida, la regista – la cui famiglia ha origini nel piccolo borgo arbëreshë di Santa Caterina Albanese – vuole affrontare il tema della riscoperta delle proprie origini e, soprattutto della ricucitura degli strappi con essa e i suoi stringenti vincoli. Il film non racconta solo le vicissitudini della protagonista, ma si fa carico anche del ricordo di un’intera comunità, quella degli arbëreshë, che ha dato origini al territorio dell’Arbëria – un enclave di Albania in Italia – per sfuggire dalle persecuzioni subite tra il XV ed il XVIII secolo, e la cui cultura oggi rischia di scomparire sotto il peso di una omologante cultura globale.

È un conflitto tra tradizione e modernità quello attraversato dalla protagonista del film all’interno di questa aerea geografica e sentimentale, l’Arbëria, che di fatto non esiste. La donna vive una vera nostalgia dell’appartenenza, un sentimento comune dei tempi moderni che paralizza il presente e sterilizza il futuro di molti, sempre alla costante ricerca di se stessi e della propria identità.

Il film è prodotto dalla Open Fields Productions, in collaborazione con Lucana Film Commission e Calabria Film Commission, con il sostegno di MiBAC e SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina”, con il supporto di BCC Mediocrati e Echoes. Arbëria è distribuito dalla LAGO Film, nuova realtà cinematografica calabrese.

FRANCESCA OLIVIERI

Francesca Olivieri si è formata a Bologna, dove si è laureata in Discipline Semiotiche e ha iniziato a lavorare sui set come aiuto regista. Ha continuato la sua formazione professionale in Francia, dove ha affiancato documentaristi e registi televisivi. Si è avvicinata alla scrittura e alla regia frequentando la scuola di Marco Bellocchio.

Arbëria è la sua opera prima.

NOTE DI REGIA

“La storia di Arbëria è ispirata alle vicende di alcune donne della mia fagrafici con la modalità narrativa dell’auto-fiction, cercando di ricreare una grazia nell’ invenzione del reale. Il soggetto in questione è evidentemente personale, sono a mia volta una giovane donna migrata, e spero che questa storia di generosità umana possa interessare un pubblico disperso culturalmente. La dispersione del sangue, la doppia cultura, l’appartenenza etnica rifiutata, oppure nascosta, questi sono i temi che mi hanno ispirato.

Filmare questa storia in una comunità arbëreshë è anche un atto politico: ho capito che la storia e l’attualità di questo popolo sono un paradigma di tutte le minoranze etniche che subiscono un decadimento. Ho voluto raccontare la storia di un individuo sradicato che vive una vera nostalgia dell’ appartenenza. Ho quindi deciso di parlare del rapporto di una donna con le sue origini, soprattutto per rendere omaggio alle donne arbëreshë che sono state capaci di elaborare vecchio e nuovo, mantenendo la loro lingua e i costumi in equilibrio tra senso della memoria e desiderio di emancipazione”.

CAST ARTISTICO

A interpretare il difficle ruolo di Aida è Caterina Misasi, attrice romana di origini calabresi nota al grande pubblico per le sue partecipazioni sul piccolo schermo in “Un Medico in Famiglia”, “Centovetrine”, “Vivere”. Ha lavorato con registi come il premio Oscar Enzo Monteleone, Paolo Genovese, Riccardo Donna, Tiziana Aristarco, e al fianco di Alessio Boni, Giulio Scarpati, Nino Frassica, Alessandro Gassman, Enrico Brignano, Terence Hill, Elena Sofia Ricci, Alessandra Mastronardi, Francesco Pannofino.

Sul set di Arbëria, a Caterina si sono affiancati la giovane co-protagonista Brixhilda Shqalsi, attrice di origini albanesi, Carmelo Giordano, Anna Stratigò, Mario Scerbo, Alessandro Castriota Scanderbeg, Fabio Pappacena, Antonio Andrisani. Grande entusiasmo ha prodotto anche la presenza della giovanissima e talentuosa interprete Denise Sapia.

CAST TECNICO

Fotografia: Mario Parruccini; montaggio Fabio Nunziata; musiche: Luigi Porto; scenografia: Federica Bologna; costumi: Giuseppe Ricciardi; trucco: Marinella Giorni; produttori esecutivi: Fabrizio Nucci, Nicola Rovito, Andrea Solano.

SOSTEGNO ECONOMICO
Il film è stato realizzato anche grazie al patrocinio di molti comuni che hanno sposato questa operazione di racconto del territorio, come Vaccarizzo Albanese, Oriolo, Acquaformosa, Spezzano Albanese, Plataci, Santa Caterina Albanese, Mongrassano, Caraffa di Catanzaro, Mormanno, San Cosmo Albanese, Cerzeto, San Giorgio Albanese e San Demetrio Corone. Diversi partner privati hanno, infine, collaborato nella realizzazione: Madeo, Amarelli, Patata della Sila, Minisci, La Molazza, Majorana Group, Juvat, IAS, Life, Davida Sposa, Teatro in Note, Francesco Paldino.

TRAILER

https://vimeo.com/324869122/fe5aef0bd4

sabato 8 giugno 2019

Lavello: arrestato un 48enne per possesso di droga


LAVELLO (PZ) - I carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 48enne che è stato trovato con un quantitativo pari a circa cinque chilogrammi di hashish, del valore di mercato di circa 50mila euro, nascosti nella sua automobile. L'uomo è stato fermato durante una serie di controlli che sono stati effettuati lungo la Ss93, nei pressi di Lavello (Potenza).

mercoledì 5 giugno 2019

Anche a Terranova di Pollino (PZ) la ricorrenza dell''European Geoparks Week'


POTENZA - In occasione della "European Geoparks Week", l'8 Giugno, la festa che ogni Geoparco dedica annualmente alla promozione del geoturismo o della fruizione del patrimonio geologico compreso in aree protette, immancabilmente collegato al patrimonio naturale e culturale, l'Ass. #maistaticosìaccesi di Terranova di Pollino(PZ) in collaborazione con l'Ente Parco Pollino organizza un' escursione nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, precisamente ai Geositi internazionali Timpa delle Murge- Timpa Pietrasasso

Il programma è il seguente:

- Ore 9.00 Partenza da Piazza Gen. Virgallita direzione Casa del Conte (munirsi di mezzi propri);

- Ore 9.30 Partenza da Casa del Conte direzione Timpa delle Murge e Timpa di Pietrasasso accompagnati da Istruttrice di Nordic Walking;

- Ore 12.00 Arrivo a Timpa Pietrasasso.

Lungo il percorso verranno effettuate delle soste nelle quali, gli esperti del Geoparco Pollino, illustreranno le peculiarità ambientali dell'area.

- Ore 15.00 Rientro a Terranova di Pollino e visita alla Mostra fotografica

dedicata al "Palio del Grano" , presso la Sala Agorà a cura della Pro Loco di Terranova di Pollino e stand promozionale associativo a cura dell'AVIS.

LA PARTECIPAZIONE E' GRATUITA. e' gradita la prenotazione on-line al seguente link:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-european-geoparks-week-2019-62393414382

Info e prenotazioni telefoniche: 340 2658356

martedì 4 giugno 2019

Potenza: 7 indagati per patenti armi contraffatte


POTENZA - Indagate dalla Procura della Repubblica di Potenza ben sette persone per contraffazione di una moltitudine di diplomi che rendono idonei all'utilizzo delle armi. La Questura spiega come tale pratica serviva per il conseguimento fraudolento di licenze di porto d'armi. Chiusa anche un'armeria, che si trova nella provincia di Potenza. Il titolare della stessa risulta indagato nel procedimento penale in questione.

sabato 1 giugno 2019

Nell'Unibas il 'Festival della sostenibilità'


POTENZA - L'Università della Basilicata prosegue il percorso di azioni di sostenibilità ambientale nelle sue strutture e in linea con la sua 'mission': dopo aver installato nel Campus di Macchia Romana pannelli fotovoltaici e colonnine per la ricarica delle auto elettriche, l'Unibas distribuirà borracce in alluminio e installerà erogatori di acqua (privi di bicchieri o bottigliette di plastica). L'Unibas è anche tra i primi atenei italiani ad aderire al "Festival della sostenibilità" promosso dall'Asvis (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile) con un evento dedicato all'acqua e all'energia, che si svolgerà a Potenza, martedì 4 giugno nel Campus di Macchia Romana (sede Comincenter) dalle ore 9.

"Acqua ed energia: il legame che genera sviluppo e nuovo valore" sarà aperto dai saluti della Rettrice Aurelia Sole, del Direttore generale Giuseppe Romaniello, e del responsabile del Comincenter Antonio Candela. Seguiranno gli interventi del Presidente del Cluster Industria Culturale e Creativa della Basilicata, Raffaele Vitulli sul tema delle "Smart city", e del prof. Salvatore Masi sul tema dei "Materiali". Si prosegue in materia di "Innovazione tecnologica", con gli interventi di Lucio Viscido (Emea-Wcm Research&Innovation, Campus Manufactoring), Leonardo Mancusi (Rse spa) e Giandomenico Marchese (Amm. Unico AqL). Di "lavoro" parleranno Francesco Amendolito (Aidp Puglia), Angelo Bruscino (Ambiente Spa) e Piero Scrimieri (Acquedotto Pugliese). Infine "Consumo e produzioni responsabili" sarà il tema delle relazioni di Rosanna Salvia (Xflies) e Giovanni Pergola (Boote).

La conclusione dei lavori sarà affidata ad Andrea Bellati (Project manager Feem). L’evento, con la collaborazione del consorzio Conunibas, di Sviluppo Basilicata, della Fondazione Eni Enrico Mattei, di T3 Innovation, del Sitema Incubatori d'Impresa, di Lavoradio, dell'Aidp e di Federmanager, "rappresenta - hanno spiegato gli organizzatori - un confronto tra ricerca, didattica, mondo produttivo e giovani, volto a prospettare le potenzialità d'impiego, le competenze richieste e i principali settori coinvolti dall’economia circolare. Il focus tematico è rappresentato dall’indissolubile nesso tra acqua, energia e ambiente, riflettendo su come la domanda e la disponibilità idrica siano cruciali per il fabbisogno alimentare, energetico e di sviluppo di un territorio e della sua comunità". Il protocollo "plastic free" ha invece come obiettivo quello di promuovere la tutela dell’ambiente e un utilizzo più sostenibile delle materie prime: a tale scopo è prevista l’installazione di dispenser di acqua e la distribuzione di borracce personalizzate per "diminuire la produzione di rifiuti di plastica negli Atenei". L'iniziativa dell'Asvis, alla terza edizione, nasce per "sensibilizzare e mobilitare cittadini, giovani generazioni, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità - è scritto nel sito dell'Associazione - e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile".

Lavello: arrestato un uomo per droga


LAVELLO (PZ) - A Lavello (Potenza) i Carabinieri hanno tratto in arresto un 69 enne, in flagranza di reato. Durante una perquisizione, effettuata nella dimora dell'uomo, sono stati trovati undici grammi di cocaina. I militari hanno posto in stato di fermo l'uomo.

venerdì 31 maggio 2019

'Chi è di scena?': la rassegna della Scuola sull’Albero al via il 2 giugno da Melfi


MELFI - Torna anche quest’anno nei teatri lucani “Chi è di scena?”, la rassegna di fine anno accademico de La Scuola sull’Albero, la scuola di teatro più longeva di Basilicata. Dal 2 al 24 giugno a Melfi, Potenza e Lagopesole, otto pièce teatrali originali saranno portate in scena dagli oltre 90 allievi-attori di età compresa tra i 6 e i 20 anni, che hanno scelto di intraprendere un percorso di crescita personale e artistica all’interno del ramo della formazione della compagnia teatrale professionale de L’Albero. I giovani attori sono stati guidati tutto l’anno dal team di educatori e formatori teatrali della compagnia, composto da Donatella Corbo, Assunta Gastone e Gino Marangi, sotto la direzione artistica e didattica di Alessandra Maltempo.

Il primo appuntamento della rassegna è per domenica 2 giugno a Melfi, presso il Teatro “Ruggiero II”, con lo spettacolo “Mistero al museo”, scritto da Mimmo de Musso e Valentina Tramutola per la regia di Alessandra Maltempo. Siamo in un tranquillo museo, che ospita alcune delle opere d’arte più celebri al mondo, fra cui l’Urlo di Munch, la Ragazza con l’orecchino di perla di Veermer, la Marilyn di Warhol, i puttini di Raffaello, Il Bacio di Hayez. Ma, quando i visitatori se ne vanno e le luci si spengono, avviene una sparizione improvvisa. Un giallo in cui i principali sospettati sono proprio le opere d’arte, tutte dotate di un’anima, ma soprattutto di una lingua un po’ lunga. A indagare per trovare il colpevole saranno Camilla Caputo, Elena Cerone, Alice Iacoviello, Marta Iacoviello, Simone Lamorte, Alessandro Latorraca, Giada Mossucca, Greta Spadone.

Il cartellone di “Chi è di scena?” proseguirà l’8 giugno, sempre al “Ruggiero II” di Melfi, dove andrà in scena “Sognare in grande”. Il 10 giugno si va al Teatro “P.P. Pasolini” di Lagopesole, per assistere alla pièce “Alla ricerca dell’ispirazione perduta”, per poi tornare a Melfi con altri tre spettacoli: “S.O.S. guardiani” (12 giugno), “Divi!” (16 giugno) e “L’ultima lacrima” (19 giugno). Chiusura di rassegna a Potenza, al Teatro “F. Stabile”, con “Come una ragazza” (23 giugno) e “The Circus Show” (24 giugno). Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.00, con ingresso alle ore 20.30. Per maggiori informazioni su “Chi è di scena?” è possibile visitare la pagina Facebook “La Scuola sull’Albero”, telefonare al numero 349/8243232 o scrivere all’indirizzo e-mail info@lalbero.org.

Attiva dal 1993 e fondata da Lucia di Cosmo, La Scuola sull’Albero è il ramo della formazione della compagnia professionale de L’Albero, il collettivo artistico diretto da Alessandra Maltempo e Vania Cauzillo, che si occupa di formazione e produzione in campo teatrale. La compagnia, negli ultimi due anni, ha portato il proprio lavoro di ricerca artistica di innovazione dei linguaggi e delle metodologie di formazione e di apprendimento non formale in una dimensione nazionale, grazie ai progetti “SOS Teatro” e “Gamification Garden”. Sta portando avanti, inoltre, all’interno di network internazionali con importanti realtà di Spagna, Grecia, Svezia, Regno Unito e Belgio, progetti legati al linguaggio dell’opera lirica come strumento di integrazione culturale (“Get Close to Opera”) e al potenziamento delle soft skills per facilitare l’accesso dei giovani nel mondo del lavoro (“Fake it till you make it”). Infine, L’Albero è uno dei project leader di Matera 2019, per la quale sta producendo “Silent City”, un’opera lirica originale co-creata con oltre 200 abitanti della Basilicata e con artisti internazionali, che andrà in scena dal 29 novembre al 1° dicembre 2019 a Matera.

L’Albero, via Cardano, 1 - 85025 Melfi (PZ) | cell: 349 8243232 | e-mail: info@lalbero.org

Ufficio stampa: Francesco Mastrorizzi | cell: 347 1241178 | e-mail: francescomas@virgilio.it

A Potenza in campo i carabinieri della 'Sos'

POTENZA - Il comando provinciale dell'Arma di Potenza ha comunicato che è stata utilizzata, nei giorni della festa patronale, un'unità dei carabinieri della "Squadra operativa di supporto" che è in forza all'ottavo reggimento "Lazio", che ha sede a Roma. La scelta è stata fatta per aumentare quella che è la sicurezza in città.

mercoledì 29 maggio 2019

Filiano, si conclude 'Il maggio dei libri 2019'


FILIANO (PZ) - A conclusione della rassegna “Il Maggio dei Libri 2019”, Filiano si prepara per l’ultimo appuntamento dedicato alla lettura: l’incontro “Leggere Poetare Musicare” organizzato dal Forum Giovanile C63 in collaborazione con la Pro Loco di Filiano.

«È un evento che ha lo scopo di sensibilizzare la lettura e di sperimentare un nuovo approccio alla conoscenza. La lettura deve uscire dai luoghi soliti e deve incontrare luoghi e momenti della vita quotidiana. Perciò abbiamo voluto che il nostro evento si tenga qui, tra le persone, anche tra quelle persone che hanno un rapporto sporadico con i libri.» dichiara il Presidente del Forum C63, Angelo Zaccagnino.

La prima giornata, che si è tenuta l’11 maggio in Piazzetta Sandro Pertini, è stata incentrata sul tema “Emozioni: espressioni di un stato d’animo”. Una riflessione che è partita dalla poesia di Alda Merini, continuando con Frida Kahlo, per poi passare a un confronto tra emozioni e sentimenti e infine l’amore di una nonna. Il tutto accompagnato da intermezzi musicali.

La seconda giornata, prevista per venerdì 31 maggio alle ore 17:30 presso la Villa Mancini in Filiano, sarà concentrata su un tema che riguarda ognuno di noi, cioè la società, ed è intitolata “Società frenetica: c’è ancora spazio per provare emozioni?”. Un modo nuovo per riflettere insieme su una domanda che forse molti non si pongono neanche, troppo presi da una vita quotidiana in continua corsa.

Politica: a Potenza ballottaggio tra Guarente e Tramutoli


POTENZA - Sarà il ballottaggio tra Mario Guarente e Valerio Tramutoli che si svolgerà il 9 Giugno prossimo, a definire il prossimo Primo Cittadino di Potenza. Dopo il primo turno, con il 44,7 % è in netto vantaggio Guarente, che è espressione della Lega, a capo di una coalizione di sei liste di centrodestra. Segue Tramutoli con il 27,4 %, sostenuto da Basilicata possibile e dalla civica Potenza città giardino).

Proprio Basilicata possibile, con il 13,8% è la prima lista, mentre il candidato consigliere più suffragato è Francesco Cannizzaro (Potenza Civica-Guarente sindaco) con 882 preferenze.

Intanto Guarente ha smentito apparentamenti al secondo turno, perché, ha affermato, "non ci si allea con chi ha una visione ideologica diversa dalla nostra".

martedì 28 maggio 2019

'Potenza di Hollywood', rassegna di cinema made in Usa


POTENZA - Si svolgerà da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno, presso il cinema Due Torri, Potenza di Hollywood, la rassegna di cinema made in USA.

Organizzata da FlexyMovies in collaborazione con 01Distribution e Adler Entertainment, la rassegna si propone di portare a Potenza 14 visioni di grande cinema americano d'autore recente, di cui 6 in versione originale con sottotitoli in italiano, e 2 proposte per i più piccoli ma non solo.

La rassegna si inserisce nel solco di Moviement, l’iniziativa promossa dall'industria cinematografica italiana per ri-lanciare il cinema di qualità come forma d'intrattenimento culturale tutto l'anno. È curata da Alessandro Masi, creatore di FlexyMovies e professionista della distribuzione cinematografica con esperienza pluriennale negli Stati Uniti.

“Con Potenza di Hollywood – ha spiegato Alessandro Masi – il meglio del cinema americano d'autore arriva a Potenza. L'intento è anche quello di creare un evento culturale per il centro e per il cinema Due Torri in particolare, ed invogliare il pubblico a frequentare le sale cinematografiche anche d'estate."

Il programma

Si parte venerdì 31 maggio alle ore 19 con la proiezione di Leave No Trace (v.o. sottotitolata in italiano), una fiaba nera firmata Debra Granik. La regista torna all’opera a otto anni dal successo di Un gelido inverno, che consacrò la presenza di Jennifer Lawrence nel firmamento hollywoodiano. Alla stessa ora, è in programma L'estate addosso, scritto e diretto da Gabriele Muccino.

E se qualcuno si è lasciato sfuggire La La Land (v.o. sottotitolata in italiano), il capolavoro di Damien Chazelle vincitore di ben 6 premi Oscar, questo è il momento giusto per recuperare. La pellicola, un felice connubio di note e immagini, sarà in sala alle ore 21.30. Nel frattempo, sarà la volta anche di Soldado, l’action movie dal sapore western che ha segnato il debutto hollywoodiano di Stefano Sollima.

Tutt'altre atmosfere sono quelle che caratterizzano Captive State di Rupert Wyatt, in programma alle ore 19 di sabato 1 giugno. Un thriller claustrofobico dalle molteplici letture, a cui si affianca nella programmazione Ella & John - The Leisure Seeker di Paolo Virzì (v.o. sottitolata in italiano). Uno sguardo nostalgico sull’esistenza con gli occhi di Helen Mirren e Donald Sutherland.

E per chi ama il genere storico, ecco alle ore 21.30 The Post di Steven Spielberg (v.o. sottotitolata in italiano). Una lettera d’amore al mestiere del giornalista, scritta rievocando la vicenda dei Pentagon Papers, documenti top-secret del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d'America svelati grazie all’audacia di Katharine Graham. Si prosegue anche con Valerian di Luc Besson.

Domenica 2 giugno alle ore 11 spazio anche ai più piccoli, con la proiezione di due film a loro dedicati. Si tratta di Zanna Bianca di Alexandre Espigares, primo film d’animazione dedicato al celebre personaggio letterario creato da Jack London. E poi, ancora, Wonder di Stephen Chbosky, pellicola di grande profondità con cui riavvicinarsi alla buona pratica della gentilezza.

Si riparte sempre il 2 giugno alle ore 19 con La ragazza del treno di Tate Taylor. Un’opera enigmatica da cui lasciarsi trasportare come da un convoglio in corsa. Si prosegue con Suburbicon di George Clooney (v.o. sottotitolata in italiano), un racconto impietoso dell’ipocrisia della middle class interpretato tra gli altri da Matt Damon e Julianne Moore.

Con Silence di Martin Scorsese, film su fede e religione, ci ritroviamo su un territorio al confine con l’horror. Il film è in programma alle ore 21.30, accanto a Molly's Game di Aaron Sorkin (v.o. sottotitolata in italiano), la vera storia di Molly Bloom, promettente sciatrice che a soli 26 anni si reinventò ponendosi a capo di uno dei più grandi giri di poker clandestino degli Usa.

Informazioni

Dettagli evento: https://www.facebook.com/events/2451268574925718/

Filiano, "Leggere è… un divertimento fatto di parole”: premiati i vincitori del concorso di scrittura


FILIANO (PZ) - “Cara amica mia, devi sapere che leggere mi trasmette tante emozioni, mi incuriosisce e stimola la mia fantasia. Amo tanto leggere!”. Così apre il componimento con cui Carmen Carriero ha vinto il Concorso “Leggere è… un divertimento fatto di parole”, promosso dall’Associazione Pro Loco di Filiano, in collaborazione con la Biblioteca comunale di Filiano e l’Istituto Comprensivo “Federico II di Svevia” Avigliano Frazioni-Filiano e con il patrocinio del Comune di Filiano.

Il Concorso intende favorire – attraverso l’elaborazione di un testo scritto nella forma di una lettera, un diario o anche di un racconto - una riflessione sulla lettura per arrivare a formulare considerazioni accattivanti che invoglino alla lettura e inducano a pensare che leggere è un divertimento.

La Commissione giudicatrice, composta dall’operatore di biblioteca Vito Sabia, il dirigente scolastico Amelia Maio, la vicepresidente della Pro Loco Donatella Oppido, il presidente del Forum giovanile C63 Angelo Zaccagnino e il lettore Ivan Mecca, dopo aver esaminato attentamente gli elaborati in conformità ai parametri di valutazione stabiliti dal bando di concorso, ha decretato primo classificato Carmen Carriero della classe 4ª, secondo classificato Chiara Pace della classe 3ª e terzo classificato Anna Carmen Pace della classe 4ª, tutte della Scuola Primaria di Filiano.

La premiazione del concorso si è tenuta sabato scorso durante la manifestazione “Una merenda di libri”, che rientra nel ricco programma de “Il Maggio dei Libri 2019” del Comune di Filiano.

Le iniziative si concluderanno venerdì 31 maggio con l’appuntamento “Leggere Poetare Musicare”, organizzato dal Forum giovanile C63 e avente lo scopo di sensibilizzare alla lettura attraverso la comprensione e l'interpretazione di brani di poesie, seguiti da accompagnamenti musicali.

sabato 25 maggio 2019

A Potenza seminario della Cisl sull'alta formazione


POTENZA - L'avviso pubblico della Regione Basilicata che prevede la concessione di contributi per la partecipazione a corsi di alta formazione sarà al centro di un seminario informativo organizzato dalla Cisl e dallo Ial in programma nella sede dell'ente di formazione, al centro sociale di Malvaccaro, a Potenza, lunedì 27 maggio, alle 10. Nel corso dell'incontro saranno inoltre presentati due corsi di alta formazione promossi dallo Ial indirizzati a laureati disoccupati o inoccupati residenti in Basilicata. Il termine ultimo per le iscrizioni e per beneficiare del contributo regionale è il 31 maggio. Si tratta, in particolare, di un corso per controller nella gestione di commesse nel settore energetico, realizzato in collaborazione con la joint venture internazionale Arkad-Abb, e di un corso per esperti di digital marketing e social media strategy, che si avvale della collaborazione di importanti aziende e agenzie di comunicazione della Lombardia.

Proprio le partnership con le aziende costituiscono il punto di forza della proposta formativa dello Ial, così come spiegano il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella, e il responsabile dello Ial, Luigi De Fino: "Abbiamo scelto di coinvolgere in questo progetto aziende di prestigio per dare un concreto valore aggiunto alla formazione e fornire ai partecipanti la possibilità di misurarsi con contesti lavorativi altamente competitivi. È una scelta strategica - continuano Gambardella e De Fino - che privilegia la qualità alla quantità e che unisce il sapere al saper fare con l'obiettivo di fornire ai nostri tanti laureati gli strumenti teorici e pratici per trasformare la formazione in un concreto canale di accesso al mercato del lavoro".

Rionero, conclusa fase sperimentale collaborazione Guardie EcoZoofile-Polizia Locale


RIONERO IN VULTURE (PZ) - Il 30 aprile scorso si è conclusa la fase sperimentale del rapporto di collaborazione tra le Guardie EcoZoofile dell' A.I.S.A.- Associazione Italiana Sicurezza Ambientale - Sezione Provinciale di Potenza e il Comando di Polizia Locale del Comune di Rionero in Vulture (PZ), finalizzato all'intensificazione della vigilanza zoofila sul territorio comunale e, in particolare, dei controlli circa la corretta detenzione dei cani e circa gli obblighi di iscrizione all'anagrafe canina regionale e di microchippatura.

Nel corso di questo primo semestre di collaborazione sono stati effettuati, sul territorio comunale, n. 24 servizi da parte delle Guardie EcoZoofile dell'A.I.S.A regolarmente munite di Decreto Prefettizio di G.P.G. ex art. 6, comma 2, Legge n. 189/2004 e ss.mm.ii., con il coordinamento del Comando di Polizia Locale e, in alcuni casi, anche congiuntamente ad Agenti di Polizia Locale. Sono stati pertanto identificati n. 54 proprietari/detentori di cani e sono stati controllati n. 56 cani di proprietà.

Dai controlli effettuati sono inoltre emersi alcuni dati alquanto positivii: tutti i cani sottoposti a controllo erano regolarmente iscritti all'anagrafe canina regionale e microchippati; inoltre tutti i proprietari e/o detentori dei cani erano regolarmente muniti di idonei strumenti per la raccolta delle deiezioni canile.

Alla luce dei risultati estremamente positivi conseguiti sinora, l' A.I.S.A.- Sezione Provinciale di Potenza auspica che il Comune di Rionero in Vulture (PZ) voglia rinnovare il rapporto di collaborazione con le proprie Guardie EcoZoofile anche per il futuro al fine di poter ulteriormente intensificare i controlli in questione sul territorio comunale, con particolare riguardo ai parchi e alle ville comunali, alla luce anche della recente entrata in vigore del nuovo "Regolamento Comunale per la Tutela degli Animali" che, tra le altre cose, all'art. 53, affida la vigilanza sull'osservanza degli obblighi e dei divieti in esso sanciti anche alle Guardie Zoofile Volontarie appartenenti alle Associazioni protezionistiche e zoofile riconosciute.

venerdì 24 maggio 2019

Serie C, play off: il Potenza pareggia 1-1 a Catania ed è eliminato

di FRANCESCO LOIACONO - Nel ritorno del terzo turno dei play off di serie C il Potenza ha pareggiato 1-1 a Catania ed è stato eliminato. Nel primo tempo in gol i lucani con l’uruguaiano Lescano di testa su cross del brasiliano Emerson. I siciliani hanno replicato. Un tiro di Di Piazza è stato neutralizzato con le mani dal portiere Ioime. Una conclusione di Sarno è terminata alta. Nel secondo tempo annullato un gol al Potenza realizzato da Sepe per fuorigioco. Guaita in area di rigore ma Baraye ha salvato con un piede.

Un tiro di Dettori ha visto l’opposizione con i pugni del portiere Pisseri. Una punizione di Emerson non ha inquadrato la porta. Il Catania in contropiede. Lodi su calcio piazzato ha centrato il palo. Il Catania ha pareggiato con Di Piazza di destro. I siciliani si sono qualificati per il quarto turno dei play off per il miglior piazzamento in campionato rispetto al Potenza. Anche la gara di andata giocata in Basilicata terminò 1-1. Il Potenza però ha disputato sicuramente una buona stagione.

giovedì 23 maggio 2019

Poule scudetto: il Picerno perde 1-0 in casa con l'Avellino ed è eliminato


di FRANCESCO LOIACONO - Nella terza partita della poule scudetto di serie D il Picerno ha perso 1-0 in casa con l’Avellino ed è stato eliminato. Nel primo tempo i lucani hanno sbagliato un rigore concesso per un fallo di Capitanio su Gallon.Santaniello si è fatto incredibilmente parare il tiro dal portiere Lagomarsini. Ma il Picerno ha insistito. Un tiro di Kosovan è stato respinto con le mani da Lagomarsini. Gli irpini in contropiede. Una conclusione di Matute è terminata fuori. Nel secondo tempo sullo 0-0 i campani rapidissimi. Un tiro da lontano di Betti è finito alto. I lucani insidiosi. Un destro al volo di Kosovan ha sfiorato il palo. L’Avellino propositivo. Un sinistro su punizione di De Vena non ha inquadrato la porta. Il Picerno in azione di rimessa. Un destro di Tedesco ha visto la valida opposizione con i pugni di Lagomarsini. Tedesco ha riprovato, però il numero uno dei campani ha salvato in angolo. L’Avellino ha aumentato i ritmi di gioco. Un sinistro di Pepe ha trovato pronto a bloccare il pallone il portiere Coletta. I campani sono passati in vantaggio con De Vena di testa su corner calciato da Tribuzzi. E’ stato annullato un gol al Picerno realizzato da Kosovan per fuorigioco. Gli irpini sono rimasti in dieci. Espulso Gerbaudo per proteste. L’Avellino si è qualificato per la semifinale della poule scudetto. Una buona stagione però per il Picerno che per la prima volta nella sua storia è stato promosso in serie C.

Leggieri (M5S) sulle Elezioni Comunali a Venosa


POTENZA - Siamo ormai a ridosso delle elezioni comunali del prossimo 26 maggio, giorno in cui saranno chiamati ad esprimere il loro voto anche i cittadini di Venosa.

Si tratta di una consultazione elettorale di estrema importanza per il futuro della mia città e dei mei concittadini, che da anni ormai chiedono e hanno dimostrato nelle recenti tornate elettorali (elezioni politiche e regionali) un cambiamento radicale. È giunto il momento di invertire la rotta anche nel Comune di Venosa. Occorre un vero cambio di passo per dotarsi di un'amministrazione trasparente, che metta al centro del proprio operato il miglioramento della qualità della vita di tutti i cittadini.

Io ripongo piena fiducia in Marianna Iovanni, candidata sindaco per il Movimento 5 Stelle e nella lista che la sostiene, composta da persone capaci e competenti provenienti da diversi ambiti della società civile. Marianna Iovanni e gli altri candidati si stanno impegnando in una campagna elettorale tra la gente per spiegare un programma ricco di idee innovative. È un programma frutto di anni di attività politica, di ascolto dei cittadini, di incontri con le categorie produttive, con agricoltori, artigiani, commercianti, associazioni, scuole, insegnanti, ragazzi, bambini, anziani. Tutte le persone incontrate, ascoltate e con cui si è creato un proficuo e costruttivo confronto sanno benissimo quale sia l'approccio ai problemi della città di Venosa da parte del Movimento 5 Stelle, e, soprattutto, di Marianna Iovanni e degli altri candidati alla carica di consigliere comunale. Occorre difendere i diritti dei venosini, volontà non solo proclamata, ma da dimostrare con fatti e azioni concrete. Sono state le battaglie fatte in Consiglio comunale e in Consiglio regionale contro lo sfruttamento petrolifero, contro lo scempio dell'eolico selvaggio, a difesa dell'ambiente e della salute dei venosini. Ricordo pure l’impegno mio e di tutto il M5S per vederci chiaro anche sul cementificio di Barile. Impegno sempre massimo anche sul termovalorizzatore Ex Fenice di San Nicola. Proprio qui e lo dimostrano i nostri atti ci siamo battuti con tutte le forze per impedire la realizzazione di diversi impianti FORSU (frazione organica rifiuti solidi urbani) a Melfi, che secondo qualche “avveduto” politico doveva essere trasformata nella pattumiera d’Italia.

Ci siamo battuti con tutte le energie a disposizione contro il permesso di ricerca petrolifera “Palazzo San Gervasio”, che tocca direttamente il territorio di Venosa. L'ultima presa di posizione è stata contro la creazione di un impianto di produzione di biometano, alle porte di Venosa in una zona di grande pregio agricolo. Questa è stata una battaglia in cui il M5S in totale solitudine ha difeso gli interessi di Venosa e dei venosini. L’impianto in questione, della Biometh S.r.l., è di dimensioni importanti. La comunità venosina non è stata adeguatamente informata dagli attuali amministratori se non a cose fatte.

Con Marianna Iovanni, ne sono certo, il Comune di Venosa sarà una "casa di vetro", dove trasparenza ed efficienza saranno i punti cardine dell’azione amministrativa.

Io non ho fiducia nei politicanti di mestiere, i cosiddetti professionisti della politica che dopo anni, che dico anni, decenni di attività politico-amministrativa, dopo aver indossato e cambiato tantissime "casacche" hanno il barbaro coraggio di ripresentarsi al cospetto dei cittadini e candidarsi alla carica di sindaco. Non c'è bisogno che faccia nomi, ogni mio riferimento è puramente casuale!
Quello che, però, mi fa ancora di più affermare di non avere nessuna fiducia in questi politici di professione, è la loro capacità di far passare tutto quello che è accaduto in questi anni come prassi della vita politica. Sto parlando di inchieste, condanne da parte della Corte dei Conti, cambiamenti di schieramenti per una poltrona (Presidenza del Consiglio Regionale), atteggiamenti indegni come quando la maggioranza in Consiglio regionale si dematerializzò sulla mozione che chiedeva lo stop alle attività di Tecnoparco facendo cadere il numero legale della seduta (giochetto intollerabile riproposto già svariate volte nel corso della penultima consiliatura). Ha fatto storia, in quell’occasione, l’inequivocabile invito del nostro concittadino rivolto a Mario Polese: “T n’aia ‘sci “ (tradotto dal dialetto: “Te ne devi andare”).

Come dimenticare gli atteggiamenti da giocatore delle tre carte durante una votazione in Consiglio regionale e in diretta streaming, un video visto e rivisto purtroppo in tutta Italia? Quale credibililtà possono offrire ai cittadini di Venosa queste persone che hanno fatto della politica la loro professione. Facendo tanti anni di politica hanno imparato che spesso noi cittadini abbiamo purtroppo la memoria corta e dimentichiamo facilmente.

Però, sono sobbalzato dalla sedia quando ho sentito parlare di lotta senza indugi all'eolico selvaggio, e di una Venosa eolico-free, da parte di chi ha votato nel corso dell'ultimo consiglio regionale della scorsa legislatura (12 Marzo 2019) a favore della Modifica del PIEAR, Piano energetico regionale, raddoppiando di fatto la possibilità di costruire impianti eolici sul territorio lucano.

Sono sobbalzato dalla sedia quando ho sentito parlare di agricoltura di eccellenza, di valorizzazione delle produzioni e del territorio da parte di chi non si è mai schierato apertamente contro gli scempi ambientali in atto nel Vulture - Melfese e nel territorio di Venosa. Parlo dell'inceneritore Fenice, del Cemenificio di Barile, delle minacce petrolifere e dello stesso eolico selvaggio. In relazione a questi temi non ho mai sentito prendere una posizione netta di contrarietà alla creazione dell'impianto di produzione di Biometano dimensioni importanti della Biometh S.r.l.

Inoltre, non si può affermare con semplicità di non aver mai appoggiato un provvedimento a favore dello sfruttamento petrolifero, ma allo stesso tempo aver fatto parte della maggioranza Pittelliana-Renziana che ha in tutti modi spinto e lavorato per distruggere definitivamente la Basilicata, attraverso norme come lo Sblocca Italia.

Queste persone hanno avuto l'onore e la responsabilità di amministrare la cosa pubblica, ma hanno dimostrato che il centro della proprie attività purtroppo non è mai stato l'interesse dei cittadini. Così in una nota Gianni Leggieri, consigliere regionale M5S Basilicata.